mondorealenumero85

 

Embed or link this publication

Description

mondorealenumero85

Popular Pages


p. 1

anno iv numero 8 4 marzo 2011 n.85 latina martella si getta nella mischia cercando di risolvere i nodi del pdl pontinia il caso dei fidanzatini marzia de barberi resta in carcere editoriale di simone di giulio attualitÀ sermoneta nuovo cimitero norma osservatorio anticrimine priverno sanità ancora nel caos bassiano nasce amici dei lepini piuttosto che fare i fenomeni minacciando azioni e facendo credere ai cittadini che la pacchia è finita forse sarebbe il caso di valutare l ipotesi del piano b quella di chiedere alla dondi cosa vuole per stracciare la convenzione del 1993 e lasciare sezze con i soliti problemi perché se si alza la voce e poi non si da seguito a quanto si promette non ci si può lamentare dell esito di alcune sparate l amministrazione campoli ha cavalcato la battaglia contro una concessionaria arrogante cattiva a volte irrispettosa dell istituzione la risposta della società veneta è stata pronta e decisa nessuna modifica allo status quo nessun abbassamento di penne e via dritti per la propria strada il comune ha fatto spallucce forse pensando di impietosire chi di dovere ma non ha ottenuto nulla in cambio anzi quel milione e qualcosa di sanzioni da applicare alla concessionaria che fine ha fatto ve lo dico io salvo beccare una seconda querela quel milione e spiccioli sono briciole rispetto a quello che adesso avanza la dondi nei confronti del comune quegli undici milioni di euro che potrebbero mettere in crisi tutto il sistema sono l ennesima prova che di fronte alle minacce velate o meno qualcuno sa rispondere insomma ci si aspetta un altro periodo di paura per quanto potrebbe accadere e per l ennesima volta ad uscirne vincitrice sarà la società veneta che comunque rispetta la convenzione e fa quello che farebbero tutte le società al suo posto tiene in ordine i conti e giustamente a questo punto se ne frega del resto cultura pontinia presentata la nuova stagione del teatro fellini latina al d annunzio c è somma sezze l ultimo venerdì letterario vince sempre la dondi speciale carnevale sezze nel segno della tradizione latina sfila per l unità d italia cisterna maschere protagoniste roccagorga in piazza ci sono le api il consiglio di stato accetta il ricorso della societÀ veneta sulla questione delle tariffe ennesima battaglia persa di una guerra infinita

[close]

p. 2

sezze di simone di giulio mondore@le numero 85 4 marzo 2011 il consiglio di stato accoglie il ricorso della concessionaria sull aumento applicato dal 1997 arriva un altra batosta nell infinita querelle tra comune di sezze cittadini e dondi concessionaria del servizio idrico integrato dal 1993 stavolta a far pendere l ago della bilancia verso la società di rovigo è stato il consiglio di stato che ha messo la parola fine alla controversia legata agli aumenti tariffari praticati dalla concessionaria a partire dal 1997 gli aumenti in questione su ricorso dell upica di latina erano stati oggetto di un attento esame da parte del tribunale amministrativo regionale del lazio che a distanza di 10 anni li aveva considerati illegittimi decisione poi impugnata anche dal comune di sezze intenzionato anche a promuovere una class action contro la società che gestisce il servizio idrico a quella sentenza però la stessa società aveva risposto con un appello al consiglio di stato lo stesso ufficio provinciale dell industria e commercio di latina aveva poi diffidato la ditta veneta a rettificare il modulario delle tariffe idriche per l anno 1997 per azione di legge ed eccesso di potere queste le motivazioni della sentenza del consiglio di stato l impostazione seguita dall amministrazione e condivisa dal primo giudice non trova adeguata fondamento nell enunciato dell invocata clausola della convenzione e non collima con i principi della legislazione in materia di determinazione delle tariffe per il servizio idrico l appello deve di conseguenza essere accolto e in riforma della sentenza gravata accolto il ricorso di primo grado per l effetto annullando il provvedimento impugnato in considerazione della complessità della controversia le spese devono essere integralmente compensate un passaggio risulta fondamentale per motivare le ragioni della dondi l appellante con la convenzione citata si è impegnata a non praticare maggiorazioni tariffarie fino al 31 dicembre 1996 invero non vi è dubbio sul fatto che il suddetto impegno sia stato rispettato le parti controvertono invece sulla base di calcolo per la determinazione delle tariffe da applicare successivamente a tale data secondo l appellante la base di calcolo deve essere individuata nella delibera della giunta comunale di sezze n 1196 del 17 dicembre 1997 secondo l amministrazione appellata la base di calcolo ai sensi della convenzione stipulata deve essere individuata nella deliberazione del comitato provinciale prezzi di latina n 18 del 24 luglio 1991 il collegio condivide l opinione dell appellante la società di rovigo oltretutto ha ritenuto giustificati gli aumenti anche a seguito dei costi impiegati per la copertura integrale dei servizi e per i vari interventi migliorativi apportati alla condotta comunale insomma il regime tariffario applicato dalla dondi per l erogazione del servizio idrico è stato stabilito nella convenzione sottoscritta il 23 dicembre 1993 fra l appellante ed il comune di sezze quindi è legittimo la dondi vince sulle tariffe direttore responsabile simone di giulio vicedirettore luca morazzano caporedattrice paola bernasconi redattori domiziana tosatti luisa belardinelli sabrina de filippis marco fanella roberto tartaglia mario giorgi responsabile web alessandra carconi progetto grafico e sito web sketch[idea stampato presso artegraf via marittima 75 priverno contatti www.onirikaedizioni.it www.myspace.com/mondoreale mondorealemagazine@gmail.com tel 3394966093 la redazione di mondore@le sede di onirika edizioni si trova in via casali iv tratto snc 04018 sezze lt testata registrata presso il tribunale di latina il 29 febbraio 2008 rg 128/08 vg cr.323 registrazione stampa n.892 iscritto al roc dal 7 marzo 2008 n° iscrizione 17028 ogni forma di collaborazione con onirika edizioni salvo accordi presi in precedenza È da ritenersi totalmente gratuita chiuso in redazione il 2 marzo 2011 2

