Il Libro Nero della scuola italiana

 

Embed or link this publication

Description

Un libro inchiesta che fa riflettere sull’illegalità nell’istruzione italiana (pubblica e privata) e le pressioni della Cei, Compagnia delle Opere, Opus Dei per la completa parità scolastica delle scuole religiose.

Popular Pages


p. 1



[close]

p. 2

2 "Ciao Paolo, sono andato al colloquio in una scuola paritaria e quando si è toccato il tasto stipendio, il vice preside mi fa: "lei sa che in Sicilia la maggior parte delle paritarie non pagano, noi paghiamo" sai quanto caro Paolo? 4 euro all'ora.. l’USR Sicilia ha inviato un'informativa alle paritarie siciliane invitandole a non spezzettare una cattedra tra più docenti, infatti anche il vice preside mi ha detto che erano soliti fare così, 18 ore divise tra 4 docenti, è per questo che per un precario del nord ce ne sono 4 del sud. ciao e grazie..." Alessandro (nome di fantasia)

[close]

p. 3

3 Il LIBRO NERO della scuola italiana Un libro inchiesta che fa riflettere sull’illegalità nell’istruzione italiana (pubblica e privata) e le pressioni della Cei, Compagnia delle Opere, Opus Dei per la completa parità scolastica delle scuole religiose.

[close]

p. 4

4 Autore: Paolo Latella Insegnante e giornalista Membro dell’Esecutivo Nazionale del Sindacato Unicobas Scuola Segretario della Lombardia License Creative Common Copyright © 2014-2015 CC BY-NC-SA Questo prodotto è coperto da una License Creative Commons Attribution- NonCommercial-ShareAlike 3.0 Unported

[close]

p. 5

5 Questo libro è dedicato… A mio padre e a tutti coloro che amano la scuola pubblica laica statale italiana

[close]

p. 6

6 Indice Capitolo 1 – Il Sistema di Istruzione e Formazione in Italia 19 Capitolo 2 – I contributi alle scuole paritarie per l’anno 2014-2015: cause ed effetti. ....................................................... 45 Capitolo 3 – Il piano dell’AgeSc sulle scuole paritarie religiose ....................................................................................... 61 Capitolo 4 – L’Opus Dei e la Compagnia delle Opere nel Comitato Strategico di impegno per la parità scolastica insieme a Valentina Aprea e Suor Anna Monia Alfieri. ......... 67 Capitolo 5 – L’evoluzione della scuola paritaria rispetto a quella statale ............................................................................ 121 Capitolo 6 – La lettera rivoluzionaria di Papa Francesco ... 159 Capitolo 7 – Il Movimento Cinque Stelle in Parlamento contro i diplomifici ................................................................... 179 Capitolo 8 – La cartina della vergogna ................................. 193 Capitolo 9 – Lettere inviate al Miur il 5/2/14 ....................... 199 Capitolo 10 – le testimonianze dei docenti ........................... 213 Capitolo 11 – Il mistero del “comma” scomparso ................ 279 Capitolo 12 – le principali operazioni svolte dalla Guardia di License Creative Common Copyright © 2014-2015 CC BY-NC-SA Questo prodotto è coperto da una License Creative Commons AttributionNonCommercial-ShareAlike 3.0 Unported

[close]

p. 7

7 Finanza in materia di ‘diplomifici’ nel periodo 2010-2014. ... 283 Capitolo 13 – Il silenzio assordante degli Uffici Scolastici Regionali .................................................................................. 315 Capitolo 14 – La “Macelleria sociale” alias Chiamata diretta in Lombardia ............................................................................ 333 Capitolo 15 – “Zero in condotta” lo scandalo dei titoli falsi . 355 Capitolo 16 – Il Mistero dei punteggi assegnati con i Master e corsi di perfezionamento ...................................................... 373 Capitolo 17 – L’esperienza di Deborah, una mamma della provincia di Milano ................................................................. 385 Capitolo 18 – Sitografia ......................................................... 393 License Creative Common Copyright © 2014-2015 CC BY-NC-SA Questo prodotto è coperto da una License Creative Commons AttributionNonCommercial-ShareAlike 3.0 Unported

[close]

p. 8

8 License Creative Common Copyright © 2014-2015 CC BY-NC-SA Questo prodotto è coperto da una License Creative Commons AttributionNonCommercial-ShareAlike 3.0 Unported

