Dicembre 2014

 

Embed or link this publication

Description

Giornalino Feder notizie 2014

Popular Pages


p. 1

Feder dicembre 2014 cav-mpv Notizie Buon Natale, e “vitale” 2015! Dal biglietto augurale del CISF – Centro internazionale studi famiglia 1

[close]

p. 2

Il futuro comincia qui. L’aiuto generativo per i Cav-Mpv Una relazione di aiuto è buona quando è in grado di dare una risposta alla richiesta della persona che si trova in situazione di difficoltà. La bontà consiste nel saper rispondere al bisogno immediato manifestato, ma anche nella capacità di andare oltre creando le condizioni affinchè la persona sia in grado di aiutarsi nelle situazioni di criticità che inevitabilmente si manifesteranno nella vita futura . di Guido De Candia attivare le risorse personali che crediamo esserci sempre in ogni persona . Nella realtà del Cav/Mpv dove e come si colloca, o si può collocare, l’aiuto generativo? Quell’aiuto che, come abbiamo accennato, cerca e promuove l’attivazione delle risorse personali? Fertilità, maternità, cura Riguardo Il Convegno di Montesilvano Con questo pensiero, riassunto brevemente da quelli che sono i fondamentali caratteristici del mondo del volontariato e professionale che si occupa dell’aiuto alle persone in difficoltà, possiamo rivolgerci ai Cav/ Mpv che per loro mission fondamentale hanno l’obiettivo di aiutare la vita fin dal suo primo inizio, qual è il concepimento, e la cultura per la vita che anima le persone e la comunità intera. E’ questo un pensiero che potrebbe ispirare la prosecuzione nella vita associativa del volontariato per la vita di quel futuro che abbiamo cominciato a toccare al Convegno nazionale di Montesilvano. “il dove” credo sia facile individuare innanzitutto nella maternità e nella generatività biologica della donna il campo da curare. Questo sia nel caso di accettazione della maternità per superare la tentazione di aborto, come anche nella crescita della capacità materna di prendersi cura del nascituro. Cura che si attiva dall’ inizio della gravidanza, con la relazione prenatale, fino allo svezzamento, con la cura della prima infanzia, dall’alimentazione alla crescita pediatrica.. E da ultimo, quale progetto di futuro generativo, possiamo individuare l’accompagnamento per la conoscenza e la cura della fertilità. Valorizzare e mettere in comune le esperienze Riguardo “il come” sappiamo che molte sono ormai le esperienze associative di Cav/Mpv che realizzano, da soli o in alleanza esterna con istituzioni e altri organismi, azioni ed attività prima di tutto di diffusione, poi di formazione, ed infine di progetti rivolti al volontariato , ma anche agli operatori socio sanitari interessati. A questo punto potremmo continuare condividendo la esperienze esistenti sia regionali che extra regione, fino anche quelle nazionali, che certamente non mancano. L’aiuto generativo Abbiamo sentito come la Caritas con i Centri di ascolto abbia caratterizzato da qualche tempo la dimensione dell’aiuto concreto sviluppando l’aspetto pedagogico-educativo, attuando l’ascolto attivo. Probabilmente abbiamo già incontrato anche localmente questa esperienza di aiuto generativo che si pone l’obiettivo di aiutare la persona ad aiutarsi. E’ un aiuto orientato ad individuare ed 2

[close]

p. 3

Che cosa abbiamo fatto nel 2014? Abbiamo pregato cultura dell’incontro che permette una vicendevole crescita. Si è così rafforzata quell’alleanza per la vita, tanto auspicata da san Giovanni Paolo II° che deve coinvolgere tutta la comunità”. Non poco interessante il fatto che “A coronamento di tale cammino” l’Associazione Madonna delle Grazie abbia presentato il 6 dicembre al teatro Filarmonico il recital “Maria nei Vangeli” a favore del C.A.V. : “non poteva esserci epilogo migliore a sancire una collaborazione tanto preziosa tra CAV, Santuario, Associazioni, Istituzioni e territorio”, commenta la presidente Luciana Pigazzi. Perché la preghiera? Ce lo spiega un comunicato del Cav-Mpv di Piove di Sacco: “Per mantenere vivo un Centro di aiuto alla Vita non bastano l’attivismo e la frenesia del fare, ma sono necessari il pensiero che forma, che genera cultura e, per il credente, la preghiera che apre le porte ad una fratellanza ricercata e testimoniata”. La novena dell’Attesa a Piove di Sacco Per questo l’attiva associazione ha iniziato il 25 marzo” La novena dell’Attesa”. “I nove momenti di sosta, di riflessioni e di canti” si sono svolti nel Santuario della Madonna delle Grazie. “Sono stati incontri di preghiera e di riflessione sull’Enciclica di san Giovanni Paolo II° Evangelium Vitae per riaffermare il nostro volontariato alla luce del Magistero della Chiesa e su testi di personalità ecclesiali e laiche che hanno contribuito ad affermare con forza il valore della vita e la dignità della persona umana in ogni stadio dell’esistenza. Si sono uniti a noi il Gruppo adoratori del duomo, l’associazione Volontari Ospedalieri, I giovani dell’Azione Cattolica e il gruppo missionario oltre a tante persone provenienti dal territorio dell’intera Saccisica testimoniando come sia bello camminare insieme, passo dopo passo e favorire quella Fiaccolata per la vita a Robegano di Salzano (Venezia) I Cav-Mpv del Comprensorio del Miranese, in collaborazione con il coordinamento dei M.p.V. e C.A.V. della provincia di Venezia invitano alla Fiaccolata per la vita Presso il Santuario Beata Vergine Delle Grazie 15ª Robegano di Salzano (Ve) sabato 27 dicembre – vigilia della “Festa SS. Innocenti” – alle ore 20.30. “Accendiamo una luce per riaffermare il diritto alla vita di ogni persona dal concepimento alla morte naturale”. In caso di cattivo tempo la Fiaccolata si svolgerà all’interno della Chiesa 3

