POF Croupier Gaming School

 

Embed or link this publication

Description

Piano Formativo Croupier - All Rights Reserved

Popular Pages


p. 1

Programma FORMAZIONE Gaming School www.gamingschool.it Gamingschooltorino school_gaming Gaming School Torino croupier 300 ore di formazione Doppio percorso teorico-pratico Metodologia didattica: Cooperative Learning Percorso Teorico Percorso Tecnico MODALITA' TEMPI OBIETTIVI Il percorso teorico ha l’obiettivo fondamentale di far conoscere in maniera approfondita la missione e gli obiettivi strategici dell’azienda casinò, le specificità insite nel comparto area giochi tradizionali ed approfondire il concetto di “gioco d’azzardo” dal punto di vista storicoeconomico-sociale. Il percorso tecnico ha l'obiettivo fondamentale di sviluppare nell’allievo le conoscenze tecniche proprie del mestiere; aumentare la capacità dell'alunno volta ad una maggiore precisione ed attenzione nella gestione dei tavoli da gioco; lavorare con rapidità e precisione secondo gli standard richiesti dall'industria; massimizzare le puntate ai tavoli per contribuire alla missione aziendale.

[close]

p. 2

Percorso Formativo Teorico Percorso Obiettivi formativi 1.Analizzare sto ricamente le o rigini del gio co d'azzardo 2.Co mprendere la percezio ne del rischio nella cultura co ntempo ranea 3.Intro durre al co ncetto di Gio co Pato lo gico e Respo nsabile 4.Co mprendere l’utilità del gio co dal punto di vista pedago gico 5.Co mprendere l’utilità del gio co dal punto di vista pedago gico 6.Co mprendere l’impo rtanza del gio co nell’essere umano Argomenti 1.La sto ria del gio co d'azzardo 1.1.Le o rigini del gio co d'azzardo 1.2.Dal perio do classico al medio evo 1.3.Il gio co d'azzardo diventa scienza 1.4.Il co mmercio mercantile e la nascita dei casinò 2.Azzardo e cultura 2.1.La percezio ne del rischio nella so cietà co ntempo ranea 2.2.Gio co Respo nsabile e Gio co Pato lo gico 2.3.La percezio ne del rischio nei diversi co ntesti sto rici e culturali 3.Utilità e funzio ni del gio co 3.1.Utilità e funzio ni del gio co 3.2.Fo rme del gio co . Le varie esperienze ludiche 3.3.Perché si gio ca? 3.4.Il gio cato re pato lo gico 3.5.La parabo la del gio cato re 3.6.Il gio co d’azzardo pato lo gico . Sto ria di una malattia. Storico-sociale Economico-aziendale 1.Analizzare la struttura interna di una casa da gio co 2.Co mprendere le no rme di co mpo rtamento e di tenuta generale 3.Analizzare le principali caratteristiche eco no mico -aziendali delle case da gio co 4.Analizzare le principali implicazio ni eco no mico finanziarie delle varie tipo lo gie di gio co 1.Organizzazio ne e struttura generale di un casinò 1.1.Organizzazio ne 1.2.La struttura o rganizzativa 1.3. La gestio ne del co re business 2.Strategie di so stegno del vo lume di gio co 2.1.La co no scenza strategica delle caratteristiche dei clienti 2.2.Il credito alla clientela 3.Bilancio e perfo rmance 3.1.I ricavi dei gio chi da tavo lo 3.2.Il co nteggio del denaro 3.3.Strumenti per il co ntro llo di gestio ne Customer Care 1.Co mprendere l'impo rtanza dell'attenzio ne alla clientela 2.Sviluppare la flessibilità relazio nale in funzio ne della diversità del cliente 3.Rico no scere e gestire situazio ne po tenzialmente co nflittuali, ado ttando un appro ccio adeguato 4.Sapere individuare i biso gni della clientela 5.Miglio rare le perso nali abilità in campo co municativo 1. Il Casino Custo mer Service 1.1 L’impo rtanza del Casino Custo mer Service 1.2. Casino Custo mer Service di base 1.3. Assistenza alla clientela 1.4. Gli standard del Casino Service 1.5. Custo mer Service Interno 1.6. Pro blem So lving 1.7. Aspettative dal Custo mer Service 1.8. Il cro upier co me intrattenito re 1.9. La gestio ne dei co nflitti tramite la co municazio ne

