dr Quatermenga ed i segreti della wunderwaffe

 

Embed or link this publication

Description

Quali furono i programmi segreti della wunderwaffe? Che cosa era il progetto valkiria blue? A cosa serviva il programma segreto folgore divina? Che cosa nascose dietro il progetto segreto nuovo Valhalla? Il dr Quatermenga indaga sui segreti della wunderwa

Popular Pages


p. 1



[close]

p. 2

2

[close]

p. 3

3 ✔ Note Legalesi. Il webmaster 6502 & Terminetor Magnetico ha costruito nel testo una parodia in multitrama breve, di qualche racconto di fantascienza in stile anni cinquanta, narrazione ricca di cazzate tonanti, il cui obiettivo é divertire ed intrattenere il lettore in una lettura non impegnativa. https://www.youtube.com/user/steamer111717/videos In nessun caso sono collegate le persone, enti, organizzazioni e quant'altro citato direttamente od indirettamente nel testo. È importante tenere presente che ogni riferimento esplicito od implicito a fatti o persone, enti, organizzazioni, eventi, circostanze future o presenti o passate che taluni lettori possono riconoscere od associare è del tutto casuale ed immaginario. L'ebook.pdf è no-profit, l’autore non persegue nessuno scopo di lucro o profitto diffondendo online il materiale assemblato. Il volume è liberamente stampabile in tutto od in parte, è inoltre distribuibile senza alcuna limitazione legale, purchè non ne sia alterato il suo contenuto e siano rispettate le condizioni di Copyleft(by-nd-nc) A tale proposito ricordo che questo documento non è un sito d'informazione e nemmeno un risultato di un prodotto editoriale, l'ebook in PDF non contiene immagini di qualità, per cui la resa grafica dovrebbe essere alquanto limitata. L’ebook dovrebbe essere facilmente stampabile ed intuitivamente rilegabile o spillabile in un vero libro già correttamente impaginato. Le immagini non dovrebbero essere coperte da copyright, le ho trovate con google.images e le ho lasciate in RGB a 96dpi per complicare la stampa. E’ possibile che altre foto reperite con google.images io le abbia sintetizzate artificialmente mantenendo l’RGB per gli scopi letterari, oppure degradate in scala di grigio. In ogni caso le fotografie restano di proprietà dei loro legittimi proprietari bla, bla, bla... Non è "garantita al limone" la resa grafica ed il processo di stampa di cui ogni utente ne assume la piena responsabilità. Il webmaster non si assume la responsabilità della completezza dell’informazioni pubblicate, dei problemi, danni di ogni genere che eventualmente possono derivare dall'uso proprio od improprio di tale file, dalla stampa, dall'interazione e/o download di quanto disponibile online. Tutti i marchi, loghi, organizzazioni citati direttamente od indirettamente sono di proprietà dei loro legittimi proprietari bla, bla, bla... tutelati a norma di legge dal diritto nazionale/internazionale, bla, bla, bla... legalmente registrati ecc... sì insomma dai!, non dite che non avete capito!. ✔ Testo ottimizzato per una fruizione digitale in PDF ✔ Testo ottimizzato per la stampa in fronte retro ✔ Testo ottimizzato anche per la stampa “non in fronte retro” “Il dottor Quatermenga ed i segreti della wunderwaffe” stampato il 19/1/2015 release (v1.01) è in COPYLEFT(BY-ND-NC) ➜ http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/3.0/ 6502 & Terminetor Magnetico

[close]

p. 4

4

[close]

