il Picchio di Torresina - Aprile 2011

 

Embed or link this publication

Popular Pages


p. 1

distribuzione gratuita giornale di quartiere anno 4 numero 38 ­ aprile 2011 la normalita della anormalita di roberto delle case per spostarsi tutti i giorni passiamo per dei posti insospettati dove si realizzano strane situazioni fuori da ogni normalità ma che oramai sono la nostra normalità sono a torrevecchia a via augusto tebaldi e dintorni ma andiamo per ordine ovvero i pirati il labirinto ed il passo di montagna cessari per arrivare al dopi pirati quando molto pio senso di marcia comspesso la circolazione di via portandosi come quel simtorrevecchia volge all impatico vecchietto di mister mobilismo e le macchine su magoo ma che vogliono via tebaldi spengono i moquesti loro sono contromatori accade che le vie collano terali a via tebaldi via valsalva via patrizi via roncati il labirinto il circuito stradale da via valsalva permutino la loro funzione corre e gira tortuosamente grazie ad indomiti automointor no a via tebaldi bilisti che a qualunque creando l occasione per urti costo devono arrivare a frontali all incrocio con via via torrevecchia esse bonacossa in quanto vengono percorse serena l incrocio di via tebaldi il passo di montagna all incrocio non sono sepamente e tranquillamente e la normale sequenza del vissuto quotidiano rate le corsie di marcia contro mano formando la corsia di scorrialcuni ancora più creativi mento verso quartaccio di altri per tentare di evitare qui vi sono dei tratti di strale responsabilità civili e pede limitrofe degne di un nali della loro condotta nei rally via patrizi via tosi confronti di un eventuale dove il piano stradale è fatto incidente fanno addirittura di dossi e buche manovra su via tebaldi girandosi con il posteriore il passo di montagna e situato dove questa via incrocia via dei della macchina si intende in avanti bruni strada a senso unico da via v de dentro la via laterale la imboccano ricci con percorrenza verso montemapercorrendola in velocità e in retrorio uscita verso via bonacossa via seramarcia vanno verso via torrevecchia fino biffi strada a senso unico da via valaltri ancora che tentano di non fare la salva con percorrenza verso quartaccio fila su via s biffi per andare verso quaruscita verso via ellero e via g girolami taccio da via patrizi imboccano contromano via tebaldi per i 15 metri necontinua a pag.8 fonte google street view

[close]

p. 2

l angolo della poesia il m on dochevorrei filastrocca di sogni quasi impossibili enza servi nÉ padroni nÉ somari nÉ baroni senza capi e comandanti all inferno tutti quanti un lavoro che sia onesto senza alzarsi sempre presto ad ognuno il suo mestiere e chi non l ha È faccendiere accidenti a tutte l ore al padrone del vapore ed ognuno col suo dio È buono il tuo quanto il mio senza stare sempre all erta ma lasciar la porta aperta senza leggi nÉ divieti chi È arrogante che s accheti senza santi nÉ mammane e che a nessuno manchi il pane chi va lento chi va lesto ma nessuno sia molesto l orticello da coltivare un camino per riscaldare senza pesi sulle spalle e camminare sempre a valle la salute sempre addosso per saltare piÙ d un fosso poter dire quel che penso e fregarmi del consenso sguardo allegro cuore in mano pianger poco e rider sano litigare poco o niente stare in pace con la gente un governo di coscienza che non mi lasci sempre senza un presente meno duro un avvenire piÙ sicuro poter chiedere al buon dio ma qual È il posto mio s le dediche dei nostri lettori il 13 marzo 2011 luigi spagnoletti ed antonio giustiniani hanno compiuto gli anni due piccioni con una fava auguroni da tutta la redazione del picchio di torresina 1° aprile buon compleanno daniela la sorpresa più bella della mia vita roberto 5 aprile 2011 buon compleanno mamma tantissimi auguri dolcissima stella dalle tue figlie marina e cinzia 21 aprile natale di roma e di antonio buon compleanno a un uomo che vale quanto pesa peccato che stia a dieta giordano parmeggiani rondini q una n d o ariafrescadirugiadai un smaltando i prati sboccia la primavera come suorine alate in processione vengon le rondini gioiose e cinguettanti si cercano l alcova facendo la spola tra tetti e grondaie a sera ancora palpitanti s acquietano un istante su balconi e verande poi quando la commozione delle nuvole tinge di grigio il cielo gli uccelli migratori se ne rivanno a stormi verso il sole auguri amore mio la moglie non ce la facevo più ad 24 aprile 1988 aspettare di sposarti ma poi ancora oggi è bellissimo e indimenticabile il tuo sposo 25 aprile il nostro presidente compie gli anni come una bottiglia di buon vino invecchiando migliora vogliamo brindare tutti insieme a te auguri ad aurelia la redazione del picchio lydia tedeschi 2

[close]

p. 3

sommario la normalità dell anormalità un sogno il centro anziani a torrevecchia l aquila la ricostruzione che non c è le etichette n° 2 baby-orto a via monte della capanna aprile 2011 1 4 6 7 9 9 10 11 12 15 rubriche 2 2 5 6 8 11 13 13 14 14 15 l angolo della poesia le dediche dai lettori lettere dei lettori news dalla redazione del picchio passeggiata nel parco agricolo di casal del marmo letti per voi l avvocato risponde news dal comitato di quartiere torresina le perle di zia pina news dalla redazione del picchio cucinati per voi il diritto di curare il dolore un cantiere abbandonato chiamato scuola notizie al volo sui trai gli ingredienti psicologici nei giochi di ruolo ludici il miele dopo la lettura il picchio ti invita a gettare il giornale negli appositi cassonetti per la carta perché il picchio è a favore della raccolta differenziata dove posso trovare ogni mese la mia copia de ll picchio di torresina anno 4 numero 38 aprile 2011 reg tribunale di roma n 559 del 17 dicembre 2007 sede viale indro montanelli 20 00168 roma editore associazione o.n.l.u.s noi di torresina viale indro montanelli 20 00168 roma cellulari 3338029862 3396531743 e-mail ilpicchioditorresina@yahoo.it direttore responsabile jean-luc giorda capo redattore stefania giannetto in redazione marcella speranza daniela moretti aurelia colarossi cinzia pezzola antonio picciau antonella salerno pierfederico poli luigi spagnoletti antonio di siero impaginazione progetto grafico-editoriale pubblicitario gestione internet roberto delle case hanno collaborato a questo numero lydia tedeschi,giordano parmeggiani fattino tedeschi michela fabbri pina la dogana sara pompei laura marcellini gruppo trai massimo circosta anna maria de caro stampato presso tipografia river press group s.r.l via menalca 30 tel fax 062294420 062295925 e-mail rpg@mclink.it tuttiine go zieglistudi professionali di torresina tutti gli inserzionisti esterni le edicole via torrevecchia 87-242-633 alcuni negozi di via pietro maffi alcuni negozi di via torrevecchia e largo arturo donaggio le edicole di via pietro maffi alcuni negozi di via andersen municipio 19° di via mattia battistini xix gruppo vvuu via f borromeo la biblioteca basaglia via federico borromeo 67 biblioteca casa del parco e going informagiovani di via della pineta sacchetti 78 centro anziani torrevecchia monte mario-primavalle ama di torrevecchia santa maria della pietà ·uffici municipali pad 29-30-31 ·padiglioni 13 26 e 32 ·centro antea atletica monte mario scuola di via andersen questo numero è stato chiuso in redazione il 28/03/2011 l associazione noi di torresina ringrazia tutti coloro che con le loro donazioni ci permettono di pubblicare il picchio invitiamo tutti i lettori che vogliono scrivere articoli poesie dediche o che vogliono raccontare momenti di vita lagnandosi o ringraziando ad inviarci i loro elaborati presso ilpicchioditorresina@yahoo.it oppure lasciando i loro scritti dal giocattolaio nuvoloni via pietro maffi 28/32 da roberto il tabaccaio di viale i montanelli o all edicola vidi di viale montanelli gli scritti dovranno essere accompagnati dalla firma dell autore che potrà scegliere di non essere citato sul giornale ma apparire solo con le iniziali o un nomignolo e un recapito telefonico 3

