professioneMontagna nr131 marzo/aprile 2015

 

Embed or link this publication

Description

Bimestrale dedicato al manaegment della montagna

Popular Pages


p. 1

IDROSEMINA Come preparare il «fondo» per una pista da sci p.58 B B MM FF BARTHOLET BARTHOLET Ropeways Seilbahnen professione MONTAGNA Anno XXVIII° n° 131 Marzo/Aprile 2015 OSSERVATORIO LEGALE Sicurezza: prevenire è meglio che ... «curare» p.46 INNEVAMENTO PROGRAMMATO Intervista a Paolo Cappadozzi, un cliente «speciale» Demaclenko p.52 Comunicazione/Stampa Srl Via Derta 8 22020 Cavallasca - Como Poste Italiane SpA Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 nr. 46) art. 1, comma 1, DCB Milano i c r ita 15 s i a v in 20 e nit ralp ck! e V nte ru 047 b I s ad Inn 046/B a B d n Sta IT – San Domenico, 2014 Funivia Seggiovia Cabinovia Sciovia Funitel Ascensore incl. Bartholet Maschinenbau AG Lochriet CH – 8890 Flums www.bmf-ag.ch mail@bmf-ag.ch Motori sulla neve SITC: dentro il futuro con il sistema Snowsat V3 p.36 Inserat-Nr-131_25-02-2015.indd 1 Prinoth New Husky: prova superata a pieni voti p.34 27.02.2015 08:05:20 ANTEPRIMA FIERE p.6

[close]

p. 2

Rinnovamento di un impianto a fune, Italia Il sogno del nostro cliente era quello di rinnovare il suo impianto rendendolo più sicuro, senza interferenze lungo il percorso e aggiungendo la prima seggiovia automatica esaposto della zona. Nidec realizza. Nidec ASI ha sviluppato nuovi quadri elettrici con elettronica semplificata, che consentono un’elevata sicurezza di funzionamento e una diagnostica di controllo in remoto che permette di avere una visibilità completa dell’intero impianto con teleassistenza 365 giorni l’anno. Equipaggiamenti elettrici per impianti funiviari Bianca sogna di diventare campionessa di sci, per questo ogni inverno ci cimenta su nuove piste, per raggiungere nuove “vette”. Nidec ASI, trasformare i sogni in risultati. Nidec ASI www.nidec-asi.com

[close]

p. 3



[close]

p. 4

S o m m a r i o 52 55 42 40 25 56 4 6 IN COPERTINA BMF Bartholet Maschinenbau Flums l La seggiovia «Bondolero« rilancia Sandomenicoski l Gangloff Cabins: il futuro è adesso ANTEPRIMA FIERE & CONVEGNI DI PRIMAVERA PROWINTER 2015 l Dopo l'inverno, pensando all'inverno l Alpitec Cina 2015: un successo giunto alla 7a edizione INTERALPIN 2015 l Di nuovo in scena dal 15 al 17 aprile AZIENDE IN FIERA l Eurogripp I «pali del Cirio» da Tesero al mondo l L'inverno, la neve, lo sci e noi, i «tre moschettieri» Leinter ropeways, Prinoth e Demaclenko l Gea Fun Specialist Quando le località sono paradisi per famiglie l Kässbohrer Geländefahrzeug Avanzamenti tecnologici rivoluzionari all'insegna di ecologia ed economicità l Far Reti a misura di clienti e qualità certificata l Geoplast La superficie sintetica per sciare tutto l’anno l Alfi Innovazione elettronica in costante avanguardia ASSOCIAZIONI 30 ANEF Valeria Ghezzi: ecco il bilancio dell’anno dopo AMSI Con Descente per vestire i professionisti della neve MOTORI SULLA NEVE 34 Prinoth New Husky: una prova superata a pieni voti l l La cabinovia dei record nel cuore della Turchia Doppelmayr Un nuovo appalto per ulteriori sei linee funiviare in Bolivia Triflex L’impermeabile ideale con l’effetto-natura La nuova Graffer ai nastri di partenza Isopren La passione del lavoro in un anello di gomma 22 IMPIANTI A FUNE E DINTORNI Leitner l Omaggio alla storia nel tempio dello slalom Kässbohrer Geländefahrzeug SITC Canazei: dentro il futuro con il sistema Snowsat V3 l Tantissimi auguri, «Herr PistenBully»! l Snowsat: «Mi presento: sono il… vostro aiuto dall’alto» Carrozzeria Cavallini l Snood Kitchen, il «gatto» con cucina incorporata OSSERVATORIO GIURIDICO l VII Forum giuridico europeo della neve Bormio 2014 Sicurezza: prevenire è meglio che ... «curare» di Marco Del Zotto 46 34 58 30 2 professioneMontagna n° 131 marzo/aprile 2015 21

[close]

p. 5

since 1990 4 6 39 l Lo sci e il diritto: uno sport esposto al rispetto delle leggi l Proposte per l'accertamento giudiziale delle responsabilità per i sinistri sciistici di Mauro Manassero 10 INNEVAMENTO PROGRAMMATO 52 Demaclenko «Stiamo crescendo in tutto il mondo ma… non perdiamo di vista i dettagli» l SERVIZI ALLA CLIENTELA 55 Wintersteiger A Versciaco successo «chiavi in mano» GESTIONE PISTE/IDROSEMINA 58 Biasion Come preparare il «fondo» ideale per una pista da sci l Technoalpin l Due nuovi gioielli nella sfida con innovazione e efficienza l Atassplus 2015: adesso «il genio» è anche mobile ATTREZZATURE LUDICO/SPORTIVE 60 Sunkid Vecchio piattello addio! Arriva il Moving Carpet Appuntamenti l 14 Seminario OITAF 2015 l 17 l l Scoprire l'ornitologia è un gioco PASSION for SNOWMAKING Stand A/20 PIM e FISPS a Prowinter 22 professioneMontagna n° 131 marzo/aprile 2015 3 www.technoalpin.com

[close]

