Giornalino Febbraio 2015

 

Embed or link this publication

Description

Giornalino Febbraio 2015

Popular Pages


p. 1

ACCADEMIA DELL’INFORMAZIONE CULTURALE RELIGIOSA www.parrocchiacittadella.it Giornalino Foglio interno della parrocchia “San Francesco di Paola” e del gruppo Poeti Nostri di Cittadella del Capo in Comune di Bonifati (CS) Numero straordinario mese di FEBBRAIO 2015 2 Febbraio: Festa della Candelora PRESENTAZIONE DI GESU’ AL TEMPIO Il parroco can. don Giovanni Celìa ha celebrato la santa Messa, preceduta dall’accensione e benedizione delle candele all’ingresso del tempio. Dette candele sono state poi conservate dai fedeli per essere accese durante l’anno in caso di tempesta o di altro evento pericoloso. La presentazione di N.S. al Tempio è detta anche Festa della Candelora, così celebrata nel dialetto cittadellese: tore il can. don Giovanni Celìa, vicecancelliere della Ppi lla santa Candilora, curia e parroco di Cittadella del Capo e di o ca nìvica o ca chiòva, -------------------------------------------------------------------------dallu virnu simu fora; Cirimarco-Torrevecchia, è stata pubblicata a Natale o c’è suli o sulicìllu, la bella poesia (5 quartine di alati endecasillabi) di dintr’ ‘u virnu simu ancòra. Anna Maria Sbarra, 74enne insegnante cittadellese Al vangelo di Candelora (Luca 2, 25-35) è stadeceduta il 14 settembre 2014. A noi piace trascrito riferito anche l’episodio di Simeone: << Or vere questo componimento: ecco, c’era a Gerusalemme un uomo di nome È NATO Simeone, persona giusta e timorata, che attenÈ nato il Bambinello nella grotta, deva la consolazione d’Israele, e lo Spirito l’adorano Giuseppe con Maria, Santo era su di lui, anzi gli era stato divinala stella ai magi dà la vera rotta mente rivelato dallo Spirito Santo che non aper loro illuminando ognor la via. vrebbe visto la morte se prima non avesse viA te veniamo come un dì i pastori sto il Cristo del Signore. Venne dunque al ed ai tuoi piedi deponiamo il cesto, tempio, condotto dallo Spirito, e quando i geci sono poche gioie e assai dolori, nitori introdussero il bambino Gesù per fare chi piange e soffre ti sorride mesto. secondo l’usanza della legge, egli lo prese tra Porta la pace in questo mondo in guerra, le braccia e benedisse Dio, dicendo: “Ora, porta conforto a chi nel letto soffre, Signore, lascia che il tuo servo se ne vada in porta speranza a ognun su questa terra pace, secondo la tua parola, perché i miei oce in cambio ognun le sue mestizie t’offre. chi hanno visto la tua salvezza che hai prepaDona ai fanciulli sempre il tuo sorriso, rato davanti a tutti i popoli, luce per illuminare dona la fede al cuor che l’ha smarrita, le genti e gloria del tuo popolo, Israele”. Il padona ai morenti il gaudio in Paradiso, dre suo e la madre erano meravigliati delle codona al cuore la pace ch’è svanita. se dette di lui. E Simeone li benedisse e a MaO Bambino Gesù ti vedo nudo, ria sua Madre disse: “Ecco, egli è posto a rovie nudo ancor morrai trafitto in croce, na e a resurrezione di molti in Israele e quale il nostro verbo spesso rende ignudo segno di contraddizione. Una spada trapassechi, pover come te, nemmeno ha voce. rà la tua stessa anima, affinché siano svelati i Anna Maria Sbarra pensieri di molti cuori” >>. Al termine della Messa c’è stato il bacio dei fedeli a Gesù Bambino. Il reverendo Celìa ha ASSOCIAZIONE “RADICI” dei bonifatesi e cittadellesi residenti a Roma e alinfine comunicato che proprio nel giorno della trove Candelora è giunto l’organo offerto da un La suddetta associazione ci ha inviato copia compaesano, di cui il parroco non ha voluto del riferire il nome. Fuori abbiamo appreso che VERBALE ASSEMBLEA DEL 12-12-2014 trattasi di Achille De Aloe, membro del consiIl 12 dicembre 2014, alle ore 20:30, presso i glio parrocchiale per gli affari economici e letlocali del ristorante Terrazza Barberini, Via tore presso le Stazioni della via crucis. Quest’ Barberini, 16 - Roma, si è regolarmente svolta anno il pio esercizio dei venerdì quaresimali l’Assemblea dei Soci, convocata con avviso comincerà il 27 febbraio, dunque arrivederci Adel 21 novembre 2014 per deliberare sul sechille per un tuo ulteriore impegno all’ambone. guente ordine del giorno: Da parte nostra, auguri di vero cuore! p.f. Su “La voce del Santuario” 1) Rinnovo cariche sociali 2015-2017; foglio informativo del Santuario Diocesano “San 2) Cambio sede legale; Francesco di Paola” di Verbicaro del quale è Ret3) Approvazione consuntivo finanziario al 1