p. 5

5 Projekt Odino. Il “Projekt Odino” ossia il Progetto Odino era un progetto di “ super_armi” che era stato portato avanti dai nazisti durante la seconda guerra mondiale. Molte delle super_armi che erano state pianificate avevano raggiunto un pieno successo, raggiungendo quasi la piena produzione!. Pochi progetti erano rimasti allo stadio di prototipo, a causa di problemi tecnologici o contingenti. Pochissime idee o bozze, erano rimaste sulla carta. Queste armi di cui si sarebbe discusso in seguito in modo segretissimo, avrebbero potuto cambiare il destino della seconda guerra mondiale!. Per fortuna la strategia alleata di bombardare l’industria bellica nazista, aveva rallentato la macchina bellica della produzione dei sistemi d’arma, rendendo tali prodigi tecnologici, irrisori come numero, rispetto alle inevitabili sorti strategiche e tattiche della WWII. Se fossero state prodotte in grande quantità queste “ super_armi” oppure se le “ super_armi” fossero già state inventate nel 1939, allora avrebbero potuto davvero ribaltare le sorti del conflitto mondiale!. Un secondo grande successo raggiunto dagli Alleati a loro completa insaputa, fu il grande lavoro di depistaggio scientifico che il fisico Heisemberg e parte del suo team, riuscirono a compiere, evitando che i nazisti potessero sviluppare una bomba atomica ottenendo la scissione dell’atomo. Obiettivo della bomba atomica ossia bomba a disgregazione, che fu raggiunto per primo dagli americani nel segretissimo progetto Manhattan. Tuttavia, all’interno del grande progetto nazy denominato Odino, c’erano armi d’ogni genere che a dire dell’Mi6 avrebbero fatto scuola nell’arte della guerra, per decenni e decenni a venire!. Il dottor Quatermenga osservava inorridito l’esposizione del capo dei servizi segreti britannico Mi6 . Nella stretta sala riunioni londinese dei servizi segreti, il dottor Quatermenga era stato chiamato assieme a pochi altri esperti ed accoliti ad alte clearence, a prendere visione dei mezzi della “Wunderwaffe”.

[close]

p. 6

6 La prima invenzione, per altro nemmeno compresa dagli alti gerarchi nazisti addetti alla produzione d’armi leggere, fu il fucile d’assalto MP44. L’Arma già presente nel 1940, fu messa in produzione solo verso la fine della WWII. Poteva sparare a colpo singolo, in questa modalità era precisa tanto quanto un Garand americano. In modalità raffica era simile ad una mitraglitrice leggera di squadra BAR, ma l’MP44 era più preciso ed assai più letale. Facile da produrre e manutenere, con meccanica molto robusta, i servizi segreti Mi6 riferivano preoccupati che tutte le fabbriche di produzione del fucile d’assalto MP44 erano state catturate dai russi. L’Mi6 stimava che certamente a breve i russi avrebbero introdotto qualcosa di simile, avvantaggiandosi di tale innovazione tecnica, che rendeva obsoleti tutti i fucili britannici Lee Einfield oppure Sten, nonché tutti i fucili americani Garand, carabine M1, BAR e Tommy gun. Il panzer Mauss IV introdotto in pochi esemplari solo sul fronte orientale, era un panzer gigante, molto pesante, aveva una corazza enorme ed inclinata, ed era capace di schiacciare un tank leggero Stuart e danneggiare gravemente nell’urto i tank alleati, inclusi i T34 russi. Il suo potente cannone ad anima liscia, lanciava un proiettile più simile ad un missile, con alette e testata a carica cava ed aveva una lunghissma gittata ed altissima precisione. Il Mauss IV sarebbe stato la piattaforma per studi sulle soluzioni tecniche proposte dai nazisti. Era opinione dell’Mi6 che il panzer Mauss IV avrebbe rivoluzionato il mondo dei tanks, per molti decenni a venire!. Il cannone mobile Grande Berta era già noto agli Alleati sino dall’epoca della WWI, era rimasto inalterato tecnicamente, però avrebbe potuto essere accoppiato a delle munizioni innovative che erano allo studio dai nazisti: le warhead con munizioni disgregative. Praticamente erano delle munizioni dotate di piccole testate atomiche, per fortuna tale sistema d’arma non fu mai posto in servizio, a causa del ritardo scientifico nazista nella scissione dell’atomo!. Era però opinione dell’Mi6 che tale sistema d’arma in un prossimo decennio, avrebbe potuto essere migliorato impiegando la tecnologia americana, per poter avere un cannone atomico, che avrebbe potuto offrire un’ottima alternativa tattica all’uso di bombe atomiche, usando l’artiglieria piuttosto che i

[close]

