I fotografi del libro I Luoghi del Cuore

 

Embed or link this publication

Description

Biografie

Popular Pages


p. 1

I fotografi

[close]

p. 2

ANGELO ANTOLINO Classe 1979, studia Storia dell’Arte e si laurea nel 2004 con una tesi in Fotografia etnografica. Nel 2001, parallelamente all’università, comincia il corso di fotografia con la fotografa Lucia Patalano. Nei primi anni si concentra sulla fotografia in bianco e nero e lavora al progetto Sulla spiaggia, che sarà esposto nel 2006 nell’ambito del Festival Internazionale di Fotografia di Roma. Nello stesso anno gli viene commissionato dal Festival un reportage sull’Abbazia di Farfa. Dopo la laurea, comincia a lavorare come fotografo presso il Museo di Capodimonte di Napoli dove realizza un reportage sulla vita dietro le quinte del museo. Nel 2008 realizza un reportage sulle donne di camorra a Napoli che sarà proiettato nell’ambito del Visa Pour l’image di Perpignan nel 2010. Dal 2008 è contributor per National Geographic Italia, per il quale ha realizzato sette reportage, due dei quali su Pompei. Da due anni lavora a un progetto a lungo termine sull’urbanizzazione del paesaggio italiano. Le sue foto sono pubblicate sui più importanti settimanali e mensili europei. Per questo libro ha fotografato Friuli, Marche, Lazio Abruzzo, Molise, Puglia. GIUSEPPE CAROTENUTO Classe 1984, dopo il diploma in fotografia presta servizio per le forze armate come membro dell’ufficio pubblica informazione con l’incarico di fotografo. Dal 2007 si dedica completamente al fotogiornalismo cominciando a collaborare con agenzie italiane e realizzando servizi fotografici di approfondimento su storie a carattere politico, sociale ed economico in Italia. Nello stesso periodo presta particolare attenzione ai maggiori eventi di carattere internazionale come la Primavera Araba, la guerra in Libia, l’Afghanistan e il Sudan. Collabora con importanti testate nazionali e internazionali: L’Espresso, Vanity Fair, Stern Magazine. Per questo libro ha fotografato il Lazio.

[close]

p. 3

GIANNI CIPRIANO Classe 1983, è un fotografo siciliano indipendente di base tra New York, Ginevra, Roma e Palermo. Il suo lavoro si concentra su tematiche sociali, politiche ed economiche, in particolare sulla relazione tra l’identità dell’uomo, il territorio e l’influenza di questo sulla cultura di massa. Primogenito di una famiglia di emigranti cresciuto tra Brooklyn, Ginevra e Palermo, dopo gli studi in Ingegneria Aerospaziale e Architettura, nel 2007 si trasferisce a New York dove si specializza in fotogiornalismo e fotografia documentaria all’International Center of Photography e dove lavora per i fotogiornalisti Christopher Anderson (Magnum Photos) e Ron Haviv (VII). Nel 2008 è stato tra gli Emerging Talents di Reportage by Getty Images e ha partecipato all’Eddie Adams Workshop XXI. Tra il 2009 e il 2012 ha fatto parte del Reflexions Masterclass, un seminario per la fotografia contemporanea curato da Giorgia Fiorio e Gabriel Bauret, che ha ospitato giovani autori da tutto il mondo. Negli ultimi tre anni è stato nominato per il World Press Photo Joop Swart Masterclass. Collabora con importanti testate nazionali e internazionali: The New York Times, The Wall Street Journal, Time, Le Monde, MSNBC.com, Esquire, Rolling Stone, D Repubblica, Io Donna, Ventiquattro, Sette, IL, Courrier International, Vanity Fair, Diario,Save The Children. Dal 2012 ha seguito i maggiori eventi politici italiani per il settimanale L’Espresso. Per questo libro ha fotografato Calabria e Sicilia. CLAUDIO MORELLI Classe 1985, è un fotografo documentarista. Dopo gli studi in scienze politiche comincia a interessarsi alla fotografia e a lavorare come assistente di studio nel campo della fotografia commerciale, in particolare nei settori di moda e still-life. Avvicinatosi al fotogiornalismo prima come fotografo di sport e spettacolo poi di politica, economia e cronaca per un’agenzia di Milano, nello stesso periodo ha girato cortometraggi e piccoli documentari come direttore della fotografia. Nel 2009 lascia l’agenzia Emblema per dedicarsi all’approfondimento e al reportage come free-lance ed è tra i fondatori dello studio D77 Fotografi a Napoli e del collettivo d’arte e fotogiornalismo Why Not. Negli ultimi anni ha realizzato reportage e servizi in tutto il mondo pubblicando i suoi lavori sulle maggiori testate europee. Ha preso parte a varie esposizioni italiane ed internazionali. Nel 2013 inaugura Pantesia, studio di fotografia, comunicazione e giornalismo. Claudio Morelli è rappresentato dall’agenzia DB Daria Bonera. Per questo libro ha fotografato Basilicata, Campania, Veneto e Trentino.

