EVENTI AREA PICENO

 

Embed or link this publication

Description

piceno eventi

Popular Pages


p. 1

Programma di Sviluppo Rurale 2007/2013 - Asse IV - Leader - Attuazione Strategie di Sviluppo Locale - Misura 4.1.3.7. Promozione Territoriale Tutti i colori del PICENO EVENTI AREA GAL PICENO 2015 Ecco gli eventi del Piceno! Venite a conoscerci nelle tante feste popolari e nei nostri appuntamenti con la tradizione e la cultura locale Il Piceno va vissuto e sperimentato, sentito sulla pelle e nell’anima: atmosfere e sensazioni da cogliere nella vista di un paesaggio, di uno scorcio di vita quotidiana nei centri storici, nella partecipazione ad una festa popolare e ricorrenza di paese, nel gustare un prodotto tipico o un piatto genuino della sua cucina. Un viaggio nel Piceno basato sull’esperienza, sul sentire il territorio prendendo parte alla sua vita e lasciandosi coinvolgere dalla sua cordialità e dalla sua voglia di stare insieme nelle piccole cose, è un viaggio nel Piceno più vero. È l’esplorazione più autentica del suo modo di essere semplice e genuino, del piacere per la convivialità, della passione e attaccamento alla sua terra e al suo stile di vita intimo e familiare, della sua cura nel conservare e far conoscere all’interlocutore più attento i dettagli più particolari e nascosti del suo ricco patrimonio culturale. Here is Piceno’s list of events! Come and meet us at any of the many festivals and appointments with tradition and local culture Piceno has to be experienced, it has to get under your skin and into your soul: atmospheres and sensations to be grasped by visiting a landscape, a glimpse of daily life in the old town centres, going to a folk festival or local feast days, enjoying a typical product or a genuine dish. A journey in Piceno based on experience, on feeling the territory and taking part in its everyday life, and being attracted by its warm welcome and its desire to be together in the things: that is the recipe for a journey to the real Piceno. It is the best way to explore a way of being simple and genuine, the pleasure of conviviality, passion and affection for the land, and its intimate, familiar lifestyle, its attention to preserving and sharing with visitors the special, most hidden details of its rich cultural heritage. FOTO: MARCO BIANCUCCI

[close]

p. 2

L’Anice Verde di Castignano Uno dei protagonisti più significativi della storia economica e antropologica di Castignano e dei suoi affascinanti dintorni è l’anice verde, la Pimpinella Anisum per gli studiosi. Questa delicatissima e affascinante ombrellifera, da secoli apprezzata sia in gastronomia che in farmacopea, è arrivata dal Medio Oriente ad adornare l’articolato paesaggio di Castignano, località che vanta da moltissimi anni la produzione di anice verde più apprezzata per qualità organolettiche. One of the key products in Castignano’s economic and anthropological history is Pimpinella Anisum, as aniseed s called by scholars, found in the charming areas around the town. This delicate, fascinating member of the umbrelliferae family, appreciated for centuries both in the kitchen and in pharmacopeia, arrived from the Middle East and now embellishes the complex landscape of Castignano, a locality that has produced an aniseed much-appreciated for its aromatic qualities.

[close]

p. 3

Tanto da diventare l’ingrediente prediletto, prima del mistrà (un distillato che per tradizione si realizza anche in proprio per distillazione alcolica e appunto aromatizzazione, a base di anice, altre erbe e frutti), e poi della famosissima Anisetta Meletti, che da decenni è tra i simboli internazionali della migliore italianità. Oggetto di un’agricoltura accurata e paziente nei decenni passati, l’anice verde ha unito il suo nome e la sua fortuna a Castignano, che già aveva scoperto questa pianta e le sue virtù, al punto da farne la componente principale di preparati domestici di grande importanza per la vita quotidiana e per la salute, e da chiamarla “Oro Verde”. Indeed, it has become a favourite ingredient, first for mistrà liqueur (a traditional home-made distillate of alcohol and aniseed, other herbs, and fruits), and then for the famous Anisetta Meletti, for decades one of Italy’s most prestigious international icons. The subject of meticulous and patient cultivation over recent decades, aniseed has bound its name and its fortune to Castignano, which had already discovered this plant and its virtues to the point of making it the main component of home-made products of great importance for daily life and for health, christening it “green gold”.

