Carta Bianca n.7

 

Embed or link this publication

Description

Giornalino dei Ragazzi del Tessitore

Popular Pages


p. 1

Giornalino scolastico n.7 - Scuola P. Maraschin de “Il Tessitore” - 19 dicembre 2014

[close]

p. 2

Pagina 2 Carta Bianca n.7 EDITORIALE Congratulazioni per aver acquistato questo nuovo ed innovativo prodotto della casa “WeBoldù”. Ebbene, volevo ringraziare tutti coloro che hanno speso parte della loro paghetta settimanale (certo, come no..) a favore di questo settimo numero di „Carta Bianca‟. Quest‟anno nella nostra redazione ci sono state diverse novità, tra cui la divisione in due gruppi „Giornalino‟ e „Web‟. Io sono stata eletta a capo della parte del WeBoldù Giornalino e per questo ringrazio calorosamente tutta la redazione che si è messa di più o meno impegno per creare quello che avete tra le mani. Io come qualche altro ho visto il giornalino nascere e so quale impegno stia dietro l‟elaborazione di queste pagine. Colgo l‟occasione per ringraziare Marina, la mia vice, per tutto l‟impegno che mette e per il sostegno che da ad ognuno. Spero vivamente che sia di vostro gradimento questo numero natalizio e vi auguro una buona lettura e buone feste. Sara Bazzon UN TAPPO PER LA VISTA La nostra scuola è promotrice di un progetto intitolato “un tappo per la vista”. Questa iniziativa promossa dall’associazione Emilia Romagna Cani D’Amare riguarda una campagna di solidarietà a favore dell’onlus PUPPY WALKER, scuola triveneta cani guida. Nella nostra scuola pertanto verranno raccolti dei tappi di plastica a favore dell’associazione emiliana. Questa raccolta serve ad ottenere dalle aziende preposte un compenso per l’acquisto e l’addestramento del maggior numero di cani guida per i non vedenti. Verrà elaborata una campagna con la partecipazione dei testimonial vicini alle problematiche della disabilità. Si terrà presso la fido beach a San Mauro Mare una conferenza stampa con gli organi di informazione. Nella campagna estiva saranno coinvolti personaggi pubblici e verrà creata una pagina internet contenente gli aggiornamenti e gli sviluppi del progetto. Si terrà inoltre una seconda campagna di sensibilizzazione nel mese di settembre. Adesso che sapete il significato della presenza della scatoletta, aiutateci a riempirla portando a scuola i tappi di plastica, così contribuirete anche voi all’addestramento dei cani guida per non vedenti! Informazioni ricavate dal sito Associazione onlus Puppy Walker.

[close]

p. 3

Anno Scol. 14/15, 1^ uscita Pagina 3 LA DISLESSIA TRA I BANCHI DA DIFFICOLTA’ AD OPPORTUNITA’ Oggi, 5 dicembre abbiamo assistito ad un incontro con Filippo Barbera, un insegnante delle elementari di Montecchio. Questo maestro purtroppo ha dei problemi che lo accompagnano fin da piccolo infatti è dislessico, discalculico, disortografico e disgrafico. La dislessia è un disturbo che ti causa difficoltà a leggere; con la discalculia hai problemi con i numeri e i calcoli; la disortografia non ti permette di scrivere correttamente mentre con la disgrafia hai difficoltà a scrivere bene. Filippo ci ha raccontato che anche molti personaggi famosi hanno questo tipo di problemi come Einstein, Walt Disney, Tom Cruise, John Smit, Orlando Bloom e molti altri… Alle elementari scriveva male, storto, non riusciva a leggere bene e aveva problemi ad apprendere e studiare. La sua maestra Margherita aveva capito che lui aveva questo problema e ha sempre cercato di aiutarlo anche se comunque non era al livello dei suoi compagni. Nel 1999 è passato da elementari e medie e se alle elementari si trovava bene con la maestra Margherita e i compagni, alle medie i professori lo prendevano in giro e di conseguenza anche i compagni lo deridevano. Ormai aveva rinunciato a studiare ma sua madre gli ha fatto un discorso che lo ha invogliato ad andare avanti. All’esame di terza media aveva usato uno dei suoi punti di forza: la creatività e aveva preparato un ottimo esame ma i professori avevano già deciso il suo voto: sufficiente e dopo cinque minuti lo avevano mandato fuori. Dopo le medie, anche se i professori gli avevano consigliato l’Alberghiero, lui è andato al Magistrale, si è impegnato tanto e in terza ha raggiunto lo stesso livello dei suoi compagni. Dopo la scuola è riuscito a diventare un maestro e ora mette la sua esperienza personale per far conoscere agli altri questo problema in modo da evitare che altri bambini di Valentina Capilli debbano subire quello che ha dovuto sopportare lui. È molto contento di essere arrivato fino a qui. La dislessia si può combattere con l’impegno e non deve essere visto come un difetto o un limite- L’ORA DEL CODICE di Davide Lorenzi Giovedì 11 Dicembre con il gruppo “Weboldù” abbiamo partecipato all‟ Ora del codice, che è un movimento che coinvolge gli studenti delle scuole di tutto il mondo, volto ad insegnare le basi della programmazione. Nel sito ad esso dedicato (http://studio.code.org/hoc/1) si comincia programmando un semplice labirinto ispirato agli Angry Birds, il cui scopo è prendere dei blocchi di codice e inserirli in successione creando il codice che condurrà l‟Angry Bird al maialino verde che comporta il completamento del livello. Completato un labirinto, si può vedere il codice di programmazione che è servito per muovere l‟Angry Bird. Mano a mano che si completano i labirinti aggiungere i bocchi risulterà sempre più difficile, perché conterranno comandi di ripetizione, di blocco etc... A volte, completando un labirinto e passando al successivo, apparirà un video, dove personaggi famosi come Bill Gates e Mark Zuckerberg, mostrano come guidare l‟Angry Bird con nuovi comandi più sofisticati. Noi ci siamo divertiti tantissimo a farlo e abbiamo anche capito come funziona la programmazione. Provatelo, ve lo consiglio!