[close]

p. 4

un sogno il centro anziani a torrevecchia presentazione del progetto el pomeriggio del 10 marzo una moltitudine di anziani con un sogno in testa si diri ge v e r so lach ie sadis cipriano in una sala messa a disposizione dal parroco don m a r io ilpres id e n te de l municipio 19 presenterà qui il progetto per la realizzazione d e l ce ntro an z i an i d i torrevecchia il quartiere di torrevecchia è abitato quasi completamente da cittadini che vi si trasferirono negli anni sessanta allora giovani coppie ora sono persone avanti negli anni che sentono il bisogno di un punto d incontro i centri anziani limitrofi esistenti hanno un elevato numero di iscritti e non sono in condizione di poter ospitare ulteriori potenziali utenti la platea è attenta e speranzosa apre l incontro il presidente milioni che racconta il lungo iter che è stato necessario affrontare affinché quest opera si potesse progettare l area libera situata in via montebruno fra la chiesa e la scuola a sordi doveva essere utilizzata per la sede dei vigili urbani ma tra le proposte dei cittadini arrivate in municipio emergeva la necessità di un centro anziani una petizione con ben 815 firme venne consegnata a giugno 2009 ed altre 300 firme furono consegnate nel 2010 perciò si decise di lavorare su questo progetto non sarà un centro anziani sarà il centro anziani sarà un opera bella che dovrà arricchire torrevecchia perché è ora che il bello ci sia anche in periferia l arch adamo dirigente della uot e l arch spera che hanno lavorato al progetto dopo aver detto che questo sarà solo una tessera del mosaico che abbellirà questa periferia hanno esposto il progetto che prevede come innovazio n di marcella speranza ne l armonizzazione e la relazione con le altre generazioni normalmente estranee ai centri anziani in quanto prevede lo spazio giochi per bambini l orto urbano per gli anziani e per chi vuole aiutarli lo spazio per il recupero delle attività artigianali che gli anziani potranno insegnare ai giovani che vorranno le strutture saranno in materiali ecocompatibili in legno e pietra avranno spazi chiusi e aperti per una migliore fruizione stagionale è previsto un centro diagnostico per anziani tutta la struttura sarà a basso consumo energetico perché avrà pannelli solari e fotovoltaici ilcentro anziani torrevecchia avrà una sala polifunzionale di circa 250 mq più un giardino d inverno un plateatico esterno per la bella stagione con un piano attrezzato per barbecue per organizzare balli cene feste un campo di bocce un area attrezzata per i giochi dei bambini un area ortiva per anziani e giovani ed una struttura per la protezione civile alla richiesta dei tempi di realizzazione il presidente milioni ha risposto che desidera inaugurare lui questo centro perciò entro tempi brevi in meno di due anni auguriamo a tutti gli anziani di torrevecchia che tutto si realizzi veramente in tempi brevi per poter usufruire di questo che almeno sulla carta è un bellissimo e innovativo progetto purtroppo noi che abitiamo a torresina abbiamo esperienza di quanto può essere lungo e rinviato il completamento di un piccolo parco giochi che dopo 5 anni dal finanziamento ancora non è finito vigilate seguite il percorso del vostro bellissimo centro anziani e giovani di torrevecchia 4

[close]

p. 5

le lettere dai lettori egregio direttore sfogliando un vecchio numero del picchio precisamente quello del maggio 2008 a pagina 5 sono stata attratta dalla foto di ciambelle dall aspetto veramente invitante con descritta la loro relativa ricetta consigliata dalla signora aurelia colarossi ho fatto mentalmente un rapido inventario della mia credenza ed avendo conferma di essere fornita di tutti gli ingredienti mi sono messa all opera con un pizzico di curiosità per vedere se la bellezza della foto fosse pari alla bontà tutto é riuscito benissimo belle profumate e buonissime con la manifesta meraviglia di quel golosone di mio figlio per essere stata veloce e brava non solo sono sparite subito ma sono stata anche esortata a ripormi all opera per farne di più grazie ancora picchio cari amici del picchio non sono di torresina e sono capitata per motivi casuali al vostro centro commerciale in un sabato pomeriggio di carnevale non immaginavo l organizzazione degli spettacoli pomeridiani offerti gratuitamente a piccoli e grandi nello spazio intorno al bar né tanto meno la libertà assoluta per i piccolini di correre giocare lanciare stelle filanti rotolarsi letteralmente fra i coriandoli al caldo riparati nell edificio dal gelo di quelle serate invernali non immaginavo l atmosfera allegra i mille colori di tante mascherine scatenate la folla assiepata intorno al palco i miei bambini di 5 e 2 anni si sono divertiti così tanto che hanno preteso di tornare il sabato successivo e quello dopo ancora fino alla fine del carnevale ringrazio quindi i responsabili del centro commerciale e mi complimento con loro per la bella idea e l organizzazione ho saputo infatti che gli animatori facevano parte dello staff del castello di lunghezza che quindi ha trovato un modo intelligente e gradevole per fare pubblicità anche a se stesso il centro commerciale mi ha sicuramente guadagnata come nuova cliente anche al di là dei limiti di tempo del carnevale distinti saluti francesca bernardi buonasera cara redazione mi unisco al coro di cittadini che chiedono informazioni sul parco ogni tanto vedo qualche povero operaio spaesato che si aggira con fare perplesso sul futuro spiazzo che un giorno ospiterà il parco giochi di torresina mi chiedo se mai finiranno questi tanto attesi lavori potremo mai un giorno portare i nostri bimbi a scorrazzare nel parco vi informo che anche due volpi insospettite da quel cantiere senza fine si sono affacciate sul futuro parco giochi di torresina per cercare di capire cosa non andasse allego foto grazie p.l caro picchio ti scriviamo per segnalarti un problema relativo alla scuola materna camilla ravera inaugurata a settembre 2009 nel ns municipio con tre classi per 75 bambini questa scuola aperta un po di fretta per esigenze urgenti del territorio a tutt oggi non si vede riconosciuta la parità scolastica e abbiamo motivo di ritenere che questo problema non sia stato preso nella giusta considerazione dagli organi competenti ci risulta che manchi un certificato di idoneità della asl per la non conformità agli standard della palestra la diretta conseguenza di questa bega burocratica è che questa scuola non ha diritto ad avere risorse neanche per le più banali esigenze di funzionamento:niente fondi per il materiale didattico per i progetti educativi né fondi dipartimentali per la disabilità niente giochi e zone d ombra adeguate nel giardino della scuolettera ad un bambino mai nato spesso ci vengono raccontate storie accadute momenti difficili e nella nostra mente si pensa sempre che questa cosa non accadra mai a noi stessi eppure a volte la vita ci mette davanti a dei problemi a delle difficolta che ti lasciano il segno per tutta la vita come dico io lasciano delle cicatrici che non andranno mai via la mia e una storia come quelle di tante altre ragazze scopri di essere incinta dopo mesi che pregavi perche il ciclo non arrivasse la felicita ti avvolge senti gia di amare quella creatura che hai nella pancia in pochi istanti sei gia mamma sei indecisa se dirlo a tutti o tenerlo dentro di te ma come si fa a tenere dentro una gioia cosi grande da li a poco parenti e amici vengono informati iniziano le visite di controllo le analisi del sangue e ogni giorno ti guardi allo specchio perche ti senti diversa i mesi passano e tu sei sempre piu piena di allegria passano le nausee ed il vomito e a poco a poco passa il periodo cosiddetto pericoloso ora puoi rilassarti ma non e andata proprio cosi per me arrivi alla 22° settimana e il giorno della morfologica forse oggi scoprirai il sesso del tuo bambino passi la notte in bianco a pensare come sara il suo viso se sara una femmina o un maschietto i nomi pensi a tutto pensi a quando nascera cristian olivastri la e ai genitori è vietato fornire materiali o attrezzature idonee per questioni di sicurezza senza risposta la richiesta di una migliore recinzione del giardino e di una verifica della stabilità di alcuni alberi presenti sul perimetro che hanno già dato segni di cedimento abbiamo inoltre scoperto che le supplenze non sono garantite in quanto se mancano le maestre titolari eccezionali nello svolgere il loro lavoro nelle condizioni succitate spesso i bambini vengono ripartiti nelle altre classi formando gruppi di una quarantina di bimbi da 3 a 5 anni con tutte le controindicazioni del caso forse i supplenti non accumulano punteggio se la scuola non ha la parità finora non abbiamo ricevuto risposte certe dagli organi competenti contattati speriamo che leggendo queste righe ci rispondano garantendo anche ai nostri figli i loro diritti i genitori arrivo in ospedale per fare la visita mi sdraio e il silenzio cala nella stanza guardo il dottore che mi fa l ecografia il dottore inizia a dire no no mi dispiace inizio a tremare ma non capisco cosa sia successo al mio bambino penso che qualcosa non vada che non sia sano poi lui mi tocca la mano e mi dice mi dispiace non c e il battito del cuoricino il buio piu totale e come se il mio cuore abbia smesso di battere non ricordo piu nulla di quello che mi e stato detto forse tutte frasi fatte del tipo mi dispiace ma ci riprovera so solo che mi sono rivestita piangendo disperata con la paura di cosa dovro fare a quel punto piango perche ho perso mio figlio da li la corsa in ospedale tante ore di travaglio per mettere alla luce una creatura che non vedra mai la luce del sole era un maschietto era il mio angelo ora a distanza di mesi mi ritrovo qui a scrivere queste poche righe per far capire a tutti quelli che purtroppo hanno vissuto una cosa simile di non perdere la speranza il dolore rimane ma il tempo aiuta davvero ora dentro di me c e una nuova vita un cuoricino che batte e stavolta ce la faremo michela 5