[close]

p. 4

Che cosa abbiamo fatto nel 2014? Abbiamo studiato problema etico, perché chi non conosce non è in grado di scegliere consapevolmente e liberamente sostiene fra l’altro: “Il meccanismo d’azione di ellaOne, la pillola dei cinque giorni dopo, non è esclusivamente di tipo antiovulatorio. Le donne che assumono ellaOne nel periodo fertile del ciclo mestruale per la maggior parte ovulano e possono concepire, ma, essendo il loro endometrio irrimediabilmente compromesso a causa dell’azione della pillola, non si verificherà l’annidamento dell’embrione nell’utero materno e verrà così provocata la morte del concepito”. Fusina ricorda fra l’altro che “Nel foglietto illustrativo di ellaOne si dice che “si ritiene che ellaOne agisca bloccando l’ovulazione”, ma se ne omette il possibile effetto antinidatorio, e dunque abortivo. La presentazione di questo farmaco come “contraccettivo”, termine correntemente usato per indicare la prevenzione del concepimento (inteso come fecondazione) è ingannevole: potrebbe indurre infatti ad utilizzarlo persone che non lo farebbero mai, se solo ne conoscessero il meccanismo d’azione antinidatorio”. L’articolo di Anna Fusina, ricco di dati e riferimenti, è reperibile in vitanascente.blogspot.it/oppure in http://www.zenit.org/it/articles/ellaonecontraccezione-o-aborto). Il fine vita a Este Organizzato dalla Fondazione Radicanti e Ruzzantini e dal Movimento per la Vita e dal Centro di Aiuto alla Vita di Este si è tenuto presso il Gabinetto di Lettura di Este (Piazza Maggiore) sabato 13 dicembre il Convegno sul tema : "Lo statuto della vita umana e il fine vita”. Interventi previsti: Paola Ricci Sindoni (La dignità della vita umana), Vittorio Possenti (La persona umana: un essere per la vita") Enrico Berti (L' uomo può disporre della propria vita?) Renzo Pegoraro (Per evitare accanimento terapeutico e eutanasia : rispetto, cura ed accompagnamento) Giuseppe Anzani (Umanamente verso la soglia dell' oltre). Come si vede, un convegno ad alto livello. Il “nostro” Mario Adinolfi Mario Adinolfi è stato ospite molto applaudito nel recente Convegno nazionale Cav. In tema di aborto la sua franchezza di “uomo di sinistra”, cioè – come ama sottolineare - dalla parte dei deboli, è evidente: “Non parlatemi di diritto all’aborto”. Il suo libretto tratta molte questioni (matrimonio omosessuale, eutanasia…) ed è frutto non solo di “passione”, ma anche di studio. Quella maledetta pillola/2 Quella maledetta pillola/1 Anna Fusina ha studiato la pillola Ella One. In un suo articolo dal titolo EllaOne: contraccezione o aborto? La carenza d’informazione costituisce un grave Bruno Mozzanega segnala il contributo sul tema della contraccezione d’emergenza, corredato da riferimenti a 72 titoli della letteratura medica mondiale, prodotto dalla neonata Società Italiana per la Procreazione Responsabile (S.I.P.Re). Vedi www.sipre.eu 4

[close]

p. 5

Che cosa abbiamo fatto nel 2014? Abbiamo ricordato Il Cav di Bassano ha festeggiato i suoi 35 anni di attività sabato 15 novembre presso l’Istituto Scalabrini. Nella sala dove Giuseppe Anzani ha proposto una raffinata riflessione sulla vita e sulla festa era esposto un significativo dipinto, che riproduciamo. Bruna Rigoni ha rievocato in questa occasione un percorso ricco di nascite, solidarietà, condivisione Il Cav-Mpv di Padova Ha ricordato nel suo ultimo notiziario allegato alla Difesa del popolo molte attività, molte problematiche (l’editoriale titola Tiro al bersaglio sulla famiglia), e i 40 anni di impegno per la vita. 5