[close]

p. 4

Pagina 4 Carta Bianca n.7 NAPOLEONE Ho legato il gatto al letto: l’ho legato stretto stretto. Ho lottato con pazienza perché è un gatto di Vicenza. Quando mangia sporca il piatto quel cretino del mio gatto e ho punito l’indecenza del mio gatto di Vicenza. di Franzesco Cavion di Giovanni Stringari

[close]

p. 5

Anno Scol. 14/15, 1^ uscita Pagina 5 INTERVISTA TRIPLA! di Emma Cariolato e di Nicole Casolin ELISABETTA BIGI ROSAMARIA MOSCATO MARIA GIORGI COME MAI HA SCELTO DI DIVENTARE INSEGNANTE? Ho iniziato un po‟ per caso e poi mi Mi piace stare con i ragazzi e volevo Non ho scelto io, ce l‟ho nel DNA. Ho inpiace stare con i ragazzi. comunicare loro quello che sapevo. cominciato a quattro anni con mia sorella e da allora ho la sindrome dell‟insegnante. QUAL E’ IL SUO PIATTO TIPICO PREFERITO DELLA GERMANIA, FRANCIA O SPAGNA? Tutti i dolci e le torte. Preferiti tanti, ma uno dei più buoni è Per la colazione Churros Chocolate, a pranzo Paella Valenciana e a cena Pulpo a la Pâté de Foie Gras. Gallega e ovviamente Las Tapas. QUALI CITTA’ HA VISITATO IN GERMANIA, FRANCIA O SPAGNA? E QUAL’E’ LA SUA PREFERITA? Ne ho visitate tante, ho anche vissuHo visitato quelle del Sud della FranHo visitato la Spagna da Nord a Sud e da to in Germania, ma la mia preferita è cia e la mia preferita è la Normandia. Est a Ovest. Le mie preferite sono Bilbao, Berlino. Barcelona, Granada, Sevilla. ASCOLTA MUSICA TEDESCA, FRANCESE O SPAGNOLA? No, non tanto è un genere particola- Sì, sì. Sì, tra i gruppi mi piacciono gli re. “Jarabedepalo” poi mi piace la musica flamenca e adoro il tango tra cui “Gotan Project.” COSA L’HA APPASSIONATA ALLA LINGUA CHE INSEGNA? Mi piace insegnare ai ragazzi e mi Mi ha appassionato l‟armonia, la muMi piace la sua cultura e letteratura della sono appassionata alla lingua stusicalità della lingua. Penisola Iberica. diandola. Il gatto. QUAL È IL SUO ANIMALE PREFERITO? Il cane, lo considero più adatto a me. Se devo sceglierne uno, scelgo il cane. VUOLE BENE AI RAGAZZI A CUI INSEGNA? PENSA DI AVER UN BEL RAPPORTO CON LORO? Sì, sì. Gli voglio molto bene, mi piacerebbe La domanda dovrebbe essere rivolta ai racapissero che se sono severa è per il gazzi, ma io comunque li adoro, sono la loro bene. scuola e “voler bene” non mi esime da riprenderli quando occorre. SI RICORDA COM’È ANDATO IL SUO PRIMO GIORNO DI LAVORO IN UNA SCUOLA? Sì, è andato malissimo, ho incomin- Sì, ero molto emozionata. Sì, lo ricordo come uno dei momenti più ciato in una scuola superiore ed è emozionanti della mia vita. stato interessante. Deutsch macht spaß! Tschüs. UN SALUTO AI LETTORI DEL GIORNALINO: Bon travail et bonne chance! ¡Qué mis chicos pasen un buen año escolar!