p. 6

impianti a fune/in copertina BMF La seggiovia «Bondolero» rilancia Sandomenicoski Il modernissimo impianto realizzato da BMF Bartholet Maschinenbau Flums è stato «battezzato» con enorme successo in questa stagione invernale: il suo inserimento nello skirama della stazione invernale dell’Alta Val d’Ossola ha moltiplicato la capacità di portata oraria; la comodità e lo stile delle seggiole esaposto firmate Porsche design sono garanzia di risalite in totale relax. Con questo intervento l’azienda svizzera conferma la qualità della propria filosofia produttiva e consolida la sua presenza in Italia el corso dell’estate 2014 BMF «Bartholet Maschinenbau Ag» ha portato a termine con successo, rispettando tempistiche e contratti con le società committenti, due importanti progetti in Italia, rafforzando così la sua presenza e consolidando la propria posizione di affidabilità nel difficile e contrastato mercato italiano. A Sandomenicoski, in alta Val N d’Ossola (Piemonte, provincia di Verbania) è stata realizzata con l’efficienza e la tempestività della formula «chiavi in mano» la seconda seggiovia esaposto italiana del costruttore svizzero che segue altre importanti e numerose realizzazioni simili già operative da alcuni anni in Francia, Svizzera, Polonia, Russia. L’impianto di San Domenico costituisce l’unico, nuovo intervento realizzato in Piemonte nel Gangloff Cabins: il futuro è adesso C corso del 2014. La seggiovia esaposto ad ammorsamento automatico «Bondolero» con seggiola Porsche Design Studio, girevole, coperta, va a sostituire la sciovia «Dosso», aumentando in modo considerevole la portata oraria della zona. La linea leggermente modificata sull’asse e nella lunghezza è dimensionata per una portata finale di 2400 p/h con n. 52 veicoli e consente agli sciatori di sfruttare tutta l’area sciabile, sia nei tracciati battuti e segnalati, sia per gli amanti del freeride, senza pericolosi attraversamenti di linea, eliminando problemi di risalita e battitura. Una stazione invernale in fase di rilancio L’impianto realizzato da BMF si inserisce nel progetto di rilancio e rinnovamento dell’incantevole comprensorio irca un anno fa il Gruppo Bartholet aveva ampliato la gamma della propria offerta sul mercato integrando l’azienda Gangloff Cabins e diventando il fornitore completo nel settore della costruzione di funivie, impianti di divertimento, realizzazione di cabine, sistemi di strade e funivie e costruzioni speciali. Per tutti i clienti la Gangloff Cabins è una società indipendente sul mercato e rimarrà tale anche in futuro. Dopo l’associazione con la BMF ha potuto continuare a riempire i registri dei suoi ordini e guarda positivamente alle prospettive del 2015. Gangloff Cabins continua a contare sulla propria esperienza tecnica realizzando cabine per funivia a va e vieni, funicolari e produzioni speciali. Anche le cabine di cabinovie sono costruite in imprese tradizionali a Berna e l’azienda Cabins progetta di intensificare in futuro questo settore. Tramite una tecnica raffinata nel sistema modulare, le cabine possono efficientemente essere prodotte in diverse dimensioni, con capacità di portata da 4 a 10 persone. Ma intanto una nuova e innovativa generazione di cabine è in fase di sviluppo. Tra l’altro, nella primavera di quest’anno, la Gangloff Cabins si trasferirà in una sede più grande e ottimale per il flusso di produzione. La nuova sede si trova in un distretto industriale di Seftigen, un comune nei pressi della Gürbetal superiore, tra Thun e Berna. Dalla stazione di Burgistein la nuova sede è facilmente raggiungibile in due minuti a piedi. Anche nella nuova ubicazione Gangloff Cabins riunirà sotto lo stesso tetto, come azienda distinta, tutte le competenze (sviluppo, progettazione, produzione, assistenza e ricambi), e fornirà ai propri clienti la migliore qualità e un servizio perfetto in tutto il mondo. Al fine di servire nel futuro il suoi clienti in modo ottimale, la Gangloff Cabins ha già oggi compiuto dei passi importanti. Sia nel settore della progettazione per i nuovi prodotti così come nel servizio per i clienti e per la ricambistica, il team direttivo è stato rafforzato con professionisti competenti per gestire in modo ottimale gli imminenti ricambi ai vertici dell’azienda. Così si regolerà a medio termine la successione dell’ex proprietario, Marc Pfister, e dell’ex direttore della produzione e oggi del servizio clienti Heinz Arn. Con le misure introdotte sia sul piano produttivo e gestionale che sul piano direttivo la Gangloff Cabins è dunque ben attrezzata per operare con successo sul mercato anche in futuro 4 professioneMontagna n° 131 marzo/aprile 2015

[close]

p. 7

impianti a fune/in copertina di Sandomenicoski (www. sandomenicoski.com) nel comune di Varzo (Verbania), che la famiglia Malagoni ha avviato nel 2009 e sarà completato nei prossimi anni con il rinnovo tecnico di altri impianti, la costruzione di nuovi parcheggi, servizi di ristorazione in quota, ma soprattutto due nuove moderne ed eleganti strutture ricettive alberghiere. La stazione, che si sviluppa da quota 1450 a 2500, è inserita in contesto ambientale e panoramico unico di alta montagna con cime che sfiorano i 3400/3700 mt. Per la sua posizione, le sue quote e le possibilità della sua offerta di attività in un ambiente naturale stupendo, San Domenico è una località particolarmente adatta sia ad un turismo invernale che estivo. Le precipitazioni nevose ogni anno sono copiose, abbondanti e regolari per tutto l’arco dell’inverno, garantendo cosi stagioni sicure e con neve naturale. Basti pensare che solo il 5% del demanio sciabile è coperta da impianto di innevamento programmato (pista di rientro in paese). Struttura solida, semplice, «classica» L’impianto «Bondolero» rispecchia l’impostazione classica della filosofia costruttiva di BMF con una struttura essenziale, elegante, robusta. Tutta la parte esterna delle travi e del giro stazione è praticabile in modo comodo e sicuro per interventi di manutenzione e controllo. Le ampie finestrature riducono e attenuano l’imponenza della struttura e rendono la zona tecnica principale interna, particolarmente luminosa e protetta dalle condizioni climatiche esterne. La solidità delle componenti-base è di una semplicità unica: tutto è a vista e facilmente raggiungibile senza dover smontare altri componenti. Nella stazione a monte che funge da stazione motrice si trovano tutte le componenti principali dell’impianto e la sala controllo e potenza. Nella stazione a valle si trova invece la tenditrice (con doppio cilindro) ed il magazzino seggiole automatico. La struttura di valle è stata realizzata in acciaio e legno dal cliente e progettata da BMF, rispecchia a grandi linee l’impostazione delle stazioni di Laax. La struttura è dimensionata anche per accogliere un battipista oltre alle seggiole. Seggiole campionesse di eleganza e comfort Le seggiole Porsche girevoli, sono il «biglietto da visita» di questo impianto. La rotazione della seggiola, non è l’unica novità di rilievo: al design e alla comodità della seduta avvolgente, si aggiunge il comfort elegante della cupola, che garantisce una protezione dal vento e freddo ed una aereodinamicità unica, integrando la barra di sicurezza automatica. Il magazzino delle seggiole a valle rappresenta un aspetto nuovo ed «una prima» italiana. Le seggiole vengono tolte dalla linea a marcia indietro e tramite travi laterali vengono sistemate in gruppi di quattro automaticamente. La rimessa in linea avviene in modo Dati tecnici essenziali Lunghezza impianto 1.121 mt. da quota 2.206 a quota 2.475 mt. Dislivello di 269 mt. Potenza installata Kw 175 x 2 Tempo percorso 3,44 minuti Hanno collaborato Alpintec Val d’Ultimo Bolzano per i montaggi e trasporti in quota materiali Nidec-Asi per le forniture e montaggio elettrici Studio BBE Ing. Belmondo Susa (To) per la progettazione e direzione lavori Impresa Bertini Costruzioni Alagna per le opere civili automatico. L’operazione di magazzino, mattutina e serale, richiede circa 15 minuti. Per questo progetto BMF è stata affiancata da altre aziende leader nel settore alle quali va il suo ringraziamento per la collaborazione e professionalità, soprattutto perchè nell’ultimo mese di lavoro (novembre) le condizioni ambientali sono state veramente proibitive, con tre importanti nevicate di oltre un metro, che hanno condizionato l’accesso in quota al cantiere per il personale. Fortunatamente tutte le componenti principali dell’impianto erano già sul posto. Il secondo intervento al Passo del Tonale Sull’impianto «Vittoria» realizzato nel 2012 da BMF al Tonale (primo impianto in Italia) il cliente ha deciso di sostituire le seggiole esaposto scoperte con le nuove e moderne seggiole coperte Porsche. L’intervento ha richiesto alcune modeste modifiche alle stazioni di valle e monte (gestione apertura e chiusura cupola e barra di sicurezza automatica). Naturalmente la nuova seggiola, più pesante rispetto al modello precedente, ha comportato una riduzione del numero di seggiole e una leggera riduzione della portata oraria oltre che una nuova certificazione Ustif. A questo punto della stagione la scelta effettuata al Tonale, sta dando grandi soddisfazioni al cliente. I passaggi sono in forte crescita rispetto agli anni precedenti, segno evidente che comfort, eleganza, estetica, sicurezza sono molto apprezzati e considerati dagli utenti che scelgono su e con quale impianto salire. www.bmf-ag.ch Halle B.O Stand: B046 5 professioneMontagna n° 131 marzo/aprile 2015

