Memorie Urbane Street Art Festival Catalog 2014

 

Embed or link this publication

Description

the catalog of all teh works made in 2014 for Memorie Urbane 2014

Popular Pages


p. 1



[close]

p. 2

un progetto di col patrocinio di COMUNE DI GAETA COMUNE DI TERRACINA COMUNE DI FONDI COMUNE DI ITRI COMUNE DI LATINA COMUNE DI ARCE in collaborazione con media partners partner materiali per l’edilizia GAETA VECCHIA TERRACINA

[close]

p. 3

il progetto IT Memorie Urbane nasce nel 2011 da un’idea di Davide Rossillo, presidente di Turismo Creativo, da sempre sostenitore dell’arte contemporanea come elemento di dinamismo culturale e strategia di crescita socio-economica, culturale ed turistica. L’obiettivo del progetto è portare “allo scoperto” la pratica artistica contemporanea ed in particolare l’arte urbana, come arte di frontiera, ponendola a stretto contatto con il territorio al fine di stimolare un processo di interazione e contaminazione reciproca. Il Festival, noto ormai per aver introdotto l’arte urbana a Gaeta e Terracina, primecittà che hanno aderito all’iniziativa, si muove in continuità con il patrimonio storico, artistico e naturale del territorio e lo sottolinea anche nel nome che si è scelti: Memorie Urbane, rievoca quanto la “memoria” sia considerata fondamentale come punto di partenza, pur in un processo innovativo proiettato verso il futuro. L’obiettivo è riscoprire la città attraverso l’arte urbana contemporanea che diventa strumento per dare nuovo risalto a spazi che, pur essendo parte di un orizzonte visivo acquisito, sono solitamente trascurati, abbandonati e privi di una qualificazione. “Memorie Urbane” è dialogo tra presente e passato, fra arte e spazi pubblici. Una formula ormai collaudata, che ha portato il Festival ad evolversi e ad aumentare il numero di artisti partecipanti, collaborazioni ed eventi collaterali e che ha trovato per l’ edizione 2014 la straordinaria partecipazione di 6 città del Basso Lazio in un laboratorio artistico a cielo aperto, degno delle principali capitali europee. Un mondo di opere, una rete di artisti e un universo di colori che le persone vivono direttamente sui muri della propria città e contribuiscono a realizzare, prendendosi cura con entusiasmo degli artisti e del lavoro che questi regalano al territorio, in luoghi prima dimenticati. Memorie Urbane propone un nuovo modo di fare turismo: portare il Basso Lazio nel cuore della produzione culturale di qualità internazionale e farlo diventaresempre di più meta di appassionati interessati alla più divertente, esplosiva e democratica forma di arte contemporanea, amata dalle persone di tutte le età. Coltivare l’arte, per rendere fertile il nostro territorio. EN Established in 2011, Memorie Urbane (Urban Memories) owes its origin to Davide Rossillo, President of Creative Tourism and a long-time aficionado of contemporary art, which he considers an element of cultural dynamism and a strategy to attain development that is socio-economic, cultural and touristic in scope. The intuition behind the project is to “bring out” contemporary art practice and in particular promote urban art, deemed as a borderline discipline, and place it in close contact with the territory in order to stimulate a process of interaction and cross contamination. Known for having brought urban art to Gaeta and Terracina, the first two cities to have joined the initiative, Urban Memories – as implied by its very name – continuously evolves with the historical, artistic and natural heritage of the area. “Memory” thus plays an essential role as a starting point for innovation. The goal of the festival is to re-discover the city through contemporary urban art, which becomes an instrument to give new emphasis to spaces that, despite being part of a common visual horizon, are often neglected. “Memorie Urbane” is a dialogue between the past and the present, between art and public spaces: a winning formula through which the festival developed and increased the number of participating artists, along with collaborations and accessory events that in 2014 will see the extraordinary participation of six cities in southern Lazio. An artistic workshop in the open, worthy of the goals and activities it promotes of the cultural campaigns of any major European capital. The festival is a world of works, a network of artists and a universe of colors that people experience directly on the walls of their city, actively helping in their creation while enthusiastically taking care of the artists and the work they are giving to the territory, in places otherwise forgotten. “Memorie Urbane” also offers a new way of creating tourism, bringing to southern Lazio the best of international quality cultural production while turning the territory into a favorite destination for flows of tourists of all ages with a love for the most explosive, democratic and loving form of contemporary art. Cultivate art to make our land fertile.