[close]

p. 9

9 Premessa Sono passati 15 mesi da quando inviai al Ministro Maria Chiara Carrozza il dossier “La scuola paritaria: un business tutto italiano e la cartina della vergogna”. Quel documento “scomodo” ha avuto il pregio di rendere pubblica (L’Espresso, Micromega, Il Fatto Quotidiano, Repubblica, L’Unità, Radio Radicale, Storie di Rai2 e molte testate giornalistiche locali come L’Attacco di Foggia) la cartina della vergogna italiana contenente le segnalazioni dei docenti che vivono (o che hanno vissuto) situazioni al limite dello schiavismo, senza retribuzione o solo con rimborsi spese. Il sindacato Unicobas Scuola di cui faccio parte, ha nel proprio DNA la difesa della legalità ed è contrario al finanziamento delle scuole License Creative Common Copyright © 2014-2015 CC BY-NC-SA Questo prodotto è coperto da una License Creative Commons AttributionNonCommercial-ShareAlike 3.0 Unported

[close]

p. 10

10 paritarie. Siamo per una scuola pubblica laica statale di qualità, lo abbiamo manifestato a Roma davanti al Ministero della pubblica Istruzione il 14 luglio e il 17 settembre. Del Dossier pubblicato nel 2013 se ne è occupata la redazione del TG2 con il giornalista Giammarco Sicuro. Ecco il link: Intervista RAI Tg2 “Storie” al prof. Paolo Latella sulle scuole paritarie illegali http://youtu.be/gul7QtAqQc Del dossier pubblicato nel 2013 hanno scritto i giornalisti Antonio Siragusa, Marina Boscaino, Claudia Pepe, Salvo Intravaia, Corrado Zunino, Mariella Gerardi, il filosofo Giorgio Morale, Maria Mantello e l’Associazione Giordano Bruno. In molti lo hanno condiviso sui social networks. Anche alcune testate giornalistiche straniere hanno contattato la segreteria regionale Lombardia del sindacato Unicobas Scuola a Lodi. I dati dimostrano l’incapacità della politica italiana di fermare questo mercato degli schiavi (a volte consenzienti), neo laureati che non vengono pagati o retribuiti con al massimo License Creative Common Copyright © 2014-2015 CC BY-NC-SA Questo prodotto è coperto da una License Creative Commons AttributionNonCommercial-ShareAlike 3.0 Unported

[close]

p. 11

11 cinque euro all’ora, in cambio dei punti per scalare le graduatorie nelle scuole pubbliche, partecipare ai corsi abilitanti e insegnare nella scuola statale. I due ministri dell’Istruzione che negli ultimi anni si sono succeduti, Maria Chiara Carrozza del Partito Democratico e l’attuale Stefania Giannini ex segretaria nazionale del partito Scelta Civica ,non hanno praticamente fatto nulla per arginare l’illegalità diffusa presente in moltissime scuole paritarie religiose e private. Hanno ricevuto il dossier, lo hanno letto ma nulla è cambiato. Il Movimento Cinque Stelle, con Gianluca Vacca, Silvia Chimienti e Luigi Gallo. Nel 2014 Hanno presentato due proposte di legge la prima con Gianluca Vacca come primo firmatario: “Disposizioni concernenti la disciplina e il funzionamento delle istituzioni scolastiche paritarie e introduzione di nuovi criteri per la relativa ammissione agli esami di maturità”. La seconda con Silvia Chimienti come prima firmataria: “Istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta sul funzionamento delle scuole paritarie e sulla License Creative Common Copyright © 2014-2015 CC BY-NC-SA Questo prodotto è coperto da una License Creative Commons AttributionNonCommercial-ShareAlike 3.0 Unported

[close]

p. 12

12 condizione dei docenti in esse impiegati” A settembre 2014 Gianluca Vacca (M5S) ha attivato uno sportello virtuale sul proprio sito nel quale è possibile denunciare i casi di scuole paritarie illegali. Provvederà personalmente, in forma anonima, ad inviare, tutte le segnalazioni pervenute, all’ufficio scolastico regionale, alla Procura della Repubblica e all’ispettorato del lavoro, in modo che le autorità preposte, ciascuna per i profili di propria competenza, possano accertare la veridicità delle segnalazioni e far emergere eventuali irregolarità. Una domanda però è doveroso porcela, perché le altre forze politiche non sono intervenute? Ricordo che a gennaio 2014 quando fu pubblicata la notizia delle minacce ricevute, mi telefonarono da tutta Italia, amici del sindacato Unicobas Scuola, colleghi insegnanti, giornalisti anche stranieri ma nessuna telefonata né email dal Partito Democratico, da Forza Italia, dal License Creative Common Copyright © 2014-2015 CC BY-NC-SA Questo prodotto è coperto da una License Creative Commons AttributionNonCommercial-ShareAlike 3.0 Unported