[close]

p. 8

anteprima fiere di primavera PROWINTER 2015 Dopo l'inverno, pensando all'inverno edizione 2015 di Prowinter, la fiera internazionale del noleggio e dei servizi per gli sport invernali, si svolgerà quest’anno presso i padiglioni di Fiera Bolzano da giovedì 9 a sabato 11 aprile. A grande richiesta degli espositori è tornato il sabato nella programmazione di questo evento fieristico primaverile, nato da una originaria idea di Erwin Stricker (il compianto «cavallo pazzo» della Valanga Azzurra morto nel 2010), che negli anni ha conquistato un suo preciso spazio nel mondo degli sport invernali, collocandosi in un periodo perfetto per stilare bilanci sulla stagione appena trascorsa e riflettere sulle linee operative, sulle tendenze da seguire per il futuro. L’elenco degli espositori e i numeri relativi all’affluenza del pubblico specializzato stanno a testimoniare l’attrattività che l’evento ha ormai acquisito sia sul piano commerciale e promozionale per le aziende e gli enti espositori che sul piano dell’interesse per le tematiche inerenti il mondo della montagna di volta in volta sottolineate con una puntuale comunicazione. Nel 2014, in abbinamento con Alpitec, la fiera internazionale specializzata per la tecnologia alpina ed invernale, a Fiera Bolzano hanno esposto 330 aziende e oltre 9000 visitatori hanno animato le giornate di fiera. Tra loro atleti di fama mondiale, manager di aziende dell’attrezzo e dell’abbigliamento tecnico per l’inverno, operatori nei settori di servizio alle località , rappresentati delle migliori stazioni sciistiche europee. E proprio sulla valutazione dei diversi aspetti di gestione e fruizione degli skirama su cui si fonda tutta l’economia del turismo invernale si concentrerà molta dell’attenzione. A cominciare dal tema fondamentale della sicurezza Gli espositori 3F Stampi di. Guglielmino Michela Stand D24/57 Adidas Eyewear Stand D22/08 AKP - M2 Snow Stand D22/2 Albatros Srl Stand D26/22 Alpina Sports GmbH (Socrep) Stand D22/28 Anomaly Action Sports Srl (Snow Line Italia) Stand C20/04 Atk Race Srl Stand D23/02 Bollè (Bushenll Performace Optics) Stand D22/18 Bootdoc Handels GesmbH (Wintersteiger) Stand D26/01 Borer Lift AG (Sunkid) Stand D25/06 Bruckschlögl GmbH (Sunkid) Stand D25/06 Burton Sportartikel GmbH Stand C21/50 Busshnell Performance Optics Srl Stand D22/18 Callegari Sas Stand D26/26 Calzaturificio Dal Bello Srl Stand C20/40 Cober Srl Stand C18/40 Confsport Srl Stand C19/24 CÉBÉ Italia (Bushenll Performace Optics) Stand D22/18 Dallmont Rebell Srl Stand D25/64 Digicom It-Solutions GmbH &. Co. KG Stand D25/18 DKB (Punto Azzurro Srl) Stand C21/04-A Dynastar Skis (Rossignol Group) Stand D22/44 Elansports (Socrep) Stand D22/28 Eurosports Diffusion Stand C21/42 Extreme Winter Equipment Srl Stand C21/44 F.I.S.P.S. Federazione It. Sicurezza Piste Sci F.lli Campagnolo Spa Stand C20/02 Falke (Socrep) Stand D22/28 Fritschi – Diamir (Socrep) Stand D22/28 Fuchs Technik d. Fuchs Peter Sas Stand D25/62 Gabel Srl Stand C20/18 Geier Diffusion Srl Stand D24/58 Geoplast Spa Stand D22/10 Giro Helmet (Nitro Distribution Italia) Stand D22/40 Giuseppe PronzatiI Srl Stand D24/50 Grüne Import Paganella Srl Stand D23/50 Guardia di Finanza – Comando Prov. Bolzano Stand D22/60 Hagan Ski GmbH Stand D24/64 Head Stand D22/22 Holmenkol AG (Geier Diffusion) Stand D24/58 Ibex Sportartikel GmbH Stand C21/55 Innerebner Johann (Hagan Ski) Stand D24/64 Komerdell Sportartikel GmbH (Prifa) Stand D24/56 Ktm Fahrrad GmbH Lange Skiboots (Rossignol Group) Stand D22/44 Leki Lenhart GmbH Stand C21/64 Lenz Ges.mbH (Snow Line Italia) Stand C20/04 LG Sport GmbH (Geier Diffusion) Stand D24/58 MA.RO.Group Srl Stand C18/52 Maislinger Snoli GmbH (Geier Diffusion) Stand D24/58 Mammut Sports Group (Socrep) Stand D22/28 Marini Silvano Srl Stand D23/04 Marker (Calzaturificio Dal Bello) Stand c20/40 Marsupio Snc Stand D25/12 Martini Sportswear GmbH (Snow Line Italia) Stand C20/04 Montana Sport International (Socrep) Stand D22/28 Montana Technology for Wintersports GmbH Stand D25/40 Navic Stand D24/12 Nitro Distribution Italia Srl Stand D22/40 Nova Sport High Trail (Giuseppe Pronzati) Stand D24/50 La 16a edizione della fiera internazionale del noleggio e dei servizi per gli sport invernali si svolgerà da giovedì 9 a sabato 11 aprile a Fiera Bolzano. L’ormai classicissimo appuntamento primaverile è, come ogni anno, l’occasione per valutare l’andamento della stagione invernale appena trascorsa e per focalizzare quali sono le problematiche e le tendenze più rilevanti a cui guardare nel contesto delle attività legate alla fruizione sportiva della montagna bianca L’ Tutto sulla sicurezza, in pista e fuoripista Nel corso della manifestazione si potranno scoprire tutte le ultime novità pensate per garantire sicurezza in montagna, grazie ad uno dei cinque settori espositivi, dedicato agli equipaggiamenti per il pronto soccorso «Trattandosi di una kermesse che dedica ampia attenzione allo scialpinismo, fenomeno che da anni è interessato da una crescita inarrestabile – ha dichiarato Gernot Rössler, presidente di Fiera Bolzano – non potevamo prescindere dal riservare un’area espositiva ai produttori e alle associazioni impegnate a garantire la sicurezza sia in pista che fuori pista». Del resto, un’adeguata conoscenza delle tecniche e degli strumenti utili a prevenire i rischi e a fare fronte alle situazioni di pericolo in cui ci si può imbattere è fondamentale per poter affrontare la montagna, soprattutto nella stagione invernale.«Spesso – dice Egidio Bonapace, Presidente Accademia della Montagna – si rileva una overconfidence, soprattutto tra chi frequenta maggiormente la montagna, ovvero una percezione non adeguata del rischio. Per questo – prosegue – è davvero importante lavorare fortemente sulla prevenzione, cosa che noi facciamo con serate informative sul territorio, organizzate dal tavolo della montagna sulla sicurezza che vede impegnati il Soccorso Alpino, le guide alpine, la Sat, i gestori di rifugio e l’Accademia stessa. In questa direzione, tra l’altro, per merito delle guide alpine, è stato creato Nivolab, uno strumento che, a partire dalla situazione meteo e dalla posizione dell’escursione, offre un quadro più puntuale del rischio e una valutazione ambientale attraverso l’inserimento di 6 professioneMontagna n° 131 marzo/aprile 2015

