Spiagge d'Italia Aprile 2011

 

Embed or link this publication

Description

Italian Lifestyle on the beach

Popular Pages


p. 1



[close]

p. 2



[close]

p. 3

pannello in cemento rinforzato in doghe altamente decorativo con venatura in legno per facciate moderne e durevoli con i pannelli da rivestimento cedral è possibile realizzare splendide facciate con posa orizzontale a sormonto su strutture in legno e articolare facciate anche per edifici a più piani in caso di nuove costruzioni o di lavori di ristrutturazione è quindi possibile realizzare facciate e dettagli costruttivi in modo moderno e durevole i pannelli per facciate cedral in cemento rinforzato autoclavato disponibili con struttura stampata in legno sono resistenti alle intemperie la superficie idrorepellente dei pannelli è disponibile con finitura in diversi colori a base acrilica o impermeabilizzata incolore per la finitura in sito bello come il legno forte come il cemento manutenzione zero edilit s.r.l via lungargine muson 5 35010 vigodarzere padova pd italy tel +39 049 8881311 fax +39 049 8881333 www.edilit.com edilit@edilit.com

[close]

p. 4



[close]

p. 5



[close]

p. 6

aprile 2011 esclusivo europa chiama italia e l italia come risponde pur nelle oggettive difficoltà il tessuto produttivo sta cercando di reagire con vigore dalla costituzione dell afib la prima associazione che riunisce le imprese fornitrici ad una rosa di offerta di prodotti e servizi veramente innovativa sommario 14 balnearia 2011 la dodicesima edizione della fiera di carrara è stata soprattutto un occasione di confronto fra gli operatori un momento di discussione sulle problematiche di un settore che deve confrontarsi con un nuovo panorama economico e normativo 90 90 le rubriche 6 8 10 11 12 66 elenco delle aziende citate editoriale orizzonti comunicazione ai lettori obiettivamente novità prodotto scelte vincenti per l estate 2011 84 l isola delle rose la breve parabola della repubblica esperantista che un ingegnere visionario tentò di far sorgere al largo delle coste riminesi 88 mille divieti inutili paese che vai divieto che trovi come sopravvivere alla giungla di divieti che imperversa su alcune spiagge italiane

[close]

p. 7

tessitura selva srl da sempre insieme a voi nel 2016 vogliamo vedere le stesse persone che ci hanno permesso di crescere tessitura selva srl via luciona 1910/c1 47842 san giovanni in marignano rn tel 0541/827230 fax 0541/829383 www.tessituraselva.com selva@tessituraselva.com socio fondatore associazione fornitori italiani balneari

[close]

