unagraco info n 1

 
no ad

Embed or link this publication

Description

la rivista di informazione UNAGRACO

Popular Pages


p. 1

EDIZIONE SPECIALE UNAGRACO.INFO Congresso UNAGRACO Bari Commercialisti, nuovi scenari tra i Fondi europei e le attività del futuro “Crescita e professionalità: la sfida da vincere”

[close]

p. 2

La presentazione del congresso del Presidente UNAGRACO Giuseppe Diretto A Coraggio e nuove attività la sfida più grande per i commercialisti di Giuseppe Diretto * bbiamo voluto dare a questo Congresso un titolo. La nostra scelta quest’anno, non a caso, è ricaduta sulla parola “sfida”. Sfida come opportunità di crescita, di confronto dialettico per la definizione di nuove strategie per la nostra Categoria, punto di partenza di questa ricca tre giorni barese che ci vedrà proficuamente impegnati in confronti e tavole rotonde. Sfida come tentativo di individuare obiettivi programmatici da condividere per superare gli ostacoli che ancora oggi impediscono alla nostra professione di essere svolta con la dignità che merita. La categoria non solo come aggregazione di forze, ma anche come bene da difendere e tutelare dagli attacchi e dalle numerose problematiche che ne costellano quotidia- UNAGRACO.INFO Alessia De Pascale Redazione: Via Guido Dorso,75 - Bari ANNO I - N.1 - Novembre 2014 Registrazione N.REG.Stampa 29 3963/2014 16/10/2014 Tribunale di Bari Distribuzione gratuita Direttore Responsabile Giuseppe Diretto Editore namente l’operato, spesso minandola, a volte mettendola a dura prova. La categoria come realtà che necessita di assoluta attenzione, della nostra totale compattezza e solidità, per riconquistare e mantenere alta la credibilità attraverso un percorso di crescita professionale costante che ciascuno di noi deve indirizzare verso un comune sentire, una prospettiva di miglioramento, un’ottica di profondo rinnovamento. La nostra presenza qui, oggi, vuole essere un monito alla riflessione, un richiamo che giunga più forte a tutte le compagini qui rappresentate egregiamente, verso l’impegno e la responsabilità affinché da questo Congresso Giuseppe Diretto 2 UNAGRACO.INFO - La presentazione del Congresso

[close]

p. 3

non nascano solo sterili richieste, ma veri pro- Interprofessionali. Da non trascurare le nuove dromi di rinascita, sintesi costruttive che rac- opportunità per i commercialisti grazie ad alcucolgano le diverse proposte e visioni, avendo il ni progetti di grande portata come i Fondi bene della categoria come obiettivo comune. Europei per i professionisti e per le imprese Passare in rassegna, dunque, le criclienti. Sarà l’oggetto della terza ticità ma anche alzare lo sguardo Confronto, crescita tavola rotonda dal titolo “In prima verso nuove prospettive che si fila con i Fondi Europei: il ruolo del e sfida, aprono ai commercialisti. professionista nei progetti Horizon i tre comuni Con il primo focus analizzeremo le denominatori del 2020 e Cosme”, con spunti e strudiverse proposte di modifica al menti per poter seguire e proporre Congresso di Bari D.lgs 139/2005. Nelle seconda ai clienti l’utilizzo di questi fondi. che riunirà tavola rotonda, invece, dal titolo 600 professionisti Sono convinto che questa attività “Prospettive e nuovi scenari di crepotrà essere molto importante per provenienti scita dei commercialisti”, i relatori da tutti gli Ordini i commercialisti, per formare forniranno preziosi consigli sulle nuove figure specializzate in quedel Paese attività professionali meno diffuse. sto settore che ci accompagnerà In questo periodo di crisi, infatti, per un po’ di anni, traghettandoci vorremmo focalizzare l’attenzione dei colleghi verso nuove frontiere e verso un’ottima prosulla specializzazione e diversificazione su spettiva professionale. altre possibili attività  professionali. Così parleremo del ruolo del commercialista nelle nuove procedure concorsuali ai piani di risanamento, agli accordi di ristrutturazione dei * Presidente Nazionale UNAGRACO debiti, al concordato preventivo, dalla mediazione all’arbitrato, per finire al D.lgs 231/2001 e alle opportunità nel campo della formazione fornite grazie ai contributi erogati dai Fondi Relatori durante il Congresso di Bari La presentazione del Congresso - UNAGRACO.INFO 3