[close]

p. 9

anteprima fiere di primavera Novatio Europe N.V. (Techno Systems Italia) Stand D22/12 Omnimec Kreuzspitze Srl Stand C18/46 Ortovox Sportartikel GmbH Stand C21/54 Prifa KG Stand D24/56 Pro-Tec Italia Srl Stand D22/56 Punto Azzurro Srl Stand C21/04A R.Off.B Srl Stand D26/34 Reichmann & Sohn GmbH Stand D26/20B Rent a sport Italia Srl Stand C20/62 Rentmaxx (Digicom It Solution) Stand D25/18 Rossignol Sci Srl Stand D22/44 Salice Occhiali Srl Stand C20/42 Scheuing Sport AG Stand D23/64 Scioline Rode Snc Stand D24/42 Scott Italia Srl Stand C21/52 Semenzin Alberto Stand C19/10 Shred (Snow line Italia) Stand C20/04 Sidas Conformable Sas (Wich Italia) Stand D22/04 Skipp Slalompoles Stand D24/04 Skis Lacroix Stand C20/58 Skiset Stand D22/24 Skitech di Amplatz Alfons Stand D24/03 Smith Optics Safilo Spa Stand C21/26 Snow Line Italia Srl Stand C20/04 Snow Time Srl (E.Off.B) Stand D26/34 Socrep Srl Stand D22/28 Strickner KG Stand D26/36 Sunkid GmbH Stand D25/06 Swix Sport AS (Snow line Italia) Stand C20/04 Tech Masters GmbH (Techno Systems Italia) Stand D22/12 Techno Systems Italia Srl Stand D22/12 Tessitura F.lli Gelmi Srl Stand C20/54 Thaler Hermann Stand D25/20 The Group Distribution Srl Stand D23/26 The Heat Company GmbH (Snow line Italia) Stand C20/04 Toko - Swix Sport AG (Socrep) Stand D22/28 Uvex Sports GmbH (Geier Diffusion) Stand D24/58 Völkl (Calzaturificio Dal Bello) Stand C20/40 Venini Srl Stand D25/44 Vich Italia Srl Stand D22/04 Vist (Punto Azzurro) Stand C21/04A Wintersteiger Italia Srl Stand D26/01 Zag Ski Stand D23/44 dati legati all’osservazione diretta della situazione». «Uno strumento realizzato inizialmente su un modello cartaceo – aggiunge Martino Peterlongo, Presidente delle Guide Alpine del Trentino – che da qualche mese è stato sviluppato anche sotto forma di App. Digitalizzazione “user friendly” che è piaciuta tanto da essere stata scaricata gratuitamente da oltre 2.000 utenti ad oggi, segno che c’è sempre maggiore consapevolezza dell’importanza di dotarsi di strumenti adeguati prima di affrontare la montagna. Ma ovviamente non basta. È necessario – prosegue – seguire sempre le regole di buon comportamento, evitare atteggiamenti pericolosi e affidarsi, se necessario, all’esperienza dei professionisti, come le guide alpine, prima di affrontare tali tipi di attività».Va detto che il numero di scialpinisti che si affaccia al fuori pista è in costante aumento benché per molti il background di esperienza sia ancorato ad attività su terreni sportivi o monitorati come, a semplice titolo di esempio, gli allenamenti a bordo pista o i raduni di scialpinismo. Quando ci si sposta fuori dalle piste o dai bordi dell’area sciabile, è ovvio che il terreno di gioco cambia completamente ed una adeguata esperienza e formazione sono indispensabili per evitare gli incidenti. Per gli enti istituzionali è dunque indispensabile lavorare nel lungo periodo al fine di attuare una vera e propria trasformazione culturale che possa contenere gli incidenti in montagna legati ad atteggiamenti superficiali. Rimane fondamentale, inoltre, attrezzarsi adeguatamente con Arva, pala e sonda – il kit necessario per essere ritrovati in tempi rapidi dai propri compagni nel caso in cui si dovesse essere vittime di incidenti valanghivi. Il ruolo della FISPS per prevenzione e soccorso Di grande rilevanza, in questo senso, il ruolo di FISPS - Federazione Italiana Sicurezza Piste Sci (tra gli espositori in fiera) che oltre al primo soccorso si occupa anche di sicurezza, collaborando con i direttori di stazione pattugliando le piste, per controllare che queste siano sempre in ordine, verificando le condizioni delle piste stesse, la palinatura di demarcazione, la cartellonistica e le protezioni. «Oltre alla prevenzione degli incidenti, quando questi (purtroppo) avvengono, i pattugliatori FISPS - specifica Marco Gaffuri, direttore della scuola nazionale FISPS e medico radiologo dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo – intervengono applicando le procedure del 118, grazie alla loro formazione tecnica e sanitaria di alto livello, con il trattamento delle lesioni più semplici fino alla rianimazione cardiopolomonare. La presenza di operatori