[close]

p. 6

l aquila la ricostruzione che non c è la tragicità degli eventi che hanno colpito il giappone rievocano ricordi tristi e nitidi che a tutt oggi stentano a dissolversi soprattutto se ricorre il secondo doloroso anniversario di sara pompei 6 aprile 2011 accadono due cose molto importanti per il nostro paese prima cosa silvio berlusconi dovrebbe andare davanti ad un giudice e seconda cosa sono trascorsi due anni dal terribile terremoto che ha distrutto la mia città l aquila e una coincidenza fin troppo concreta ed emblematica che dice molto dell altra faccia della rinascita della città quella più nascosta l intrigo di soldi e cemento i traffici sulle macerie le trame gli affari i legami fra le imprese e la camorra lo sbarco delle cricche e così tortuoso individuare i mille intrecci tra il malaffare e il potere come è veramente difficile districarsi fra le responsabilità che abilmente il governo rimanda all amministrazione locale e un gioco che non appassiona ma che forse svela la sottile linea d ombra di questo ceto politico ecco i fatti più recenti il sindaco si dimette dichiarando che non ci sono i soldi necessari e dovuti una voragine di 32 milioni nel bilancio comunale mentre il commissario per la ricostruzione ostenta un ottimismo che i fatti non confermano ed in questo girone da nt e sco il cen tro storico è ancora zona rossa e un cuore che ha smesso di battere palazzi imbracati da il ponteggi selve di serrande sbarrate e dai balconi penzolano ancora panni oramai rinsecchiti da una finestra rotta sventola fuori una tenda bianca accanto un portone semi aperto l altra anta è serrata da una poltrona a stampe di velluto forse è stata messa lì per evitare l intrusione di animali cani gatti e soprattutto topi sono gli unici abitanti un odore penetrante di muffa ottura le narici per i vicoli nascosti per terra ci sono ancora pietre polvere e calcinacci il centro storico è spettrale il grigiore e l opacità invadono anche l aria e con la stessa intensità catturano l ossatura di questa classe politica il governo berlusconi ha costruito un immagine trionfale del dopo terremoto una gelatina che ha cominciato a sciogliersi solo dopo che sono state rese note grazie alle intercettazioni le telef onate di due imprenditori che si raccontavano di quanto avessero riso di gioia quella notte eppure sotto il feltro di questo immobilismo politico si coglie la moltitudine di piccoli gesti quotidiani donne uomini che conducono incessanti iniziative occupare spazi come luoghi simbolici per la cultura rimuovere le macerie con le carriole fare girotondi perché abbracci-amo la nostra città gesti che non solo scuotono ma che fanno realtà a l aquila e con discrezione piantare nelle piazze le primule a primavera 6

[close]