[close]

p. 4

CREDITS Web Site: www.memorieurbane.it Social: Facebook: MemorieUrbane - Twitter: MemorieUrbane - Instagram: MemorieUrbane Organization: Turismo Creativo – via Marina di Serapo 18, Gaeta Italy -+39.0771.460978 +39.349.0567388 Curated by: Davide Rossillo // Turismo Creativo Press: Mariangela Capozzi, Alessia Carlino (nazionale) // Diego Roma (locale) Text: Mariangela Capozzi, Davide Rossillo, Stella Auriemma // Turismo Creativo English Text: Jason Forbus - jrforbus@gmail.com Image 2014: Davide Scarpantonio (art director) // Flavia Fiengo (foto) // Adelaide Alligalli di Interno3 (stylist) Digital PR: Salvatore “Solko” Brocco, Federico Bo Graphic and Web: Max Ambrox // Turismo Creativo Photo: Flavia Fiengo // Arianna Barone // Lorenzo Gallitto// Dante Corsetti //Ettore Maragoni//Achille Filipponi Video: The Blindeye Factory Copertina: Foto Flavia Fiengo, modella Valeria Iodice Tiraturatura: 1.500 copie 2

[close]

p. 5

LE associazioni IT Nata nel 1999 AICE Turismo Creativo, negli anni ha toccato molte sfere dei linguaggi artistici contemporanei, lo scopo è sempre stato quello di esplorare nuove frontiere creative “umane” nello splendore del territorio. www.turismocreativo.it Giovane associazione capitanata da Marco Fauciello che si muove su Terracina nell’ambito dell’entertainment e dello sviluppo artisto, molto vicina alle tematiche di Turismo Creativo, crede in un città dinamica e colorata. Aus+Galerie è uno spazio espositivo ad uso domestico, che vuole essere un punto di riferimento per le arti visive e performative contemporanee. Un luogo per sradicare l’arte dal concetto di intoccabilità. www.ausgalerie.com Basement è uno spazio espositivo che diventa punto di raccolta delle ultime e più interessanti tendenze in ambito artistico e culturali, dai linguaggi più tradizionali a quelli più innovativi. www.basementprojectroom.blogspot.it Lokomotiv musik nasce nel 2012 per promuovere iniziative di carattere culturale ad Itri. Le attività svolte con finalità aggregative sono concerti e cineforum, ma anche progetti artistici atti alla valorizzazione delle più disparate esperienze artistiche. L’illusoria sensazione di libertà donata dalla partecipazione a piazze virtuali ci distacca dalla realtà della percezione lenta e diretta, dettata da tempi ancestrali che ci appartengono per natura. Il Quadrato è un’ Associazione Culturale nata a Latina e poi sviluppatasi in Provincia, tra cui Fondi, si dedica al ricordo ed alla memoria storica attraverso varie arti. È promotrice del recupero della Chiesa di San Martino in Fondi. L’Assosiazione Culturale Delay nasce nel 2008 con lo scopo di incentivare la fruizione della cultura fra i giovani con eventi quali: concerti, proiezioni, mostre e conferenze. Delay Records è anche un’etichetta discografica indipendente. EN Established in 1999, over the years AICE Turismo Creativo (Creative Tourism) has touched many spheres of contemporary artistic languages. The aim of the organization has always been to explore new creative frontiers. www.turismocreativo.it Led by Marco Fauciello, this relatively young organization operates out of the city of Terracina. It promotes entertainment and artistic development, believing that a city should be colorful and dynamic. AUS + GALERIE is an exhibition space meant for private use. The gallery is intended as a reference point for contemporary visual and performing arts. An area designed to aiming at uprooting the concept of art as “untouchable”. www.ausgalerie.com The gallery brings together the latest and most interesting artistic and cultural trends, hosting exhibitions/projects related to contemporary art, from the most traditional to the most innovative artistic disciplines. www.basementprojectroom.blogspot.it The Lokomotiv Musik was established in 2012 with the intent of promoting cultural initiatives in the town of Itri. The interests of the organization range from music, cinema and art, not to mention other forms of expression. The illusory feeling of freedom given by the participation in virtual squares detaches us from the reality of slow and direct perception, imposed upon us since ancestral times that naturally are part of us. Originally established in the city of Latina, eventually developed in other cities including Fondi. The organization is able to promote the historical memory of the territory. Il Quadrato is also responsible for the promotion and recovery of selected monuments Established in Fondi in 2008 with the aim of encouraging the fruition of culture and creating places where young people could meet for a variety of events such as concerts, film, exhibitions and conferences. Delay is an independent record label. ESERCIZI DI S TILE PER LE ARTI CONTEMPOR ANEE