[close]

p. 4

ROBERTO MORELLI La laurea in Biologia e la passione per i viaggi gli regalano da sempre un occhio attento a rappresentare la natura e cogliere lo spirito dei luoghi e di chi li vive. Ha inoltre approfondito il lavoro di riproduzione e interpretazione di beni architettonici, monumenti e opere d’arte. Fotografo freelance, è inoltre particolarmente impegnato nel reportage sociale e umanitario e collabora con alcune organizzazioni non profit realizzando campagne di comunicazione visiva e multimedia storytelling. Realizza anche servizi commerciali e ha ricevuto diversi premi e menzioni in concorsi nazionali e internazionali. Per questo libro ha fotografato la Lombardia. CLARA VANNUCCI È una fotogiornalista italiana che divide il suo tempo tra gli Stati Uniti e l’Italia. Le sue storie raccontano il sistema carcerario di questi due paesi: il teatro in carcere a Volterra, la sezione di donne maltrattate nel carcere di Rikers Island a NYC. Il suo ultimo progetto fotografico, Bail Bond, sul sistema delle cauzioni in America, è ora un libro prodotto da Fabrica, il centro di ricerca per artisti della Benetton.Collabora con importanti testate e clienti nazionali e internazionali: La Repubblica, L’Espresso, Touring Magazine, La Stampa, Class, The New York Times, The New York Times Lens, Io Donna, Le journal de la photographie, Le courrier International, LifeStyleMirror, Benetton,Ermanno Scervino, Luisa via Roma, Grazia France, Vogue.it, 6 mois. Clara Vannucci è rappresentata dall’agenzia DB Daria Bonera per corporate e advertising. Per questo libro ha fotografato la Toscana e l’Umbria.

[close]

p. 5

ANTONIO ZAMBARDINO È un fotografo documentarista residente a Bangkok. Studia fotografia allo IED di Roma ed elementi di giornalismo investigativo al CIJ di Londra.Tra il 2006 e il 2008 lavora come post-produttore al 10b Photography e presso lo studio Interno Grigio. La sua attività fotografica professionale inizia nel 2008. In seguito, cura la sezione viaggi per la rivista Max e successivamente lavora su temi sociali legati all’ambiente negli Stati Uniti e nel Sud del Pacifico. I suoi progetti sono stati premiati da FNAC, FOAM, New York Photo Festival e dal Pictures of the Year. Nel 2011 si sposta in Medio Oriente, dove segue la rivoluzione egiziana per Vanity Fair e le operazioni di guerra a Gaza nel 2012. Il suo lavoro è accessibile sul sito www.antoniozambardino.com e su quello dell’agenzia Contrasto. Per questo libro ha fotografato Emilia-Romagna, Piemonte, Valle d’Aosta e Liguria. CARLOTTA ZARATTINI Classe 1985, dopo la laurea in Lettere Moderne a Bologna, nel 2009 si trasferisce a New York dove studia fotogiornalismo all’International Center of Photopgrahy. Qui incontra Jeff Jacobson e da lui impara che la fotografia è più un’occasione per porsi delle domande piuttosto che un mezzo per darsi delle risposte. Tornata in Italia nel 2012, inizia a frequentare i corsi di fotografia presso l’Accademia di Brera e a sviluppare progetti artistici personali. Collabora con importanti testate nazionali e internazionali tra cui The New York Times, The Wall Street Journal, Fader Magazine e Internazionale.Vive tra Milano e Lugano, dove co-gestisce uno spazio creativo/culturale, lo Spazio1929. Per questo libro ha fotografato la Sardegna.

[close]

p. 6



[close]

Comments

no comments yet