[close]

p. 6

Che cosa abbiamo fatto nel 2014? Abbiamo partecipato! ha giornata dal titolo “IN FARMACIA per i BAMBINI” con lo scopo di raccogliere prodotti per l’infanzia e medicinali pediatrici da banco che verranno destinati ad oltre 160 enti in Italia (case famiglia, centri di accoglienza, comunità per minori, comunità mamme bambino) e all’ospedale pediatrico S.Damien di Haiti sostenuto dalla Fondazione”. A Legnago è stato possibile partecipare a questa iniziativa grazie alle Farmacie che hanno aderito (Farmacia Eredi Mazzon, Farmacia Torelli e Farmacia Zanoni). Il materiale raccolto durante l’orario di apertura è stato destinato totalmente al Centro Aiuto Vita di Legnago che è tra gli enti coinvolti. I volontari del Centro Aiuto Vita saranno presenti per la maggior parte della giornata come ambasciatori dei diritti dei bambini a nome della Fondazione. Ed ecco il commento del presidente Giovanni Buoso – “Il Centro Aiuto Vita ha aderito subito alla sensibilità della Fondazione e all’iniziativa, trovando in questa esperienza una ulteriore conferma del sostegno alla Vita. Il materiale raccolto servire per continuare nei progetti di sostegno ai bambini piccoli, basti pensare che nel 2014 con 221 famiglie sostenute i bambini interessati sono stati 426 (bimbi piccoli e fratellini più grandi) perchè se pur l’attenzione è alla Vita nascente e neonatale, nei nostri progetti non dimentichiamo mai la dimensione familiare di cura che può dare il contesto positivo e migliore per la crescita” “ Speriamo che ogni anno si possa riconfermare questo appuntamento coinvolgendo sempre più farmacie che sappiamo per esperienza essere sensibili nel territorio”. 6 Il Cav-Mpv di Piove di Sacco attirato a sé risorse importanti partecipando a un evento di rilievo. Con il Patrocinio degli Assessorati allo sport dei Comuni di Piove di Sacco, Arzergrande e Codevigo, l'associazione “Le Ginnastiche” di Codevigo (PD) ha allestito un eccezionale esperienza musicale, atletica, e teatrale, con uno staff di più di 200 atleti dal titolo Peter Pan. Peter Pan, Tilly, Wendy, i bambini sperduti nell'isolachenoncè, le fate e le sirene, Capitan Uncino e i pirati, diventano protagonisti per un'occasione speciale, il Natale, che è il momento in cui si torna tutti bambini. Questa eccezionale esperienza musicale è stata organizzata a sostegno del movimento per la Vita di Piove di Sacco e Caritas Parrocchiale. Il Cav-Mpv di Lonigo ha attivamente partecipato all’iniziativa che ricorda i 25 anni dalla firma della Carta dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza. “La Fondazione Francesca Rava – NPH Italia ONLUS – segnala il comunicato degli amici di Lonigo - ha organizzato per questa occasione una

[close]

p. 7

Anche il Cav-Mpv di Piove di Sacco ha preso parte all’iniziativa “Vieni in Farmacia”. Ecco una cronaca redatta dalle volontarie: “Oggi, 20 novembre 2014, Giornata internazionale per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza, noi volontari CAV-MPV di Piove di Sacco (PD) siamo entrati nella rete di solidarietà promossa dalla fondazione Francesca Rava con l’iniziativa “Vieni in Farmacia”. Questo ci ha portato a Vigonovo, un piccolo paese in provincia di Venezia in Farmacia Marocchi, dove, un po’ titubanti, questa mattina abbiamo iniziato questa esperienza. Non sapevamo ancora come saremmo state accolte. Da subito, grazie alla grande disponibilità di dipendenti e proprietari, ci siamo sentite a nostro agio. Non eravamo solo noi a presentare l’iniziativa invitando le persone a partecipare, ma anche i farmacisti stessi, capendo le esigenze delle persone, proponevano l’acquisto a chi, nonostante la modesta disponibilità, avesse la volontà di donare prodotti dal costo accessibile. Abbiamo ricevuto sostegno per la promozione dell’evento anche da parte delle istituzioni locali. Sappiamo bene che, “quello che noi facciamo è solo una goccia nell'oceano, ma se non lo facessimo l'oceano avrebbe una goccia in meno”. Ecco che, goccia dopo goccia, siamo arrivate a fine serata con gli scatoloni pieni di pannolini, latte, omogeneizzati e tanto altro. CHE SODDISFAZIONE!”. Anno nuovo vita nuova. Auguri! 7

[close]

Comments

no comments yet