Contratti

 

Embed or link this publication

Description

Definizione di Contratto

Popular Pages


p. 1

CONTRATTI Il Contratto è un negozio giuridico bilaterale, cioè un accordo di due o più parti per costituire, regolare o estinguere tra loro un rapporto giuridico patrimoniale. Requisiti di esso sono: l'oggetto, l'accordo fra le parti (volontà), le norme che lo riguardano (forma), la causa. I contratti amministrativi possono distinguersi, in base ad un criterio economico e finanziario in : 1

[close]

p. 2

ATTIVI = quelli che producono riscossioni per lo Stato ------ (Esempio vendita). PASSIVI = quelli che danno origine a spesa da parte dello Stato ----(Esempio:acquisto). Per l'art. 3 della legge C.G.S e 27 del Regolamento tutti i contratti dello Stato che importano un'entrata e una spesa devono essere preceduti da pubblici incanti, salvo che lo Stato nel suo interesse, o per motivi da esporsi nel decreto di approvazione del contratto, non intenda seguire via 2

[close]

p. 3

diversa. Le forme di pubblici incanti consistono nelle aste pubbliche, licitazioni private, appalto concorso, trattativa privata. La prima forma è da ritenersi la norma, mentre le altre forme devono considerarsi eccezzionali. Altre forme di esecuzione di atti di gestione, che si attuano qualora l'amministrazione lo ritenga conveniente e opportuno, sono la gestione delle spese in economia e i lavori in economia e a cottimo. 3

[close]

p. 4

APPROVAZIONE DEI CONTRATTI I contratti sono approvati con decreti emessi dai Ministeri competenti. Il funzionario che ha stipulato il contratto non può essere delegato ad approvare il contratto, tranne nel caso in cui si tratti di oggetti che, per loro natura e per il luogo in cui si effettua la vendita, debbano essere consegnati immediatamente 4

[close]

p. 5

all'acquirente. In questo caso, Il Ministero con decreto ( che nel caso in cui l'importo supera L. 1.200.000 viene registrato alla Corte dei Conti ) dà facoltà al funzionario che ha presieduto l'asta di approvare e rendere inseguibile il contratto. I Ministri e le autorità delegate per l'approvazione dei contratti verificano la regolarità della stipulazione, le clausole prestabilite ecc. I decreti ministeriali di approvazione devono contenere le seguenti 5

[close]

p. 6

indicazioni: 1) Data del contratto. 2) Nome e cognome della ditta contraente. 3) L'oggetto del contratto. 4) La somma che riguarda il contratto. 5) Il capitolo del bilancio al quale deve imputarsi l'entrata o la spesa che deriva dal contratto. Per l'approvazione dei contratti è chiesto preventivamente il parere del Consiglio di Stato: 6

[close]

p. 7

1) Per valori superiori ai 18.000.0000, nei pubblici incanti; 2) Per valori superiori ai 9.000.000, nelle licitazioni private; 3) Per valori superiori a 4.5000.000, nelle trattative private; 4) Per valori superiori a 1.800.000, nei servizi di economia; Questi valori sono stati modificati, per quanto riguarda i servizi antincendi, dagli art. 5 e 7 della legge 13-5-1961 n. 469 nei 7

[close]

p. 8

seguenti importi rispettivi: 1) 2) 3) 4) L. L. L. L. 60.000.000-----30.0000.000----15.000.000---3.000.000--- Si noti che, per gravi motivi di interesse pubblico o dello Stato, il Ministro ( o l'autorità delegata per l'approvazione) può negare l'approvazione ai contratti anche se riconosciuti regolari. In ogni caso gli atti di aggiudicazione definitiva e i contratti non sono 8

[close]

p. 9

obbligatori per la Pubblica Amministrazione se non dopo la regolare approvazione. Tuttavia a garanzia degli interessi del contraente l'art. 144 del Reg. C. G. S. dispone che, quando nel capitolato è stabilito il termine per l'approvazione, se entro questo termine non viene emesso il decreto di approvazione, il contraente ha il diritto di essere liberato da ogni suo impegno. In tal caso il contraente deve notificare la sua volontà di sciogliere l'impegno 9

[close]

p. 10

contrattuale ed in conseguenza rinuncia a priori alla pretesa di compensi per danni. Ovviamente se un decreto di approvazione del contratto viene perfezionato prima che pervenga all'Amministrazione la notifica di scioglimento degli impegni contrattattuali da parte del contraente, questi non è ritenuto sciolto dagli impegni contrattuali e la notifica è priva di efficacia giuridica. I decreti di approvazione dei contratti vengono trasmessi alla 10

[close]

p. 11

Ragionieria Centrale, alla Corte dei Conti ( se l'importo supera le lire 1.200.000) per l'esame, il riscontro contabile e le registrazioni di loro competenza. ESECUZIONE DEI CONTRATTI Dopo che i contratti sono stati approvati e quando richiesto, siano registrati alla Corte dei Conti ( per l'importo superiore alle lire 1.200.000), l'Amministrazione provvede alla loro esecuzione. 11

[close]

p. 12

Le norme di esecuzione sono contenute nei: --Capitolati generali; ---Capitolati speciali. Col primo vengono fissate le norme di carattere generale concernenti la natura contrattuale, mentre in quello speciale si stabiliscono le cautele di assistenza, vigilanza, direzione per la buona esecuzione del contratto, dei trasporti o lavori, le sanzioni nel caso di ritardo di consegne ecc. 12

[close]

p. 13

Le persone addette alla direzione dei lavori e alla vigilanza non possono fare aggiunte o altre variazioni ai contratti, però debbono darne comunizazione all'autorità e al Ministero da cui dipendono per i provvedimenti del caso. Se si verifica un aumento o diminuizione dei lavori oltre un quinto del prezzo di appalto, l'appaltatore ha il diritto alla risoluzione del contratto e, se non si avvale di questo diritto, si assoggetta a tale aumento o diminuizione, salvo clausole 13

[close]

p. 14

specifiche. COLLAUDO DEI LAVORI E DELLE FORNITURE Non sono ammessi pagamenti rateali in relazione a lavori effettuati per conto della Pubblica Amministrazione. I pagamenti vengono eseguiti in base a stati di avanzamento del lavoro portato a termine.I regolamenti speciali determinano le modalità e la documentazione necessaria per la esecuzione dei 14

[close]

p. 15

pagamenti. I collaudi sono parziali ( per lavori in base agli stati di avanzamento) e collaudi finali. Essi sono eseguiti da agenti dell'Amministrazione cui rigurda la spesa. I collaudi non possono essere eseguiti dalla stessa persona che ha diretto o sorvegliato i lavori. Per la liquidazione e pagamento delle forniture è necessario che le fatture relative siano corredate da certificati di collaudo. Tale obbligo si richiede anche per l'acquisto di merce pronta. 15

[close]

Comments

no comments yet