[close]

p. 2

30.11.14 e preventivo finanziario 2015. Per il Consiglio Direttivo sono presenti: Maria Antonietta Ferrari, Luigino Fiorillo, Vincenzo Luigi Galetto, Pasquale Rugiero, Faustino De Gregorio, Ettore Sangregorio. Assume la presidenza dell’Assemblea il Presidente in carica Luigino Fiorillo il quale, con il consenso dell’Assemblea, chiama a fungere da segretario Pasquale Rugiero, segretario amministrativo in carica. Accertata la presenza dei Soci necessaria per deliberare sui punti posti all’odg come richiesto dallo Statuto Sociale, il Presidente dichiara validamente costituita l’odierna Assemblea. Punto 1. Rinnovo cariche sociali 2015-2017 A seguito di elezioni, regolarmente svolte, risultano eletti: Presidente Onorario: Dott.ssa Maria Antonietta Ferrari; Presidente Comm.re Luigino Fiorillo; Vice Presidenti Sig. Vincenzo Luigi Galetto e Ing. Salvatore Massara; Segretario Amministrativo Sig. Pasquale Rugiero; Consiglieri: Prof. Faustino De Gregorio, Ing. Francesco Sbarra, Comm. Roberto Spinelli, Rag. Ettore Samgregorio, Dott.ssa Cristiana Sarro; Revisori dei conti: Dott. Giovanni Callea, Presidente; Dott.ssa Giovanna Pisciotti, Sindaco effettivo; Dott. Pasquale Ferrari, Sindaco effettivo; Rag. Luigi Francesco Iannella, Sindaco supplente; Rag. Eduardo Belcastro, Sindaco supplente. L’Assemblea ha tributato ai nuovi eletti un caloroso applauso augurando a tutti buon lavoro per il prossimo triennio. Il Consiglio Direttivo, nel corso della prima riunione provvederà alla nomina dei Comitati Organizzativi, organi necessari per l’attuazione degli scopi sociali. Punto 2. Cambio Sede Sociale Il Presidente riferisce che gli attuali locali ove ha sede legale l’Associazione non sono più disponibili per cui occorre procedere alla identificazione di una nuova sede. Dopo esame e discussione, l’Assemblea all’ unanimità delibera di eleggere la nuova Sede Legale in Corso d’Italia n. 29 - presso M.A. Ferrari - 00198 Roma. Punto 3. Approvazione Consuntivo finanziario al 30 nov. 2014 e preventivo 2015 Il Presidente invita il Segretario Amministrativo Pasquale Rugiero a dare lettura dei due documenti riguardanti il Consuntivo finanziario al 30 novembre 2014 (Allegato 1) e il Preventivo Finanziario 2015 (Allegato 2). In sintesi, il consuntivo evidenzia, nel periodo 1.1.14 - 30.11.14, entrate ammontanti a € 1.832,47 ed uscite a € 1.840,77 e quindi con un saldo negativo di € 8,30 che trova conferma nel debito di € 266,70 verso il presidente per anticipi concessi e dal saldo positivo del conto corrente bancario di € 258,40. Il Segretario Amministrativo fornisce chiarimenti sulle varie voci delle entrate e delle uscite del consuntivo. L’Assemblea, a seguito della esauriente esposizione, approva all’unanimità il Consuntivo Finanziario al 30 novembre 2014 così come presentato. Passando all’esame del Preventivo Finanziario 2015, il Segretario Amministrativo sottolinea che lo stesso è stato elaborato in relazione alle previste attività dell’Associazione le quali non si discostano da quanto è stato realizzato nel corso del 2014. Le entrate previste ammontano a € 1.808,4 e riguardano le quote sociali, contributi straordinari da parte di singoli soci, quote di partecipazione al programmato concorso fotografico, video e pittura. Le uscite ammontanti a € 1.808,4 sono correlate, essenzialmente, alle spese riguardanti la “Serata delle Radici” che l’Associazione, tradizionalmente, effettua nel corso del mese di Agosto. Pertanto, il preventivo finanziario 2015 chiude in pareggio. L’Assemblea approva all’unanimità il Preventivo Finanziario 2015, così come presentato, e conferma la quota sociale ordinaria in € 25,00 e la quota di socio sostenitore con il minimo di € 50,00. Raccomanda, inoltre, di esaminare la possibilità di ridurre le spese bancarie e ove ritenuto necessario procedere alla chiusura del conto corrente bancario al fine di eliminare un costo non adeguato ai pochi movimenti finanziari. Il presidente comunica che Pasquale Filip-pelli, successivamente alla consegna del Premio Radici 2014, ha inviato una lettera di ringraziamento di cui ne dà lettura. L’As-semblea esprime apprezzamenti sottoli-neandone l’iniziativa con un applauso. Infine, il presidente onorario, Dott.ssa Ma-ria Antonietta Ferrari, a nome dell’Associa-zione, consegna una pergamena alla neo dott.ssa Clelia Rugiero, figlia del nostro Se-gretario amministrativo Pasquale, per la brillante laurea conseguita in Medicina con il massimo dei voti e con la lode. L’Assemblea apprezza l’iniziativa della presidenza e con applausi augura alla neo laureata una lusinghiera carriera. Il Presidente, esaurito l’ordine del giorno, chiude l’adunanza alle ore 21:30. Il Segretario Pasquale Rugiero Il Presidente Luigino Fiorillo CARNEVALE ricorre quest’anno il 17 febbraio (il giorno dopo - mercoledì - le sacre Ceneri; il 22 febbraio la 1^ domenica di Quaresima; l’1, l’8, il 15 e il 22 marzo le altre domeniche quaresimali; il 29 marzo la domenica delle Palme; il 5 aprile Pasqua di Resurrezione). Carnevale, dunque… Dalla mia 3^ raccolta di poesie e rimembranze 2