[close]

p. 4

Il presidente Longobardi traccia un bilancio dei primi mesi di mandato: interlocuzioni importanti, una presenza forte e organizzata e un nuovo sguardo sulla professione del commercialista La mission del Consiglio: fare rete con Istituzioni e politica di Gerardo Longobardi* D opo un periodo davvero troppo lungo di forzoso silenzio, la nostra professione è finalmente tornata in campo. Il nuovo Consiglio nazionale che ho l’onore di presiedere, è da pochissimi giorni arrivato al giro di boa dei suoi primi giorni di mandato. Poco più di tre mesi nei quali ci siamo innanzitutto concentrati su quella che abbiamo da subito dichiarato essere la nostra vera mission: ricostruire una fitta rete di relazioni con le Istituzioni e con la politica, dai cui radar eravamo giocoforza scomparsi. Questo ha significato non solo avviare interlocuzioni importanti con i principali esponenti dei nostri ministeri di riferimento, Giustizia e Economia, e con altri autorevoli referenti della professione, ma anche riprendere a produrre documenti e proposte, tornare a far sentire forte la voce della professione nelle materie in cui le nostre competenze sono oggettivamente irrinunciabili. Su tutte, naturalmente, il fisco. Siamo quindi stati proficuamente presenti in sede di audizioni parlamentari sulla delega fiscale, sulle tematiche relative alla giustizia civile, su quelle legate al mondo del lavoro e su tante altre. Sempre mossi dalla consapevolezza che il poco tempo a nostra disposizione in questo mandato nato dimezzato, ci impone di esseUNAGRACO.INFO - L’intervento re veloci. Una presenza nuovamente forte e organizzata di cui, credo di poterlo dire senza timore d’essere smentito, anche la piena riuscita del recente Congresso mondiale della professione è stata tangibile testimonianza. Questo è dunque il contesto in cui cade questo vostro importante Congresso nazionale, che ha il merito, per i temi che avete scelto, di impegnarsi a riflettere concretamente sul futuro della professione. Non Gerardo Longobardi 4

[close]

p. 5

solo sui possibili nuovi scenari di crescita, tra i quali avete opportunamente individuato quello dell’accesso e della gestione dei fondi europei, ma anche attraverso un processo di modifica, che auspicate giustamente essere il più partecipato possibile, del D.lgs 139 del 2005. Un tema, come sapete, che questo Consiglio nazionale non trascurerà di affrontare, essendo esso parte del nostro programma elettorale. “Crescita e professionalità: la sfida da vincere”, direi soprattutto sul terreno del cambiamento e guardando al futuro. Un futuro nel quale, oltre ai temi che affronterete nelle vostre assise, il Consiglio nazionale si occuperà, tra le altre cose, anche di revisione e controlli societari, ribadendone la centralità e la insostituibilità per la tenuta e la credibilità del sistema economico. Un futuro nel quale dovremo inoltre riservare un posto finalmente importante al tema delle specializzazioni, perché la figura del commercialista tuttologo farà sempre più fatica a coincidere con le reali esigenze di un mercato professionale in costante mutamento. Ma futuro, lasciatemelo dire, significa oggi, per noi commercialisti, soprattutto ritrovare l’orgoglio dello stare insieme, uniti, e quello della nostra funzione al servizio dello Stato, delle imprese e dei contribuenti. Nella certezza che, tanto più in una fase di perdurante sofferenza per il tessuto economico e produttivo, il nostro ruolo di guida, consulenza e orientamento può, una volta di più, risultare determinante. * Presidente Consiglio nazionale dottori commercialisti ed esperti contabili Davide Di Russo, vice Presidente CNDCEC al Congresso di Bari Il Consiglio nazionale si occuperà anche di revisione e controlli societari Alcuni momenti del Congresso: platea L’intervento- UNAGRACO.INFO 5