p. 8

elenco delle aziende citate in questo numero azienda periodico professionale indipendente per gli operatori del turismo balneare direzione redazione pubblicità amministrazione via emilia ponente 26 40133 bologna telefono 051 385 700 r.a telefax 051 384 793 info@spiaggeditalia.net http www.spiaggeditalia.net pagina azienda pagina acquapark arredo beach azzurra a b 16 17 66 92 17 74 75 martini costruzioni nautiche direttore responsabile giovanna glionna condirettore michele glionna direttore editoriale mario addario segreteria di redazione arianna pelagalli redazione matteo barboni orelia campolo lucia casadei giorgio colomba salvatore ferraiuolo giovanni fini francesco giovannini leonardo glionna lidia malacarne nicola marra damiano montanari maria grazia palmieri andrea sganzerla corrispondenti manuela bisconcin rosaria di prata anna esposito alessia fracchia patrizia piolatto gabriella sorrenti elena voltolini promozione e sviluppo giovanni de risio michele francescutti grafica silvia carbonaro amministrazione luisa rimondi ottimizzazione servizi beatrice pecchioli pubblicazione edita dalle edizioni miglio srl divisione periodici registrazione tribunale di bologna nr 7556 del 30/06/2005 spedizione posta target magazine editori aut naz/453/2008 pubblicità inferiore al 45 proprietà e diritti riservati manoscritti foto e disegni anche se non pubblicati non saranno restituiti delle opinioni manifestate negli scritti sono responsabili gli autori dei quali la direzione intende rispettare la piena libertà di giudizio stampa sate industria grafica ferrara opera depositata a norma di legge presso l ufficio proprietà letteraria artistica scientifica roma rivista a carattere culturale ed economico riconosciuta dalla presidenza del consiglio dei ministri rns n° 2003 del 23.10.1986 ­ roc 6121 abbonamenti la spedizione di spiagge d italia in italia avviene in abbonamento postale gratuito per gli operatori del settore stabilimenti balneari produttori agenti per le altre categorie è necessario sottoscrivere un abbonamento annuale versando euro 20,00 su c/c postale n 22897409 intestato a edizioni miglio È necessario inoltre inviare via fax copia del bollettino comprovante l avvenuto pagamento con i dati per il recapito della rivista l abbonamento decorrerà dal primo numero raggiungibile a far data dal ricevimento del fax arretrati i numeri arretrati possono essere richiesti direttamente presso gli uffici delle edizioni miglio a bologna e vengono inviati in contrassegno al costo di euro 8,00 legge 675/1996 sulla privacy le edizioni miglio garantiscono la riservatezza dei dati l invio dei dati alle edizioni miglio è indispensabile per quanto riguarda la gestione di abbonamenti gratuiti la partecipazione a manifestazioni fieristiche o informazioni commerciali il mancato invio renderà impossibile lo svolgimento dei suddetti servizi in base all articolo 13 legge n 675/96 si potrà in qualsiasi momento esercitare i relativi diritti tra cui consultare integrare correggere e cancellare i dati personali ed anche opporsi all utilizzo per finalità di marketing diretto basterà scrivere a edizioni miglio srl ­ via emilia ponente 26 ­ 40133 bologna baba service 19 balnearia 90-95 blumarine produzioni 19 55 72 78 brekky 18 71 80 iii cop 38 68 82 86 meucci giampiero 40 66 78 iv cop microcontrol 65 72 mioblu 41 51 68 morselli e maccaferri 42 muziometal 43 m c.n.a cantiere nautico 22 49 66 82 cfc 20 74 79 85 chiarelli group 22 c.o.m.e.s.i group 24 c novain 44 67 nuovo ombrellificio romano 43 59 80 n o d.e.a 25 de franceschi franco c 24 depa 26 45 67 78 doccia la scozzese 26 73 81 82 duebbi 29 d off carr ombrellificio crema ombrellificio furfaro ototop 44 76 79 46 48 47 easy fun edilit e f p.f.g pomodone p.m modifiche push pull pq 47 68 80 96 7 50 66 50 52 67 79 28 69 72 1 74 f.a.r di ribola fabarpool ful.cor projects 30 70 82 87 21 29 67 78 31 63 72 80 rapone giancarlo resinvetro ricami claudia ri.da.p r 53 53 68 73 78 54 11 54 69 76 83 gama beach gamma gammasport gio stemar grafikamente grosfillex g 71 73 31 39 68 73 32 72 83 2-3 32 69 81 ii cop 35 83 13 35 74 scam scubart security beach selegiochi sfera s.t.i.m.a s 27 57 70 82 70 77 57 33 58 70 81 58 56 janus energy hij k l tessitura selva tgs 34 t 5 60 70 75 60 76 94 uniplast 37 u v 61 77 kryptonics/hyper wheels verona software 62 lasersoft 23 37 74 lietomare 36 75 80 95 link telecomunicazioni 38 lungomare 40 wellness italia wxyz 62 71 93 spiagge d italia ha scelto la certificazione fsc il marchio fsc identifica i prodotti contenenti legno proveniente da foreste gestite in maniera responsabile secondo rigorosi standard ambientali sociali ed economici www.fsc-italia.it

[close]

p. 9



[close]