[close]

p. 6

Pagina 6 Carta Bianca n.7 ALCUNI RAGAZZI DI PRIMA di Silvia Barbieri Molti ragazzi di prima in questi giorni sono stati convocati dalla vicepreside per comportamento scorretto e inadeguato. Ma perché questi "ragazzi" si sono comportati così? Il loro atteggiamento inadeguato e scorretto è dovuto al fatto che non si sono ancora abituati alla nuova scuola e gli insegnanti non hanno ritenuto importante ripetere il regolamento. Questi fatti sono avvenuti durante le ricreazioni all’interno della scuola. Speriamo e crediamo che questi imprevisti non accadranno più in futuro. Ci sono due gemelli. Uno che si chiama Natalino e un altro di nome Pasqualino. Natalino è nato a Natale, Pasqualino quando è nato?...no, non è nato a pasqua..è nato a Natale perché sono due gemelli! UNA STRAGE IN 1^ BIANCO di Anna Rigadello Pochi giorni fa, in prima bianco è successo un fatto molto particolare che aveva preoccupato vari professori come aveva stupito molti ragazzi. Tutto questo è successo il ventisette novembre. Come ogni lunedì mattina erano quasi tutti assonnati mentre si preparavano per l‟ora di scienze motorie. Dopo aver fatto i soliti sei minuti di corsa di riscaldamento e il percorso a tempo non si sa cosa sia successo! Uno dopo uno ben cinque ragazzi si erano sentiti male. Chi aveva mal di pancia e/o mal di testa e chi nausea. A fine lezione questi cinque alunni sono tornati a casa e perciò hanno saltato la verifica di antologia. Durante la terza ora anche altri ragazzi si sentivamo male e volevano andare a casa, a quel punto la professoressa, stupita ma allo stesso tempo un po' insospettita da questo comportamento dei ragazzi, è andata a chiarire questo fatto con il professore di motoria. Si è poi scoperto che molti stavano male da prima c'era chi aveva preso freddo e chi aveva mangiato molto a colazione. Il giorno dopo, la maggior parte dei "malati" sono tornati a scuola, per fortuna. L‟accaduto rimane però tutt‟ora un mistero. Infatti sono sorte alcune domante riguardo a questa “strage”: Erano stanchi? Non riuscivano a sopportare un‟ora di motoria subito dopo la colazione oppure, era la paura della verifica? Alcuni ragazzi pensano che sia stata solo suggestione. Mah.. Comunque speriamo che un fatto simile non accada più.

[close]

p. 7

Anno Scol. 14/15, 1^ uscita Pagina 7 SPECIALE VIOLANTE di Chiara Capozzo Questo è un libro femminile, ma tanto femminile! Quindi, care ragazze mettetevi comode e leggete pure. Forse alcune o molte o nessuno di voi l‟hanno già letto, ma io racconto lo stesso. Credo che le medie sono il momento più giusto per leggerlo, quindi non è una storiella per bambine di sei anni infatti l'ha scritto Bianca Pitzorno, e lei se ne intende. Si parla di un piccolo villaggio montano chiamato Dorgo dove in estate ogni anno si “ritrovano” (per modo di dire perché sono in classe insieme giù in città) tre amiche tredicenni :Barbara,Valentina e Vittoria. Da anni un misterioso e taciturno ragazzo tedesco sedicenne suona il violino nella pensione davanti alla casa della sorella del nonno e del nonno stesso di Barbara. Valentina lo aveva sempre guardato con occhi sognanti, mentre Barbara cercava di riportarla sulla Terra. Non si vedeva spesso, ma dopo l‟incontro su alla malga e il breve discorso fatto, tutto cambia e quella sera in tenda tutte e tre pensano “Oh Wolf (è questo il nome del ragazzo) tu mi ami?”. Ma quello non è l‟unico problema, per Barbara almeno, l‟altro impiccio è che sull‟unico canale che prende a Dorgo viene trasmessa la telenovela de l‟orfana di Merignac una storia romantica ribattezzato “Speciale Violante Estate”, tutti: vecchiette, signorine, donnicciole lo adorano e non parlano d‟altro.