[close]

p. 6

mostra etnik & millo Basement Projec Room Fondi Due scuole che si incontrano in strada - Two schools that meet in the street IT La crew di Memorie Urbane ha curato a Fondi un appuntamento davvero speciale con due “giganti” della street art. Due strade nell’esplorazione della sfera urbana, si sono incontrate e scontrate all’interno di un luogo chiuso: Etnik e Millo, il colore e il bianco e nero per eccellenza, hanno animato le pareti dello spazio espositivo, che ha preso vita con soluzioni inedite. I colori dei graffiti evoluti in graffiturism di Etnik e il bianco e nero del mondo illustrativo di Millo hanno inaugurato il 25 aprile con la voglia di stuzzicare una riflessione artistica che partendo dalla strada è arrivata ad arricchire uno spazio espositivo interno, andando così a costruire un cabinet meditativo che è stato possibile visitare, fino al 2 giugno 2014, ma che potete visitare ancora virtualmente nel sito di Memorie Urbane sezione program/shows foto di Arianna Barone foto di Arianna Barone

[close]

p. 7

EN The crew of “Memorie Urbane” in Fondi have created a very special appointment with two street art gurus who have confronted each other in the street and the gallery. Both set to explore the urban sphere, now these two different paths have met and clashed in an indoor space: Etnik and Millo, that is color versus black and white par excellence, have given a new life to the walls of the exhibition space. Inaugurated on April 25 in the Basement Project Room, a gallery in collaboration with the 2014 edition of the festival, the exhibition lasted until June 2, 2014. The exhibition can still be seen virtually by visiting the section program/shows on Memorie Urbane’s website. foto di Arianna Barone foto di Arianna Barone

[close]

p. 8

mostra IT aloha oe Solo Show Aus+Galerie Latina La personalissima collezione dei personaggi dello street artist Aloha Oe è stat raccontata nel SOLO SHOW a lui dedicato, curato da MEMORIE URBANE e AUS+GALERIE inaugurata il Sabato 3 Maggio e durata fino al 15 Giugno 2014 L’artista, controverso e chiacchierato, attivo sulla scena romana, ospite al contempo dello Street Art Festival e della home gallery svela una figurazione irriverente che dichiara il disagio di nascondersi dietro una maschera, rivelando – ciò nonostante – una sottile ironia. Il suo segno, il tratto dei bozzetti esposti in mostra, è spontaneo e al tempo stesso irruento e vitale. Antropomorfizzazione e allegria coloristica, i suoi personaggi sono irriverenti e complici, sensuali e sarcastici, nascondono il volto perché coinvolti, implicati ma al contempo distanti. Aloha Oe racconta dell’identità sessuale con la febbrile inquietudine che gli appartiene, apre spunti di riflessione e nuovi punti di vista. Lo stupore e il colore acceso sono gli strumenti privilegiati per manifestare il sentire della collettività omosessuale ancora troppo spesso in conflitto con il pregiudizio perbenista. Il Solo Show accoglie tra le pareti domestiche della AUS+GALERIE lavori differenti: dalla paper art ai sagomati, dai bozzetti alle tele, fino ai materiali di riciclo; il tutto al servizio dell’esposizione di una galleria di personaggi colti in istantanee di esistenza quotidiana, urlanti un’energia vitale congelata, di cui risuonano la forza esplosiva e violentemente espressiva. La mostra per chi non sia riuscito a vistarla è fruibile virtualmente sul sito di Memorie urbane nella sezione program/shows foto di Flavia Fiengo