[close]

p. 13

13 Nuovo Centro Destra, dalla Lega Nord, da Scelta Civica. Insomma mettiamola così… c’è la paura di esporsi. In questi anni sono emersi troppi interessi economici intorno ai diplomifici e ai contributi statali legalizzati dalla Legge 62/2000 firmata da Luigi Berlinguer e si sa dove c’è il business c’è la politica. Si perché oltre ai contributi diretti, le scuole paritarie religiose e private ricevono altri contributi direttamente dai comuni e dalle regioni sotto forma di progetti presentati. Questo libro contiene le nuove storie raccontate dai docenti di tutta Italia, i comunicati stampa delle inchieste più rilevanti degli ultimi anni accertate dalle Procure della Repubblica, ente investigatore ed accertatore la Guardia di Finanza. Il dott. Simone Carella descrive l’attività parlamentare del M5S in merito alla questione delle scuole paritarie illegali, unica forza politica che realmente si è impegnata presentando proposte di legge per combattere la piaga dell’illegalità che sta dilagando in tutta Italia. License Creative Common Copyright © 2014-2015 CC BY-NC-SA Questo prodotto è coperto da una License Creative Commons AttributionNonCommercial-ShareAlike 3.0 Unported

[close]

p. 14

14 Una parte corposa del libro è dedicata all’’analisi sulle strategie messe in atto da parte di personalità importanti della Chiesa cattolica che hanno come obiettivo il raggiungimento definitivo della parità scolastica definendo il costo standard per ogni studente ed avviare quel processo di distruzione della scuola pubblica laica statale, trasferendo alle scuole paritarie cattoliche le stesse cifre che vengono inviate alle statali, garantendo il fondo d’istituto e il pagamento degli insegnanti oltre a quelli di religione, mantenendo inoltre le rette da far pagare alle famiglie. Nel libro si presentano le associazioni religiose che rappresentano gli interessi della Cei, dell’Opus Dei, della Compagnia delle Opere. In Regione Lombardia e a Roma alla Camera dei Deputati, tutto alla luce del sole, senza nessuna illegalità apparente, si convocano riunioni, commissioni con scadenze bimestrali, coinvolgono nel progetto, politici, assessori regionali, presidenti di associazioni religiose tutti insieme per impadronirsi dell’istruzione statale camuffandola come “libera scelta “per le famiglie... Questo è, di fatto, un License Creative Common Copyright © 2014-2015 CC BY-NC-SA Questo prodotto è coperto da una License Creative Commons AttributionNonCommercial-ShareAlike 3.0 Unported

[close]

p. 15

15 altro business su cui CL vuole acquisire il predominio assoluto. Ma nulla è scontato perché in Vaticano pare che ci sia “Qualcuno” in disaccordo su questa “crociata” contro la scuola statale. Analizzeremo la lettera (discorso) del Santo Padre che spiazza un po’ le sfere alte del Vaticano, stiamo parlando del documento che Papa Francesco ha letto nella giornata dedicata alla scuola, in Piazza San Pietro il 10 maggio scorso. Per questa parte il prof Vincenzo Pascuzzi ha collaborato alla ricerca della documentazione. Nel Libro Nero c’è anche un capitolo dedicato alla “chiamata diretta” dei docenti formatori nei centri professionali lombardi, la denuncia di come vengono sfruttati con compensi da fame e pagamenti anche a 180 e 360 giorni. Ha collaborato nella definizione di questo capitolo il prof. Filippo Novello grande esperto di istruzione e formazione sia statale che nella formazione professionale regionale lombarda. Faremo il punto sugli Uffici Scolastici Regionali, segnalando quali a tutt’oggi ,non hanno pubblicato sul proprio License Creative Common Copyright © 2014-2015 CC BY-NC-SA Questo prodotto è coperto da una License Creative Commons AttributionNonCommercial-ShareAlike 3.0 Unported

[close]

Comments

no comments yet