Relazioni Pubbliche

 

Embed or link this publication

Description

Bisogni dell' Uomo

Popular Pages


p. 1

RELAZIONI PUBBLICHE N. 1 - I Bisogni dell'uomo. -------------------------------------Per intendere più agevolmente quale sia l'oggetto delle Relazioni Pubbliche e quali scopi che essi si prefiggono, non è certamente superfluo soffermarsi a considerare, sia pure brevemente , i bisogni dell'uomo; quali bisogni, cioè, assillano e preoccupano l'uomo sin dalla 1

[close]

p. 2

sua nascita e che rappresentano il movente di ogni tipo di attività dell'essere umano. I bisogni, dunque, rappresentano il presupposto delle azioni umane, la molla che spinge l'uomo ad agire. L'uomo, infatti, sia che lo si consideri isolatamente, sia come facente parte di un aggregato sociale, è attivato da una serie innumerevole di bisogni che deve assolutamente soddisfare. Egli respira, sente gli stimoli della fame e della sete, 2

[close]

p. 3

avverte il freddo e la necessità di assorbire calore, ha necessità di proteggersi e di essere protetto, di istruirsi e di perfezionarsi ecc.. Il soddisfacimento di alcuni di questi bisogni non richiede sforzo particolare da parte dell'uomo, dato che i mezzi atti a tale soddisfacimento esistono nel mondo allo stato naturale in grande abbondanza e l'uomo non deve far altro che approfittarne liberamente: tali sono, ad esempio, l'aria, 3

[close]

p. 4

la luce, l'acqua, che la natura offre abbondantemente. Purtroppo, però la maggior parte di essi può essere soddisfatta soltanto attraverso una intensità attività, e l'uomo, spinto dalla necessità, si adopera con tutte le forze onde procurarsi quei mezzi che ritiene particolarmente adatti. In questa incessante sua attività l'uomo dà vita ad una serie di rapporti umani. N. 2 - L'attività umana per il soddisfacimento dei bisogni. 4

[close]

p. 5

--------------------------------------------------------------------------L'uomo, dunque, compie una serie di azioni onde procurarsi i mezzi necessari al soddisfacimento dei suoi vari bisogni individuali, di assistenza, di perfezionamento. Certamente l'attività dell'uomo primitivo, che praticava un sistema di vita isolata nei confronti degli altri esseri della medesima specie , è stata ben diversa dall'attività che esige la vita moderna. L'uomo con le sue esigenze, 5

[close]

p. 6

le sue aspirazioni, i suoi ideali, con le continue ed incessanti evoluzioni della vita sociale, nei tempi moderni, deve compiere uno sforzo ben maggiore dell'uomo primitivo. I bisogni della vita sociale sono oggi ben, più complessi e molteplici rispetto ai tempi ormai lontani, e l'uomo non si accontenta più di soddisfarli semplicemente con una data quantità di beni. Egli cerca di raggiungere <>, che comporta, oltre alla quantità, anche la qualità; i suoi gusti 6

[close]

p. 7

sono diventati più raffinati, le sue esigenze più varie, per cui egli vuole cose qualitivamente più perfette. La vita moderna è un continuo divenire, e l'uomo, che ne è ad un tempo artefice e succubo, svolge un'incessante continua, estenuante attività onde superare qualunque sua insoddisfazione o stato di bisogno. In questa affannosa attività di ricerca, l'uomo è costretto a creare infiniti rapporti con gli altri uomini facenti parte della stessa società. 7

[close]

p. 8

Ora, se tali relazioni si svolgeranno con una linea di condotta informata ai principi della convenienza, dell'etichetta, della cortesia, del tatto e della comprensione come costume di vita, si potrebbero ottenere condizioni valide peri il miglioramento della società. N.3 Rapporti sociali e società. ---------------------------------------------L'attività dell'uomo si manifesta in una serie di 8

[close]

p. 9

rapporti con altri uomini, e con tali rapporti si soddisfano e si esauriscono le infinite esigenze dell'essere umano. La personalità dell'individuo, inteso questo come la risultante di un insieme di elementi biologi, di capacità sensitive, intellettive e di predisposizioni, si manifesta in un dato ambiente, e , nel momento stesso in cui avviene il primo contatto con gli altri esseri organizzati, essa subisce un naturale adattamento all'ambiente stesso. Si va così verso la 9

[close]

p. 10

formazione sociale della personalità dell'individuo che, nell'ansia di raggiungere i suoi particolari fini, si inserisce in una convivenza civile, indispensabile per la stessa sua esistenza. Poichè tutta la vita moderna si svolge in un ambiente organizzato attraverso una serie di relazioni umane, assume particolare valore ed importanza il comportamento dell'individuo in seno a tale ambiente. Invero l'uomo, nel tentativo 10

[close]

p. 11

di realizzare i propri interessi, è istintivamente portato ad invadere la sfera di un altro o altri uomini con il conseguente turbamento di situazioni e fatti dell'aggregato sociale. Ma un ordine, che scaturisce da un insieme di norme appositamente emanate nell'ambito del diritto, possono tuttavia violare quelle norme, egualmente importanti, che dominano il mondo dello spirito e che pure rappresentano un prodotto diretto della vita sociale; onde i nostri antichi 11

[close]

p. 12

padri saggiamente avvertivano che non omne quod licet honestuù est. Sono , queste, le norme dettate dalla morale, dalla religione, dal costume, dalla convenienza dell'etichetta. In effetti, mentre il turbamento dell'ordine giuridico provaca la relazione e l'intervento dello Stato ai fini del ristabilimento del turbato equilibrio, la violenza delle accennate norme non attiva alcun organo. Tali violazioni trovano invece una adeguata sanzione 12

[close]

p. 13

soltanto nella riprovazione della coscienza e della pubblica opinione. La vita della società, dunque oltrechè l'osservanza dell'ordine giuridico, comporta anche l'esigenza di una cooperazione al servizio della comunità, affinchè gli uomini, stretti da più saldi e sani vincoli, creino tra loro, pur operando in campi diversi e talvolta opposti, un ponte ideale che spiani la strada alla migliore comprensione. 13

[close]

p. 14

CAP. II N. 1 - Relazioni umane. -------------------------------Sono state finora richiamate le nozioni sui bisogni degli uomini e sulle attività che essi svolgono in vista dal raggiungimento dei mezzi ritenuti idonei a soddisfarli. Si è visto pure il comportamento dell'uomo nell'ambito di una società organizzata, comportamento che deve essere informato, oltrechè ai dettami delle norme giuridiche, anche, e 14

[close]

p. 15

sopratutto, a quel complesso di norme etiche che non trovano altra sanzione se non quella della riprovazione della propria coscienza e della opinione pubblica. E' prorpio questa attività che deve essere presa in esame, vagliata, studiata, controllata, per poterne ricavare utili notizie sul comportamento dell'essere umano in una società ai della elaborazione di un sistema per un trattamento razionale del fattore umano. E' infatti una esigenza fondamentale della vita 15

[close]

Comments

no comments yet