[close]

p. 6

Molte novità e suggerimenti emersi durante la prima tavola rotonda del congresso barese Primo focus, proposte e modifiche al D.lgs 139/05 Il decreto legislativo n. 139 del 28/06/2005 reca in sé la regolamentazione della professione di dottore commercialista ed esperto contabile , definendone non solo le competenze, i titoli di accesso alla professione e le modalità per farlo, ma anche l’organizzazione capillare sul territorio nazionale di rappresentanze che confluiscono nell’organo nazionale per eccellenza: il Consiglio nazionale dell’Ordine .L’elezione dei consiglieri nazionali avviene attraverso la presentazione di una o più liste con a capo l’individuazione di un Presidente , contrapposte fra loro che vengono votate dai Consigli Territoriali.Ogni Consiglio territoriale esprime un numero di voti proporzionale al numero dei suoi iscritti e vota all’unanimità. Ogni consigliere può dare la sua preferenza ma I relatori della Prima Tavola Rotonda alla fine la lista che prende più voti sarà quella assegnataria dell’intero numero di voti attribuiti a quel Consiglio. Una prima criticità del decreto , che nell’ultimo biennio è stata oggetto di ampio dibattito in sede elettorale, è proprio il criterio fissato per l’elezione del Consiglio Nazionale. Da più parti infatti arriva la richiesta di un maggiore coinvolgimento della base degli iscritti, di quei colleghi, cioè, che non ricoprono cariche all’interno degli ordini locali e che quindi allo stato dell’attuale stesura dell’art.25 del d.lgs.139/2005 non sono in alcun modo in grado di influire sulla scelta dei Consiglieri Nazionali, loro unici rappresentanti nei rapporti con le istituzioni e la pubblica amministrazione ex.art.29 dello stesso decreto, se non attraverso una mera indicazione di volontà fornita al 6 UNAGRACO.INFO - Prima Tavola Rotonda

[close]

p. 7

proprio consiglio territoriale attraverso l’unico strumento utilizzabile allo scopo: l’Assemblea degli iscritti, che normalmente però non viene mai convocata in materia elettorale. Ad introdurre e moderare i lavori della prima tavola rotonda il Vice Direttore del TG1, Gennaro Sangiuliano che ha rivolto diverse domande e spunti di riflessioni ai relatori presenti. Tra loro, gli interventi di Massimo Ivone, vice-presidente nazionale UNAGRACO che ha affrontato il tema della separazione tra Ragionieri e Commercialisti, visti i precetti contenuti negli articoli del D. Lgs 139 e alla luce del termine del periodo transitorio per la loro unificazione.”E’ necessario - ha detto Ivone - incentivare l’aggregazione degli studi professionali; se nel 139 si prevedessero incentivi alla creazione di studi associati sarebbe una opportuntà da cogliere”.Altre questioni alla base del suo intervento, sono state le modifiche dei criteri elettivi del Consiglio Nazionale e del suo presidente, nonché l’opportunità di affidare un potere decisionale all’assemblea dei Presidenti dei Consigli degli Ordini. Elbano De Nuccio, Consigliere Segretario ODCEC di Bari, invece, si è soffermato sui cambiamenti che hanno investito in questi ultimi anni la professione, sull’importanza dell’aggiornamento informativo e dela funzione di orientamento dell’Ordine per facilitare l’accesso al lavoro dei giovani colleghi. Sulla questione della formazione professionale è tornato anche il presidente UNAGRACO Giuseppe Diretto, interrogandosi sui soggetti di categoria competenti in materia, se gli Ordini territoriali o quello centrale, oltre a soffermarsi sugli organi preposti ai controlli preventivi o autorizzazioni nei confronti delle associazioni che si occupano di formazione. Interessante l’intervento del sottosegretario al ministero dell’Economia e Finanza, Enrico Zanetti: “La scelta economica del Governo è chiara - ha dichiarato - stiamo cercando di concentrare tutte le risorse su lavoro e produzione”. Il sottosegretario ha proseguito fornendo diversi consigli sull’oggetto della professione dall’esame di accesso alla costruzione di un Sangiuliano, moderatore Enrico Zanetti Luigi Carunchio Elbano De Nuccio Massimo Ivone Francesco Muraca meccanisimo di rappresentanza e sulle modalità di espressione del voto. “Oggi la vita professionale è eticamente più problematica”, ha concluso, “serve una gestione più attenta degli incarichi”. Spunti di riflessione sono giunti anche dal presidente ODCEC Catanzaro, Francesco Muraca: “La formazione è un’opportunità ma va data più autonomia agli ordini territoriali”. Prima Tavola Rotonda - UNAGRACO.INFO 7