[close]

p. 8

Pagina 8 Carta Bianca n.7 PARCO NATURA VIVA Adozioni a distanza di Sofia Reghellin Ciao! Sono Sofia della 2 bianco. Adoro gli animale per questo sono genitore adottivo di una giraffa e in questo articolo vi voglio palare di come adottare un animale a distanza del parco. PERCHÈ ADOTTARE UN ANIMALE? Molti animali del parco sono in minaccia d’estinzione. Tutto ciò che darete sarà destinato al mantenimento dell’ animale scelto: contribuisci alle spese delle cure mediche, al cibo giornaliero e ai controlli medici. Sosterrai anche la conservazione del suo habitat d’ origine. QUANTO DURA L’ ADOZIONE? L’ adozione dura 12 mesi (un anno). L’ adozione di un animale può essere, come è capitato a me, un regalo. CHE SPECIE PUOI ADOTTARE ? Puoi adottare qualsiasi specie del parco sia del fauna park sia del parco safari, versando la quota che si desidera. CHI PUO ADOTTARE ? Scolaresche, famiglie, un bambino, un ragazzo, un adulto, gruppi scout,aziende e organizzazioni possono adottare il loro animale preferito. COME ADOTTARE ? Puoi adottare direttamente al parco, per email o tramite il tuo computer Io non so in quanto tempo, ma ti arriverà a casa una busta del parco natura viva con dentro il documento di certificazione e la foto dell’ animale da te scelto. CURIOSITÀ: Durante la stagione adottiva il genitore verrà invitato ad una giornata evento. Ah, un'altra cosa: gli animali essendo esseri viventi possono avere cuccioli, si possono ammalare, possono invecchiare e morire quindi l’animale che voi adottate non è uno animale in particolare, cioè la specie è quella da voi scelta ma l’ animale è uno in generale. Inoltre gli animali possono essere trasferiti da u n parco all’ altro, se questo dovesse succedere la vostra adozione sarà trasferita su di un altro animale sempre a vostra scelta. Per adottare un animale inviate un’e-mail all’indirizzo: prenotazioni@parconaturaviva.it IL GRANDE TENNIS A VICENZA di Edoardo Francese Il 6 settembre a Vicenza Fabio Fognini e Andreas Seppi si erano esibiti nel 1^ torneo Anthea Kiss Management. Si si, il numero 1 e 2 del tennis italiano per la prima volta, dopo 25 anni erano tornati al circolo tennis Palladio. Circa 6 ore di incredibili diritti, rovesci, voleè, smash e servizi; una giornata indimenticabile!esperti” tra i giovani hanno palleggiato per circa 30 minuti con Fabio e Andreas. In seguito, la partita fra i nostri beniamini. Dopo circa un paio d’ore Fognini è crollato per 6-3 6-7 10-8. Naturalmente, poi, si sono lasciati trasportare dalla calda emozione del numeroso pubblico presente in quella giornata; hanno firmato qualche autografo e hanno partecipato alla premiazione. Consiglio a tutti i lettori e a tutti gli sportivi di non lasciare sfuggire, per nessuna ragione al mondo, un’occasione come questa. Il 6 Settembre era stata una giornata indimenticabile. CONSIGLI SULLO SPORT di Edoardo Bortoloso Lo sport è la cosa più bella del mondo. Fare sport serve molto per avere una buona salute e per stare energici. Gli sport nazionali sono il calcio,la pallavolo,la scherma e tanti altri,con la scherma la nazionale italiana nelle olimpiadi 2012 ha vinto sia l'oro, sia l'argento e il bronzo. Per fare sport bisogna fare gioco di squadra ,ascoltare l'allenatore o l'allenatrice,pensare con la propria testa e soprattutto aver fatto un buon allenamento e per far bene anche quello bisogna stare attenti a cosa dice l'allenatore e bisogna impegnarsi per ogni esercizio che ti dice il tuo coach.

[close]