p. 10

pubblico e privato di giovanna glionna per commentare direzione@spiaggeditalia.net chi ha tempo non perda tempo a definizione della problematica relativa alla situazione delle concessioni demaniali marittime data la procedura di infrazione attivata dalla comunità europea in danno dello stato italiano con riferimento ai criteri di assegnazione delle aree demaniali in concessione in scadenza entro la fine del 2015 ha generato su una nutrita compagine di operatori balneari una comprensibile reazione emotiva culminata in manifestazioni di piazza e nel blocco degli investimenti l andamento delle fiere sun 2010 prima e balnearia 2011 poi hanno sottolineato il clima di sfiducia 8 e di diffuso malessere esistenti che certamente non fa bene al mercato il crollo vertiginoso degli acquisti da parte dei sono gli operatori nostri clienti balneari negli ultimi anni si attuali ad avere sta avvitando su una nelle loro mani paralisi e un blocco la possibilità totale in qualche di cambiare modo l esatto oppoil mercato sto auspicato dalle sono qualità e ultime normative la competitività a mancanza di sicurappresentare rezza per il futuro il miglior futuro rischia di portare per un impresa a un grave impoverimento della commerciale professionalità e dei servizi offerti sulle spiagge con gravissime ripercussioni su un sistema turistico balneare che non ha eguali nel mondo sicurezza nella balneazione salvamento in primis ma anche pronto intervento servizi piscine palestre babysitteraggio animazioni parchi giochi campi sportivi di ogni tipo zone wellness ecc cordialità derivante dalla fidelizzazione del cliente rappresentano una preziosa peculiarità tutta italiana che tuttavia oggi una legge europea pericolosamente generalista mette duramente in discussione le aziende l l estate 2011 è alle porte e dopo di essa almeno altre quattro di fattivo e per chi lo vuole costruttivo lavoro per superare lo scoglio della scadenza di fine 2015 fornitrici decisamente coinvolte nella problematica hanno tempestivamente reagito dando forma alla prima associazione di categoria l afib in costituzione proprio mentre siamo in chiusura di questo numero una brillante dimostrazione di come proprio dalle gravi difficoltà si possano generare i più costruttivi cambiamenti alla neonata associazione dunque va il nostro più sentito augurio per conseguire nel più breve tempo possibile l obiettivo di sostenere il mercato dando voce alle esigenze dei suoi operatori sindacati ed industria stanno lavorando per sensibilizzare il legislatore affinché si possano garantire agli operatori di settore delle regole che permettano di assegnare le aree demaniali in base a criteri di professionalità rispetto dell ambiente e tutela delle forze lavoro attualmente impiegate oltre a favorire le forme di aggregazione di natura cooperativistica o consortile intanto una nuova stagione estiva si affaccia alle porte e seppure con l incertezza di cosa potrà accadere dopo il 2015 è certo che il sole risplenderà ancora sulle nostre spiagge nell ormai imminente estate 2011 così come nelle prossime quattro stagioni di lavoro in breve d accordo lo sgomento e lo sconcerto ma in un economia dove il posto di lavoro non è assicurato più a nessuno rimboccarsi le maniche e lavorare ­ appunto ­ è la migliore strategia possibile non solo e tanto per tirare avanti quanto per costruire una propria identità e guadagnarsi un futuro più stabile e riconosciuto in un mercato indubbiamente interessante in breve passare dalle minaccie a concrete e costruttive azioni di salvaguardia e promozione di un mercato che si sente proprio e del quale bisogna dimostrare di saper far parte in maniera attiva e costruttiva per evidenziare la qualità e i servizi all utenza la categoria deve reagire al pur comprensibilissimo sconcerto iniziale avendo davanti a sé un tempo favorevole per migliorare la propria credibilità molto si può fare come ad esempio organizzare corsi di specializzazione per dare maggiore professionalità alla figura dell imprenditore balneare in vista della istituzione di una classe che possa offrire ulteriori garanzie di professionalità nella gestione del bene demaniale e del turismo in chiave anche destagionalizzata rimbocchiamoci tutti le maniche e mettiamoci all opera per dimostrare tangibilmente e oltre qualsiasi polemica o interesse di parte la qualità imprenditoriale degli investimenti effettuati o da effettuarsi solo così potremo far valere in tempi brevi la voce balneare e chiedere autorevolmente una diversa durata del titolo concessorio sia per garantire l ammortamento degli impegni economici assunti sia per dare maggiore qualità e servizi all utenza legge a parte gli operatori attuali hanno nelle loro mani il mercato e il privilegio di cambiare a proprio favore le cose c è tutto il tempo per impegnarsi ed offrire quei servizi di eccellenza che rendono unica e riconoscibile da sempre la gestione privata all italiana del bene pubblico che è la spiaggia non sprechiamolo.