[close]

p. 8

La seconda tavola rotonda apre a futuri sbocchi lavorativi per i professionisti Il commercialista del futuro, attento alla evoluzione della professione e in grado di cogliere le sfide lanciate dal tessuto economico e italiano. finanziario Nelle seconda tavola rotonda dal titolo “Prospettive e nuovi scenari di crescita dei commercialisti”, i relatori forniranno preziosi consigli sulle attività professionali meno diffuse e conosciute. Dal ruolo del commercialista nelle nuove procedure concorsuali ai piani di risanamento, agli accordi di ristrutturazione dei debiti, al concordato preventivo, per finire al D.lgs 231/2001 e alle opportunità nel campo della formazione fornite grazie ai contributi erogati Fondi dai Interprofessionali. “In questo periodo di crisi, infatti, vorremmo focalizzare l’attenzione dei colleghi sulla specializzazione e diversi- Nuove prospettive per i commercialisti ficazione alzando lo sguardo su altre possibili attività     professionali”, aveva dichiarato in apertura il presidente UNAGRACO, Giuseppe Diretto. Tra gli interventi alla seconda tavola rotonda, quello del Sostituto Procuratore Generale della Corte d’Appello di Angela Bari, Tomasicchio, che ha riguardato le nuove figure professionali con riferimento al professionista attestatore e alla sua responsabilità penale. Ha affrontato quindi la questione del reato di cui all’art. 236 bis della legge fallimentare, analizzando l’oggetto del reato, l’elemento psicologico ed i problemi interpretativi fattispecie. della Il magistrato ha concluso poi il suo intervento accennando brevemente anche alla responsabilità civile del predetto professionista. Angela Tomasicchio Francesco Catanese Francesco Campobasso Enrico Zucchi 8 UNAGRACO.INFO - Seconda Tavola Rotonda

[close]

p. 9

La photogallery del Congresso di Bari Relatori il pubblico in sala Photogallery - UNAGRACO 9

[close]

p. 10

Le prime file del Congresso UNAGRACO Foto di FONTE SILVIA MEO Apertura dei lavori di Giuseppe Diretto (foto di FONTE SILVIA MEO) 10 UNAGRACO - Photogallery

[close]

p. 11

La terza tavola rotonda è dedicata ai Fondi Europei e ai nuovi scenari per i professionisti La terza tavola rotonda dal titolo “In prima fila con i Fondi Europei: il ruolo del professionista nei progetti Horizon 2020 e Cosme”, riguarda la nuova gamma di possibilità che si aprono ai commercialisti grazie a progetti di grande portata e dal respiro europeo. Numerosi gli interventi di relatori provenienti dal mondo professionale, docenti e rappresentanti delle Istituzioni. Il Ministero dello Sviluppo Economico ha da poco pubblicato i dati sulle richieste di agevolazioni pervenute da parte delle piccole e medie imprese al programma Horizon 2020. Si tratta di agevolazioni previste a favore di progetti di ricerca e sviluppo. Sono 271 le imprese che beneficeranno dei finanziamenti per 300 milioni di euro messi a disposizione dal Fondo per la crescita sostenibile negli ambiti tecnologici individuati dal programma "Horizon 2020". Si attivano così investimenti per oltre 525 milioni. Le risorse si basano principalmente sul requisito della transnazionalità e, dunque, il progetto deve avere come fine lo scambio di esperienze, il trasferimento di buone prassi o la cooperazione nella progettazione e nell’attuazione. Le grandi chance di Horizon 2020 e Cosme Luigi Montemurro Sebastiano Gadaleta Francesca Salemi Nella distribuzione geografica dei progetti emerge che la maggior parte proviene da imprese con sede nelle regioni settentrionali (166 in totale), mentre sono 28 i progetti da imprese con sede nelle regioni meridionali. Per quanto riguarda l'ambito tecnologico, i progetti di ricerca e sviluppo presentati si collocano principalmente nei seguenti quattro ambiti tecnologici: ''Fabbricazione e trasformazione avanzate'' (28,41%), ''Tecnologie volte a realizzare gli obiettivi della priorità Sfide per la società prevista dal Programma Orizzonte 2020'' (23,62%), ''Materiali avanzati'' (20,66%), ''Tecnologie dell'informazione e della comunicazione'' (20,30%). Pertanto obiettio di questa tavola rotonda è quello di dare spunti e strumenti ai commercialisti per poter seguire e proporre ai proprio clienti l’utilizzo di questi fondi. Tra gli interventi di questo focus, ineteressante propsettiva quella oferta da Luigi Montemurro, direttore territoriale Puglia di UbiBanca Carime che ha parlato degli elementi di valutazione che la banca richiede quando deve rateare o finanziare progetti di investimento finalizzati alla ricerca e allo sviluppo. La terza tavola rotonda- UNAGRACO.INFO 11