[close]

p. 9

EN This controversial and talked about artist, normally active in Rome, has participated in the Latina Street Art Festival with a mural in that city. His works, which can be seen on the website’s home gallery (personal exhibition), reveal an irreverent and allegorical style inspired by the discomfort that results from hiding behind a mask and – in spite of this – a subtle irony. His sign, as shown in sketches exhibited, is spontaneous and at the same time impetuous and vital. His works are characterized by anthropomorphism and vivacious coloring; the irreverent characters, both sensual and sarcastic, hide their face both directly involved and yet far apart. Aloha Oe describes sexual identity with the feverish anxiety that characterizes him, giving food for thought and new points of view. The element of surprise and vivacious coloring make for the privileged instruments to manifest the collective homosexual identity, that is still too often in conflict with a prim and judgmental line of thinking. The Solo Show has welcomed several types of works within the domestic walls of the AUS+GALERIE: paper art, molded panels, sketches, canvasses and reused panels; a gallery exhibiting educated characters as seen in their daily lives, screaming with a frozen vital energy that echo an explosive force that is violently expressive. The very personal collection of characters of the street artist Aloha Oe has been exhibited for the SOLO SHOW dedicated to him and curated by the MEMORIE URBANE Street Art Festival with AUS+GALERIE from May 3 to June 15, 2014. The exhibition can still be virtually visited on Memorie Urbane’s website in the section program/ shows. foto di Flavia Fiengo

[close]

p. 10

partnership IT APP URBACOLORS Vi presentiamo una nuova partnership 2015: Memorie Urbane & Urbacolors, l’Urban Art mApp della Urbamedia (Parigi), la coinvolgente applicazione per Iphone e Android che geolocalizza le opere di arte urbana rispetto alla vostra posizione, e che permette anche il coinvolgimento degli utenti con la localizzazione e l’inserimento di opere identificate dagli stessi nel loro percorso, il tutto condito da una classifica a punti in base ai muri localizzati e fotografati. Dopo 3 anni la Urbamedia ha presentato la versione 2.0. Potete scaricate l’App, e cercare i muri di Memorie Urbane. www.urbamedia.com EN We are pleased to present to you our new partnership for 2015: Memorie Urbane with Urbacolors, the Urban Art mApp by Urbamedia (Paris), the cool app for Iphone and Android devices that geolocalizes urban art murals with respect to the actual position of the user and that also allows users to enter information and photos of newly localized murals, for which they have the opportunity to gain points and participate in a ranking. After three years, Urbamedia has presented the 2.0 version. Download the App and take photos to post on the walls of Memorie Urbane. www.urbamedia.com

[close]

p. 11

partnership IT KOINART - TECHMOVING Il progetto “Museo a CieloAperto” è ormai in fase di realizzazione, infatti dopo aver applicato sui muri realizzati delle targhe che riportavano il nome dell’artista, nazionalità e riferimenti del festival e degli enti sostenitori, oggi con la partnership nata con Techmoving, giovane azienda di Terracina, che ha sviluppato il sistema KoinArt, facciamo un passo in più verso il futuro, infatti andremo ad inserire dei microchip attivati con tecnologia NFC. Grazie all’ausilio di questa tecnologia basterà appoggiare il proprio smartphone sulla targa per essere informati sulle informazioni dell’ opera: artista, biografia, foto, video e geo localizzazione dello stesso muro. EN The project “Open-air Museum” is well underway. The first step was to apply plaques next to each mural listing the name of the artist and his/her nationality, references to the festival and its sponsors. Now, thanks to the partnership with Techmoving – a young company based in Terracina that has developed the system KoinArt – we are taking another step toward the future by inserting NFC microchips in the plaques. The microchips will allow passers-by to use their smartphone to learn the name of the artist and biography, see photos and videos and to even geo-localize the mural. TECHMOVING è un’azienda di consulenza, progettazione e sviluppo di prodotti multimediali e software che propone soluzioni in grado di migliorare l’efficacia e l’efficienza dei servizi in un mondo sempre più complesso e veloce. TECHMOVING offre il proprio impegno al servizio di aziende private e pubbliche, sfruttando tutte le tecnologie e le metodologie d’avanguardia della Ricerca Universitaria, grazie anche alla consulenza di professionisti operanti in numerosi ambiti. www.techmoving.it TECHMOVING is a company specialized in consulting, project-design and development of multimedia products and software. The company offers solutions aimed at improving the efficiency of services in a world that is becoming increasingly faster and more complex. TECHMOVING offers support to companies both private and public by making use of all available modern technologies and methods of implementation as it draws its specialists from Academia and a wide array of professional sectors. www.techmoving.it