[close]

p. 11

9 spiagge

[close]

p. 12

orizzonti un estate così troppo a rischio arà un estate di fuoco ­ e non stiamo parlando di condizioni meteorologiche ­ quella che si dovranno aspettare i turisti quest anno i balneari minacciano la serrata con la chiusura dei servizi di spiaggia se in tempi brevi non sarà studiata una soluzione ai gravi problemi che affliggono la categoria primo fra tutti la messa all asta delle concessioni demaniali turistico-ricreative alla quale dal 1° gennaio 2016 saranno sottoposte le imprese balneari italiane la categoria chiede e pretende dal governo maggiore considerazione e una attenta difesa nei percorsi comu10 nitari che potrebbero insidiare e penalizzare l intera economia del paese oltre che le imprese turistiche tra i 27 paesi comunitari poi in 4 è adottato il sistema del demanio main soli cinque rittimo turistico ma anni si rischia di soltanto l italia lo ha distruggere ciò che considerato in maniera estesa con un è stato costruito con fatica in oltre sistema di ricettività qualificata negli due secoli altri 23 paesi sono in vigore regole diverse e non confrontabili con la nostra il rischio serio è che organizzazioni ad indirizzo solamente speculativo e soprattutto associazioni malavitose con grandi capitali di dubbia provenienza possano prevalere sugli attuali concessionari che da decenni qualificano e valorizzano i litorali contribuendo in modo significativo al successo del `modello italiano di vacanza al mare oltre il 60 del nostro prodotto turistico che resta unico ed esclusivo in europa e nel mondo si tratta di un vero e proprio grido d allarme lanciato dai sindacati a tutela di un comparto basilare per l offerta turistica italiana abbiamo la netta sensazione ­ sostiene riccardo borgo presidente sib ­ che non ci sia con s minacciata questa estate la serrata degli stabilimenti contro la direttiva europea e l inerzia del governo in pericolo non solo l immagine dell italia ma migliaia di posti di lavoro sapevolezza della drammatica realtà in cui si trovano a vivere le imprese balneari e di quali potrebbero essere le ripercussioni sull occupazione e sull offerta dei servizi sono in serio pericolo non solo il futuro di migliaia di imprese 400.000 addetti diretti che arrivano ad oltre 1.000.000 con l indotto ma soprattutto l immagine del nostro turismo tra l altro lavoriamo da tempo con grande preoccupazione ed incertezza questo paralizza gli investimenti più che mai necessari per affrontare adeguatamente la concorrenza internazionale inoltre non si comprende perché diversamente dalla nostra categoria altri concessionari pubblici come i benzinai i tabaccai gli ambulanti le edicole le emittenti radio-televisive ecc hanno ottenuto una deroga alla direttiva bolkestein e pertanto vengono preservati nel loro diritto d insistenza salvaguardando le imprese e i loro investimenti la mobilitazione della categoria è iniziata il 1° dicembre del 2009 a roma con l assemblea generale delle imprese balneari italiane alla presenza di oltre 5000 imprenditori per sensibilizzare il governo sulla drammaticità della questione le mancate risposte costringono ad aprire una vertenza con nuove iniziative prima della stagione estiva lo scopo è quello di arrivare ad una seria riforma della normativa che regola il settore per assicurare un futuro alle imprese e quindi consentire più rilevanti investimenti maggiori livelli occupazionali migliore qualità dell offerta dei servizi di spiaggia contribuendo ­ come sempre ­ al successo dell italia nel comparto turistico mondiale i sindacati ritengono prioritario e urgente che vengano approvati dal parlamento i provvedimenti necessari ad ottenere l archiviazione della procedura d infrazione in merito alle concessioni demaniali ad uso turistico-ricreativo avviata nei confronti dello stato italiano dalla comunità europea e tuttavia nel decreto milleproroghe non è stato inserito nessun provvedimento in tal senso pur condividendone e apprezzandone alcuni punti importanti e significativi è stata ritenuta insufficiente anche rispetto ai contenuti del documento unitario approvato da tutte le organizzazioni di categoria il 21 novembre dello scorso anno e carente sotto l aspetto normativo in quanto andrà trasformata in leggequadro nazionale il protocollo di intesa sui canoni demaniali firmato nel novembre 2008 tra il ministro del turismo il coordinamento delle regioni e le associazioni di categoria non è mai stato ratificato nonostante garantisca un aumento del gettito erariale altro fatto inaudito ­ sottolinea borgo ­ è che il governo italiano ha recentemente definito un codice sul turismo che omette qualsiasi riferimento alle imprese balneari il sindacato insomma sollecita per l ennesima volta l attenzione del governo sulla necessità di risolvere al più presto non solo la questione della durata e della conferma delle concessioni vigenti ma anche tutti i problemi che nel complesso coinvolgono la categoria in soli cinque anni si rischia di distruggere ciò che è stato costruito con fatica in oltre due secoli si mette a repentaglio cioè la storia e il futuro del turismo balneare italiano