[close]

p. 12

Un momento del congresso In particolare l’UNAGRACO ha stipulato convenzioni con strutture presenti a questo Congresso che formano e accompagnano i commercialisti sia nel percorso di crescita che nella presentazione dei progetti in questo settore. COSME, è invece il nuovo programma per le imprese valido per il periodo 2014-2020, dotato di un budget di circa 2,3 miliardi di euro, volto a migliorare la competitività delle imprese, con riferimento in particolare alle  piccole e medie imprese. Il programma prevede due strumenti volti a facilitare l'accesso ai finanziamenti delle pmi, nella loro fase di avvio, di crescita e di trasferimento. Nel dettaglio gli strumenti sono: lo strumento di capitale proprio per la crescita  (Equity Facility for Growth - EFG) e lo strumento di garanzia dei prestiti  (Loan Guarantee Facility - LGF). Secondo la Ue gli strumenti finanziari supportati da Cosme porteranno probabilmente a un aumento annuo di 3,5 miliardi di euro di prestiti addizionali per le imprese dell'Ue o di investimenti nelle stesse. 12 UNAGRACO.INFO - La terza tavola rotonda

[close]

p. 13

I 15 membri del nuovo Consiglio Direttivo del neo Presidente Nazionale Diretto Ecco la mia squadra Giuseppe Diretto Massimo Ivone Francesco Avolos Ada Pechini Nicola Buri Elvira Catuogno Erica Di Santo Giuseppe Buzzacchino Luigi Capuozzo Francesca Salemi Domenico Magno Giuseppe Baglioni Davide De Giorgi Alessandro Novelli Antonio Lillo Il nuovo Consiglio direttivo - UNAGRACO.INFO 13

[close]

p. 14

Le commissioni nazionali di studio L’insediamento al Nicolaus Hotel di Bari giovedì 20 novembre 2014 Giovedì 20 novembre  si è tenuto a Bari, presso Commissione Ordinamento, deontologia e foril Nicolaus Hotel, l'insediamento delle mazione (presidente Suriano), Commissione Commissioni e la presentazione di ogni compo- Concorrenza e libere Professioni, Commissione nente. I consiglieri delegati ed i presidenti delle Enti Locali (presidente Iulianella), Commissione Commissioni hanno illustrato i primi punti Collegio Sindacale (presidente Boischio), del  programma che Commissione saranno oggetto di Antiriciclaggio, studi. Le commissioni: Oggetto di studio tematiche come la crisi d’impre- Commissione Enti No sa, problematiche previdenziali e responsabilità Commissione Crisi Profit, Commissione etica, ambientale e valorizzazione del capitale d'Impresa (presidente Finanza Agevolata umano Viola), Commissione ( p r e s i d e n t e Governance d'Impresa Alessandra Forconi), (presidente Marcetti), Commissione Studio Commissione Impresa Cooperativa (presidente Professionale (presidente Gasparroni), Commissione Contenzioso Fanizzi),Commissione Problematiche Tributario (presidente Ficarella), Commissione Previdenziali (presidente Tartaglia), Informatica e sito istituzionale (presidente Commissione Responsabilità etica, ambientale Palmiotto), Commissione Lavoro (presidente e valorizzazione del capitale umano, Angelo Salemi) 14 Foto di gruppo delle Commissioni UNAGRACO.INFO - Le Commissioni di studio

[close]

p. 15

Congresso di Bari - UNAGRACO.INFO 15

[close]

Comments

no comments yet