[close]

p. 3

sezze di simone di giulio mondore@le numero 85 4 marzo 2011 ennesima sconfitta della cittÀ a perdere sono i cittadini le varie amministrazioni ed i tanti comitati battaglieri la sconfitta è di tutti inutile nascondere la mano perché se adesso a distanza di 18 anni dalla firma della convenzione si è arrivati a questa situazione la causa va ricercata nel tipo di rapporto tra concessionaria amministrazioni locali che si sono succedute nei 18 anni in piazza de magistris cittadini che si sono lamentati e che poi non hanno quasi mai dato seguito alle loro rimostranze e comitati vari che hanno preso a cuore alcune questioni e che poi si sono dovuti arrendere davanti all inevitabile la sconfitta è di tutti nessuno escluso e i numeri parlano da soli al primo segnale di incrinamento nei rapporti tra concessionaria ed ente comunale si è arrivati alla rottura la giunta zarra ha deciso di ricorrere al lodo e meno male a questo punto la dondi ha portato incartamenti vari e ha motivato le sue richieste per gli anni di servizio in questione il comune ha basato la sua difesa su scarse motivazioni arrivando perfino a dimenticare due fatture già pagate il risultato del lodo alla fine è stato meno grave del previsto ma qualcosa si era comunque rotto dal palazzo sono arrivate le prime prese di posizione decise da parte della maggioranza e dell opposizione qualcuno ha anche ipotizzato una class action nei confronti della ditta di rovigo tanti i nodi dalla depurazione alle tariffe passando per i lavori non realizzati o parzialmente realizzati fino ad arrivare a forme di atteggiamenti ostruzionistici ad una commissione di controllo mai realizzata e a tante altre incongruenze che l attuale giunta aveva riscontrato tra ente e concessionaria posizioni anche dure erano state assunte da alcuni consiglieri comunali vitelli-di palma prima giorgi poi che mettevano in dubbio la validità stessa della convenzione del 1993 tentati magari di affidare il servizio alla servizi pubblici locali oppure tentare la strada dell affidamento ad acqualatina tentativi andati miseramente a vuoto considerati gli ultimi sviluppi la class action non è più partita e la depurazione resta un autentico buco nero come se non bastasse il consiglio di stato ha accettato le tariffe applicate dalla dondi e la stessa società ha fatto sapere che farà causa al comune per la situazione relativa agli anni rimasti fuori dal lodo altri 11 milioni di buoni motivi per tenersi buona una società che in più occasioni ha dato l impressione di tenere sulla brace i nostri amministratori e che per l ennesima volta ha dimostrato di saper vincere 3

