Ristonews Luglio-Agosto 2015

 

Embed or link this publication

Description

Il nuovo numero della Rivista Trimestrale di Ristoworld Italy

Popular Pages


p. 1

ANNO IV N. 19 LUGLIO - AGOSTO 2015 RistoWorldItaly Gela e la Sicilia capitali della buona Cucina Concluso con successo il Secondo Concorso Regionale Gluten Free Per Gioco & Per Amore Michele Lepre intervista in esclusiva per Ristonews la Personal Chef Antonella Coppola Ristoworld Italy - www.ristoworld.org - www.ristonewstime.it

[close]

p. 2

RIVISTA UFFICIALE DI RISTOWORLD ITALIA Direttore Responsabile Marcello Proietto di Silvestro E-mail: redazione@ristoworld.net Mobile: +39 333.5021044 ristonews.ristoworld marshpr www.ristonewstime.it Associazione Culturale Ricreativa RISTOWORLD ITALY Presidente Andrea Finocchiaro www.ristoworld.org info@ristoworld.net ristoworld@pec.ristoworld.net groups/ristoworld Editore Pubblicazione Associazione Culturale Ricreativa Ristoworld Italy Via Zia Lisa 153 95121 Catania Stampa & Distribuzione On-line in PDF sul sito www.ristoworld.org RistoNews Rivista Ufficiale di Ristoworld Italia lascia agli Autori degli articoli l’intera responsabilità dei loro testi. Gli Autori delle ricette dichiarano che le stesse sono da loro realizzate e rispondono personalmente in caso di plagio o altro reato legato alle opere d’ingegno. Il grado di difficoltà espresso in testa alla ricetta segue la scala da 1 a 5. Ristoworld Italy assicura che i dati personali, in suo possesso, vengono trattati con tutta la riservatezza prevista dalla legge 196 del 2003 e ulteriori modifiche, garantendo che, su richiesta, i dati personali potranno essere rettificati oppure cancellati. Editoriale del Presidente Finocchiaro Contrappunti di Marsh Cattiverie 2.0 Ciao Giovanni Bilello Nel ricordo di un Amico Le Firme di questo numero Grazie a: Andrea Finocchiaro, Michele Lepre, Antonella Coppola, Salvatore Pizzo, Titti Dell’Erba, Rosa Cinque, Ida Ladiana, Nicolò Cisarò, Mario Santamaria, Roberto Trimarchi, Annalisa Altini, Mara Spinelli, Angela Dininni, Giovanni Di Bella, Serena Surdo Immagini e foto provengono da archivi privati e dal web Autorizzazione del Tribunale di Catania N. 02 del 2012 Trattati Commerciali & Food Control Positano Ecco la Città dei Bimbi Chiuso in redazione il 10 Luglio 2015 2

[close]

p. 3

EDITORIALE L ’estate calda incombe sulla nostra nazione; il turismo sembra non decollare per come dovrebbe, lo Stato Italiano rimane inerme cercando una soluzione che sembra non arrivare mai…quella dell’incremento lavorativo nel nostro territorio: ma, come fare a trovare delle soluzioni? Ristoworld ha organizzando diversi summit discutendo ed elaborando diversi progetti per arginare questa grossa piaga che affligge il nostro settore ed in particolare la nostra nazione. Dopo diversi incontri e tanto lavoro di ricerca, abbiamo selezionato alcune figure di professionisti presenti all’inter no di Ri- stoworld creando un organico di discussione specializzato per ogni settore per proporre nuovi decreti legge sulla questione dell’incremento turistico, regolamentazione della figura professionale del settore, regolamentazione d’istruzione scolastica alberghiera e tanto altro da proporre al Parlamento Nazionale. Ristoworld è inserita nel “Parlamento Virtuale” assolutamente senza uno schieramento politico, creato specificatamente come un PreParlamento dando la possibilità a diverse persone non parlamentari di ottenere una carica di Onorevole Virtuale e proporre le proprie idee per il cambiamento del nostro paese. 3 Siamo presenti con 2 Onorevoli Parlamentari e ben 19 Senatori Regionali. Capogruppo di questo progetto, la nostra Responsabile Affari Istituzionali, Lady Chef Federica D’Adamo. Già presentato il nostro primo Decreto Legge sulla creazione di un Albo Nazionale dei Cuochi, al fine di regolamentare questo scempio professionale che sta avvenendo in Italia. Siamo fiduciosi che Ristoworld, anche se virtualmente, possa imprimere una svolta per vituperata categoria dei cuochi in Italia, ricordando sempre che l’Associazione da sempre opera a difesa del Made in Italy. Andrea Finocchiaro Presidente Ristoworld Italy