[close]

p. 3

Percorso Formativo Tecnico Percorso Obiettivi formativi 1.Sviluppare nell’allievo le co no scenze tecniche pro prie del mestiere 2.Aumentare la capacità di co ncentrazio ne dell’alunno vo lta ad una maggio re precisio ne ed attenzio ne nella gestio ne dei tavo li da gio co in un ambiente stressante, rumo ro so o so vraffo llato co me quello di una sala da gio co 3.Lavo rare co n rapidità e precisio ne seco ndo gli standard richiesti dall'industria. 4.Analizzare la rego lamentazio ne dei gio chi e i principi di funzio namento della sala gio co tradizio nale 5.Co mprendere l’impo rtanza della so rveglianza sulla trasparenza, la rego larità del gio co ed il rispetto delle pro cedure Argomenti 1.Intro duzio ne 1.1.Analisi del layo ut 1.2.Analisi tecnico -meccanica del cilindro 1.3.Differenza tra ro ulette inglese ed americana 1.4.Obblighi e do veri 1.5.Rego le generali e pro cedure 2. Esercizi di manualità e sensibilità co n fiches 2.1.Taglio 2.2.Dro p-cut 2.3.Chipping 2.4.Spinta di stecche 3.Tecniche di calco lo 3.1.Tabelline per il calco lo dei pagamenti 3.2.Picture bets 3.3.Esercizi di calco lo 3.4.Gestio ne graduale dei cambi di valo re 4.Rico no scimento numeri sul layo ut 5.Esercizi di spinnata (lancio della pallina) 6.Rimo zio ne di fiches perdenti 7.Annunci e lo ro gestio ne tecnica 8.Gestio ne e co nteggio delle vincite 9.Le co ndizio ni del tavo lo : analisi e pratica delle diverse circo stanze 10.Pro cedure di cambio 10.1.Buying-in 10.2.Cashing-o ut 11.Termino lo gia tecnica 11.1.Prio rità termino lo gica 11.2.Termino lo gia o perativa in lingua del paese di destinazio ne lavo rativa 12.Pro tezio ne del gio co 12.1.Fro di interne 12.2.Fro di esterne 13.Apertura e chiusura del tavo lo da gio co 14.Esercizi di co ncentrazio ne e di memo ria Roulette Inglese ed Americana Black-Jack 1.Sviluppare nell’allievo le co no scenze tecniche pro prie del mestiere 2.Aumentare la capacità di co ncentrazio ne dell’alunno vo lta ad una maggio re precisio ne ed attenzio ne nella gestio ne dei tavo li da gio co in un ambiente stressante, rumo ro so o so vraffo llato co me quello di una sala da gio co 3.Lavo rare co n rapidità e precisio ne seco ndo gli standard richiesti dall'industria. 4.Analizzare la rego lamentazio ne dei gio chi e i principi di funzio namento della sala gio co tradizio nale 5.Co mprendere l’impo rtanza della so rveglianza sulla trasparenza, la rego larità del gio co ed il rispetto delle pro cedure 1.Intro duzio ne 1.1.Analisi del layo ut 1.2.Co me gio care 1.2.1.Bo nus ed o pzio ni di gio co 1.3.Obblighi e do veri 1.4.Rego le generali e pro cedure 2. Esercizi di manualità e sensibilità co n le carte 2.1.Rego le standard di mischiata co n mazzo singo lo e multiplo 3.La Basic Strategy 4.Analisi dei diversi tipi di co nteggio delle carte 5.Gestio ne e co nteggio delle vincite 6.Le co ndizio ni del tavo lo : analisi e pratica delle diverse circo stanze 7.Pro cedure di cambio 7.1.Buying-in 7.2.Cashing-o ut 8.Termino lo gia tecnica 8.1.Prio rità termino lo gica 8.2.Termino lo gia o perativa in lingua del paese di destinazio ne lavo rativa 9.Pro tezio ne del gio co 9.1.Fro di interne 9.2.Fro di esterne 10.Apertura e chiusura del tavo lo da gio co 11.Esercizi di co ncentrazio ne e di memo ria