[close]

p. 4

latina di sabrina de filippis mondore@le numero 85 4 marzo 2011 bufera nella latina ambiente l indagine deve verificare eventuali anomalie nei rapporti fra la società e la terracina ambiente presso la sede di latina ambiente gli agenti del nipaf della forestale e i carabinieri hanno effettuato una serie di controlli e hanno sequestrato alcuni documenti la procura avrebbe disposto il sequestro di atti del consiglio d amministrazione e alcuni contratti di fornitura l indagine deve verificare eventuali anomalie nei rapporti fra latina ambiente e terracina ambiente società sotto sequestro dallo scorso 8 febbraio per abusi riscontrati nella gestione del servizio le perquisizioni sono state ordinate dal sostituto procuratore giuseppe miliano titolare dell inchiesta per fare chiarezza sull intreccio di rapporti che è esistito tra le due società miste la procura procede per i reati di truffa in danno dello stato per esso il comune di terracina e forse anche quello di latina e frode in pubbliche forniture per cercare di comprendere la natura di questi rapporti il commissario prefettizio del comune di latina ha chiesto al collegio sindacale della latina ambiente una visita ispettiva il comune di latina insieme alla procura tenta di fare chiarezza sulla vicenda intanto la corte dei conti nel parere espresso dopo la richiesta del commissario prefettizio del comune di latina conferma che la deliberazione comunale n 44 del 30.05.2006 istitutiva della t.i.a a latina è tardiva la delibera che istituiva la tariffa di igiene urbana emanata nel 2006 dalla giunta zaccheo verrà rivista il comune ha recentemente assunto la gestione della tassa sui rifiuti per tentare di incassare le bollette del 2010 e il commissario nardone ora a dover decidere se istituire o meno la vecchia tassa strisce blu divampa la polemica le dure prese di posizione di fabrizio cannizzo e di andrea giansanti di sabrina de filippis dopo il servizio mandato in onda dalle iene sull illegalità di alcune strisce blu si è riaperta la questione sui parcheggi i parcheggi blu per tutto il centro della città di latina non sarebbero a norma perché contrari alla legge italiana e alla giurisprudenza cfr cass n.116/07 altra anomalia riscontrata è quella sugli ausiliari del traffico che emettono verbali anche al di fuori delle strisce blu di loro pertinenza ciò risulterebbe contrario alla legge italiana e alla giurisprudenza cfr cass sez un 5621/09 inoltre il piano sosta del comune che ha affidato in concessione la gestione delle soste a pagamento ad una società privata lascia perplessi dipendenti di società private con le competenze dei vigili urbani si aggirano quindi tra le macchine parcheggiate e comminano multe interpretando in maniera molto estensiva l art 157/5 del cds appongono come causale sempre la stessa dicitura fuori appositi spazi in base ad una non superficiale interpretazione della normativa del codice della strada si può seriamente valutare non solo l ipotesi di impugnare le multe ma di rivedere l intero piano sosta del comune il prossimo amministratore della città rischia di ritrovarsi tra le mani l ennesima patata bollente queste le affermazioni dell avvocato fabrizio cannizzo esponente del movimento l altra faccia della politica che già da tempo aveva segnalato le anomalie delle strisce blu cittadine e le incongruenze normative con il codice della strada sulla delicata questione è intervenuta anche l associazione libere idee il presidente andrea giansanti ha spiegato si 4 tratta dell ennesima eredità lasciataci dalla fallimentare giunta zaccheo che grava sulle tasche dei cittadini quando le strisce blu invasero tutta l area entro la circonvallazione di latina lanciammo la proposta dello sciopero della sosta ovvero l astensione dall usufruire dei parcheggi a pagamento affinché nemmeno un euro entrasse nelle casse del comune e per costringere la società concessionaria a rescindere il contratto come già accaduto altrove nonostante le affermazioni della giunta e della maggioranza consiliare infatti era lampante il fatto che non si trattava di un operazione tesa a decongestionare il traffico cittadino ma solamente di un bieco sistema per tentare di fare cassa considerate le condizioni asfittiche del bilancio comunale che il commissariamento ha portato finalmente alla luce giansanti approfondisce anche i possibili rimedi per quanto riguarda la situazione dello scalo conclude il presidente di libere idee è indispensabile sia garantire un numero adeguato di stalli gratuiti decisamente superiore a quello attuale sia progettare un sistema di trasporto pubblico all altezza e non il ridicolo tram-lumaca falsamente chiamato metro leggera nel centro cittadino bisogna ripristinare l equilibrio fra parcheggi gratuiti e a pagamento e se si vuole davvero decongestionare il traffico ridurre l inquinamento e restituire il centro ai latinensi sarebbe opportuno interdire alle auto almeno la zona tra via eugenio di savoia e via oberdan soluzione di cui beneficerebbero anche i negozi con un vero e proprio centro commerciale a cielo aperto