[close]

p. 4

CONTRAPPUNTI DI MARSH Vincere …. e vinceremo! B Marcello Proietto di Silvestro * Scusate ma nell’era di facebook dove è finito il coraggio di dire quello che si pensa davvero? * Direttore Responsabile ontà vuole che quando si partecipa ad un concorso, qualunque esso sia, per un posto di lavoro, per l ’ i n g r e s s o all’Università, per ottenere una casa popolare, per il sorteggio di un cavallo a dondolo, i giurati che compongono l’assise giudicante siano all’altezza. Se poi questo invece non accade i cittadini ricorrenti hanno tutto il diritto (e gli strumenti) per accedere agli atti, visionare le carte ed eventualmente denunciare truffe e pseudo imbrogli. Mi sembra questo un gesto di civiltà da esportare anche nei concorsi di cucina e, nel caso specifico, di pasticceria e cake design. Visto che di questo stiamo parlando. Invece di bofonchiare e lanciare 4 accuse a destra e a manca, tutte le allegre e gli allegri partecipanti di q u e s t o o quest’altro concorso, prendessero carta e penna ed esercitassero il sacrosanto diritto di accesso agli atti. Subito! In pratica se hai sentore di marcio non attendere l’illumina zione sulla via di Damasco: recati dai giudici, accedi agli atti, visiona le carte e dopo, e solo dopo, potrai parlare a voce alta. Invece che accade? Nulla...alla fine del concorso tutti a sentenziare di brogli e truffe e nessuno a fare l’unica cosa giusta e possibile: accedere agli atti e verificare di persona personalmente. Ne ho le tasche piene di queste persone brave solo a lanciare accuse infondate e non andare fino in fondo alla que- stione. Ne ho le tasche piene di quanti partecipano ai concorsi sentendosi “cuginetti di dio” e quindi già vincitori. Ultimamente sono stato ad un concorso alla fine del quale una allegra signorina partecipante mi disse “che schifo di concorso...non parteciperò mai più...l’opera che ha vinto non meritava assolutamente...”. Casualmente la mattina dopo sul profilo della vincitrice il commento dell’allegra signorina di cui sopra che recitava pressappoco così” complimentissimi gioia, premio meritatissimo…”. Delle due l’una: o sei falsa fino allo sfinimento, o sei scema. A te la scelta e stavolta non c’è giuria che tenga! Te lo certifico io, direttamente.

[close]

p. 5

INTERVISTE DI GUSTO Il giornalista food Michele Lepre intervista in esclusiva per Ristonews la Lady Chef campana Antonella Coppola Creatività Fantasia Made in Italy nei progetti della Personal Chef che incanta con i suoi piatti 5

[close]

p. 6

INTERVISTE DI GUSTO A ntonella Coppola classe 78, lascia l’azienda di famiglia, inserita nel campo della moda, per dedicarsi a tempo pieno alla Cucina, sua vera passione e aspirazione. Si specializza poi nella cucina gour met, ma rimane, nel tempo, fedele alle sue radici e tradizione campane: la Cucina Napoletana con i suoi sapori e profumi che la con- traddistinguono in tutto il mondo. Attualmente lavora come Private Chef sul lago di Como e collabora con il Palazzo del Vice Re che vanta una romantica vista sul lago: ospiti di questa nobile dimora sono stati attori di Hollywood come Catherine Blanchet e politici esteri. Da questo anno sarà partner anche di Villa Pinetina, dimora edificata nei primi del 6 900 Luxury B&B location immersa nel verde di un magico parco e strutturata su quattro piani dove fa da padrone la tranquillità della natura, oasi di relax dove Antonella Coppola terrà i suoi Social Eating Cooking lesson in maniera divertente e costruttiva, chiunque potrà prenotare dalla cenetta intima o festeggiare un evento importante. Entusiasmo e passione alla base di tutto. E poi serve una preparazione seria e intensa e la voglia di crescere giorno dopo giorno

[close]

p. 7

INTERVISTE DI GUSTO do. Di Antonella, davvero vulcanica nella progettazione e intuizione imprenditoriale, è il progetto “Love Boat” che consiste in una cena in barca di lusso sul lago con buffet da Private Chef e la dolce melodia intrigante del violino. Iniziativa questa che sta avendo il suo meritato successo, polarizzando le attenzioni generali e rappresenta sicuramente una novità nel settore. Stile, buona cucina, esclusività: ecco le carte vincenti di questa iniziativa. La Pinetina dista soli quindici minuti circa dalla vicina Bellaggio e trenta minuti da Como. A soli quarantacinque minuti ecco poi Milano: insomma, una posizione di assoluto baricentro e la location è ottimamente collegata con il resto del territorio lombar7 “Cuoca per Amore” Una definizione cha la dice lunga sulle qualità umane e professionali davvero straordinarie di Antonella

[close]

p. 8

INTERVISTE DI GUSTO 8

[close]

p. 9

INTERVISTE DI GUSTO Antonella è una donna chef intraprendente ed energica. Ho avuto il piacere di conoscerla e assaggiare le sue specialità in una cena privata al Palazzo del Vice Re, dove sono stato ospite. Il ricordo è quello di una serata con tempo decisamente invernale, cielo coperto e acqua a catinelle, ma lei non si è per niente scoraggiata. Sorridente e solare ha accolto gli ospiti con il sorriso che la contraddistingue, illustrando le diverse portate che hanno caratterizzato la serata di alta cucina: tra i piatti, le alici fritte come entrè, i paccheri con sfoglie di baccalà e crema di patate con olive di Gaeta e capperi di Pantelleria, il risotto con le prelibatezze del mare, un curioso e apprezzatissimo sandwich di branzino su vellutata di asparagi e, dulcis in fundo, non poteva mancare la “regina” dei dolci Napoletani, ossia la mitica e squisi9 ta Pastiera Napoletana, vanto e orgoglio della migliore pasticceria Made in I- taly nel mondo. Intervistando Antonella ho percepito la sua carica emozionale nel