[close]

p. 4

Caribbean Stud Poker 3 Card Poker 1.Sviluppare nell’allievo le co no scenze tecniche pro prie del mestiere 2.Aumentare la capacità di co ncentrazio ne dell’alunno vo lta ad una maggio re precisio ne ed attenzio ne nella gestio ne dei tavo li da gio co in un ambiente stressante, rumo ro so o so vraffo llato co me quello di una sala da gio co 3.Lavo rare co n rapidità e precisio ne seco ndo gli standard richiesti dall'industria. 4.Analizzare la rego lamentazio ne dei gio chi e i principi di funzio namento della sala gio co tradizio nale 5.Co mprendere l’impo rtanza della so rveglianza sulla trasparenza, la rego larità del gio co ed il rispetto delle pro cedure 1.Intro duzio ne 1.1.Analisi del layo ut 1.2.Co me gio care 1.2.1.Leggere le co mbinazio ni 1.2.2.Bo nus ed o pzio ni di gio co 1.3.Obblighi e do veri 1.4.Rego le generali e pro cedure 2. Esercizi di manualità e sensibilità co n le carte 2.1.Rego le standard di mischiata 3.Gestio ne e co nteggio delle vincite 4.Le co ndizio ni del tavo lo : analisi e pratica delle diverse circo stanze 5.Pro cedure di cambio 5.1.Buying-in 5.2.Cashing-o ut 6.Termino lo gia tecnica 6.1.Prio rità termino lo gica 6.2.Termino lo gia o perativa in lingua del paese di destinazio ne lavo rativa 7.Pro tezio ne del gio co 7.1.Fro di interne 7.2.Fro di esterne 8.Apertura e chiusura del tavo lo da gio co 9.Esercizi di co ncentrazio ne e di memo ria Texas hold'em Omaha 1.Sviluppare nell’allievo le co no scenze tecniche pro prie del mestiere 2.Aumentare la capacità di co ncentrazio ne dell’alunno vo lta ad una maggio re precisio ne ed attenzio ne nella gestio ne dei tavo li da gio co in un ambiente stressante, rumo ro so o so vraffo llato co me quello di una sala da gio co 3.Lavo rare co n rapidità e precisio ne seco ndo gli standard richiesti dall'industria. 4.Analizzare la rego lamentazio ne dei gio chi e i principi di funzio namento della sala gio co tradizio nale 5.Co mprendere l’impo rtanza della so rveglianza sulla trasparenza, la rego larità del gio co ed il rispetto delle pro cedure 1.Intro duzio ne 1.1.Analisi del layo ut 2.Obiettivi 2.1.Obiettivi della casa da gio co 2.2.Obiettivi del cliente 2.3.Obiettivi del dealer 3.Co ncetti generali 3.1.Il po ker nelle case da gio co 3.2.Differenza tra po ker e pit games 4.Differenze tra Texas Ho ld’em ed Omaha in mo dalità cash e to rneo 5.Table layo ut 6.Gestio ne del rack e co nteggio 7.Rego le sull’uso dei bui, del bo tto ne e lo ro gestio ne 7.1.Blind Singo lo 7.2.Do ppio Blind 7.3.Mo vimento del bo tto ne 8.Cambio di po sto del gio cato re 9.Cambio di tavo lo del gio cato re 10.Gestio ne dell’azio ne 10.1Blinds 10.2.Ultimi Ro unds 10.3.Medium o High-Stakes Games 10.4.Numero dei Raise 10.5.String Bets 10.6.String Raise 10.7.Maximum Raise 11.Leggere le mani 12.Pro cedure varie e gestio ne dei pro blemi 12.1.Gestio ne del cambio 12.2.Fiches di alta deno minazio ne 12.3.Straddle Bets 12.4.So ft Break 12.5.Mani fo ldate 12.6.Mo strare una mano fo ldata 12.7.Pro tezio ne del Po t 12.8.Erro ri inco rreggibili del dealer 12.9.Erro ri co rreggibili del dealer 13.Misdeal 14.Rake, Side Po t Rake, Jackpo t Rake 15.Pro cedure per il Side Po t 16.Stub 17.Le decisio ni del Flo o r Man 18.Dealer lineup 19.To rneo 19.1.Mo ntepremi 19.2.Rebuy 19.3.Gestio ne dei gio cato ri 19.4.Ruo li e pro cedure ulterio ri 20.Integrità del gio co 20.1.Il Muck 20.2.Il mazzo 20.3.Il Po t 21.Sicurezza e pro tezio ne del gio co 22.Esercizi di co ncentrazio ne e di memo ria

[close]

p. 5

Prove Formative 1a Prova Formativa Pratico-teorica Monte ore 100 2a Prova Formativa Pratico-teorica Monte ore 100 Prova Formativa finale Pratico-teorica Monte ore 100 Diploma internazionale

[close]

p. 6

Lavoro Gestione pratiche licenza lavorativa e CV Organizzazione colloqui di lavoro Assunzione e partenza!

[close]

Comments

no comments yet