[close]

p. 5

latina di sabrina de filippis mondore@le numero 85 4 marzo 2011 e il momento di latina capitale la lista civica è stata presentata da paride martella il candidato dovrebbe essere marco gatto lo scorso 26 febbraio presso l hotel victoria palace è stata presentata la lista civica latina capitale tra i promotori del nuovo progetto politico l ex presidente della provincia di latina paride martella l ex consigliere comunale silvestro messina e l ex assessore forzista marco gatto un nome ambizioso esordisce martella ma una spiegazione c è non vogliamo essere arroganti o pretenziosi vogliamo solo difendere quello che ci appartiene la nostra posizione naturale in una regione come quella attuale in cui roma capitale diventerà sempre più autonoma a latina è destinato il ruolo di nuova capitale del lazio ma se non staremo attenti cercheranno di usurparci quello che ci spetta noi oggi siamo qui per difenderci martella ha descritto il simbolo della lista civica latina capitale il tricolore e il blu di sfondo a fare da cornice È un simbolo spiega l ex presidente di via costa di difesa della città basta prendere direttive dal sud pontino tutte le decisioni vanno portate a latina che deve diventare la capitale amministrativa alle domande su una possibile sua candidatura a sindaco chiosa sono l allenatore di una squadra di giocatori in prestito poi ci servirà chi ci faccia vincere la champions league apertura al popolo della libertà ma anche a chiunque condivida il progetto in realtà il possibile candidato sindaco potrebbe essere il giovane marco gatto ma ancora non è chiaro se verrà presentato come candidato delle liste civiche o sarà proprio lui ad essere scelto dai vertici regionali come candidato pdl lo scenario politico del partito deve ancora delinearsi normale che tutti vogliano esprimere il sindaco ribadisce martella e lo faremo anche noi visto che un ragionamento in questo senso è già stato portato a termine così come per la lista infatti se volete i nomi dei candidati basta che prendete quelli dei presenti in sala e davanti a me e li inserite sono tutte persone capaci che possono dare all amministrazione sul piano delle capacità le risposte che chiedono i cittadini nel frattempo continua a prospettarsi l ipotesi cirilli ma si riaffaccia anche l ipotesi zappalà ancora solo ipotesi il centrodestra non ha ancora il suo candidato e le prossime amministrative si avvicinano una cosa è certa conclude martella ed è quella che noi siamo pronti a presentare una squadra preparata e fortissima e abbiamo tutte le qualità per indicare un sindaco non lo facciamo ancora solo perché ci apriamo alle altre liste civiche a tutti coloro che vogliono dare un futuro a questa città e creare un percorso comune che sia vincente su un unico punto non c è possibilità di discussione il candidato sindaco si sceglie a latina e non a fondi e se anche qualche partito vuole venire a dialogare con noi non diciamo di no a priori moscardelli attacca sul sociale il candidato sindaco del partito democratico critica le scelte dell amministrazione provinciale di sabrina de filippis il candidato sindaco del centrosinistra claudio moscardelli non si ferma ed è riuscito a convincere il suo avversario delle primarie giorgio de marchis a scendere in campo con la lista del partito democratico moscardelli sembra davvero inarrestabile nel cercare di presentare alle prossime elezione un pd che sia unito e compatto e nel voler mostrare ai cittadini tutte le problematiche del territorio continua costante la sua battaglia politica questa volta se la prende con i rappresentanti della provincia per quanto riguarda le politiche sociali adottate il bonus di venti euro al mese stanziato dalla provincia per alcuni poveri è una piccola elemosina tra l altro viene concesso solo a determinate condizioni che lasceranno fuori tanti pensionati e famiglie con minori i venti euro si aggiungono ai 40 euro al mese stanziati dal governo sulla social card uno strumento che ha già dimostrato gravi limiti ma serve per dire che si fa qualcosa mentre in realtà le spese sociali sono state falcidiate e i tagli hanno pesantemente ridotto proprio i servizi per chi ne ha più bisogno il fatto che il presidente della provincia e l assessore alle politiche sociali continuino a sbandierare sulla stampa questa specie di mancia presentata come un intervento provviden ziale rivela anche i fini populistici ed elettorali dell operazione ma è come buttare le caramelle dalla finestra su una folla che se la passa male se i pensionati e le famiglie in difficoltà ne trarranno un beneficio limitato prosegue moscardelli lo stanziamento complessivo della provincia di latina è invece di notevole spessore 610 mila euro in tempi di scarse risorse si tratta di denaro che si sarebbe dovuto impiegare per creare i servizi che mancano per potenziare l assistenza domiciliare gli asili nido le strutture protette per gli anziani non più autosufficienti i servizi per i disabili i progetti per combattere la devianza minorile i centri diurni per i minori altro che provincia ben amministrata latina è ultima in quasi tutte le graduatorie sul sociale lo conferma il più recente rapporto della regione mancanza di strutture crescita più lenta servizi sbilanciati questa è la condizione di latina rispetto alle altre province del lazio ancora più grave il distacco rispetto alle aree più avanzate del paese le risorse stanziate sono insufficienti e quelle messe in campo sono spese male come nel caso del contributo a pioggia di venti euro per i poveri ecco perché la regione invita la provincia di latina ad investire di più in strutture sociali 5