p. 7

di marcella speranza le etichette n°2 imparare a leggerle migliora la vita ome promesso nei numeri scorsi eccomi a indagare assieme a voi nel mondo delle etichettature dei prodotti alimentari niente rischi per le uova italiane hanno assicurato dal ministero della salute ma come facciamo a sapere da dove arriva l uovo che consumiamo leggendo il codice che secondo la normativa europea deve essere obbligatoriamente stampato su ogni guscio e sulla confezione delle uova dobbiamo sapere che le uova che usiamo in cucina sono uova di categoria a uova fresche le uova di categoria b di seconda qualità sono destinate all industria anche le uova hanno la taglia xl grandissime ­ superano i gr.73 l grandi ­ da gr.63 a gr.73 m medie ­ da gr.53 a gr.63 s piccole ­ meno di gr.53 di peso troveremo stampata sul guscio dell uovo una serie di numeri che serve per capirne l origine geografica e il tipo di allevamento in alcuni casi anche il tipo di mangime usato e se questo è biologico deve essere specificato sotto il codice la data di scadenza mentre la data di deposizione è facoltativa il periodo di commestibilità dell uovo è di 28 giorni dalla deposizione la prima cifra del codice è quella che identifica il tipo di allevamento 0 allevamento biologico la gallina è libera di razzolare in terreni coltivati biologicamente viene nutrita con mangimi biologici 1 allevamento all aperto le galline razzolano all aperto per alcune ore al giorno 2 allevamento a terra le galline sono chiuse in un capannone dove possono però razzolare a terra liberamente 3 allevamento in gabbia le galline sono rinchiuse all interno dei capannoni con densità di 16/18 animali per mq le uova vengono deposte su un nastro trasportatore troveremo poi la sigla del paese di produzione se lo stato è al di fuori della c.e sulla confezione si troverà scritto sistema di allevamento indeterminato segue la cifra che indica il comune e la sigla della provincia l ultima cifra corrisponde al singolo allevamento di deposizione vedi anche l articolo apparso sul picchio di marzo 2009 cercalo su www.torresina.net c anche sul pesce in un cartello esposto su ogni cassetta o stampate su ogni confezione per quello confezionato devono comparire informazioni sulla tracciabilità del prodotto in conformità al regolamento c.e:1 denominazione commerciale e scientifica della specie 2 il metodo di produzione prodotto della pesca prodotto della pesca in acque dolci prodotto di acquacoltura 3 la zona di cattura 4 il prezzo per kg spesso il nome della zona di pesca o di allevamento è sostituito da un numero che lo identifica 21 atlantico nord occidentale 27 atlantico nord orientale 37 mar mediterraneo 51-57 oceano indiano leggi anche l articolo apparso sul picchio di settembre 2010 cercalo su www.torresina.net per l olio è opportuno conoscere la differenza fra i vari oli ottenuti dalla spremitura delle olive olio extravergine è assolutamente il migliore si ottiene da una lavorazione con l esclusivo utilizzo di mezzi fisici frangitura spremitura separazione deve avere un acidità massima dello 0,8 olio vergine è ottenuto come l extravergine solo con mezzi fisici acidità massima 2 olio d oliva è ottenuto miscelando oli di oliva raffinati e oli vergini con acidità inferiore al 1,5 olio di sansa d oliva si ottiene miscelando olio di sansa ottenuto con procedimento fisico e chimico e olio di oliva acidità inferiore al 1,5 in etichetta deve essere indicata la denominazione del prodotto il nome o ragione sociale o marchio depositato e la sede del produttore la sede dello stabilimento di produzione e di confezionamento il volume nominale del prodotto espresso il litri il lotto di produzione è il numero che segue la lettera l il termine minimo di conservazione con la dicitura da consumarsi preferibilmente entro le indicazioni che invitano a non disperdere i contenitori nell ambiente tornerò sui prossimi numeri per leggere le etichette sulle bottiglie dell acqua e per capire alcuni marchi di qualità buona spesa consapevole 7

[close]

p. 8

frustrazione degli esseri umani chiusi dentro le macchine questo è l unico punto di via obbligati a percorrere tortuosi tebaldi che è a doppio senso sentieri ma che bestia sarà ma qui ci sono molti negozi mai questa assetata di tanta l uscita di palazzi frontalieri alla negatività strada è inoltre un forcipe in questa situazione si concretizd immissioni ed emissioni del za il rischio che si possano fare traffico veicolare in parallelo delle azioni sbagliate che in alla via torrevecchia altre situazioni non verrebbero grazie alle macchine mai fatte cioè causare gli parcheggiate nonostante i incidenti cartelli di divieto di sosta messi l ansia e la tensione rabbiosa su entrambi i fronti dei sensi di della condotta di guida rafforzamarcia la strada si riduce ad un no anche la convinzione che budello tanto che da due sensi la zona interessata con tutte le vie l azione sbagliata sia la cosa di marcia essa diventa un unica giusta da fare quella che ci permetterà di uscire il più corsia a doppio senso alternato l occupazione di questo punto da parte delle macchine e velocemente possibile da quella bolgia dei camion in sosta è costante grazie a chi va a fare spe pur di passare per primi sulla strada per non far arrivare sa chi va al bar è residente o deve scaricare le merci o tardi i figli a scuola o per non arrivare tardi al lavoro si altro trovarlo vuoto come richiesto dal divieto di sosta è compiono quelle piccole prepotenze quotidiane quelle che saranno le cause gli incidenti una vera eccezione e un posto unico dove si forma quell ingorgo in se per i residenti tutto questo si traduce in aumento di miniatura che dà spettacolo per tutti quelli che fermi sui inquinamento sia dell aria che acustico per gli automobimarciapiedi osservano la fatica di chi deve passare di là listi oltre a questo si aggiunge anche un danno economico dovuto ai costi dei carburanti che solo se è fortunato riesce a transitare queste situazioni sono anomale ed anormali di un sempre più cari bruciati a vuoto nella fila quotidiana convivere civile ma si sono talmente protratte nel tempo sono come uno schiaffo sulla gestione della vita economiche oramai sono consolidate tanto da diventare la nostra ca delle famiglie determinando una maggiore spesa un maggior consumo una vera beffa normalità qui è diventato normale stare fermi in fila o procedere a ma qualcosa sta cambiando proprio nella zona di passo d uomo con i pedoni che ti superano camminando via tebaldi sono apparsi alcuni cartelli coperti da un normalmente è normale che per fare un inezia di sacco nero aggiunti a quelli già esistenti percorso arrivare da quartaccio alla trionfale ci si metta sono quasi sicuramente i cartelli che ci indicheranno i lo stesso tempo che occorre per andare normalmente da nuovi flussi di circolazione qui a rieti questo è diventato un luogo dove si realizza un ad oggi l unico tentativo di modifica della viabilità e stato capolavoro kafkiano in cui la condizione umana è quasi quello dell apertura del tratto di via tebaldi compreso tra via viara de ricci e via ellero la cui apertura simile alla bestialità si è conclusa con la sua richiusura quasi si produce il traffico che alimenta lo contestuale vedi picchio di settembre stress l alienazione il disagio da questo derivano le condizioni per una cattiva 2010 sul sito www.torresina.net guida del mezzo ricreando noi stessi nel tutti noi ci auguriamo che queste traffico le condizioni per complicarlo modifiche attuate dal municipio 19 riproducendo una stimolazione psicologica abbiano successo e possano darci negativa in un circuito alienante infinito finalmente se non proprio la soluzione il traffico sembra che abbia vita propria definitiva almeno una mobilità sostentandosi della rabbia e dalla cartelli coperti a via tomassini degna di questo nome continua da pag 1 passeggiata nel parco agricolo casal del marmo domenica 10 aprile festeggiamo la primavera con una passeggiata nel parco agricolo di casal del marmo saremo accompagnati da esperti che ci illustreranno le varietà botaniche e faunistiche della zona la storia del sito l architettura e l archeologia esistente faremo il pranzo al sacco e poi ci divertiremo con musica e intrattenimenti i partecipanti si raduneranno a torresina palmarola ottavia e monte mario e tutti insieme si ritroveranno nella parte centrale del parco la partenza è prevista per le ore 10 ulteriori informazioni e programma dettagliato sui manifesti che verranno affissi e su www.torresina.net 8

