Statuto

 

Embed or link this publication

Description

Statuto

Popular Pages


p. 1

2014 STATUTO Associazione Culturale SECURTEC

[close]

p. 2

STATUTO Associazione Culturale “ SECURTEC ” SEcurity CUstomer Recovery TECnology Art. 1 E’ costituita l’associazione culturale, di Studio e Ricerca, che si occupa di security e attività attinenti, e dei professionisti della sicurezza aziendale ai sensi della UNI 10459/1995, nominato di seguito “SEcurity CUstomer Recovery TECnology”, definito anche tramite l’utilizzo dell’acronimo “SECURTEC”. Art. 2 L’associazione ha sede in Varano de’ Melegari (PR) in Frazione Viazzano, 127 presso la sede messa a disposizione dalla Società SAIPH Security Ltd. ed ha durata a tempo indeterminato, salvo scioglimento di cui all’Art 19 e Art 20 del presente Statuto. Art. 3 L’associazione è libera, apartitica, non confessionale e non ha fini di lucro. E’ vietato distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione, nonché fondi, riserve o capitale, durante la vita dell’associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposti dalla Legge. Art. 4 Sono compiti dell’associazione, come scopi statutari e attività istituzionali: Informazione, formazione, divulgazione in ambito della sicurezza e della privacy in generale, nonché di quella personale, urbana, ambientale, marittima, aeronautica, civile, industriale e sanitaria; Studiare, approfondire e dibattere i principali problemi etici, culturali, letterari, artistici, economici e sociologici che interessano la società moderna in materia si percezione della sicurezza relazionata alle azioni oggettive delle contromisure proposte o disponibili nel panorama nazionale ed internazionale; Contribuire allo sviluppo sociale, culturale e civile dei cittadini tutti ed alla sempre più ampia diffusione della democrazia e della solidarietà nei rapporti umani, alla pratica ed alla difesa delle libertà civili, individuali e collettive, alla tutela delle fasce sociali più deboli (anziani, bambini, emarginati); Analizzare i problemi sociali, lavorativi, fiscali, la programmazione territoriale, relativa alle infrastrutture e d allo sviluppo territoriale, la soluzione dei molteplici problemi di ogni natura (sanitaria, urbana, agricola, industriale, etc.) che impegnano le realtà locali, e nazionali, tramite gruppi di studio e convegni tematici; Avanzare proposte agli enti pubblici partecipando attivamente alle forme di gestione democratica del potere decisionale nazionale e locale (comitati di zona, unione metropolitana, consiglio Associazione Culturale SECURTEC Frazione Viazzano, 127 43040 Varano de’ Melegari (PR) info@securtec.org

[close]

p. 3

comunale, provinciale, regionale) ai consigli di scuola di istituto e di facoltà e di ogni ordine e grado per un’adeguata programmazione culturale e sociale sul territorio ; Organizzare iniziative, servizi, attività culturali, sportive, turistiche, ricreative atte a soddisfare le esigenze di conoscenza e di ricreazione dei soci, fornire strumenti, servizi ed ausili per l’attività sociale e la pratica civile secondo i dettati costituzionali. Art. 5 Il Circolo, fra gli altri mezzi idonei al raggiungimento dei fini sociali, si propone in particolare le seguenti attività: a) Promuovere almeno due convegni l’anno, su temi di particolare rilievo, alla presenza di esperti del settore da attuarsi presso le sedi periferiche che ne faranno richiesta e si faranno carico degli oneri logistici ed organizzativi; b) Curare la pubblicazione e diffusione di un mezzo di informazione, oltre che di ricerche e studi, sui punti elencati all’Art 4 del presente Statuto; a tale fine il Circolo Cultur ale SECURTEC sarà Editore e Stampatore espletando le formalità di Legge; c) Promuovere riunioni, conferenze, letture, conversazioni e discussioni anche in altre sedi italiane sui problemi fondamentali che si presentano nel tempo di interesse sia generale che locale; d) Costruire un servizio di collegamento, di scambi bibliografici e di consultazioni con analoghe associazioni, pubblici istituti e raccolte private; e) Costituire e promuovere rapporti federativi con altre associazioni culturali presenti sul territorio nazionale ed internazionale; f) Costituire e attivare sedi periferiche e/o delegazioni sul territorio nazionale e/o comunitario. Art. 6 - SOCI Il numero dei soci è illimitato; al Circolo possono aderire tutti gli individui di ambo i sessi che abbiano compiuto il 18° anno di età. Gli associati sono tutti da considerarsi con pari diritti, i Soci sono suddivisi nelle seguenti categorie: a) Soci Fondatori Sono considerati soci Fondatori coloro che hanno dato vita al sodalizio; i soci Fondatori in possesso della certificazione CERSA hanno anche la qualifica di Formatori. b) Soci Ordinari Sono considerati soci Ordinari coloro che, avendo fatto richiesta di iscrizione ed avendone ottenuto l’ammissione, hanno pagato la quota associativa annuale stabili ta dal Consiglio Direttivo. La quota sociale o il contributo associativo è da ritenersi intrasmissibile e non è rivalutabile in alcun modo. Associazione Culturale SECURTEC Frazione Viazzano, 127 43040 Varano de’ Melegari (PR) info@securtec.org