[close]

p. 3

“Nell’accecante balenar d’un lampo” pubblicata nel dicembre 2014 riporto la seguente pagina carnascialesca: << Nel 2004 il gruppo Poeti Nostri (coordinatrice Maria Rosaria Marra) con il circolo culturale Città di Fella (dirigenti Giuseppina Bevilacqua e Massimo Converso) e la Pro Loco (presidente Dario Argirò e soci fondatori del 1988 notar Marzano di Cetraro - Marcello Filaci, Francesco Di Mauro, Enzo Ferrante, Roberto Fiorillo, Antonio Pugliano, Benedetto Morelli, Carlo Cretella, Massimo Spinelli, Domenico Casilli, Salvatore Grosso, Gerardo Russo e Adolfo Spinelli) realizzarono sul lungomare (collaboratori Pedro Iovino, Francesco Pascale ed altri) un’apprezzata rappresentazione da me sceneggiata col titolo “Re Carnevale tra… passo e trapasso” vale a dire - secondo tradizione cittadellese - carnevale tra passaggio e poi morte per crapula. Io stesso interpretai il personaggio di Cosciga, cugino sardo “bacchettatore” dell’ex presidente della repubblica Francesco Cossiga il “picconatore”. Riporto, fra le tante altre, alcune battute del testo. ma se ne strafotte e nicchia, cari amici, udite udite, cento volte sul sedere questa bacchettina picchia! Pasquale Filippelli >> Cosciga ad Aldolino (Aldo Ferrante) il fratello assistente di Carnevale: Ed ora, caro Aldolino, approfittando dello stato soporifero di tuo fratello Carnevale, mettiamo qualche bacchettata in merito alla gestione dei pubblici servizi. Per le buche sulle “strate”, al Comune bacchettate! Per le antenne non levate che Converso denunciava, se m’incazzo, bacchettate non di verga ma di clava! Se il negozio resta chiuso quand’è l’ora di apertura, a chi non punisce il caso noi gli diamo sopra il muso colpi di bacchetta dura e altri colpi sopra il naso! Se il mercato non si sposta e al Grecano poveretto ciò vien fatto quasi apposta per recargli gran dispetto, a chi voi immaginate gli do mille bacchettate! Se d’estate l’acqua manca e ne ha colpa l’assessore, la bacchetta non si stanca di menarlo a tutte le ore! Se la notte per la via i lampioni sono spenti, a chi sai, bacchetta mia, mena pure gran fendenti! Se le vie non son pulite, a chi deve provvedere FRANCO STELLA è il nostro stimato compaesano che dopo un’ intera vita di lavoro al nord e nella capitale è tornato a Cittadella per godere nel paese d’origine una serena quiescenza, circondato dai vecchi amici che gli hanno sempre voluto bene. Dei lunghi anni trascorsi lontano da Cittadella, Franco ricorda soprattutto, con gioia e orgoglio, quelli vissuti a Roma come autista al servizio della famiglia Scicolone, abitante in via di Villa Ada al civico numero 10. Nel medesimo stabile viveva all’epoca anche l’attrice Marisa Allasio, mentre più in là, al n.12, abitava il musicista e presentatore televisivo Lelio Luttazzi. Del nucleo familiare degli Scicolone faceva parte Maria, allora fidanzata con il pianista Romano Mussolini (figlio dell’ex Duce) che sarebbe in seguito diventato un virtuoso esponente del mondo jazzistico internazionale. Romano e Maria ebbero, dopo il matrimonio, una figlia - Alessandra - che diverrà deputata e poi senatrice (lo è tuttora). La sorella di Maria, Sofia, è stata ed è quella grande star cinematografica che tutti conosciamo con il cognome d’arte “Loren”, la quale risiedeva nella capitale in piazza Venezia (di fronte alla scalinata Campidoglio) nel tempo in cui Franco Stella assunse servizio presso gli Scicolone. L’auto di costoro, guidata dal nostro compaesano, era una Lancia Flaminia 2500 targata Roma 315171, di cui il signor Stella ci ha mostrato con fierezza alcune foto. Con essa l’amico Franco (lo dimostra visibilmente emozionato) veniva talvolta incaricato di accompagnare per le strade di Roma donna Rachele, moglie del defunto Benito Mussolini. Quando Romano Mussolini venne con la sua band nel nostro paese - agosto 2004 - per celebrare la manifestazione “Cittadella del jazz”, ci furono abbracci a non finire tra il grande artista e Franco Stella. Questi ci ha confessato che Romano, ormai scomparso, è tuttora e resterà per sempre nel suo cuore. Ci ha comunicato altresì che la segretaria di Sofia Loren si chiamava Ines, e che lo zio Mario, la zia Amaria con tre figlie abitavano in via Lo Rofo Lanciani di Roma. pieffe Da “La Voce del Santuario” di Verbicaro riportiamo una pagina del Rettore can. don Giovanni Celìa. << In memoriam… Il 2 maggio scorso è tornata alla Casa del Padre, la nostra cara sorella 3

[close]