[close]

p. 10

anteprima fiere di primavera Alpitec Cina 2015: un successo giunto alla settima edizione Da mercoledì 28 a sabato 31 gennaio si è tenuta a Pechino la doppia rassegna fieristica Alpitec Cina, fiera specializzata per le tecnologie alpine e invernali, e ISPO Beijing, fiera specializzata in sport, moda e marchi lifestyle in Asia. I quasi 30.000 visitatori hanno confermato il successo dell’edizione precedente, con piena soddisfazione degli espositori. u 1.500 metri quadri di superficie S espositiva si è tenuta Alpitec Cina 2015, giunta ormai alla sua fiera specializzata in tecnologia alpina e infernale, provenivano da 11 paesi diversi: Australia, Austria, Canada, Cina, Francia, Germania, Italia, Slovenia, Svezia, Svizzera e Stati Uniti d’America. Tutti hanno espresso soddisfazione, e confidano in un’ulteriore crescita dei mercati asiatici. Lo ha sottolineato Cesare Locatelli, direttore vendite per l’Asia della Prinoth Spa: «Come azienda leader nel nostro settore siamo molto soddisfatti di come è andata questa fiera e di come stanno procedendo le nostre relazioni commerciali con la Cina e l’Asia. Mentre in Europa il mercato è ormai saturo, in Cina stanno nascendo molte nuove stazioni sciistiche che necessitano di impianti e attrezzature di alto livello. Per noi questa fiera è assai importante per incontrare i nostri clienti direttamente nel loro paese.» Ne è convinto anche Chris van den Berg, Product Manager della Melchers Techexport srl: «La Alpitec è sicuramente una fiera in cui non si può mancare, e anche l’edizione di quest’anno è stata ottima, prova ne sia che ci sono venuti tutti i nostri maggiori clienti. È una rassegna che ci serve non solo per trovare clienti nuovi, ma anche per sondare il mercato e i nostri concorrenti.» Anche Thomas Bergmann, Key Account Manager Sales Export della Fatzer AG Drahtseilwerke, esprime un giudizio assai lusinghiero: «Siamo qui in Cina per presentare il nostro marchio e per costruire, nel tempo, un nostro mercato. Siamo noi, come produttori, che dobbiamo essere mobili, quindi molto probabilmente parteciperemo all’Alpitec Cina anche l’anno venturo. La fiera ci torna utile per imbastire rapporti diretti coi clienti, e la Cina offre sicuramente un potenziale elevato di operatori economici con risorse ingenti da investire. I nostri prodotti, poi, sono molto richiesti, anche grazie alla buona qualità svizzera attribuita alle nostre funi.» Bergmann aggiunge poi una considerazione sull’argomento più dibattuto nei corridoi della fiera, e che molti osservatori condividono: settima edizione. I 29.948 visitatori della doppia rassegna fieristica hanno potuto conoscere le novità, i prodotti e i servizi più importanti della tecnologia alpina e degli impianti a fune. I 60 espositori che hanno animato quest’edizione «distaccata» asiatica di Alpitec, perfettamente preparati ed equipaggiati, sia sotto l’aspetto sanitario che tecnico, è sempre più indispensabile sulle piste da sci al fine di garantire a tutti gli sciatori un servizio di assistenza e soccorso assimilabile a quello disponibile su strada o in città. Oltre ad essere in grado di trattare tutti gli sciatori con traumi ed il loro trasporto a valle, con il mezzo più opportuno in totale sicurezza, i pattugliatori della Federazione sono formati ed abilitati all’uso del defibrillatore (DAE), apparecchio indispensabile nei primi minuti di arresto cardio circolatorio». Scialpinismo e freeride attività in crescita Prowinter anche quest’anno, dedica ampia e particolare attenzione allo scialpinismo, fenomeno che continua inarrestabile a conquistare nuovi seguaci: sono infatti oltre 50.000 i praticanti italiani nella stagione 2014/2015, come indicano i dati attualizzati dell’Osservatorio Italiano del Turismo Montano promosso da Skipass Panorama Turismo. Sarà la possibilità di godere di un rapporto privilegiato con la natura, fuori dai soliti percorsi di massa, sarà la soddisfazione di guadagnarsi una discesa dopo aver conquistato la vetta con i propri sforzi, sarà la voglia di mettersi alla prova e scoprire i propri limiti, fatto sta che anche quest’anno questo segmento si conferma il più dinamico del comparto (+6,25% sulla stagione precedente a fronte, per esempio, di un +0,33% dello sci alpino, di un +3,06% dello sci di fondo e di un -1,42% dello snowboard*. Numeri che non possono essere ignorati dalle grandi aziende che operano nel settore, sempre pronte ad intercettare le nuove richieste dei consumatori al fine di studiare i materiali e le attrezzature più idonee per vivere al meglio la montagna ed affrontare le discipline che si affacciano di anno in anno nel mercato della montagna bianca. Ed è proprio a Prowinter che negozianti e operatori del settore potranno scoprire tutte le novità degli oltre 300 espositori presenti per una tre giorni di dialogo e confronto tra professionisti. Tra i focus della manifestazione, accanto allo scialpinismo spicca quest’anno anche il Freeride, l’attività fuoripista su neve fresca che ha come scopo non tanto l’allenamento fisico quanto il divertimento e la ricerca di libertà, un trend che piace sempre di più. Anche se è ancora marginale la quota di coloro che lo praticano in maniera «esclusiva» (15% del totale praticanti*), sta infatti guadagnando posizioni nelle classifiche di gradimento degli amanti della montagna, destando di conseguenza l’interesse sia delle aziende produttrici sia delle destinazioni turistiche, che puntano ad attrezzarsi di conseguenza per offrire nuovi servizi su misura. Emerge dunque una sempre più frequente ricerca di discipline «free», attrattive non tanto per la loro economicità - al contrario dello scialpinista, il freeriders tende comunque ad utilizzare gli impianti di risalita per godersi al meglio la discesa - ma per il fatto che offrono un punto di vista inedito della montagna. Pratiche sportive in cui viene meno l’elemento competitivo a favore di quello emozionale, tanto da essere praticate prevalentemente in gruppo per favorire la condivisione dell’esperienza. «Abbiamo deciso - ha dichiarato Reinhold Marsoner, direttore di Fiera Bolzano - di proseguire con la strada intrapresa tanti anni fa, quando fummo i primi ad intuire le grandi potenzialità di crescita dello scialpinismo, segmento per cui siamo ormai diventati un punto di riferimento. Per questa sedicesima edizione della manifestazione ci aspettiamo - ha proseguito – tra i 5.000 e i 6.000 visitatori, numero che corrisponde alle presenze medie degli anni passati quando Prowinter si svolge senza la sorella degli investimenti in infrastrutture per il turismo invernale, Alpitec. Questa manifestazione favorisce ancora una volta lo scambio di know how tra operatori del settore che scelgono di venirci a trovare per avere una visione globale dei trend attuali». Il mercato dell’attrezzo impegnato nella ripresa Prowinter sarà l’occasione per un confronto tra gli operatori circa l’andamento del mercato delle attrezzature per gli sport invernali che negli anni scorsi aveva segnato una brusca frenata ma che nella stagione 2013/14 aveva dato segnali di ripresa. L’inverno 2013/2014 ha infatti visto un incremento di venduto sull’anno precedente, sia per gli sci (182.120 paia vs 173.837) che per gli scarponi (188.278 paia vs 175.892), che si è tradotto in un aumento di fatturato totale, da 52,9 agli attuali 55,1 milioni di euro (di cui 31,7  milioni per gli sci e 15,9 milioni per gli scarponi)*. Un quadro ancora in salita che, però, lancia segnali incoraggianti agli operatori del settore, sempre pronti a rispondere puntualmente alle nuove esigenze dei consumatori. I trend sono principalmente legati ad un nuovo modo di vivere la montagna, come dimostrano l’aumento degli scialpinisti, dei freeriders e degli Slons - acronimo di «Snow lovers no skiers» - cioè coloro che amano la neve ma la vogliono vivere senza essere legati alle pratiche sciistiche (categoria che, secondo i dati di Skipass Panorama 8 professioneMontagna n° 131 marzo/aprile 2015