[close]

p. 13

in prima pagina comunicazione importante a tutti i lettori spiagge d italia ­ non solo la prima rivista professionale italiana del settore ma anche la sola ad essere diffusa in abbonamento postale gratuito e capillare in tutta italia grazie al contributo imprescindibile delle aziende inserzioniste ­ si è presentata al mercato balneare sin dagli albori come pubblicazione professionale indipendente mettendosi al servizio di tutto il mercato deve a questa sua mission il proprio successo e la sua stessa ragione di esistere in altre parole operiamo da sempre mai in rappresentatività o a difesa di una categoria contro gli interessi di qualsiasi altra bensì per promuovere lo sviluppo del mercato balneare nella sua interezza riteniamo e difendiamo oggi più che mai lo spirito giornalistico libero e professionale che è l anima del nostro operato in questo come in tutti i settori in cui la nostra casa editrice opera con serietà e coerenza da ormai quarantacinque anni e dunque in questo spirito con discrezione ed eleganza abbiamo inteso fino ad oggi ignorare le provocazioni giunteci in maniera equivoca e scorretta tanto nella forma come nella sostanza oggi tuttavia scendiamo in campo per contrastare le intimidazioni ricattatorie cui vengono sottoposte alcune aziende inserzioniste sulla nostra rivista diffidiamo di chi dice di sostenere gli interessi di un mercato nel nome della non-promozione andando contro ogni logica di mercato moderno e competitivo non possiamo né vogliamo essere collusi con nessun movimento corporativistico orientato a difendere ad ogni costo i propri interessi contro quelli della comunità evitando in ogni maniera di mettersi in discussione per migliorare competere eccellere abbiamo sempre difeso ­ e a maggior ragione continueremo fermamente a farlo ­ il nostro ruolo di super partes fondamentale per promuovere con credibilità ed efficacia l immagine del settore soprattutto nell opinione pubblica diversamente da chi ha scelto di scendere in piazza a fianco di qualsivoglia specifica categoria spiagge d italia continuerà come ieri ­ oggi e ancor più domani ­ a supportare il mercato balneare mettendo a disposizione le proprie pagine al servizio e nell interesse di tutto il settore lo faremo come sempre al meglio nell ambito editoriale e informativo che ci appartiene di ruolo in uno spirito di aperto e libero confronto di idee continueremo a dare visibilità a tutti i progetti che guardino al futuro con senso costruttivo e innovativo proprio per questo ci opponiamo all idea di omologare tutta la stampa specializzata confondendo una corretta attività editoriale alla commistione equivoca ad interessi di parte falsando lo spirito e la professionalità di chi come la nostra casa editrice da quasi mezzo secolo percorre la strada dell editoria professionale con coerenza e meritata credibilità nel sottolineare la nostra diversa qualifica di appartenenza al settore che ci impedisce nei fatti di aderire a qualsiasi associazione categorizzata ribadiamo la nostra indipendenza giornalistica ed editoriale e la mettiamo volentieri al servizio del settore la rivoluzione è ormai dietro l angolo noi siamo pronti ad aiutare chi si sta preparando lavorando con professionalità trasparenza correttezza con fiducia e voglia di fare oltreché di dire sostenete il mercato guardando al futuro e state con noi mario addario direttore editoriale