p. 9

Anno Scol. 14/15, 1^ uscita Pagina 9 LA RAGAZZA DEI SOGNI Oggi parliamo di Carlotta Ferlito ginnasta italiana, una delle protagoniste su Ginnaste vite parallele (MTV). Lei è un’azzurra della ginnastica artistica, lei che di azzurro ha anche gli occhi. Anche se ha più di 80.000 di followers su twitter per lei twitter è una piccolissima parte della sua vita, così come lo è la TV. Carlotta dice: "È importante per relazionarsi con i fan e questa é una cosa che a me piace, infatti cerco di organizzare qualche live." Eccovi un'intervista di una delle ginnaste preferite dai ragazzi: Com’è la tua vita? La mia vita è piena di allenamenti! Sono in palestra dalle 9.00 alle 12.00. Appena finito vado a mangiare al ristorante qui vicino, poi torno e faccio un altro allenamento dalle 14.00 alle 16.30, una doccia velocissima, e poi tre ore di scuola, dove ci aspettano gli insegnanti privati: essendo una scuola privata dobbiamo sostenere gli esami tutti gli anni. Tutti i giorni li trascorro così, tranne il mercoledì che faccio allenamento solo per metà giornata. È difficile: dopo l’allenamento vorresti rilassarti invece c’è la scuola, dopo si mangia e si studia per il giorno dopo. Quindi diciamo, vita privata solo la domenica e il sabato che, dopo allenamento e fisioterapia, ho il pomeriggio libero. Carlotta, tu sei una fan di Justin e degli One Direction? Justin lo seguo dal 2009-10 ancora prima di essermi iscritta a twitter e gli One Direction dal 2012. Due anni fa gli One Direction sono venuti a Milano però non sono riuscita ad andarli a vederli. L'anno scorso erano a Sanremo, io ero lì due giorni da prima per la cerimonia di apertura però non sono riuscita a vederli. Ero andata alle Olimpiadi e loro avevano fatto la cerimonia di chiusura ma non sono riuscita a vederli. C'erano anche ad X-Factor e avevo anche trovato i biglietti, ma io ero in Svizzera per una gara. Quindi è proprio fatto apposta: NON LI VEDRO’ MAI. Se gli incontrassi credo che ... potrei morire! Quando ero piccola i miei idoli erano nella ginnastica, io non ero nessuno e A cura di Alessia Moro mi vergognavo a chiedere gli autografi. Così chiedevo alla mia mamma di farlo per me ma lei mi rispondeva: “Hai le gambine no?!” Io mi vergognavo troppo e rinunciavo. Adesso con questa sorta di popolarità capisco quando la gente si vergogna a chiedermi di fare una foto! Davanti ai miei idoli non saprei dire una parola... Secondo te quali sono i complimenti più belli? Quelli sul carattere sono i più belli. Tipo quando mi dicono sei una ragazza che ha inseguito il suo sogno, mi hai insegnato a non mollare. Art. di Simona Sciancalepore, da PINK SMILE MICHAEL JORDAN La sua biografia sul sito della National Basketball Association dichiara: "Per acclamazione, Michael Jordan è il più grande giocatore di pallacanestro di tutti i tempi". Jordan è stato uno degli atleti più sponsorizzati della sua generazione e il suo ruolo è stato fondamentale nel diffondere la NBA a livello mondiale negli anni ottanta e novanta, grazie anche al suo stile di gioco spettacolare. Jordan è stato sei volte Campione NBA, realizzando coi Chicago Bulls ben 2 Three-peat, termine con il quale si indica la vittoria delle NBA Finals per 3 edizioni annuali di fila (91-92-93 e 96-97-98), impresa riuscita finora solo a lui e a Scottie Pippen, che era in squadra con lui. Dopo un'ottima carriera alla Università della Carolina del Nord a Chapel Hill, dove guidò i Tar Heels alla vittoria del campionato nazionale NCAA nel 1982, Jordan entrò a far parte della NBA con i Chicago Bulls nel 1984, diventando in breve tempo una delle stelle della lega, mostrando grandi doti realizzative. Le sue spiccate qualità atletiche e le sue azioni spettacolari gli valsero, a partire già dalle primissime stagioni disputate tra i professionisti, i soprannomi di Air Jordan e His Airness. Si guadagnò, inoltre, anche la reputazione come uno dei migliori giocatori difensivi. Nel 1991 vinse il suo primo titolo NBA con i Bulls, seguito da altri due nel 1992 e 1993, ottenendo di Emma Battilotti un cosiddetto Three-peat. Dopo aver abbandonato improvvisamente la pallacanestro prima dell'inizio della stagione 19931994 per intraprendere una carriera nel baseball, Jordan tornò ai Bulls nel corso della stagione 1994-1995, guidando la squadra ad altri tre titoli consecutivi nel continua a pag. 10

