Empirical Survey on a heritage - Cagliari

 

Embed or link this publication

Description

Empirical Survey on a heritage - Cagliari

Popular Pages


p. 1



[close]

p. 2

BERLIN-ISLAND - EMPIRICAL SURVEY ON A HERITAGE Dal progetto BERLIN-ISLAND del Sardisches kulturzentrum di Berlino. Ideato e diretto da Giovanni Casu curato da Giusy Sanna Dal 21 Dicembre 2012 al 31 Marzo al 2013 Negli spazi di MEME | arte contemporanea e prossima, Via Mameli . Cagliari LAZZARETTO Cittá di Cagliari, Luoghi della mostra :Cagliari- Lazzaretto- la sala espositiva (sala ARCHI) e Primo piano (la sala POLIFUNZIONALE o espositiva) Presentazione e preview: Spazi di MEME | arte contemporanea e prossima, Via Mameli . Cagliari Titolo della mostra : Empirical Survey on a Heritage (dal progetto BERLIN-ISLAND) Programma: 21 Dicembre 2012 MEME Gallery: Presentazione e preview a cura della curatrice Giusy Sanna e degli organizzatori. Presentazione del progetto e preview degli artisti e delle opere. Primo Marzo dalle 18.00h: Opening Durante la serata ( indicativamente a partire dalle 18h ) sono previste 3 performance- (speriamo il budget e gli sponsor ci possano permettere la realizzazione di tutte le performance-) Performance: 1)Marisa Benjamin 2)Carlo Spiga- artista sardo 3) Ambra Pittoni – artista di origini sarde Concerto: Stella Veloce, performance di musica contemporanea. Allestimento: Dal 26 febbraio 2013 Disallestimento: 1-2-3 aprile ( il 3 aprile fino all una del pomeriggio). Berlin-Island è un progetto di mostra d´ arte contemporanea che presenta le opere e gli artisti che hanno partecipato a tre diversi esperimenti culturali iniziati a Berlino nel 2010. I tre esperimenti: Genau! Sardina 2010 Holiday Island 2011 Berlin- Island 2012 Artisti partecipanti : Irene Balia Giovanni Casu E. Roberto Fanari Ambra Pittoni Carlo Spiga Nuno Vicente- Portugal Ewa Surowiec- Poland Bryn Chainey- UK Alessandro Sau Cristina Meloni Rugiada Cadoni from Y Liver Igor Muroni

[close]

p. 3

Concept della mostra. Questa esperienza ha la cultura sarda come oggetto di indagine, l’arte contemporanea come strumento e Berlino come campo da gioco. Può l’arte contemporanea, attraverso progetti artistici, verificare e controllare lo stato di salute di una cultura ? La mostra vuole riunire le tre esperienze in una sola esposizione a Cagliari. Questo ci sembra il naturale proseguo delle esperienze fatte a Berlino dove l’arte contemporanea sarda e´stata protagonista. Berlin -Island- Empirical survey on a heritage e´un progetto d´arte contemporanea che vuole essere uno strumento di promozione della identità sarda e della cultura contemporanea sarda in Europa e in Sardegna. Con la mostra Berlin-Island, il Comune di Cagliari avrà la possibilità di mostrare in un unico evento, sette giovani artisti sardi di livello internazionale tra i più promettenti della loro generazione e giovani artisti internazionali con alle spalle gia´un esperienza e un curriculum solido e affermato. La mostra si terra´dal 1 al 31 Marzo 2013 negli spazi del LAZZARETTO a Cagliari. L’ evento principale di Berlin-Island e´ il vernissage che apre e inaugura l’esposizione il Primo Marzo. Durante la serata (indicativamente a partire dalle 18h ) sono previste 3 performance. Performance: 1)Marisa Benjamin 2)Carlo Spiga 3) Ambra Pittoni 4)Stella Veloce I 15 artisti parteciperanno alla mostra dando un panorama ampio della creatività contemporanea sarda e internazionale. I temi dell’emigrazione e del talento sardo sono al centro del progetto – La mostra Berlin-Island rappresenta un simbolo delle potenzialita´della creativita´sarda . Berlin - Island restituisce una fotografia delle potenzialità dell’ emigrazione artistica sarda e del ritorno in Sardegna delle esperienze fatte in diverse capitali europee, con un particolare riguardo alla capitale artistica europea di Berlino. Evento promosso da : Comune di Cagliari ASSESSORATO ALLA CULTURA Servizio Cultura e Spettacolo in collaborazione con :

[close]

p. 4

I tre progetti: genau! Sardinia Holiday Island berlin - island

[close]

p. 5

genau! Sardinia a cura di Giusy Sanna La prima esperienza: la mostra Genau! Sardinia nel Maggio 2010 nella Lucas Carrieri Gallery, situata nella centralissima Torstrasse a Berlino, ha riunito il lavori artistici di sei giovani artisti sardi che lavorano a Berlino. Questa mostra ha cercato di verificare se gli artisti sardi hanno alcune caratteristiche comuni (come è il caso spesso di altre grandi culture). Abbiamo voluto indagare l’esistenza di una particolare caratteristica artistica: sarebbe stato questo il segno vivo di un’ identità culturale comune. La mostra Genau! Sardinia è stato il risultato di questa ricerca. Gli artisti in mostra non avevano più di 35 anni. Il trait d’union tra questi artisti è stata la volontà di venire a Berlino e iniziare una nuova ricerca artistica. Comune è anche il desiderio di voler vivere in un luogo diverso dalla Sardegna ed essere influenzati dalla città e la sua scena artistica. IRENE BALIA G I O VA N N I C A S U E. R O B E R T O FA N A R I AMBRA PITTONI CARLO SPIGA