[close]

p. 9

di a picciau baby-orto a via monte della capanna foto autorizzata piccoli elfi allegri al lavoro nell orto zione di coloro che vogliono conoscere iprodotti dell azienda la degustazione è aperta a tutti ogni terza domenica del mese i bimbi rifocillati e riposati tornano all orto consapevoli che stanno lavorando su un terreno che al momento è arido ma che renderanno fertile e pieno di belle piantine di insalata peperoncini fagioli e stato chiesto ad alcuni genitori un giudizio su questa iniziativa inutile dire con quanto piacere hanno aderito e con quale serietà i bambini hanno accettato questa esperienza che in fondo è un gioco per i bimbi ma li avvicina al lavoro agricolo alla responsabilità di curare un orto scoprire e rispettare i tempi della natura si avvicineranno ad animali ormai insoliti per chi abita in città governando galline polli conigli e pecore tutta una scoperta l esperienza andrà avanti il 12 giugno si premierà l orto migliore e sarà festa i bambini potranno raccogliere i prodotti da loro coltivati fino al loro esaurimento foto autorizzata di domenica mattina in via monte della capanna un gruppo di bambini piccoli elfi moderni e gioiosi aiutati dai genitori giocano a fare gli agricoltori lo fanno con tutto l entusiasmo che possono avere i bambini di fronte ad un esperienza straordinaria che darà frutti reali i titolari dell azienda agricola dal campo alla tavola hanno avuto l idea di coinvolgere i bambini corredandoli di palette zappe e annaffiatoi e affidando a ciascuno un orticello di circa 20mq che dovranno dissodare arare seminare e al momento giusto curare e raccogliere i prodotti che nasceranno i loro ortaggi l entusiasmo è tanto la fatica pure i genitori che aiutano i propri figli sembrano quasi tornati all infanzia il contatto con la terra con le zappe con questa attività insolita per loro li fa sembrare bambini al pari dei figli e sudati impegnati a far vedere come sono bravi fanno quasi una gara tra adulti per fare meglio e di più dopo aver lavorato un po i più piccoli lasciano gli attrezzi ai papà e alle mamme e giocano tra loro o si sdraiano per terra come se il lavoro riavesse stancati poi corrono a prendere la merenda che catia e tommaso hanno preparato cose buonissime a disposi foto autorizzata foto autorizzata foto autorizzata questo sarà il premio migliore di siero e il dirittosofferenzacurare ilsottovalutata rispetto a quella delantonio al punto di della mente è grandemente dolore di laura marcellini in italia la corpo che per alcuni rappresenta un tabù ammettere di essere sotto cure psichiatriche a questo contribuiscono i prezzi a volte elevati richiesti dai professionisti privati molti preferiscono quindi vivere con i propri demoni nel tentativo di cambiare questa situazione nasce l s.p.s.p acronimo significa servizi psicologici per la salute della persona nonostante quello che dicono i nostri politici la crisi esiste lo dimostrano qui a torresina i molti proprietari che hanno dovuto rinunciare ai propri appartamenti per l incapacità di pagare il mutuo questo fa sì che la salute sia compresa nella lunga lista di rinunce che permettono allo stipendio di durare fino alla fine del mese inoltre in italia la cultura della salute mentale raggiunge dei livelli di ignoranza inaccettabili purtroppo è anche vero che gli studi privati possono richiedere somme elevate per mettere d accordo il bisogno di risparmiare con quello di liberarsi dal dolore interiore nasce la spsp un gruppo di esperti che offrono ai pazienti consulenze l psicologiche gratuite psicoterapie individuali familiari di coppia e di gruppo a costi sopportabili diagnosi prevenzione e sostegno psicologico per la persona e molti servizi a prezzi accessibili gli operatori sono professionisti che si propongono di supplire all incapacità della sanità mentale pubblica di fare fronte alle richieste dalla cittadinanza senza gravare ulteriormente sulle finanze dei cittadini le attività del spsp si svolgono per la maggior parte presso il centro per gli studi sulla psicosomatica piazzale degli eroi 16 metro a cipro ma offrono anche servizi nelle scuole ed enti chi volesse entrare in contatto con l associazione o conoscere i calendari delle iniziative l spsp si propone anche come centro di elaborazione culturale e di aggregazione sociale con l obiettivo di diffondere la cultura del benessere psicologico può rivolgersi al centro o contattare il numero verde 800592790 o visitare il sito wwwspsp.it 9

[close]

p. 10

la redazione del picchio un cantiere abbandonato chiamato scuola tasse da pagare per l iscrizione all anno scolastico 2011/2012 sono già sotto i nostri occhi e sono vistosamente aumentate le quote per le mense scolastiche ci hanno imposto aumento e talvolta persino conguagli i costi dei libri crescono di anno in anno e con la scusa delle edizioni sempre rinnovate il ricorso all usato diventa sempre più limitato ma la scuola come edificio materiale cosa offre ai suoi studenti un articolo apparso settimane fa su internet informava del fatto che ormai la maggioranza degli edifici scolastici non possiede più i requisiti necessari in fatto di sicurezza fruibilità e ovviamente confort le scuole migliori e quelle fra cui si conta la quantità maggiore di costruzioni recenti sono quelle materne seguite dalle elementari medie e soprattutto superiori sono invece ubicate spesso in edifici vetusti limitati nei servizi indispensabili e carenti di adeguata manutenzione talvolta prive di porte antipanico con infissi rotti o danneggiati porte sfondate e muri scrostati lasciano a desiderare non solo nelle dotazioni necessarie alla didattica specifica di istituto biblioteche inagibili laboratori inutilizzabili materiale rotto o non disponibile ma anche nei servizi indispensabili illuminazione bagni riscaldamento non parliamo poi del degrado di palestre giardini e campi sportivi dove dovrebbero essere svolte le ore di educazione fisica e vero che spesso lo stato di banchi mobilio e muri viene peggiorato da mani vandaliche neanche troppo sconosciute è vero che il materiale di uso quotidiano può essere soggetto a le sprech i non controllabili ma la pretesa di migliorare la qualità ed il livello dell istituzione scuola tralasciando poi lo stimolo ad essere studenti migliori può essere compatibile con lo stato miserando di certe strutture scolastiche in mancanza di fondi dal momento che stato e comune tagliano a man bassa le erogazioni di denaro per la scuola il materiale indispensabile per lo svolgimento dell attività didattica finisce con l essere quasi totalmente a carico delle famiglie ecco quindi comparire bollettini con la causale fondo scuola contributo scolastico e simili altre denominazioni quest anno a riguardo abbiamo registrato una sgradevole novità mentre in precedenza la quota fissa obbligatoria come ad esempio l assicurazione veniva indicata esplicitamente come tale e distinta dal contributo facoltativo molti istituti nei moduli informativi non hanno precisato quest ultima indicazione con la conseguenza vantaggiosa per le scuole certo ma che brutto sistema che le famiglie hanno pagato tutto l importo per obbligo presunto e non per libera scelta dal momento che queste realtà scomode passano silenziosamente in secondo piano determinate dalla volontà specifica di sminuire l importanza di certe voci di spesa a vantaggio di altre invitiamo studentie ge n ito r i a palesare le realtà delle scuole in cui quotidianamente studiano i nostri figli senza reticenze e nei termini più concreti possibile ringraziando in anticipo chiunque ci permetterà di svolgere in questo modo un vero servizio informativo 10