[close]

p. 10

Pagina 10 BAKE OFF SCHOOL Carta Bianca n.7 STELLE DI PANDORO ALLO ZABAIONE A cura di Nabilah Shyed Le stelle di pandoro con crema allo zabaione è una ricetta tipica del periodo natalizio che accosta la tipicità di un prodotto come il pandoro al sapore dolce e delicato della crema di zabaione. Una ricetta per tutti i golosi che non sanno rinunciare a un buon dolce natalizio. La difficoltà è molto bassa e la preparazione richiede 20 minuti circa. INGREDIENTI (per quattro persone) Zucchero a velo: 30 gr Pandoro: 1 Marsala: ½ bicchieri Uova: 8 tuorli Zucchero semolato: 320 gr Cioccolato fondente: 200 gr Panna fresca liquida: 250 gr PREPARAZIONE Riducete in piccoli pezzi il cioccolato fondente e versatelo in un pentolino. Quindi scioglietelo a fuoco basso. Quando si sarà sciolto del tutto, aggiungete la panna fresca liquida a filo e mescolate con un mestolo, per incorporare bene il tutto. Cuocete la cioccolata per alcuni minuti, fino a quando sarà diventata più compatta. Poi trasferitela in una terrina e tenetela da parte. Con uno sbattitore elettrico lavorate i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere una crema omogenea. Versate il composto in un pentolino, accendete il fuoco al minimo e mescolate. Aggiungete successivamente il marsala e incorporatelo alla crema. Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare. Mentre le due creme si raffreddano, tagliate il pandoro in orizzontale in modo da ottenere tante stelle e poi, scaldatelo su entrambi i lati per pochi minuti. Su un piatto da portata disponete un cucchiaio di crema e spandetelo in modo da creare uno strato, poi adagiate una stella di pandoro e un atro staro di crema e così via. Infine decorate la superficie con la crema al cioccolato una saccà-poche. Le vostre stelle di pandoro con crema allo zabaione sono pronte per essere servite! Tratto da: Giallozafferano continua da pag. 9 _ Michael Jordam 1996, 1997 e 1998, facendo segnare anche il tuttora imbattuto record di 72 vittorie nella regularseason NBA nella stagione 1995–1996. Jordan si ritirò quindi una seconda volta dopo aver vinto il suo sesto titolo nel 1998, salvo tornare sul parquet per altre due stagioni nel 2001, questa volta nei Washington Wizards. Tra i risultati ed i riconoscimenti individuali di Jordan figurano 5 MVP Award, 10 presenze nell'AllNBA First Team, 9 nell'AllDefensive First Team, 14 convo- cazioni al NBA All-Star Game con 3 All-Star MVP Award, 10 titoli come miglior marcatore e 3 come per il maggior numero di palle rubate, 6 NBA Finals MVP Award ed il NBA Defensive Player of the Year Award nel 1988. Detiene il record NBA per la miglior media punti per partita in carriera con 30,12 per la regular season e 33,4 per i playoff. Nel 1999 è stato nominato come "più grande atleta nordamericano del XX secolo" dal canale televisivo sportivo ESPN, e fu secondo dietro Babe Ruth nella lista degli atleti del secolo stilata dalla Associated Press. È stato scelto per il Naismith Memorial Basketball Hall of Fame il 6 aprile 2009, dove è stato ufficialmente introdotto l'11 settembre 2009. La fama acquisita lo rende un autentico emblema sportivo paragonabile ad atleti eterni come Pelé, Diego Armando Maradona, Muhammed Ali o Ayrton Senna ed è considerato all'unanimità un campione dentro e fuori dal campo, sia per le imprese individuali e di squadra sia per il successo planetario conseguito. da Wikipedia

[close]