[close]

p. 14

obiettivamente di giorgio colomba chi semina entocinquant anni e sentirli tutti È pur sempre il doppio della vita media di un essere umano e si vede stiamo parlando dell unità d italia appena commemorata tra sfarzi e lazzi nella miriade di luoghi della memoria lungo la penisola macché qui c è molta più polpa è la storia della balneazione turistica italiana a partire dalla poco nota vicenda turistica riminese le cui origini usualmente risalgono al 1843 anno in cui venne realizzato il primo stabilimento balneare a distanza di un secolo del dinamico attivismo resta francamente poco 12 per un settore che dovrebbe vivere elaborando strategie future utili a non soccombere davanti a una concorrenza sempre più agguerrita la morale è semplice quando in illo se non ora appunto tempore la nascenquando proviamo te balneazione turia fare tutti uno stica era gestita in regime pressoché sforzo positivo per di monopolio si rilanciare i migliori ragionava come valori di creatività se ci fosse stata e pensiero che la concorrenza abbiamo e che ora che i comci emancipino petitor sono dal riduttivo una spietata schema balneo miriade si approccia come elioterapico vigesse un regime di monopolio optando per mantenere lo status quo all insegna del più fiacco ed autoreferente vivacchiare oggi però aprire ombrelloni e sdraio è condizione più necessaria che sufficiente perché venditori si può anche nascere ma imprenditori si diventa vero il mercato langue ma per questo urge capitalizzare i segnali della ripartenza alle viste impostando il rilancio ­ se non ora quando ­ sui valori aggiunti di vento sociazioni sindacati o corporazioni non staremo alla finestra mentre la difesa ad oltranza del proprio particolare sport mai così in voga tra gli addetti al comparto rischia di trasformare ogni confronto in scontro quasi fisico ma attaccare sempre e comunque gli altri anziché diffondere la propria identità ­ e soprattutto la propria eccellenza ­ serve più alla ricerca di improbabili capri espiatori da esporre al pubblico ludibrio che alla tutela di un corretto e redditizio modello turistico balneare ben venga dunque la rivoluzione culturale delle lenzuolate sui quotidiani e dei talk show televisivi che diramano avvisi ai `navigati dello stabilimento per informarli di come l opinione pubblica si stia già facendo un idea e che idea basta leggere i post al vetriolo caricati di recente dai naviganti del web contro le associazioni di categoria che si stracciano le vesti perché l ultimo decreto milleproroghe ha cassato un emendamento recante la quisquilia del rinvio al 31 dicembre 2030 altro slittamento di `appena 15 anni del periodo transitorio per le modifiche normative sul rinnovo delle concessioni ai neghittosi onorevoli proponenti e ai pelosi balneari pretendenti rammentiamo che due decenni 2010-2030 sono un tempo ­ altro che transitorio ­ commercialmente biblico si diano invece e subito una mossa perché nel lungo periodo come glissò agro l economista keynes su una scomoda domanda circa le future prospettive di sviluppo siamo tutti morti c bando agli allarmismi c è ancora una possibilità per evitare la tempesta imparare ­ è proprio il caso di dirlo ­ a costruire sulla sabbia creatività e pensiero strategico che emancipino dal riduttivo schema balneo-elioterapico la sfida con se stessi cuore dell intraprendere va accettata fino in fondo trasformando idee e risorse in sviluppo lavoro ricchezza ed elaborando un progetto nel quale credere anche ponendolo in discussione dove serve per ottimizzarlo rispetto alle necessità del mercato ma serve più dinamicità attitudine a cogliere le nuove tendenze flessibilità apertura competitività trasparenza capacità di elaborare strategie moderne e una vision internazionale in una parola più unicità intesa come vocazione ad offrire prodotti e servizi non facilmente replicabili mission proibitiva solo in apparenza a patto di recuperare dentro di sé le dovute risorse e saperle trasformare in competenze che di là dall aspetto squisitamente economico-commerciale operino in funzione di progetti `visionari a prova di futuro la clientela si attende un segnale di we are working for you stiamo lavorando per voi ponendoci al suo servizio per offrire una vacanza perfetta all insegna del più evoluto lifestyle in quest ottica il turismo balneare è un impagabile opportunità di crescita che coniuga leisure e wellness in funzione business l accesso libero alla battigia sarà pure garantito per legge ma in tema di spiagge gratuità e qualità si spartiscono solo la rima da qui l esigenza che l offerta full optionals di uno stabilimento attrezzato divenga un must che superi il concetto `paleoturistico ombra-sole-mare anche per questo come stampa indipendente da as-

[close]

p. 15

13 spiagge

[close]

Comments

no comments yet