[close]

p. 11

anteprima fiere di primavera «L’assegnazione alla Cina dei giochi olimpici invernali del 2022 darebbe un impulso rilevante allo sport invernale nell’Impero di mezzo.» La scelta del paese che ospiterà le XXIV Olimpiadi invernali nel 2022 sarà adottata a Kuala Lumpur il 31 luglio 2015, quando il Comitato olimpico internazionale dovrà decidere fra i due candidati finalisti Almaty (nel Kazakhistan) e Pechino. È dello stesso avviso Fabio Da Col, direttore commerciale di Fiera Bolzano, che ha accompagnato la sua squadra a Pechino: «Se la scelta cadrà sulla Cina, per tutto il paese ne scaturirebbe, dopo le Olimpiadi estive del 2008, una seconda grande occasione per mostrare al mondo i propri pregi migliori.» Non a caso, le competizioni olimpiche sono state scelte come argomento principale per il congresso di quest’anno «Asia Pacific Snow Conference», tenutosi come da tradizione nella seconda giornata della fiera, e che anche questa volta, con circa 130 partecipanti, ha riscosso non poco interesse. Ma il successo crescente che questa doppia rassegna fieristica continua a registrare ha fatto sì che l’iniziativa sia ormai giunta ai suoi limiti di capacità logistica. Lo conferma Tobias Gröber, direttore della divisione beni di consumo della fiera di Monaco di Baviera: «ISPO Beijing, insieme ad Alpitec Cina, negli ultimi anni è cresciuta costantemente, e ormai ha riempito tutti i padiglioni fieristici del China National Convention Center di Pechino, che abbracciano più di 40.000 metri quadri di superficie espositiva. Per il 2016, quindi, dovremo pensare a un progetto nuovo, poiché nelle condizioni attuali non possiamo più crescere, e le richieste di partecipazione stanno aumentando». Le caratteristiche del nuovo progetto si decideranno nelle prossime settimane, e tutto lascia presagire che la prossima edizione di Alpitec Cina e ISPO Beijing, in programma dal 24 al 27 febbraio 2016, sarà foriera di parecchie novità. Tutte le informazioni su questa fiera specializzata sono reperibili sul sito: www.alpitec.cn/en Da sinistra: Antonino Laspina - Coordinator of ICE offices in China, Klaus Dittrich - Chairman and CEO Messe München International, Alberto Bradanini - Ambasciatore d'Italia in Cina, Reinhold Marsoner - Managing director of Fiera Bolzano Turismo-Modena Fiere, ha raggiunto le 780.000 unità). Si assiste così ad una continua ricerca delle aziende al fine di proporre prodotti all’avanguardia per chi fa affidamento sulle proprie forze, e non sugli impianti di risalita, per raggiungere le vette. A questo proposito, Alex Pranker di Socrep - distributore esclusivo di importanti articoli nel settore sportivo con particolare accento per il mondo dell’attrezzatura e dell’abbigliamento per lo sci e la montagna - segnala come «la tecnologia degli attacchi di scialpinismo si debba concentrare soprattutto sul risparmio di peso, non sottovalutando comunque la questione della sicurezza e del comfort in sciata, elementi su cui da anni lavora il marchio Fritschi». Esigenze di leggerezza confermate anche dal sempre maggiore utilizzo del carbonio, nelle sue varie declinazioni, per le attrezzature, come sottolinea Fabio Furlanis, responsabile marketing di una società finlandese specializzata in attrezzature sportive.Ma le novità non si fermano qui. Rilevante la visione «consumercentrica» di molte aziende produttrici, che puntano ad una totale personalizzazione delle proposte. «Come la termoformatura dello scarpone fatta sull’utente, prima appannaggio solo degli sciatori di racing, proposta da Salomon  - ricorda sempre  Furlanis  -  o i Salomon X-Race che, a seconda delle differenti lunghezze, offrono raggi di curva che vanno da 11 a 19 metri, in modo che ognuno possa scegliere quella che maggiormente si adegua alle proprie esigenze di sciata». Materiali sostenibili per l’abbigliamento Rivoluzioni, inoltre, nel campo dell’abbigliamento, che abbraccia anche tutto il mondo dell’après ski  per offrire soluzioni termoregolanti e comode non solo nel corso della pratica sportiva ma anche in tutti quei momenti di svago e relax che l’ambiente montano è in grado di offrire. Un segmento in cui emerge un interesse crescente verso i materiali sostenibili, soprattutto fra i giovani. Ne è prova, come segnala  Roberto Formento, il  successo di Picture Organic Clothing, il  marchio di abbigliamento rispettoso dell’ambiente, fatto al 100% con materiali riciclati e di origine biologica, che utilizza per la prima volta e in esclusiva una membrana in bioceramica in grado di migliorare la termoregolazione. È recente, per esempio, il premio per il primo guscio realizzato con materiali riciclati e interamente riciclabile in tutte le sue parti: lo strato interno è ottenuto da bottiglie di plastica, quello intermedio dai cruscotti delle auto e quello esterno dal mais. Una filosofia assolutamente in linea con le nuove modalità di approccio alla montagna: più slow, esperienziali e rispettose della natura poiché orientate alla ricerca di un vero e proprio contatto con essa. n (*dati dell’Osservatorio Italiano del Turismo Montano promosso da Skipass Panorama Turismo) we move. you smile. Visitateci! D25/06 Sunkid Italia: Sig. Harald Kaneider Tel.: 348 22 59 465 www.sunkid.it

[close]