[close]

p. 11

a cura di fattino tedeschi un autore che somiglia alla vecchia roma carne amore e poesia di mario di gregorio se la poesia ha bisogno dell amore l amore ha bisogno della carne e non è una semplice filosofia ma una realtà già sperimentata mario di gregorio è nato in uno dei xiv rioni di roma in prati e da romano verace conosce usanze costumi tradizioni e folklore di una città che dopo due millenni di storia sa di essere amata perché con le sue testimonianze parla al cuore con i suoi silenzi sa di racchiudere come in uno scrigno un paesaggio urbano fatto di chiese edicole altane fontane e giardini botanici che con i fiori e i profumi esprimono la poesia e la bellezza dei luoghi il poeta con il suo libro fatto di annotazioni quotidiane sarebbe piaciuto al grande storico romano giuseppe baracconi che al suo tempo ha esaltato i tratti poetici e artistici di questa venerata roma ricca di personaggi tipici come angelo brunetti detto ciceruacchio meo patacca il poeta trilussa lo scrittore cesare pascarella che considerava il borgo un teatro popolare di piazza dove gli attori improvvisati recitavano i fatti del giorno tutto fa parte di questa metropoli e i versi di mario sono una variante alla monotonia della vita scoprendo facce nuove relazionandole a quelle della vecchia roma in un intreccio tra bulli che si sfidavano in osteria a suon di papagni coltelli facili e bicchieri di buon vino castellano personaggi che trasformavano le piazze e le strade in teatri dove non si facevano prove non c erano comparse ma si mandava in scena la vita la poesia di mario titolare di un negozio di carne in prati ci ricorda il vernacolo racchiude la magia di una roma senza età che ha cambiato più volte il suo look ma è rimasta una città amata da tutti il grande viaggiatore fernand gregorovius nel suo viaggio a roma rimase incantato dalla sua bellezza ed incuriosito dalla poesia romanesca una poesia che come quella del di gregorio ha nell animo i gesti creativi della vita che in un revival di ricordi parlano con emozioni pure alla vita che nei suoi risvolti e nei suoi versi trova la ragione della nostra esistenza e i sentimenti tra incontri e scontri del nostro quotidiano vi ricordate il gruppo trai a cui avevamo dedicato un articolo sul a cura picchio del gennaio 2010 purtroppo a breve termine i suoi del gruppo trai componenti non potranno più disporre del locale all interno della scuola de amicis che è stato finora la loro sede nella comunicazione che segue pubblicata da noi così come ci è arrivata ci aggiornano sulla loro situazione sulle circostanze che l hanno determinata e sui suoi possibili sviluppi futuri dirigente scolastico della scuola professionale e de amicis di roma interrompe bruscamente il rapporto con l associazione culturale che per circa tre anni si era occupata a titolo gratuito e volontario di combattere il degrado e l incuria adottando strategie innovative basate sulla ricerca artistica contemporanea nonostante i risultati ottenuti durante questi anni di attività nonostante il riconoscimento dimostrato all ass dagli studenti e dai loro genitori nonché dal corpo docente il dirigente scolastico ha deliberato la revoca della concessione del locale in cui ha sede l associazione trai lo spazio dell ex-cucina abbandonato da circa 30 anni e mai utilizzato è oggi un laboratorio culturale attraverso il quale si vuole promuovere l utilizzazione dei linguaggi artistici e della creatività nella risoluzione di problematiche concrete legate al territorio ciò che lascia sconcertati è la motivazione addotta a sostegno della decisione nuove esigenze logistiche nel corrente anno scolastico le classi sono diminuite e non sono più utilizzati molti locali del piano superiore inoltre non esistono dei progetti di recupero notizie al volo sui trai il ammesso comunque che un progetto di recupero degli spazi sia in nuce e sia indispensabile l ass ha manifestato al dirigente scolastico il proprio interesse a rimanere all interno dell istituto dichiarandosi disponibile a spostarsi in un altro spazio vista però la totale avversione dimostrata verso qualunque soluzione che possa permettere la prosecuzione dei progetti in corso l ass ha formalizzato una istanza firmata da docenti personale scolastico alunni e genitori della sede succursale ma l istanza presentata al dirigente scolastico non è stata discussa durante il consiglio d istituto successivo il parere e soprattutto le esigenze di studenti docenti e genitori non sono stati ritenuti degni di considerazione per questo l associazione ha ritenuto di portare all attenzione degli organismi in indirizzo il problema e di chiedere aiuto affinché non sia ingiustificatamente negata l opportunità ai giovani dell istituto de amicis e al quartiere di primavalle di poter avere un centro culturale e di aggregazione e di poter proseguire il percorso di riappropriazione e riqualificazione degli spazi pubblici il gruppo trai http collaterali.blogspot.com 11

[close]

p. 12

di alessandro mingarelli psicologo della salute gli ingredienti psicologici nei giochi di ruolo ludici l immaginazione è un aspetto centrale si parla di qualcosa che non c è in una sorta di sogno cosciente ad occhi aperti condiviso la recente ricerca sul cervello ha evidenziato come nell immaginazione si attivino aree per certi versi simili a quelle corrispettive che si attiverebbero in una situazione concreta immaginare qualcosa quindi non è una semplice attività astratta ma da stormbringer di michael moorcock 1977 permette una prima forma d esperienza inoltre l immaginazione ricopre anche un ruolo fondamentale nella salute le origini fungendo da regolatore emozionale poiché permette del termine attraverso il pensiero di gioco di ruolo gestire le emozioni che il termine gioco di ruolo nasce agiscono sul corpo nel 1934 da jacob levi moreno l interpret azione di un per indicare un cambiamento personaggio permette di ruolo all interno dello l espressione di sé in modi psicodramma cioè di una anche diversi da quelli abituali tecnica psicoterapeutica di se s interpreta ad esempio un gruppo che consiste nella marinaio scanzonato questo rappresentazione scenica di personaggio può essere esperienze personali e/o caratterialmente molto diverso particolari conflitti come se si dall atteggiamento abituale del realizzasse una sorta di teatro giocatore ma in ogni caso il della spontaneità modo d interpretarlo mette in nel gioco di ruolo la persona evidenza delle parti del suo che mette in scena con l aiuto gary gygax 1938 2008 carattere di altri una propria storia questo favorisce l integrazione di aspetti diversi della scambia durante la rappresentazione il suo ruolo con personalità che nel giocatore possono essere presenti quello di un altro partecipante ma latenti e non accettati per motivi sociali e/o educativi la cooperazione del gruppo di giocatori che frequentecos È il gioco di ruolo ludico nel 1974 gary gygax e dave arneson crearono il primo mente è l unico modo per superare una determinata gioco di ruolo ludico dungeons dragons per situazione proposta dal narratore fa sperimentare una ampliare l esperienza di gioco dei wargame giochi di modalità di gioco in cui si vince o si perde tutti assieme simulazione di guerra con l utilizzo di miniature limitati cosa poco frequente nei giochi occidentali in cui spesso nella caratterizzazione e drammatizzazione dei si vince quando l altro perde es giochi di carte monopoli ecc personaggi il gioco di ruolo è un esperienza di gruppo in cui un cooperare permette di confrontarsi con gli altri in narratore racconta una storia e gli altri assumono il ruolo modo costruttivo e affina le capacità di realizzare un attività di squadra dei vari personaggi il narratore ha quindi il compito di rendere verosimile un i personaggi che possono essere generati in un ambienmondo immaginario descrivendo l ambiente e interpre tazione fantastica sono molto diversi tra loro nel gioco tando creature e personaggi fittizi sono possibili diverse fantasy si va dall elfo abile nella magia al nano guaritore ambientazioni fantasy es dungeons dragons rune nel gioco investigativo possiamo trovare detective quest horror es cthulhu vampire sine requie studiosi di scienze e antiquari fantascienza es cyberpunk traveller per citare solo dal momento che per risolvere le situazioni presentate dal narratore i personaggi dovranno cooperare tra loro alcuni dei generi più comuni i giocatori interpretano ognuno un personaggio che ha avvieneunavalorizzazionedellediverse caratteristiche di tutti quanti caratteristiche differenti indicate su di non si ha un personaggio migliore ma un apposita scheda concretamente per l accento è posto sulla sinergia che si realizzare una partita a un gioco di ruolo crea all interno del gruppo sono necessari un manuale con le regole e i riferimenti di un ambientazione le schede dei personaggi e i dadi con diverse facce che simulano la componente dovuta al caso e ven tu al icom men t i al l a rt ic o lo po s so noes se re inv i at i al l in di r iz z o e-mail dell autore alessandro.mingarelli@psicosalute.com poiché solo la mente dell uomo è libera di esplorare l immensità dell infinito cosmico di trascendere la coscienza normale di vagare negli anfratti segreti del cervello dove si fondono passato e futuro e l universo e l individualità sono connessi e l uno rispecchia l altro e ognuno contiene l altro gli ingredienti psicologici 12