[close]

p. 12

project IT Stencil tower Il progetto “Stencil Tower” prende vita nella prima edizione del festival. Sono stati invitati 4 artisti ad interpretare la loro personale tecnica di lavoro, per creare in centro città a ridosso dello stadio di calcio un monumento di street art dedicato alla tecnica dello stencil. Si sono susseguiti così in ordine temporale: Sten & Lex che hanno inaugurato il progetto realizzando un opera su una delle quattro facciate che compongono la torretta; Lucamaleonte ha provveduto al recupero della seconda facciata e con lo stesso artista è stato anche realizzato un workshop sullo stencil nel museo Giovanni da Gaeta; durante l’edizione 2014 l’ artista portoghese Eime si è adoperato a realizzare la terza facciata, dalla cui opera è nata poi una serigrafia che ha dato inizio al progetto di realizzazione di multipli d’autore dai muri realizzati. Il progetto “Stencil Tower” si concluderà nel 2015 con la realizzazione dell’ultima facciata. EN The “Stencil Tower” project began during the first edition of the festival. Four artists were asked to interpret through their own personal techniques the area adjacent to the soccer stadium. The building by the stadium has since become a street art monument dedicated to the stencil technique. The following murals have followed one another: Sten & Lex kicked off the project with a mural on the first side of the tower; Lucamaleonte revamped the second side of the tower (the artist also taught a workshop on stencil technique at the museum Giovanni da Gaeta); during the 2014 edition of the festival, the Portuguese artist Eime revamped the third side. Eime’s intervention launched a series of art multiples by different artists created with the use of silk-screen printing and based on the existing murals already found on the stencil tower. The project will end in 2015 with the completion of the fourth and last side of the tower. foto di Flavia Fiengo

[close]

p. 13

STEN +LEX 2012 foto Achille Filipponi foto Flavia Fiengo EIME 2014 foto Flavia Fiengo LUCA MALE ONTE 2013

[close]

p. 14

Muro perimetrale cimitero gaeta Perimeter wall of the cemetery Gaeta IT Dalla seconda edizione abbiamo iniziato un progetto di riqualificazione dell’area perimetrale del Cimitero di Gaeta in via Garibaldi, muri dimenticati e in degrado, non di semplice gestione in quanto “toccare” un luogo sacro come il cimitero è stata una grande sfida, molto rischiosa, ma necessaria per lo sviluppo di un’idea mai realizzata in ambito di street art e urban art ovvero, creare una galleria sui muri di un cimitero, non alterando la texture del muro. Le opere degli artisti DalEast, Faith 47, David De La Mano e Bosoletti, che con le loro poetiche hanno interpretano muro e luogo in modo eccellente, ridanno vita a una di quelle aree di serie B che oggi è diventata una piccola galleria a cielo aperto. foto di Flavia Fiengo foto di Flavia Fiengo project

[close]

p. 15

foto di Flavia Fiengo EN Starting with the second edition of the festival, we began a revamping project that concerned the perimeter area of the Cemetery of Gaeta in via Garibaldi, where there were walls forgotten and neglected. The intervention was not easy and involved a certain degree of risk, as acting on a sacred place like the cemetery posed a great challenge. We bravely accepted this challenge as revamping the neglected walls of the cemetery fully responded to our idea of street/urban art as an art dedicated to establishing an outdoors gallery. Artists DalEast, Faith 47, David De La Mano and Bosoletti, have each provided an excellent and poetic rendition of the walls assigned to the revamping project. The area surrounding the cemetery of Gaeta, once considered as strongly neglected, has thus become a small open-air gallery. foto di Flavia Fiengo foto di Flavia Fiengo foto di Flavia Fiengo

[close]

Comments

no comments yet