[close]

p. 10

INTERVISTE DI GUSTO Definizione del gusto come scuola di pensiero Esaltazione dei sapori come regola di cucina 10

[close]

p. 11

INTERVISTE DI GUSTO 11

[close]

p. 12

INTERVISTE DI GUSTO raccontarmi il suo lavoro e i suoi progetti. Certamente essere donna in cucina non è facile: bisogna essere combattivi e decisivi, sapersi imporre. E’ risaputo: in cucina regnano gli uomini e solo per le donne di ferro c’e posto; è una regola antica ma è cosi e la realtà di questo lavoro dai mille problemi da risolvere giorno per giorno, attimo per attimo, senza tregua risulta particolarmente sfiancante. Una donna al comando di una cucina dunque, oltre al valore aggiunto della persona, testimonia un grande carattere e u- na voglia di fare davvero straordinaria. La cucina di Antonella, sobria, semplice ed elegante si ispira alle sue radici campane, nella ricerca e mantenimento fedele di quelle ricette tramandate da secoli. Dunque, semplicità, gusto e sapore: questa è la cucina meridionale e mediterranea, con la possibilità di una presentazione ed impiattamento da cucina gourmet che ingolosisce le papille gustative e l’olfatto, inebriando i sapori del gu12 sto fino a farli arrivare al cervello. Mi ha convinto davvero la cucina di Antonella proprio per queste connotazioni essenziali e, a mio avviso, imprescindibili. La Lady Chef Antonella è a vostra disposizione per consigli inerenti ai suoi corsi di Cooking Lesson, durante i quali vi prenderà per mano e vi condurrà in un mondo affascinante, in una cornice rilassante del parco della Villa Pinetina. Per prenotazioni www.antonellaco ppola.com; www.bellagiopriv atecooking.com Email antonella.coppola @icloud.com Michele Lepre Giornalista Food

[close]

p. 13

SPECIALE GLUTEN FREE Official Partner 13

[close]

p. 14

SPECIALE GLUTEN FREE Organizzato dallo Chef Salvatore Pizzo, direttore dell’evento, il 2° Concorso Regionale ha registrato un boom di partecipazioni P ieno successo per il secondo concorso regionale cucina calda Gluten Free, cucina fredda, intaglio artistico, cake design e cucina flambè, organizzato a Villa Fabrizio di Gela dallo chef Salvatore Pizzo in collaborazione con Ristoworld Italy, il Comune di Gela e numerosi partner istituzionali e privati. La colorata kermesse ha richiamato a Gela professionisti da diverse parti d’Italia e ha ricevuto il placet da parte dell’Associazione 14 Italiana Celiachia rappresentata dalla dietista Annalisa Cutrone che ha sottolineato nel corso della giornata come la realizzazione di pietanze Gluten Free sia ormai una consuetudine nel mondo della ristorazione che ha il dovere di adeguarsi alle crescenti esigenze, proponendo il binomio vincente salute e gusto.

[close]

p. 15

SPECIALE GLUTEN FREE Nutrito il parterre dei giurati, tutti di altissimo livello, tra i quali Andrea Finocchiaro, Michele Borraccino, responsabile delle iniziative in campo benefico di Ristoworld Italy e maestro intagliatore che ha tenuto una seguitissima lezione di intaglio Thai, Alessandro Russo, responsabile nazionale Ristoworld Emergency, Salvatore Cappello, Lillo De Fraia, Peppe Leotta, Al- fonso Barone, Vincenzo Rustiglione, Nicolò Cisarò, Ezio D’Alia, Mario Consentino, Stefano Affatigato, Titti Dell’Erba, Claudio Leocata. Per quanto riguarda l’intaglio vegetale, medaglia d’Oro a Giuseppe D’Alessandro (91) e Giorgio Gulino (90); medaglia d’argento a Giovanni Di Bella (88) e Leonardo Massaro (87). Nella cucina alla lampada premio speciale alla brava Cristina Oliveri, ma tutto il gruppo dei professionisti Imahr, alla presenza del presidente nazionale Francesco Vaccarella, ha dato ampia dimo- strazione in una disciplina di servizio che si sta perdendo. Nella sezione artistica medaglia d’oro a Liberto Campisi e medaglia di bronzo ex aequo ad Antonino di Carlo e Franco Cortes. Nella sezione cucina calda scuole alberghiere, provenienti da tutta la regione, oro alla squadra composta da Serena Nobile, Giacomo Chiandà e Nicolò Vitale (95). 15

[close]

Comments

no comments yet