[close]

p. 13

s ono una vostra lettrice ho mia madre che a causa di una grave patologia necessita di una assis tenz acon ti nu a ten ut ocon to c he no n è p iù in g ra do disvol ger e autonomamente le normali attività quotidiane e il costo per una persona che possa assisterla è insopportabile posso richiedere in qualche modo aiuto allo stato attuale normativa prevede la possibilità per chi è affetto da gravi patologie di richiedere l indennità di accompagno che consiste in un contributo mensile che lo stato eroga alla persona che non è in grado di svolgere le normali attività quotidiane inoltre con il riconoscimento dell handicap ai sensi della l.104/92 il parente o affine fino al terzo grado della persona affetta da handicap può usufruire di permessi onde poter assistere in modo continuativo il proprio congiunto dal 01.10.2010 la domanda per l invalidità e per il riconoscimento dell handicap si presenta all inps per via telematica occorre affidarsi ad una struttura associativa patronati e/o associazioni di categoria o a studi professionali che offrano assistenza in ogni fase della procedura gli scriventi con l ausilio di delegati dell anmic associazione nazionali mutilati invalidi civili promuovono la soluzione a problematiche inerenti la materia previ de nzia le e pe nsion is tica in p ar t i co lare domande per l indennita di accompagno l.18/1980 ricorsi ex art.442 c.p.c ricorsi per ottenere pensioni e benefici come per legge sia in sede amministrativa che giurisdizionale tutelando i diritti degli in l validi per il riconoscimento delle provvidenze economiche garantendo una assistenza continua e gratuita la tutela dei diritti della categoria degli invalidi e degli anziani si attua elaborando strategie giudiziali e stragiudiziali più adatte al caso specifico per raggiungere le condizioni necessarie per la concessione dei benefici assistenziali di natura economica quali il collocamento obbligatorio al lavoro l assistenza sociale e sanitaria la concessione di permessi l abbattimento di barriere architettoniche le agevolazioni fiscali nonché l indennizzo spettante ai soggetti che hanno contratto menomazioni derivanti da infezioni hiv come si evince lo stato se giustamente attivato interviene onde sorreggere e assistere le persone più bisognose avv fabio massimo circosta dott.ssa anna maria de caro delegata anmic studio legale circosta p.zza di villa carpegna 41 00165 roma tel 06.6633120 ­ fax 06.20382847 email studioleg.circosta@tiscali.it news dal comitato di quartiere torresina scuola materna torresina inizieranno ad aprile 2011 i sondaggi il tuo quartiere archeologici approfonditi tali sondaggi sono non è una discarica torna l iniziativa giunta alla sua xii edizione la condizione necessaria alla conclusione della progettazione della scuola finanziata domenica 10 aprile 2011 secondo appuntamento di raccolta straordinaria nel 2007 una volta conclusa la progettaziogratuita dei rifiuti ingombranti e particolari ne e la gara d appalto la scuola sarà realizzata in circa 36 mesi una volta concludalle 8.00 alle 12.30 nei municipi dispari sa la scuola sarà poi il comune di roma a ed i quartieri del porta a porta ci vediamo a torresina nel parcheggio di via dover organizzare il personale scolastico e questa andrea barbato sul lato opposto al capolinea del 46 potrebbe essere la fase più lunga parco giochi sono quasi terminati i lavori per la realizzazione del parco giochi di viale montanelli il presidente del municipio xix alfredo milioni intervenuto telefonicamente durante il programma ditelo a romauno su romauno tv di venerdi 11 marzo ha dichiarato che i lavori termineranno entro l estate il comitato torresina si augura che i lavori vengano termine molto prima perchè sarebbe l ottava estate senza parco per i bambini del quartiere l opera è stata finanziata nel 2007 piazza gino pallotta dovrebbero cominciare entro l estate i lavori per il completamento della piazza che ospita il nido di torresina il primo lotto della piazza è stato realizzato nell aprile 2008 per il secondo e ultimo lotto si è dovuto attendere il reperimento di fondi aggiuntivi che sono stati stanziati dal comune nel bilancio dello scorso anno il 1 maggio prima domenica dopo pasqua si svolgerà la festa della divina misericordia dedicata a santa faustina kowalska il comitato di quartiere sarà presente alla festa con un proprio gazebo per incontrare la cittadinanza ti sei perso delle uscite del nostro giornalino o ti manca un numero uscito e vorresti stamparlo ora su internet puoi leggere rileggerle stampare archiviare in in alto al centro c è la voce con il menù a tendina digitale ,ovunque e in qualsiasi momento al sito de il picchio di torresina e i link dei mesi 13

[close]