p. 7

7 bombardieri, i quali avevano il grosso difetto d’essere molto visibili ai radar della difesa aerea nemica. Enorme, gigantesco, incredibile, con dimensioni quasi inumane era il P1000b più che un panzer era de facto una corazzata con i cingoli!. Ne fu costruito un solo esemplare, fu catturato dall’armata Rossa: ma dati e caratteristiche tecniche, furono rintracciate dall’Mi6 . Era parere di un pool di veterani carristi inglesi ed americani, espressamente selezionati assieme ad ingegneri e progettisti, che tale sistema d’arma potesse essere inutile e vulnerabile!. Molto visibile dall’aria, lento, sicuramente era un facile obiettivo per un pesante bombardamento aereo. Il progetto P1000 era per l’Mi6 una grossa boiata nazista, senza alcuna speranza tattica, di poter sopravvivere negli scenari di guerra futura, post WWII. La V15 era un’insolito mezzo ad eliche intubate, sarebbe stato progettato per volare come un aereo ed atterrare verticalmente o restare fermo in cielo!. Di questi dispositivi ne erano stati costruiti vari prototipi, erano tutti stati catturati sia dai russi che dagli Alleati. Non fu mai impiegato sul campo, in quanto il mezzo era intrinsecamente instabile oltre ad avere pochissima autonomia e poco payload. Le sue turbine erano assetate di carburante e consumavano moltissimo, data la scarsità di tale risorsa, il mezzo non fu mai messo in linea di produzione. L’ufficio dell’Mi6 , non valutava una grande prospettiva per la V15 a meno che non s’investisse pesantemente in ricerca e sviluppo, tentando di risolvere o mitigare i vistosi limiti tecnici, dello strano velivolo. Il cannone V3 era enorme, lungo qualche chilometro, era fisso e pareva un monumento alla stupidità umana!!. Il che era strano per un regime che aveva praticamente inventato la “ blitzkrieg” ossia la guerra lampo la cui

[close]

p. 8

8 dottrina poggiava sulla manovra combinata di forze di terra ed aria ed il sapiente uso del fuoco!. L’unico elemento interessante della V3 erano le intersezioni modulari (che componevano il cannone V3) in cui c’erano potenti magneti. La peculiarità di tale arma (di cui era stato prontamente incamerato dall’Mi6 un’intersezione per studiarla in UK) era che tra il proiettile e la canna, non c’era contatto fisico!. Il proiettile levitava magneticamente all’interno del cannone, grazie ad un potente campo elettromagnetico che scaraventava fuori ad altissima velocità la munizione!. L’utilità militare del cannone V3 era pari a zero, ma parte della tecnologia elettromagnetica sviluppata dai nazisti, avrebbe potuto essere stata utile per altri impieghi, o per altri futuri sistemi d’arma. Anche i russi avevano asportato varie intersezioni del cannone V3. Già dal 1939 si sapeva che la Germania aveva sviluppato una sorta di “autogiro” un’aereo senz’ali, che era sostenuto da un rotore il quale girando forniva portanza. Il mezzo propulso da motori a pistoni, non aveva mai avuto la potenza e payload sufficiente per avere delle prestazioni decenti. Tuttavia le ricerche naziste non erano terminate. Durante lo sforzo bellico, i motori a pistoni erano stati sostituiti con delle turbine, ottenendo ottimi risultati!. Il mezzo volava con prestazioni simili ad un caccia della prima guerra mondiale e poteva atterrare verticalmente oppure restare fermo nell’aria!. Di tale mezzo ne furono sviluppati due versioni, uno per il trasporto tattico uno per il combattimento. Non furono mai introdotti nella linea di produzione dell’arsenale bellico nazista, perché il consumo di carburante di tali mezzi era molto elevato per quanto in termini di mobilità tattica e logistica, avrebbe potuto essere una vera rivoluzione militare!. La versione “da combattimento” del “ autogiro” era pesantemente blindata ma a causa dei limiti di peso non

[close]