p. 11

Anno Scol. 14/15, 1^ uscita Pagina 11 Arrivano Super Smash Bros. for Nintendo 3DS e Wii U!!! A cura di Gabriel Garcia Jave Nuovissimo titolo firmato Nintendo, sbarca quest'anno su Nintendo 3DS e Wii U, a seguito dei tre precedenti. In quest' ultimo gioco, nelle versioni 3D (3DS, uscito il 3 ottobre), e in alta definizione (Wii U, uscito il 28 novembre) saranno presenti moltissimi personaggi Nintendo, come Mario, Link, Pikachu, Kirby, l'Abitante e il Wii Fit Trainer, usciti dai loro giochi per combattere e guadagnarsi la gloria del più forte. Con modalità multiplayer online, contro gli amici o in una sfida, le possibilità di gioco uniche rendono questo videogame spettacolare! Caratteristiche principali di Super Smash Bros. for 3DS: - Mischia StreetPass: puoi affrontare i personaggi raccolti tramite StreetPass; - Avventura Smash: devi combattere i nemici che incontrerai dentro ad un vasto labirinto e potenziare il tuo personaggio per poi prepararti alla lotta finale in una modalità ricca d'azione! - Porta il gioco sempre con te: oltre ad essere il primo Super Smash Bros. totalmente in 3D stereoscopico, è anche il titolo della serie che puoi giocare mentre sei in giro, indipendentemente da quando e dove ti trovi! Caratteristiche principali di Super Smash Bros. for Wii U: -Amiibo: Gli Amiibo o Personaggio Statuetta (PS), sono appunto delle statuette contenenti un microchip che ti permettono di connetterti direttamente con il tuo gioco compatibile con gli Amiibo, in questo caso Super Smash Bros. per Wii U (e nel 2015 anche per 3DS). Facendo toccare l'Amiibo nel punto NFC (Near Field Communication) del GamePad per qualche secondo, farai automaticamente apparire nella partita il personaggio e i suoi dati! Questi ultimi, mentre giochi, verranno aggiornati e l'Amiibo, man mano che lotti, aumenterà di livello! La prima data di uscita dei 12 Amiibo è prevista sempre per il 28 novembre, la seconda, con 6 statuette, per il 19 dicembre, e poi ne saranno acquistabili altre nel 2015. - Mischia a 8: in questa modalità possono lottare fino a 8 giocatori, ma unicamente su Wii U. Saranno inoltre disponibili solo alcuni scenari del gioco, dato che molti altri sono troppo piccoli per contenere 8 personaggi. - Modalità Eventi: con questa modalità puoi affrontare sfide a tema, alcune di queste sono strettamente legate ai giochi originali di personaggi specifici, mentre altre impongono condizioni uniche per poter superare le sfide. Sarà disponibile anche una modalità Eventi separata, a due giocatori, che ti richiede di cooperare con un amico per superare le sfide! Caratteristiche presenti in tutte le due versioni del gioco: - Nuovi personaggi: tra i nuovi personaggi di questo titolo ci sono l'Abitante,tratto da Animal Crossing, Pit e Palutena, da Kid Icarus, Greninja, dalla saga Pokèmon, Mega Man, Rosalinda e Sfavillotto, da Super Mario Galaxy, e moltissimi altri! - Mii: da oggi puoi utilizzare il tuo Mii come lottatore di Super Smash Bros.! Questo personaggio è un po' diverso dagli altri, dato che utilizzerai proprio il tuo avatar. Puoi personalizzarlo e farlo diventare un Lottatore Mii, uno Spadaccino Mii o un Fuciliere Mii, a seconda delle tue preferenze. Ogni lottatore può scegliere quattro mosse speciali tra dodici disponibili. In totale ci sono 36 mosse, dodici ognuno. - Nuovi strumenti di combattimento: tra i molti nuovi oggetti sono presenti la Spada Laser e la Bomba di Prossimità, creati appositamente per il gioco, il Blocco Pow e la Barra Infuocata di Super Mario, lo Scarabeo e la Radiomina tratti da The Legend Of Zelda, lo Scudo Posteriore e la Mazza Minerale da Kid Icarus. - Colorazioni dei personaggi: a differenza dei titoli precedenti, in cui si poteva usufruire di quattro colori a personaggio, ora ne saranno disponibili otto. - DLC (contenuto scaricabile): durante il periodo promozionale, di cui non si sa ancora la data, inserendo i codici di tutte e due le versioni del gioco sul sito Nintendo, riceverai un codice per scaricare gratuitamente un nuovo personaggio: Mewtwo. Inoltre potrai ordinare una copia del CD con le colonne sonore del gioco. Agli appassionati non resta ora che provare la DEMO per 3DS o comprare direttamente il gioco. Buon divertimento a tutti!!! REBUS : 7 (IN DIALETTO VENETO) E

[close]