p. 12

anteprima fiere di primavera INTERALPIN 2015 Di nuovo in scena dal 15 al 17 aprile Giunto alla quarantunesima edizione il salone di Innsbruck è riconosciuto come il punto di riferimento a livello internazionale per la presentazione di servizi e prodotti rivolti al management e alla gestione tecnica nell’ambito della gestione di un centro turistico montano. Nessun altro appuntamento fieristico può vantare nella specifica tipologia merceologica un successo di numero di aziende espositrici e di affluenza di pubblico Gli espositori Amplatz Technologie Halle B.O Stand: B034 ALFI Srl Halle D.1 Galerie Stand: D18 Alge Timing GmbH Halle A.0 Stand: A01 Alpina Snowmobiles Srl Halle B.O Stand: B002 Athesia Tappeiner Halle B.1 Stand: B124 Axess AG Halle A.0 Stand: A26 Bächler Top Track AG Halle B.O Stand: B036 Bartholet Maschinenbau AG Halle B.O Stand: B046 Cortech Srl Halle B.O Stand: B035 Demaclenko IT Srl Halle D.0 Stand: D05 Freigelände SÜD Stand: FGS8 Doppelmayr Seilbahnen GmbH Halle A.0 Stand: A09 Duktus Rohrsysteme Wetzlar GmbH Halle D.0 Stand: D02 Eurogripp Srl. Freigelände WEST Stand: W03 FAR Srl Halle B.1 Stand: B118 FAVA Srl Halle A Foyer Stand: A30 FIAC Spa Halle D.1 Galerie Stand: D16 Gangloff Cabins AG Halle B.O Stand: B047 GEA Srl Halle B.O Stand: B025 Geobrugg AG Halle A.0 Stand: A17 Geoplast Spa Forum 1 Stand: F16 Heli Tirol GmbH Freigelände SÜD Stand: FGS11 Heliswiss International AG Halle A Foyer Stand: A37 Hugo Wolf AG Halle A.0 Stand: A21 IDE Technologies ltd. Halle A.0 Stand: A18 IDM Industrie Developpement Montagne Forum 1 Stand: F11 Isopren Srl Forum 1 Stand: F7A Kaama Srl Freigelände OST Stand: O7 Kässbohrer Geländefahrzeug AG Halle A.0 Stand: A28 La Modulistica Halle D.1 Galerie Stand: D18 Leitner AG Halle D.0 Stand: D05 Liski Srl Halle B.1 Stand: B109 LST Ropeway Systems Halle B.1 Stand: B140 MBS Halle B.1 Stand: B140 Microgate Srl Halle D.1 Galerie Stand: D15 Mnd Group Halle B.1 Stand: B140 Mountain Planet/SAM - Alpexpo Halle B.O Stand: B009 Neveplast Srl Halle B.O Stand: B040 Nils Spa Halle B.1 Stand: B116 Nivis Srl Halle B.1 Stand: B132 Poma Halle D.0 Stand: D10 Power GIS Geografische Informationssysteme GmbH Halle B.O Stand: B037 Prinoth Spa Halle D.0 Stand: D05 R.F. MOTO Srl Freigelände SÜD Stand: FGS9 Redaelli Tecna Spa Halle D.0 Stand: D07 S&E Consulting Freigelände WEST Stand: W26 Sampaoli Andrea Creazioni Forum 1 Stand: F2 SEIK Srl Halle B.1 Stand: B120 Sigma Composite HTI Group Halle D.0 Stand: D10A Sitour Marketing GmbH Halle B.1 Stand: B138 Ski-Cab/Lochmann Freigelände OST Stand: O8 Skidata AG Halle B.1 Stand: B139 Skipp KG d. Rottensteiner G.& Co Halle B.O Stand: B034 SMI Snow Machines Inc. Halle B.1 Stand: B134 Snopex SA Halle B.O Stand: B059 Sufag Halle B.1 Stand: B140 Sufag Snowbusiness GmbH Halle B.1 Stand: B140 Sunkid GmbH Halle A.0 Stand: A25 Team Service Srl Halle B.O Stand: B043 TechnoAlpin Spa Halle A.0 Stand: A20 Thaler Hermann Halle B.1 Stand: B108 Tiroler Rohre GmbH Halle D.0 Stand: D08 Triflex GmbH & Co. KG Freigelände OST Stand: O9 Wiegand Josef GmbH & Co. KG Freizeiteinrichtungen Halle B.1 Stand: B102 Wintersteiger AG Halle B.1 Stand: B137 I l 15 aprile Interalpin riapre le porte per una 3 giorni dove oltre 650 aziende provenienti da 47 Paesi presenteranno la propria offerta commerciale ad una clientela che nella scorsa edizione ha fatto segnare il record di oltre 20000 visitatori. La sede di Interalpin è stata nel tempo criticata a causa della propria collocazione nel cuore della città di Innsbruck, a pochi passi dal centro storico, con comprensibili problemi di viabilità e di parcheggio. Non solo: i vecchi padiglioni presentavano problematiche di accesso ai grandi veicoli come battipista e macchine operatrici e la disposizione dell’edificio su più piani complicava ulteriormente le cose. Nel corso degli anni gli sforzi degli organizzatori hanno risolto questi problemi andando incontro alle esigenze di grandi e piccoli espositori comprensibilmente alla ricerca continua di una posizione di miglior visibilità per la propria azienda. Và indubbiamente riconosciuto alla direzione di Interalpin il merito di aver saputo coinvolgere interessi trasversali rispetto alle più importanti merceologie come impianti a fune, controllo accessi, battipista, innevamento programmato e sicurezza sulle piste, allargando lo spettro di interesse espositivo a molte altre categorie non meno importanti nella quotidianità di chi opera in montagna: dalla viabilità invernale, all’ingegneria naturalistica, dalle strutture ludico/sportive ai servizi di consulenza sino al più «piccolo» prodotto utile se non indispensabile per la gestione di un centro di turismo. La fiera biennale di Innsbruck è anche l’occasione d’incontro per tutto il mondo funiviario chiamando a raccolta per il tradizionale convegno Oitaf, tecnici, direttori e proprietari di comprensori sciistici o di singoli impianti da tutto l’arco alpino e dal nostro Appennino. Date: 15-17 Aprile 2015 Area espositiva: 38.500 mq Espositori 650 marchi Orari di apertura: 15 e 16 aprile h 09.00-18.00 17 aprile h. 09.00-16.00 In breve 10 professioneMontagna n° 131 marzo/aprile 2015

[close]

p. 13

anteprima fiere di primavera EUROGRIPP I «pali del Cirio» da Tesero al mondo 'è chi li chiama ancora «i pali del Cirio» in memoria di colui che, dopo avvolgibili e marmellate, pensò bene di mettersi a fare «tubi in plastica». Erano gli anni '70, ed il suo laboratorio all'entrata di Tesero diventò un covo di idee e invenzioni. Chi lo conobbe e ci collaborò lo definì un vero e proprio genio, soprattutto se si parlava di plastica. La passione per la meccanica unita al suo animo creativo permisero non solo la realizzazione di pali più leggeri e resistenti, ma anche di macchinari creati ad hoc per la loro lavorazione ed assemblaggio. Grazie all'aiuto di fidati allenatori e personaggi di spicco dello sci di allora, le componenti plastiche e meccaniche vennero testate e migliorate fino al superamento dei test di omologazione FIS. Nel 2009 il passaggio di testimone al nipote Isacco apre Eurogripp a nuovi mercati grazie ad una gamma di prodotti sempre più ampia e varia. Oltre all'utilizzo in ambito agonistico, il palo in policarbonato trova importante uso nel sostegno di reti di sicurezza, nella corretta delimitazione delle piste e nel supporto della loro segnaletica. La rivendita di tutto l'occorrente per la sicurezza delle ski area (dai materassi a tutti i tipi di reti, dalla cartellonistica ai sistemi di delimitazione) ha permesso al marchio Eurogripp di farsi conoscere non solo in Italia ma anche a soprattutto all'estero. Nel 2014 lo storico laboratorio è stato completamente ristrutturato e la nuova sede ha oggi una veste più moderna, pulita e lineare. Il magazzino è ora più ricco e fornito, l'ufficio attivo ed aperto al pubblico, la zona C produzione ampia e luminosa. Sono stati acquistati nuovi macchinari ed il team si è ampliato sia all'interno che all'esterno della sede produttiva. Direttamente sul campo operano promoters, riveditori e tecnici promuovono i prodotti Eurogripp, portando poi in azienda un feedback immediato in termini di prestazioni. La ricerca di materie prime di qualità, l'attenzione alle esigenze dei clienti unita alla voglia di migliorarsi ed aggiornarsi rendono questa azienda unica nel suo genere. Un altro esempio in Trentino, tra le montagne della Val di Fiemme, di una realtà imprenditoriale sì piccola, ma giovane e dinamica che ha saputo mantenere vivo lo spirito artigianale e la cura dei dettagli che da sempre l'hanno contraddistinta. Nell’edizione 2015 di Interalpin, Eurogripp vuole mostrarsi nel suo abito migliore, con un restyling sia nel logo che nel design dei prodotti, un nuovo ed aggiornato catalogo e un cambio anche nel mondo web. Un’occasione per conoscerla e conoscerne il gruppo, per scoprirne le novità e i grandi cambiamenti di queste ultime stagione. Vi aspetta con il suo stand nell'area aperta WEST, numero 03.