[close]

p. 4

c) Soci Formatori Sono soci formatori coloro che possono effettuare in proprio, o in collaborazione con altri soci, corsi di formazione in ambito di SECURTEC. La qualifica di “socio formatore” deve essere richiesta al Consiglio Direttivo che è l’unico titolato a concedere tale qualifica. Per l’ottenimento della qualifica di “socio formatore” è considerata preferenziale la Certificazione (UNI 10459/1995 e successive modifiche) di CERSA (MI) ; in alternativa: un periodo di tirocinio, stabilito dal consiglio, da effettuarsi in affiancamento ad altri formatori durante lo svolgimento di corsi SECURTEC. Il Consiglio Direttivo potrà stabilire ulteriori requisiti affinché tale ruolo sia completo e qualificante in riferimento alle normative vigenti in materia di formazione. SECURTEC potrà istituire corsi appositi per il rilascio della qualifica di “socio formatore”. Il Consiglio Direttivo si riserva altresì, in deroga, di valutare altre certificazioni equivalenti per il rilascio della qualifica di “socio formatore”. d) Soci Onorari Sono soci onorari coloro che per particolari meriti, titoli accademici o incarichi ricoperti, hanno dato prestigio alla Nazione e/o al Comparto Sicurezza; sono nominati dal Consiglio Direttivo e sono esentati dal versamento della quota associativa di iscrizione; partecipano alle assemblee ed ai direttivi con diritto di parola. I soci onorari, in quanto nominati ed esentati dal versamento delle quote sociali, non hanno diritto di voto. I soci onorari restano tali fino a espressa richiesta di rinuncia dello status da parte dei medesimi; ovvero la loro condizione di Soci Onorari può essere revocata in ogni momento dal Consiglio Direttivo per gravi motivi (Art.8 lettera C). Art. 7 L’ammissione a socio avviene: a. Su proposta dei soci fondatori. b. Dietro invito del Consiglio direttivo. c. Dietro presentazione di domanda al Consiglio direttivo. Il Consiglio direttivo delibera insindacabilmente, anche senza motivazione, sull’accettazione o meno della domanda di ammissione; la domanda viene intesa come accettata se non si riceve parere contrario entro 30gg dalla data di presentazione della stessa. (fa fede la data del timbro postale di ricevimento e/o della ricevuta della posta certificata – posta PEC). Art. 8 Tutti i soci hanno gli stessi diritti, purché siano in pari con il versamento delle quote sociali. Essi possono partecipare alle assemblee, frequentare i locali, presenziare alle riunioni, alle conferenze, alle convenzioni ed ai dibattiti. Associazione Culturale SECURTEC Frazione Viazzano, 127 43040 Varano de’ Melegari (PR) info@securtec.org

[close]

p. 5

Art. 9 I soci sono tenuti: a. Al pagamento della quota sociale; b. All’osservanza dello statuto, degli eventuali regolamenti interni e delle deliberazioni prese dagli organi sociali. Art. 10 La qualità di socio si perde: a. Per dimissioni scritte, presentate al Consiglio Direttivo e ratificate dallo stesso. b. Per mancato pagamento della quota sociale. c. Per cancellazione dal libro dei soci, proposta dal Consiglio Direttivo, successivi alla perdita dei requisiti morali, per mancanza di etica e mancata osservanza del codice deontologico. La perdita dello stato di socio dovrà essere ratificata dalla prima assemblea utile o altra appositamente costituita per fatti gravi. Contro la delibera del Consiglio Direttivo, che deve essere comunicata al Socio entro 5 giorni da quando lo stesso viene a conoscenza del fatto, l’interessato può ricorrere entro 15 giorni dalla comunicazione e comunque dinanzi all’assemblea nella quale verrà inserito nell’ordine del giorno la proposta di radiazione. PATRIMONIO SOCIALE Art. 11 Il patrimonio sociale è indivisibile e non distribuibile ed è costituito: a. Dal patrimonio mobiliare e immobiliare di proprietà del Circolo. b. Dai contributi, erogazioni, donazioni e lasciti diversi. c. Dal fondo di riserva. Art. 12 Le somme versate per la tessera e per le quote sociali non sono rimborsabili e nemmeno frazionabili. Associazione Culturale SECURTEC Frazione Viazzano, 127 43040 Varano de’ Melegari (PR) info@securtec.org