p. 9

9 poteva portare bombe o mitragliatrici. Togliendo la blindatura, il mezzo avrebbe potuto imbarcare armi, ma il pilota sarebbe stato esposto a tutte le minacce provenienti da terra. Per questa ragione il progetto fu abortito, in quanto la carenza di carburanti e materie prime, furono dirottate su altri progetti. La scarsità di risorse non permise di risolvere i problemi tecnici che limitavano questo dispositivo. Era opinione dell’Mi6 che tale mezzo fosse estremamente innovativo, con potenzialità enormi in termini di tattiche militari, per quanto tale invenzione avrebbe necessitato un pesante investimento in ricerca e sviluppo, per trovare una soluzione agli strutturali vincoli di peso di tale veicolo, che al momento ne limitano ogni capacità operativa!. -Adesso signori, veniamo agli elementi più spettacolari della WunderWaffe, con risultati tecnici che sono avanti almeno di venti anni, rispetto a quanto raggiunto dalle nostre industrie aereonautiche Alleate!. Nel dominio dell’aria, il gap tecnologico con i nazisti é strabiliante, il nostro potere aereo avrebbe potuto essere spazzato via facilmente, se i mezzi della Wunderwaffe fossero stati prodotti in massa oppure se fossero stati già presenti dal 1939- Occorrevano dieci P51 mustang oppure dieci P38 Lightning per abbattere un Me262, un caccia a reazione con quota e velocità ed agilità, superiori a tutti i nostri migliori caccia alleati!. Per fortuna il loro numero sul fronte di guerra fu molto esiguo. Inoltre i Me262 furono per lo più impiegati come bombardieri medi veloci, sacrificando le possenti capacità del mezzo, che debilitato dai pesanti carichi di bombe a grappolo, diventava simile ad un P51. Eccezionali, fantastici gli Ho229, ne abbiamo catturati dieci di questi velivoli; otto sono stati portati via mare negli USA, dove il 24 giugno del 1947 tutti ed otto i velivoli furono oggetto di una grossa valutazione dell’USAF, in un’esercitazione segreta con unità anche britanniche. Scambiati per UFO da un improbabile e fortuito osservatore, tali velivoli si dimostrarono eccezionali come prestazioni: grande manovrabilità, alta quota e grande velocità, nonché erano difficilmente osservabili dai radar di terra e di mare!. Saranno certamente studiati dalle industrie alleate, come ottimi spunti per la costruzione di una nuova linea di velivoli di seconda generazione!. Due di questi Horten, erano nella disponibilità del governo britannico assieme a vari Me262 e tutti erano posti a disposizione del reparto ricerca e sviluppo BAE. Altra cosa, sono un paio di velivoli rimasti

[close]

p. 10

10 ad uno stadio prototipale, per quanto questi aerei siano perfettamente funzionanti: Ar234 e lo Ju287 con ala a freccia negativa. Entrambi erano aerei a reazione, erano bombardieri medi veloci con un buon vano di carico. Tali apparecchi erano stati recuperati dagli Alleati, mentre i russi erano riusciti ad ottenere solamente i progetti cartacei. Rimasti sulla carta come progetti l’Ar560 che era praticamente la versione dell’Ar234 allargato con quattro motori, con ali a freccia e con dimensioni più grandi del vano di carico. Mentre il Fw400 doveva essere un esamotore, simile ai nostri bombardieri Alleati, senza alcuna caratteristica innovativa. Monomotore, con una pericolosa tendenza a picchiare, il caccia a reazione He162 armato con cannoncini ad alto rateo di fuoco, atterrava in poco spazio e su piste sterrate. Dal suo progetto fu elaborato il progetto della bomba a razzo Henzian Rakete, che poteva essere pilotata con le onde radio, i nazisti progettavano d’installarci una piccola bomba atomica tascabile!. E opinione dell’Mi6 che tutti questi aerei: Me262, Ho229, Ar560, He162 saranno di grande spunto per la prossima generazione di velivoli alleati. Di notevole

[close]

p. 11

11 interesse anche il progetto della bomba volante Enzian Rakete, per la capacità di poter essere teleguidata. Per quanto, i nostri tecnici avevano fatto presente che al momento l’elettronica non era capace di creare dei sistemi di guida automatica abili a far volare autonomamente gli aerei, se non in modo balistico e per mezzo di vari giroscopi elettromeccanici. Tali apparati erano purtroppo molto sensibili alle condizoni atmosferiche, che se ostili, potevano far precipitare il velivolo. Inoltre l’autonomia di tali mezzi, metà razzi e metà aerei era assai limitata!. Il consumo di combustile era elevato, l’autonomia operativa era ristretta, la tecnologia doveva essere migliorata, ma l’Mi6 valutava che le prospettive belliche potenziali di tali sistemi d’arma, erano notevoli. Metà razzo e metà aereo, questi due strani progetti nazisti: il Triebfligel decollava verticalmente con un’elica spinta da tre turbogetti. -Abbiamo il veivolo nonché i progetti, ma i nostri tecnici hanno riscontrato enormi vibrazioni strutturali all’interno della carlinga!. Il progetto ha un design che induce una rapida fatica nelle strutture portanti di metallo!- Più interessante il progetto che era rimasto solo sulla carta: Natter Ba349 che sarebbe dovuto essere un di razzo a decollo verticale. Dotato di pilota ed armato di missili chimici, simili ai katiuscia ma assai più piccoli. Era opinione dell’Mi6 che rimuovendo il pilota e ponendovi delle cariche esplosive, nonché installandovi un sistema efficace di guida da remoto, il dispositivo avrebbe potuto essere convertito in un qualcosa di più utile. L’Mi6 aveva informazioni certe che i russi, non avevano recuperato i progetti/prototipi su tale arma