[close]

p. 14

anteprima fiere di primavera L’inverno, la neve, lo sci e noi, i «tre moschettieri»: LEITNER ropeways, PRINOTH E DEMACLENKO Padiglione D.0 Stand D05 In occasione dell’Interalpin, la fiera di settore per le tecnologie alpine che si svolge a Innsbruck dal 15 al 17 aprile 2015, LEITNER ropeways, PRINOTH e DEMACLENKO non presentano solo uno stand completamente rinnovato: ad attendere i visitatori ci saranno innovazioni che rendono gli impianti a fune, i battipista e gli impianti di innevamento tecnico e programmato ancora più efficienti, sostenibili e attraenti LEITNER ropeways Tecnologie all’avanguardia e design per tante novità in anteprima e da una parte gli impianti a fune S diventano sempre più performanti, efficienti e a basso impatto ambientale, tra l’italiana Demac e la scandinava Lenko. L’interazione responsabile con le risorse naturali riveste un ruolo sempre piu´significativo per Demaclenko. Presso l’Interalpin l’azienda presenta numerosi miglioramenti di prodotto che riducono notevolmente l’impatto ambientale dell’innevamento tecnico e programmato. In quest’ottica Demaclenko ha migliorato il già noto Titan e presenta in fiera la generazione 2.0, che stupirà per le sue novità, restando però sempre fedele a un’idea di design vincente. Le migliorie apportate riguardano l’efficienza energetica, il potenziamento degli ugelli, la revisione della corona, un ventilatore di nuova concezione e tanti accorgimenti utili per la riduzione del livello acustico. Con la generazione 2.0 del cannone innevamento Titan viene inoltre presentato il nuovo HydroSystem, il sistema completamente automatizzato per il controllo degli idranti. Oltre a regolare flusso e pressione, HydroSystem garantisce la chiusura automatica in caso di black out e conquista i clienti con il suo design di pregio. Promette molti miglioramenti tangibili anche lo sviluppo della nuova testa per lance che offre significative opportunità di ottimizzazione e molteplici soluzioni compositive. La nuova lancia viene presentata per la prima volta al pubblico proprio in occasione della fiera. dall’altra si prendono cura dei passeggeri con un comfort sempre maggiore e un design ricercato. È proprio nel segno di questo trend che si collocano le tante recenti innovazioni di Leitner ropeways. A catturare gli sguardi dei visitatori di Interalpin sarà soprattutto la nuova cabina 3S con il suo design avveniristico firmato Pininfarina, sinonimo di una qualità di viaggio del tutto inedita, che sarà svelata mercoledì 15 aprile alle ore 12 allo stand 05/06 nel padiglione D. In anteprima saranno esposti anche il nuovo sistema 3S e la Leitner Premium Chair dal design automobilistico con rivestimento in vera pelle, che offre un comfort di seduta di qualità eccezionale. Accanto alle innovazioni nel design, che per gli operatori delle località sciistiche sono sempre più spesso un fattore di competitività, Leitner ropeways introduce inoltre numerosi sviluppi tecnologici. Nel centro di competenza di ingegneria elettrotecnica saranno presentati l’innovativa interfaccia utente del LeitControl System e una soluzione operativa globale. Uniche nel loro genere sono, come sempre, anche le Drive Solutions esposte nello stand Leitner. Con un proprio centro di competenza sarà inoltre presente in loco il servizio di assistenza Leitner. PRINOTH Battipista più potenti, emissioni abbattute i chiama «Clean Motion» l’avveniristica S filosofia a cui si ispira la produzione Prinoth. È sinonimo di ridotti livelli di consumo e maggiore sostenibilità ambientale da una parte, ma anche di prestazioni elevate, lunga durata ed efficienza d’impiego dall’altra. Ne è un esempio eccellente il «New Husky», il primo battipista al mondo conforme allo standard attualmente più severo «Stage IV/Tier 4 final», il più rigido standard DEMACLENKO L’innevamento programmato efficiente e sostenibile emaclenko punta su impianti di D innevamento efficienti in grado di distinguersi per l´eccellenza in termini di capacita´produttiva e sostenibilità. Ad Interalpin saranno presentate evoluzioni di ampia portata e miglioramenti di dettaglio nei prodotti dell’azienda nata dalla fusione 12 professioneMontagna n° 131 marzo/aprile 2015

[close]

p. 15

anteprima fiere di primavera normativo sulle emissioni, con una riduzione del 91% di ossidi di azoto e dell’ 87,5% di polveri sottili, pur essendo, con 170 kW/231 PS, il modello più potente della sua categoria. Vanta una straordinaria combinazione di prestazioni e sostenibilità anche il «Leitwolf» con motore diesel a sei cilindri che, grazie alla tecnologia SCR, ne fa il primo veicolo di serie al mondo a soddisfare i requisiti della normativa «Stage III B/Tier 4i», con una riduzione del 90% delle emissioni di polveri fini e del 50% di quelle di azoto. Tra le sue numerose caratteristiche spiccano la nuova fresa «Power» con movimento parallelo e la larghezza dei cingoli più ampia della sua classe. Con il «Bison XPT», sviluppato in collaborazione con Snow Park Technologies (SPT), leader mondiale nella preparazione degli snowpark, Prinoth presenta un modello con numerose caratteristiche di elevata efficienza per realizzare parchi professionali. «Snow How» è invece la soluzione di analisi e consulenza Prinoth. Con metodi di misurazione di alta precisione, lo strumento analitico «Resource Management» rileva i dati del veicolo evidenziando dove è possibile incrementare la produttività e ridurre i costi. «Snow Depth Measurement» è un sistema satellitare che garantisce la massima precisione nella misurazione del livello di innevamento e nella visualizzazione. Nel quadro dei programmi di consulenza personalizzata «Mountain Consulting» e «Individual Operator Training», gli esperti di Prinoth, in stretta collaborazione con le stazioni sciistiche, mettono a punto interventi mirati per migliorare i processi operativi e ottimizzare le risorse. www.leitner-ropeways.com www,prinoth.com www.demaclenko.com NEW HUSKY Il primo battipista in grado di soddisfare le più rigide norme «Stage IV/Tier 4 final» LEITWOLF Innovazione tecnica, prestazioni straordinarie e highlight unici al mondo professioneMontagna n° 131 marzo/aprile 2015 13

[close]

Comments

no comments yet