p. 4

ROSINA RUGGIERO La sua abitazione è situata a pochi passi dal Santuario. Con il marito Oreste sono stati benemeriti custodi del nostro Santuario per oltre cinquant’anni. La sua casa è stata sempre accogliente e aperta a tutti, in particolare ai tanti sacerdoti che venivano al Santuario. Le esequie sono state celebrate nel nostro santuario il 3 maggio dal Rettore Don Giovanni Celìa, che era legato alla cara Rosina da affetto e stima. Don Giovanni per la celebrazione del trigesimo ha composto la seguente poesia dedicata alla cara estinta che riportiamo in questa pagina: A zia Rosina Verrò al Santuario e guarderò ancora una volta la tua porta, la tua finestra, e ti rivedrò con il tuo abito antico e solenne. Accoglierò il tuo invito e verrò a bere il tuo caffè, zuccherato di accoglienza e dolcezza. Mi siederò al fuoco con te e ascolterò i tuoi racconti più belli, quelli dei tempi che non tornano più! Continuerò a guardare il tuo volto carico di tanta bontà, guarderò le tue rughe di lavoro e di pianto, e farò tesoro dei tuoi tanti insegnamenti che voglio per sempre con me portare. Don Giovanni Celìa >> LUTTO È scomparso in gennaio a Como, dove risiedeva, il nostro beneamato amico NICOLA BELCASTRO, primogenito del defunto ex tesoriere comunale di Bonifati signor Giuseppe. Nicola veniva tutti gli anni a trascorrere le vacanze estive a Cittadella (casa di proprietà sulla via di accesso al lungomare). Da parte del Giornalino, vivissime condoglianze a tutti i familiari. ____________________________________________ chiesa madre, celebreremo il giovedì santo. Di fronte all’altare, dodici parrocchiani adulti, in veste candida, assolveranno al ruolo degli apostoli di Cristo. Il sottoscritto leggerà all’ambone - a Dio piacendo e con il permesso del parroco - a questo atto introduttivo (v. sua raccolta di poesie pubblicata in dicembre 2014): Appena quattro giorni, e già s’è spenta l’eco degli osanna. In Israele corre il primo mese dell’anno. Tepore ed effluvi di primavera si spandono per le strade a Gerusalemme. La scorsa notte dilagava a distesa il plenilunio, e anche stasera l’astro splende superbo sulla città e la inonda d’argento. Rischiara le vie, illumina giardini e case, e gli ulivi del Getsemani, e in lontananza le croci sul monte del “Cranio”. Domani verrà l’ora delle tenebre. Sarà Sinedrio, quindi Pretorio: flagellazione, coronazione di spine, sputi e scherni, percosse. Sarà via crucis, cammino doloroso verso il Calvario. E poi, all’ora nona si farà buio su tutta la terra, si squarcerà in due il gran velo del Tempio, e lampi e tuoni e scrosci si rovesceranno sulla cima del Golgota, e il centurione griderà