p. 14

consigli e non solo carissime le e-mail ricevute ultimamente mi sollecitano a dedicarmi come ho già fatto nei numeri precedenti di questa rubrica a continuare a proporre consigli di economia domestica per affrontare le eventuali difficoltà che si incontrano durante le occupazioni giornaliere tra le nostre quattro mura se mi dedico a ciò è anche perché è bello socializzare ho quasi l impressione di stare comodamente nel vostro salotto o seduta su una panchina nei giardinetti per chiacchierare e scambiarsi idee talvolta la povertà sociale porta le persone ad essere sole isolate il reciproco scambio di richiesta e di dare genera una forza di amicizia e la vita sembra più gradevole non vi nascondo di esser stata contenta a tale richiesta pensando di esser stata utile e per questo motivo mi accingo a proporvi la mia prima perla per affrontare e risolvere il primo quesito del mese clara mi chiede come si deve comportare avendo un pezzo di formaggio induritosi tanto da non riuscire più a tagliarne la buccia ed a poterlo grattugiare peccato il pezzo in questione era veramente bello per recuperare la sua morbidezza basterà tenerlo avvolto per qualche giorno in un panno bagnato d acqua e a cura di pina l ben strizzato vedrai così quanto sarà più facile tagliarne la buccia e grattugiarlo normalmente spesso mi è capitato di parlare con persone che mi hanno manifestato la loro difficoltà di digerire la cipolla fritta per evitare tale fastidio provate a mettere della mela grattugiata nella frittura e riscontrerete non solo una migliore digeribilità ma anche un più delicato sapore del vostro piatto avete anche voi riscontrato sui banchi di frutta al mercato l abbondante presenza di banane grandi belle e gialle ma dure come rimediare per gustarle al meglio ponetele in un sacchetto di carta paglia con una patata dopo qualche giorno le troverete certamente più gustose profumate e morbide certo i vostri quesiti sono tanti curiosi e veramente stuzzicanti so di non aver accontentato tutte le vostre richieste ma ne affronteremo tante altre nel prossimo numero augurandomi di potervi essere sempre utile ed in attesa di ulteriori richieste al mio indirizzo telematico e-mail leperlediziapina@libero.it vi saluto caramente la vostra zia pina dalla redazione del picchio rassegna cinema alla biblioteca basaglia via federico borromeo proseguono le proiezioni dei film dedicati alle celebrazioni dell unità d italia la biblioteca ha organizzato per l occasione una rassegna cinematografica dal titolo momenti di storia i un equipe di professionisti psicologo medico avvocato commercialista ecc è a vostra disposizione per aiutarvi ad affrontare e risolvere i disagi che la persona può incontrare nel corso della vita crisi coniugali problematiche adolescenziali difficoltà scolastiche dipendenza terza età problemi psico-sociosanitari problemi legali problemi fiscali ed altro al s maria della pietà al padiglione 29 è aperto lo sportello 15 dove tutti i martedì dalle ore 11 alle 13 e dalle 15 alle 17 potrete trovare gratuitamente -assistenza legale in ambito civile e penale separazioni divorzi affido adozioni amministratore di sostegno -consulenza psicologica psicoterapia individuale di gruppo di coppia e/o familiare -consulenza fiscale per imposte dirette e indirette sono aperte dall 8 marzo al 6 aprile le iscrizioni al pica percorsi di cittadinanza attiva il progetto aperto ai giovani dal ministero della gioventù e da roma capitale nell ambito dell anno europeo del volontariato fino al 6 aprile 2011 le persone di età compresa fra i 18 anni compiuti e i 28 anni non compiuti con nazionalità italiana potranno candidarsi ad uno fra i 36 percorsi di cittadinanza attiva per intraprendere un tirocinio retribuito della durata di 6 mesi 150 anni dell unità d italia attraverso il cinema curata da mauro castagno prossimeproiezioni 19 aprile 3 maggio 31 maggio 7 giugno alle ore 19 ingresso libero e gratuito info biblioteca basaglia via f borromeo 67 tel 0645460371 0645460376 ires ire irap iva registro ed altro -contenzioso tributario ricorsi ed assistenza presso commissioni tributarie e uffici delle entrate elaborazione contabilità e predisposizione bilanci -consulenza contrattuale e societaria -dichiarazioni fiscali modelli 730 ed unico modelli 770 iva dichiarazioni successioni denunce ed istanze presso uffici finanziari -medicina del lavoro/mobbing/sportello per immigrati/stesura curriculum assistenza ricerca lavoro e preparazione ai colloqui/consulenza sociale ascolto informazione orientamento ai servizi sociali e sanitari territoriali ass una mano tesa onlus www.unamanotesa.it/unamanotesa.onlus@gmail.com sono a disposizione 189 posti ripartiti fra i seguenti indirizzi assistenza e solidarietà ambiente patrimonio artistico e culturale educazione e promozione culturale sviluppo e tutela del territorio cooperazione e sviluppo locale informatica protezione civile e sicurezza per saperne di più sui singoli percorsi per i dettagli sulle tematiche in essi trattate e per le info relative alle modalità di partecipazione vi rimandiamo al sito www.pica.comune.roma.it 14

[close]

p. 15

di michela fabbri il miele miele merita un posto d onore tutti i giorni sulle nostre tavole al contrario di quanto molti credono è abbastanza simile allo zucchero rispetto al più tradizionale dei dolcificanti è però ricco di alcune sostanze particolarmente utili all organismo come vitamine sali minerali antibiotici naturali e sostanze che favoriscono i processi di accrescimento nell alimentazione di chi pratica sport il miele è particolarmente indicato subito prima di un allenamento e immediatamente dopo per recuperare le energie È molto utile anche per chi non svolge attività fisiche ma semplicemente mentali perché fa bene al cervello ed al sistema nervoso essendo in grado di aiutare l efficienza mentale le parti dell organismo su cui il miele esercita i suoi benefici sono le vie respiratorie calma la tosse e lenisce il mal di gola i muscoli aumenta la forza fisica e la resistenza il cuore il fegato con un azione protettiva e disintossicante l apparato digerente attua un azione protettiva e regolatrice i reni stimola la diuresi il sangue rallenta l insorgere di carenze di ferro le ossa ne favorisce il rafforzamento e la crescita il ma come sappiamo bene basta un giro nei supermercati per vedere che esistono numerosi tipi di miele di conseguenza quale scegliere il gusto ovviamente merita il podio nella scelta del miele da favorire più ci piace più sarà gradito sulla nostra tavola ma vediamone anche le varie proprietà per attuare una scelta più accurata miele di tiglio dal gusto delicato e balsamico e miele di arancio gradevolmente acidulo indicato in caso di eccitabilità nervosa o difficoltà a dormire miele di timo dal gusto intenso ed eucalipto fresco e dal sapore caramellato indicato in caso di problemi respiratori miele millefiori molto delicato indicato per chi ha problemi al fegato miele di castagno intenso e dal retrogusto un po amaro ricostituente ricco di minerali miele di acacia sapore fine e vellutato ideale per chi ha mal di gola o per chi soffre di acidità di stomaco miele di bosco molto fresco e dal retrogusto caramellato utile in caso di stati influenzali miele d erica delicato con un retrogusto di anice ha grandi proprietà ricostituenti quindi cosa c è di meglio del miele per iniziare la giornata con un dolce risveglio di m.speranza torta toscana per pasqua questa torta per tradizione si preparava durante il periodo pasquale in toscana per le feste che si tenevano tra le famiglie contadine sull aia ingredienti per la pasta:gr.300 di farina 00 gr.120 di burro a temperatura ambiente gr.120 di zucchero/1 uovo intero e un tuorlo un pizzico di sale burro e farina per la tortiera quanto basta ingredienti per il ripieno gr.750 di latte gr 100 di zucchero gr 120 di riso comune originario gr.70 di cacao amaro gr 30 di uvetta passa fatta rinvenire in acqua tiepida scolata e asciugata gr 30 di pinoli gr.30 di cedro candito tagliato piccolissimo scorza grattugiata di un limone un pizzico di sale per completare 1 tuorlo ­ zucchero a velo preparate la pasta fate una fontana sul piano di lavoro mescolando il sale e lo zucchero alla farina setacciata unite il burro tagliato a pezzetti e le uova impastate velocemente tutti gli ingredienti quanto basta per amalgamarli formate una palla avvolgetela in pellicola per alimenti e mettetela in frigo per 30 minuti preparate il ripieno nel frattempo mettete in una casseruola il latte con lo zucchero e il sale portate a ebollizione quindi unite il riso tutto in una volta e lasciate cuocere finché avrà assorbito tutto il latte togliete dal fuoco e incorporatevi il cacao l uvetta il cedro i pinoli e la scorza del limone mescolate e lasciate raffreddare accendete il forno portandolo a 200° stendete la pasta foderate una tortiera di circa 26 cm di diametro meglio se con la cerniera imburrata e infarinata versate il ripieno ripiegate i bordi verso l interno e con un po di pasta tenuta da parte formate delle striscioline che deporrete sul ripieno tipo crostata spennellate la pasta con il tuorlo d uovo sbattuto e cuocete la torta in forno per circa 40 minuti sfornate lasciate raffreddare spolverizzate la torta con lo zucchero a velo buon appetito 15

[close]

Comments

no comments yet