p. 12

Pagina 12 Carta Bianca n.7 GUARDIANI DELLA GALASSIA A cura di Cristian Scapin Tratto da i fumetti “MARVEL” questo è un film di azione e fantascienza e per me dal trailer su YouTube è molto coinvolgente e avventuroso. Il protagonista è Peter Quill, un giovane che viene rapito da dei pirati spaziali chiamati Ravagers. Lui sul pianeta Morag si fa chiamare Starlord,anche se nessuno lo chiama così, ed è un fuorilegge che, rubando una preziosa sfera, si procura una taglia sulla sua testa. Ma andando su Xandar (capitale dell‟ Impero Nova) un‟ assassina di nome Gamora gli tende un‟ imboscata e gli ruba l‟artefatto: Peter cerca di ripren- dera e durante la loro battaglia intervengono Rocket e Groot che sono due cacciatori di taglie che intervengono e mentre combattono i Nova Corps arrestano i quattro e li mandano in carcere e lì trovano Drax il Distruttore. Loro cinque in carcere decidono di allearsi e evadere per poi combattere e sconfiggere Thanos nemico giurato di Drax e Gamora. Vi consiglio di guardarlo! Per farvi un‟ idea guardatevi il trailer ma soprattutto il teaser che a me è piaciuto molto di più. Battute d’arresto A cura di Alessandro Dal Bianco 1) - Sai cosa fa un dado su un palco? - No - Il Dado Star! 2) - Qual è il numero di Hulk? - No - Il numero verde! 3) Un omino lego si vanta dicendo: - Adoro quando tutti mi osservano! Mi piace molto attirare l' attenzione! -> E' Lego Centrico. 4) - Cosa fanno una Mitsubishi e una Suzuki al mare? - Non saprei... - Aspettano l' Honda! 5) - Secondo me Felix Baumgartner è andato a 36000 metri d' altezza per vedere se anche li prendeva Radio Maria... 6) - É andato in pensione l'inventore del CD... - CD spiace 7) - Sai che nel deserto passa un cammello ogni mezz' ora? - E allora? - Due cammelli, no?! 8) Ma il cemento armato ha il porto armi? 9) - Cosa dice una canna da pesca ad un verme? - Ti amo! 10) - Perché Dio ci ha fatti con un mento solo? - Non ne ho idea - Perché non aveva altrimenti 11) Ma perché saliamo le scale... e non zuccheriamo gli ascensori? 12) Dove fa il bagno un canguro? Sul Mar Supio 13) Un albero chiede a un altro: - "Vuoi una caramella?" - No, sono legno di - abete Secondo me i pesci hanno le spine perché nel mare c'è corrente... 14)

[close]

p. 13

Anno Scol. 14/15, 1^ uscita Pagina 13 RIGONI IN SERBIA A cura di Marina Markovic Rigoni, doppia sfida a Est. Dopo la Bulgaria, dove l’azienda alimentare di Asiago (Vicenza) è sbarcata nel 1993, oggi tocca alla Serbia. Una sfida diretta alla Ferrero, come dire Nocciolata contro Nutella. «Ma i nostri prodotti sono bio e fatti ancora con attenzione artigianale», sottolinea Andrea Rigoni, presidente e Ad della società alimentare vicentina di famiglia che quest’anno chiuderà con circa 90 milioni di fatturato consolidato (+ 13%) e nel 2015 realizzerà un nuovo stabilimento nel Veronese. Lo sbarco in Serbia, anticipato da L’Espresso, non è stato di certo semplice anche se il paese balcanico ormai ospita centinaia di società italiane, a partire da Fiat, Benetton e Geox per arrivare a Intesa Sanpaolo, Unicredit e Generali. Ma questa volta si parla di terra e di agricoltura, settori ancora vergini per gli investimenti stranieri. «Il primo passo è stato rilevare una società agricola serba a Negotin affittando per suo tramite 200 ettari di terreni statali per 20 anni con opzione per altri 20 spiega Rigoni - è infatti ancora vietato agli stranieri comprare terreni. Abbiamo scelto la regione che sta vicino a Romania e Bulgaria perché si tratta di zone ancora poco sfruttare, in più la gente sa lavorare bene la terra, a differenza della Bulgaria, dove l’agricoltura era stata abbandonante». Che si farà in Serbia? «Il nostro obiettivo è piantare noccioleti e altro, ampliando la nostra presenza a un migliaio di ettari. Vogliamo realizzare un polo produttivo che fra tre anni potrebbe arrivare a dare lavoro a 150 persone e ad altre 7-800 nel momento del raccolto, quante oggi sono impegnate in Bulgaria, dove abbiamo 1400 ettari a frutteto (500 di proprietà)». Marmellate, miele e nocciolata, il made in Asiago biologico piace: «A fine anno venderemo il 13% in più rispetto al 2013 per un fatturato che sarà intorno ai 90 milioni di consolidato (11 milioni dall’export) - afferma Andrea Rigoni . E l’anno prossimo inizieremo i lavori per realizzare entro il 2016 lo stabilimento ad Albaredo d’Adige (Verona) che ci servirà proprio a potenziare la produzione di Nocciolata, che oggi vale circa il 12% del nostro giro d’affari». Che guarda sempre con attenzione all’Italia e al Veneto. «Il nostro miele biologico arriva anche dal Consiglio, nel Bellunese, un’area boschiva certificata Psfc perché sostenibile», sottolinea con orgoglio Rigoni. Caporedattore: Sara Bazzon Vice: Marina Markovic Correttore di bozze: Nabilah Shyed Impaginatori: Marco De Pretto Matteo Bjeljarevic Si ringraziano tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione del presente numero. Alla prossima!!

[close]

p. 14

di Chiara Facci di 3^ blu, con gli Auguri di tutta la Redazione!

[close]

Comments

no comments yet