nel turbinio del vento: Veramente costui è il figlio dell’Eterno! Intanto stasera - 14 Nisan - Gesù va a mangiare la Pasqua con i dodici apostoli: per essi vino, erbe amare e pane azzimo. Nessuno manca. E dunque: ULTIMA CENA Tredici a quella cena, nel cielo luna piena; vien Cristo, gli sta dietro Simone detto Pietro; già assisi sugli scanni Giacomo con Giovanni figli di Zebedeo, ipsi adunati in Deo con Filippo, Matteo, Andrea, Bartolomeo e Giacomo d’Alfeo e Tommaso, Taddeo, Simone Zelatore, infine il traditore; va’ Giuda a tradir lesto Gesù, deh fallo presto, il pane intinto al vino ti consegna al destino! Pasquale Filippelli LUTTO È scomparso il 25 febbraio nel rione Paneduro a Cittadella l’86enne signor ANTONIO FERRINO (Ninuzzo) persona dabbene e benvoluta da tutti. Nel corso della santa messa esequiale il parroco don Giovanni Celìa ha tenuto elevate e affettuose espressioni. Alle figlie e ai generi, ai cognati, ai nipoti e agli altri familiari dell’estinto le nostre sentite condoglianze. VIA CRUCIS Si svolgerà anche quest’anno nella nostra parrocchia il pio esercizio della via crucis nei venerdì del tempo quaresimale. Il parroco ha disposto di recente che ne venissero ristampati il testo e le immagini. Queste ultime, sedici e suggestive, figurano adesso a colori (ciò grazie al contributo finanziario di un’ affezionata collaboratrice parrocchiale). A Cittadella CARNEVALE 2015 Tra le varie manifestazioni, anche “Allegra chiacchierata con balli, animazione e tanti giochi” dalle ore 18 di domenica 15 febbraio nella sala polivalente, e “Festa in maschera, balli, musica e tanto divertimento” dalle ore 18 di martedì 17 febbraio nel medesimo locale. Gli organizzatori del Gruppo Arcobaleno presieduto da Antonio Rossano hanno assicurato “patatine, popcorn, pennette e dolci di carnevale”. LUTTO Il 10 febbraio è scomparsa l’84enne signora ENRICHETTA LANZETTA ved. PERRONE donna di grandi virtù morali, familiari e civili, legata con ineffabile affetto alle tre figlie (Carla, Silvana, Anna) e ai numerosi altri parenti. A essi le più vive condoglianze del Giornalino e di tutta la comunità cittadellese. DOMENICA 5 APRILE: PASQUA DI RISURREZIONE La solennità pasquale cadrà quest’anno un po’ presto. La sera del 2 aprile, alle 18 (ora legale) nella 4

[close]

p. 5

GIORNATA MONDIALE DEL GATTO Sono stati moltissimi (circa sette milioni) gl’italiani che il 17 febbraio hanno festeggiato per celebrare la Giornata mondiale del simpatico nostro a- mico a quattro zampe. È stato un avvenimento che ha suscitato attenzione e gioia per numerosi adulti e soprattutto per tantissimi bambini. Auguri! 5

[close]

Comments

no comments yet