[close]

p. 4

Proprio a Castignano, dopo anni di sostanziale abbandono, si è tornati a parlare di anice verde grazie ad un progetto di qualità sostenuto da diversi soggetti scientifici e istituzionali, finalizzato al ripristino della coltivazione dell’anice e all’ampliamento della sua produzione. And precisely Castignano, after years of extreme neglect, has started promoting aniseed thanks to a quality project supported by several scientific and institutional subjects, aimed at restoring and extending cultivation of Pimpinella Anisum.

[close]

p. 5

L’anice verde di Castignano è una varietà particolarmente ricca di anetolo, la sostanza che conferisce il caratteristico profumo, e questo grazie al particolare microclima della zona, all’esposizione soleggiata dei terreni e alla leggera ventilazione. Castignano aniseed is a particularly rich variety of anethol, a substance which gives it a distinctive scent, and this is thanks to the local microclimate, with its sunlight and breezes.

[close]

p. 6

Anis, Festival dell’Anice Verde di Castignano, evento che quest’anno si svolgerà dal 31 Luglio al 2 Agosto, nasce per diffondere la conoscenza dell’anice verde presso il grande pubblico e contribuire a far sviluppare il suo utilizzo in gastronomia, anche seguendo la nuova frontiera della birra artigianale. Anis is Castignano’s aniseed festival and it takes place from 31th July to 2nd August. It is an event created to raise awareness of the plant with the general public and to help develop its gastronomic use, even aiming to experiment its application to craft beer.

[close]

p. 7



[close]

p. 8



[close]

p. 9



[close]

p. 10



[close]

p. 11

Non chiamatelo Scorzone… Il tartufo nelle sue molteplici varietà è molto diffuso nel Piceno, in particolare nelle aree alto-collinari e montane che costituiscono il cuore dell’area del Gal Piceno, ed è una delle sue più preziose risorse per la promozione del territorio e delle sue eccellenze. The truffle, in its many varieties, is widespread in Piceno, particularly in the high hill and mountain areas at the heart of the GAL Piceno district, and is one of its most valuable resources for the promotion of the territory and its products of excellence.

[close]

p. 12

Non chiamatelo Scorzone è un evento dedicato al tartufo estivo (Tuber Aestivum Vitt) e alla sua variante uncinato (Tuber Uncinatum Chatin), la specie di tartufo più presente durante l’anno, visto che la sua raccolta è consentita da giugno ad agosto in estate, e da ottobre a dicembre per quanto riguarda la stagione invernale. “Non chiamatelo Scorzone” is an event dedicated to the summer truffle (Tuber Aestivum Vitt) and the uncinatum variant (Tuber Uncinatum Chatin), a truffle species easier to find throughout the year, since it can be picked from June to August in summer, and from October to December in winter.

[close]

p. 13

E’ un tartufo con un vasto areale di crescita e talvolta raggiunge dimensioni notevoli fino al peso di 600-700 grammi. Ha una superficie variabile dal grigio scuro al nero con verruche piramidali molto pronunciate che gli fanno attribuire il nome volgare di ‘Scorzone’. La gleba bianca negli esemplari immaturi raggiunge poi la tonalità nocciola, e l’odore tenue e grato ricorda quello fungino. It is a variety with a large growth range and sometimes reaches remarkable sizes, weighing up to of 600–700 grams. The surface colour varies from dark grey to black, with very pronounced pyramidal warts that have earned it the name of “scorzone”, or “thick skin”. The white gleba in unripe specimens then turn a nutty brown and the mild, pleasing aroma is quite mushroomy.

[close]

p. 14

L’evento si svolge dal 5 al 9 agosto a Force, uno dei comuni ascolani più vocati alla coltivazione e alla raccolta dei preziosi funghi ipogei. Il nome dell’evento ha anche un significato provocatorio perché in anni meno recenti il tartufo estivo è stato considerato a torto parente povero delle altre specie di tartufo. In questo senso, la definizione “scorzone”, anche se molto diffusa, è sicuramente del tutto inappropriata. The event is held from 5th to 9th August, in Force, one of Ascoli’s most successful areas for cultivation and picking of this precious underground mushroom. The name of the event is also a wakeup call because until recently the summer truffle was wrongly considered the poor relation of other species. In this sense, the term “scorzone” may be widespread but is entirely inappropriate.

[close]

p. 15

In cucina il tartufo estivo ha una grande versatilità e può essere utilizzato per salse di condimento di paste all’uovo o secche e per deliziosi risotti. Si abbina anche alla carne e ad alcuni tipi di pesce, in particolare le alici sotto sale. In the kitchen the summer truffle is very versatile and can be used for flavouring dry and fresh pasta dressing, or making delicious risotto. It works well with meat and some types of fish, above all salted anchovies.

[close]

Comments

no comments yet