[close]

p. 6

ORGANI DELL’ASSCIAZIONE Art. 13 Gli organi dell’associazione sono: a. L’assemblea dei soci; b. Il Presidente; c. Il Consiglio direttivo; d. Il Collegio dei Probiviri; e. Il “Revisore Unico” dei Conti ed il sostituto. ASSEMBLEA DEI SOCI Art. 14 L’assemblea dei soci viene convocata, in via ordinaria dal Presidente Consiglio direttivo, almeno una volta l’anno e, in via straordinaria, quando lo reputi opportuno il Consiglio Direttivo o la convocazione sia richiesta da non meno di un terzo dei soci o nel caso previsto dall’articolo 8, ultimo capoverso. L’avviso di convocazione dell’assemblea deve essere comunicato ai soci almeno quindici giorni prima della data fissata per le assemblee. La convocazione avviene con ogni metodo consentito (cartaceo e/o elettronico) si intende comunque validamente comunicata quando questa venga esposta per un periodo, antecedente allo svolgimento, non inferiore a 30 gg presso i locali della sede sociale o 40 gg sul sito internet della associazione. Le votazioni possono avvenire per alzata di mano o a scrutinio segreto, quando ne faccia richiesta almeno un decimo dei presenti per l’elezione delle cariche sociali la votazione avviene a scrutinio segreto le votazioni avvengono sempre sulla base del principio del voto singolo, di cui all'art. 2352, secondo comma, del codice civile le assemblee ordinarie e straordinarie possono essere svolte anche per via telematica nell’apposita area del sito web dell’Associazione. Art.15 Per la validità delle assemblee è richiesta, in prima convocazione, almeno la metà più uno dei soci; in seconda convocazione, che deve avvenire quando sia trascorsa almeno un’ora dalla prima convocazione, le assemblee sono valide qualunque sia il numero dei presenti. Le deliberazioni vengono prese col suffragio della metà più uno dei votanti e sono impegnative per tutti i soci, anche se assenti o dissenzienti. Associazione Culturale SECURTEC Frazione Viazzano, 127 43040 Varano de’ Melegari (PR) info@securtec.org

[close]

p. 7

Art.16 L’assemblea dei soci esamina l’attività svolta dal Consiglio direttivo, approva i bilanci, indica l’azione futura da compiere e, quando sia convocata con questo scopo, elegge il Consiglio direttivo a norma dell’articolo 15. CONSIGLIO DIRETTIVO Art. 17 Il Consiglio direttivo è composto da un numero dispari di soci, tale numero è stabilito dall’assemblea dei soci ed ha valore per il quadriennio di carica. Il Consiglio direttivo viene nominato dall’assemblea secondo modalità di voto da essa stabilite, rimandando ad apposito Regolamento interno che, il Consiglio Direttivo di Prima nomina, redigerà entro un anno dall’insediamento sottoponendolo alla prima assemblea utile per la ratifica. Il Consiglio Direttivo è composto da un numero minimo di cinque consiglieri e massimo di venticinque, eletti dall’assemblea ordinaria fra i soci ordinari e resta in carica per quattro anni; i membri del consiglio sono rieleggibili. Nella sua prima seduta il consiglio direttivo elegge, fra i suoi membri, il Presidente. L’elezione del Presidente è valida con un numero pari o superiore ai 4/5 (quattro quinti) dei voti, in mancanza si procederà a nuove elezioni ogni 45 (quarantacinque) minuti fino al raggiungimento del numero indicato; dopo 4 (quattro) votazioni andate nulle si procederà al ballottaggio fra i due candidati che avranno ottenuto il maggior numero di voti nella somma delle precedenti elezioni. Per le altre cariche previste, l’elezione avverrà per maggioranza. Art. 18 Il Consiglio direttivo resta in carica cinque anni e i suoi componenti possono essere rieletti. Esso provvede all’attuazione del programma dell’associazione, all’esecuzione delle delibere delle assemblee, all’amministrazione e conservazione dei beni sociali e su ogni altra materia di su a competenza. In particolare, al termine di ogni anno sociale che si inizia col 1 gennaio e finisce il 31 dicembre dello stesso anno, il Consiglio Direttivo redige una relazione sulla attività svolta, prepara il bilancio consuntivo dell’esercizio ed un bilancio preventivo per l’esercizio successivo. Il Consiglio Direttivo fissa ogni anno la quota sociale per l’anno successivo. Art. 19 a) Il Consiglio Direttivo elegge nel suo seno: - Un Presidente; - Uno o più Vice Presidenti, di cui almeno uno con funzioni di Vicario; - Un Tesoriere; Associazione Culturale SECURTEC Frazione Viazzano, 127 43040 Varano de’ Melegari (PR) info@securtec.org