[close]

p. 6

genau!Sardinia, 2010 IRENE BALIA ritratto notturno, olio e graffite su tela cm 50x70, 2011 S.T. ,olio e graffite su tela cm 30x60, 2010 AMBRA PITTONI Ze Coeupel Paris/Berlin Jaunar 2009

[close]

p. 7

genau!Sardinia, 2010 CARLO SPIGA They live!, ritagli di riviste e legno 2010 Eine reise+Book, ULAN!ULAN!, 2011 E. (Cristian Atzori) ma per gli amici E, digital print+ DVD video loop, 2010

[close]

p. 8

genau!Sardinia, 2010 GIOVANNI CASU Kant Reloaded. Part IV. Installation, 569 item N° 13 (10 cm x 10 cm print on paper), 2010 ROBERTO FANARI La stanza delle meraviglie, filo di ferro cotto, cm 130x40x40, 125x40x40; 2011

[close]

p. 9

2011. Holiday Island: residency Il secondo esperimento è il risultato della seguente ipotesi: se la cultura sarda è ancora viva, può essere anche in grado di impollinare in una maniera specifica gli artisti stranieri? Dopo una severa selezione, nel Giugno 2011 tre artisti provenienti da Portogallo (Nuno Vicente), Polonia (Ewa Surowiec) e Australia (Bryn Chainey), ma che vivono e lavorano a Berlino, sono stati ospiti per una settimana a Samatzai: un piccolo paese nel sud della Sardegna, lontano dalle famose spiagge e da percorsi turistici tradizionali. Questo breve viaggio era necessario per dare un’impressione soggettiva e istantanea. Un’esperienza priva di una conoscenza stereotipata di quest’isola del Mediterraneo: un’immagine davvero lontana dalle cartoline turistiche e dall’idea idea take-away di un “Holiday Island”.

[close]

p. 10

2011. Holiday Island| residency NUNO VICENTE Object to return II (prototype for human axes to return to nature). Axes, wood, wire, 710 X50X50 cm. Samatzai, Sardinia, Italy

[close]

p. 11

2011. Holiday Island| residency EWA SUROWIEC

[close]

p. 12

2011. Holiday Island| residency BRYN CHAINEY

[close]

p. 13

2011. Holiday Island| residency MARISA BENJAMIM CARLO SPIGA

[close]

p. 14

Holiday Island| a sardinian experience un progetto di Giovanni Casu and Giusy Sanna NUNO VICENTE | EWA SUROWIEC| BRYN CHAINEY Performances di: MARISA BENJAMIM | CARLO SPIGA a cura di Giusy Sanna Holiday Island - a Sardinian experience –è stato l’evento principale del progetto Holiday Island che ha avuto inizio un anno fa, da un idea di Giovanni Casu e Giusy Sanna. Holiday Island è un esperimento culturale fatto di alchimie di diversi codici linguistici. Il progetto mira a promuovere giovani artisti internazionali, lo scambio tra culture diverse e pone la Sardegna come attore importante nella scena dell’arte contemporanea internazionale. Dopo una selezione, nel Giugno 2011, i tre artisti Nuno Vicente (Portogallo), Ewa Surowiec (Polonia) e Bryn Chainey (Australia) che vivono e lavorano a Berlino, sono stati ospiti per una settimana a Samatzai: un piccolo paese nel sud della Sardegna, lontano dalle famose spiagge e da percorsi turistici tradizionali. Questo breve viaggio era necessario per dare un’impressione improvvisa, soggettiva e istantaneo, privo di conoscenza stereotipata di quest’isola del Mediterraneo: un’immagine davvero lontano dalle famose spiagge e da percorsi turistici tradizionali. Il 3 Febbraio, Nuno Vicente, Ewa Surowiec e Bryn Chainey hanno mostrato il loro punto di vista personale di questa esperienza in Sardegna. Video, foto e installazioni sono stati presentati al Supermarkt: uno spazio eccezionale e originale in Brunnenstrasse. Due artisti ospiti, Marisa Benjamim (Portogallo) e Carlo Spiga (Italia), che hanno arricchito l’esperienza sarda con la loro partecipazione, hanno presentato a Berlino due progetti paralleli personali. Tutte le immagini e i testi relativi l’intero progetto Holiday island sono disponibili on line nel nostro blog : holiday-island.blogspot.com/ un immagine dell’opening @ Supermarkt ,Berlin

[close]

p. 15

NUNO VICENTE mutation of two forms \ tracing I (human presence translated to clay) \ tracing II (rock dust) \ tracing III (time)\ object to translate presence into air Il lavoro di Nuno è stato inizialmente influenzato dalla geografia sarda; durante la residenza ha iniziato a lavorare con gli elementi base che caratterizzano il paesaggio che circonda il paese: il calcestruzzo delle colline di Samatzai, il vento, la fauna, la flora e il tempo. Il Vento è stata la forza che ha influenzato la prima scultura creata in loco, una sorta di dispositivo per la dispersione delle ceneri. A Berlino ha messo insieme i diversi paesaggi, traducendo la presenza immateriale dell’esperienza sarda in qualcosa di più fisico.

[close]

Comments

no comments yet