[close]

p. 12

12 nazy. Il capo dei servizi segreti fece una pausa, bevve un sorso d’acqua da un bicchiere poi riprese la sua esposizione. -Interessante l’aereo a decollo ed atterraggio verticale Fa269 non fu introdotto in linea di produzione perché i bombardamenti alleati distrussero la fabbrica e tutte le attrezzature per la sua produzione, per cui si spiega perché abbiamo recuperato un’unico prototipo!. Questo é stato trasportato dall’OSS via mare negli States. Il velivolo sarebbe potenzialmente capace di rivoluzionare la logistica militare, ha il solo difetto d’avere uno scarso payload- Progetti d’altissima tecnologia invece erano una serie di altri veicoli segreti. Alcuni avevano una bassa segretazione -come il velivolo He555 Questo sarebbe stato il bombardiere a reazione che avrebbe dovuto decollare dal Portogallo per raggiungere gli USA e bombardarli con bombe atomiche naziste. Velocità e quota sono strabilianti, se comparati con i nostri equivalenti bombardieri alleati, irraggiungibile in quota l’He555 dai nostri caccia P51 o P38 o P47- Erano invece progetti rimasti allo stato cartaceo, i due stato-reattori supersonici Dfs194 ed il Lippisch p13 entrambi capaci di superare sulla carta i Mach 1.4 sopra i 17’000mt. -Sì!, signori avete udito bene! Sopra i Mach 1.4 con una tangenza di 17’000mt, i due stato reattori erano stati progettati come caccia di scorta dell’He555-

[close]

p. 13

13 Di questi velivoli l’Mi6 aveva solo i progetti ed un piccolo aliante senza motore. -Adesso signori entriamo nei progetti TOP SEGRET, mentre quelli che vi ho esposto sono dossier con un minor grado di segretezza, in quanto classificati solo come CONFIDENZIALI. Ancorché la riunione sia riservata, benché voi abbiate tutti firmato un’accordo di segretezza che vi vincola per la vita, al più stretto riserbo su queste faccende, io non vi posso parlare dei successivi progetti, se non singolarmente! Ciascuno di voi, potrà interessarsi ad un’unico progetto, questo per ovvie ragioni di sicurezza e segretezza! I progetti segretissimi di cui dovrete scegliere al quale partecipare sono: • Projekt neue Valhalla ossia “ progetto nuovo Valhalla” • Projekt Gottlichen blitz ossia “ progetto folgore divina” • Projekt Valkyrie blau ossia “ progetto Valkiria blu ” Nel prossimo quarto d’ora interpreterai virtualmente il ruolo del professor Quatermenga, prendendo decisioni sul campo: a quale progetto decidi di partecipare?! Se sei interessato al “Projekt neue Valhalla”, vai a pag.15 Se sei interessato al “Projekt Gottlichen blitz”, vai a pag.19 Se sei interessato al “Projekt Valkyrie blau”, vai a pag.23

[close]

p. 14

14

[close]

p. 15

15 Projekt neue Valhalla. Il “Projekt neue Valhalla” ossia il Progetto nuovo Valhalla non era un progetto di “super_armi naziste”, era stato portato avanti nel 1938-1939 prima dello scoppio della seconda guerra mondiale. Von Braun ne aveva iniziato a tracciare le linee, poi era stato prelevato dalle SS e spostato ad un’altro progetto. Il progetto “ neue Valhalla” era stato ultimato dalla dottoressa Frau Blofeld e consisteva nello spedire due uomini sulla Luna, in un viaggio di sola andata!. Poiché il problema tecnico non era quello d’andare sulla Luna, ma bensì quello di sopravvivere durante il viaggio e di ritornare sulla Terra sani e salvi, dato l’alto rischio della missione, furono impiegati dei prigionieri politici. A dire della dottoressa Frau Blofeld che era stata catturata dagli Alleati, il progetto aveva avuto successo anche se nessuno aveva fatto ritorno. Non fu comunicato al mondo il grande successo scientifico, perché il partito nazista giudicò che non c’erano prove sicure dell’avvenuto atterraggio. Ma il progetto fu finanziato perché per quanto folle, portò molte conoscenze sullo sviluppo di missili da lanciare oltre continente, al fine di colpire gli USA, quando la Russia fosse stata sottomessa e la Gran Bretagna fosse stata distrutta a colpi di V2 con testate disgregative!.

[close]

Comments

no comments yet