[close]

p. 8

b) Il Consiglio Direttivo nomina: - Tre probiviri - Il revisore dei conti unico ed un supplente - Il Direttore del giornale e/o della pubblicazione divulgativa - Il Comitato di redazione del giornale e/o della pubblicazione divulgativa c) La rappresentanza spetta al Presidente ed in sua assenza al Vice Presidente da lui delegato. Il Consiglio direttivo si avvarrà inoltre di una segreteria esecutiva da questo designata e della quale potrà chiamare a far parte anche i soci non facenti parte del Consiglio Direttivo. Le cariche di cui al precedente comma “b” possono essere assegnate fra tutti i soci osservanti degli articoli 5, 6 e 7 e che non si trovino nelle condizioni di cui all’articolo 8 del presente statuto. d) Su proposta del Consiglio Direttivo si possono nominare sino a tre Presidenti Onorari che fanno parte del Consiglio Direttivo, patrocinano le iniziative e non hanno diritto di voto nelle riunioni. REVISORE UNICO e PROBIVIRI Art. 20 Il consiglio direttivo è integrato dal revisore dei conti unico, o supplente, incaricato della verifica tecnica dei bilanci; dal consiglio dei probiviri, composto da 3 (tre) soci ordinari ed è responsabile delle procedure disciplinari nei confronti dei Soci, compresi i membri del consiglio direttivo. Le cariche di cui al presente articolo devono essere assegnate a persone di provata competenza in materia (revisore unico e supplente: dottore commercialista o ragioniere – componenti collegio probiviri: avvocati o laureati in legge). Il ricorso ai probiviri è una possibilità che viene data ai Soci, per redimere questioni interne insorte fra i Soci stessi o nei confronti dei componenti del Direttivo o altro organo Statutario. I probiviri devono redigere un verbale, sulle decisioni prese, e consegnarlo al Segretario entro 40 giorni dalla ricezione del ricorso da parte del Socio ricorrente; il Segretario dovrà darne comunicazione al Presidente, ed al Direttivo, nel più breve tempo possibile e comunque non oltre 10 giorni dalla data di ricezione dello stesso; il Presidente dovrà comunicare la decisione dei probiviri al Socio ricorrente entro 5 giorni lavorativi successivi alla data di ricezione; la decisione dei probiviri è inappellabile ed immediatamente operativa dalla data di comunicazione al Socio. Una eventuale azione tramite organi esterni non avrà alcun riscontro nella vita sociale fino a condanna di primo grado; in caso di appello e successivi gradi di giudizio, i soci coinvolti saranno sospesi dalle attività sociali fino a sentenza defin itiva. Le sentenze passate “in giudicato” saranno sottoposte all’attenzione dei probiviri che definiranno le azioni da applicare al soccombente. Associazione Culturale SECURTEC Frazione Viazzano, 127 43040 Varano de’ Melegari (PR) info@securtec.org

[close]

p. 9

IL PRESIDENTE Art. 21 1) 2) Al Presidente spetta la rappresentanza legale di fronte ai terzi ed anche in giudizio. Al Presidente compete, sulla base delle direttive emanate dall’assemblea e dal Consiglio Direttivo, al quale comunque il Presidente riferisce circa l’attività compiuta, l’ordinaria amministrazione dell’Associazione; il Presidente provvede ad aprire, su mandato del Consiglio Direttivo, presso gli Istituti di Credito conti correnti bancari e/o postali necessari all’attività dell’associazione, il Presidente potrà delegare uno o più componenti del Consiglio Direttivo ad effettuare mansioni o compiti di sua spettanza per un tempo determinato, o per singoli atti, per un periodo non superiore al mandato. Il Presidente convoca e presiede l’Assemblea e ne cura l’esecuzione delle relative deliberazioni, sorveglia il buon andamento amministrativo dell’Associazione, verifica l’osservanza allo Statuto e ai Regolamenti, ne promuove la riforma ove ne ritiene la necessità. Il Presidente, con l’ausilio del Tesoriere, cura la pre disposizione del bilancio consuntivo da sottoporre per l’approvazione al Consiglio Direttivo, e dell’Assemblea , corredandolo con il verbale del revisore dei conti e, se necessario, integrandolo con idonee relazioni. Il Presidente, in caso di impedimento all’esercizio delle proprie funzioni, viene sostituito dal Vice Presidente, con funzioni vicarie. Il Presidente nomina il Segretario dell’Associazione che si occuperà della comunicazione interna ed esterna, fornisce trimestralmente un resoconto sommario sulla attività e annualmente un resoconto dettagliato per la presentazione dei lavori svolti, o da svolgere, all’Assemblea dei Soci. Il Presidente dell’Associazione ha la rappresentanza sociale, la durata della carica è uguale a quella del Direttivo ed è rieleggibile. Il Presidente viene nominato in seno al Consiglio Direttivo. Il Presidente ha il potere di impegnare i fondi dell’Associazione producendo dettagliato rendiconto trimestrale al Consiglio Direttivo. 3) 4) 5) 6) 7) 8) 9) 10) Il Presidente può conferire delega scritta ad altro membro del Consiglio Direttivo per singoli atti; la delega può essere revocata tramite comunicazione scritta in qualsiasi momento. SCIOGLIMENTO ASSOCIAZIONE Art. 22 Lo scioglimento del Circolo può essere deliberato solo con le norme stabilite dall’articolo 20. Associazione Culturale SECURTEC Frazione Viazzano, 127 43040 Varano de’ Melegari (PR) info@securtec.org

[close]

p. 10

In caso di scioglimento, i beni sociali sono devoluti dall’Assemblea ad un altro ente culturale e/o educativo avente analoghe finalità e comunque secondo le disposizioni di Legge. Art. 23 Le deliberazioni di modifica dello Statuto o di scioglimento del circolo (vedi precedente articolo 19), dovranno essere approvate dalla maggioranza dei soci espressa in assemblea appositamente convocata; tale assemblea sarà legittimata a deliberare con un quorum pari ad almeno i 2/3 (due terzi) degli aventi diritto. NORMATIVE Art. 24 Per tutto quanto non espressamente indicato nel presente Statuto, o in caso di discordanze, occorre fare riferimento alla legislazione vigente in materia. NORME TRANSITORIE Assemblea costituente: i soci fondatori riuniti per la prima volta in assemblea, in via transitoria detta “assemblea costituente”, deliberano e approvano il primo Consiglio Direttivo e il suo Presidente (consiglieri e presidente tutti successivamente rieleggibili), che restano in carica per un periodo di cinque anni; tutte le altre cariche saranno deliberate nella prima riunione utile del nuovo Consiglio Direttivo, che nominerà tutte le cariche statutarie previste, dove necessarie. I successivi rinnovi saranno ai sensi dell’Art.17 del presente statuto. Disposizioni finali La rappresentanza dell’associazione nei confronti dei terz i ed in giudizio, sia in sede giurisdizionale che amministrativa, compresi i giudizi in cassazione e revocazione, nonché la firma sociale libera competono al Presidente e, in caso di sua assenza o impedimento, anche temporaneo, al Vicepresidente e, in caso di assenza o impedimento, anche temporaneo di quest’ultimo, al consigliere più anziano, di fronte a terzi la firma di chi sostituisce il Presidente a prova dell’assenza o impedimento del medesimo; per tutto quanto non previste espressamente dal presente statuto, si rimanda alla normativa vigente in materia. Al Presidente del consiglio direttivo compete la legale rappresentanza dell’associazione, nonché la legale rappresentanza della firma sociale; egli presiede e convoca l’assemblea ordinaria e il consigl io direttivo, sovraintende alla gestione amministrativa ed economica dell’associazione, verifica che sia aggiornata la contabilità, i registri contabili ed il registro degli associati. Per tali incombenze potrà avvalersi anche dell’ausilio di collaboratori esterni all’associazione. Il presente statuto si compone di DIECI pagine divisi in VENTIQUATTRO articoli più NORME TRANSITORIE. Il Presidente Il Vice presidente Vicario Associazione Culturale SECURTEC Frazione Viazzano, 127 43040 Varano de’ Melegari (PR) info@securtec.org

[close]

Comments

no comments yet