[close]

p. 6

da via costa mondore@le numero 85 4 marzo 2011 un bando per incrementare l offerta culturale i progetti delle associazioni dovranno essere realizzati entro l anno solare 2011 un bando volto al sostegno di attività finalizzate ad incrementare l offerta culturale nel territorio provinciale questo il progetto che la provincia di latina ha proposto c è tempo fino alle ore 12,00 del 18 marzo 2011 la domanda di contributo debitamente compilata e sottoscritta dal legale rappresentante dell organismo richiedente dovrà pervenire pena esclusione al seguente indirizzo provincia di latina settore vii servizio cultura via costa 1 04100 latina un bando che vuole stimolare la crescita culturale e sociale favorendo la partecipazione di tutte quelle realtà che operano nel territorio potranno infatti presentare la domanda di contributo gli enti pubblici anche associati le associazioni culturali costituite per atto pubblico o scrittura privata registrata le fondazioni ed altre istituzioni ed organizzazioni culturali che abbiano finalità statutarie conformi alla l.r 32/78 e alla l.r 17/07 ed operino senza fini di lucro le iniziative per le quali si chiede il contributo devono svolgersi in modo esclusivo o prevalente nel territorio provinciale tali progetti devono inoltre essere realizzati entro l anno solare 2011 molteplici le iniziative previste nel bando provinciale si va dai festival musicali teatrali cinematografici poetici di letteratura e di danza prediligendo quelli che conferiscono particolare attenzione ai nuovi linguaggi assunti in campo culturale fino alle iniziative per la diffusione della cultura popolare della provincia nelle diverse espressioni artistiche dalle attività legate alla promozione della storia e delle tradizioni della provincia alle iniziative rivolte allo sviluppo delle attività amatoriali corali e di teatro senza dimenticare le attività espositive di qualità e grandi mostre e infine le attività rivolte ai giovani e al mondo della scuola che favoriscano la conoscenza delle espressioni e dei mondi artistici obiettivo dichiarato quello di generare un circuito virtuoso che faccia della provincia di latina un luogo di fermento culturale che interessi più cittadini possibili chi aderirà al suddetto bando dovrà difatti comprovare il raggiungimento di obiettivi specifici in tal senso tra i quali prima di tutto incoraggiare l organizzazione di attività culturali a livello comprensoriale favorendo la formazione e l accrescimento del pubblico ma fare cultura nel territorio vuol dire anche far sì che teatri e centri adibiti si aprano a nuove attività e anche valorizzazione luoghi e spazi nel territorio provinciale non tradizionalmente adibiti ad attività di spettacolo ed espositive sempre in questa direzione il bando si propone di realizzare progetti caratterizzati da un forte legame territoriale e rivolti ad una diffusione equilibrata delle attività culturali nell intera provincia con particolare riguardo alle aree carenti di servizi culturali l altro importante obiettivo è rivolto infatti alle categorie meno favorite e ai giovani per i quali è espressamente richiesta la realizzazione di progetti tesi a favorire l innalzamento del livello artistico dell offerta incentivando la creazione di nuovo pubblico con azioni promozionali ultimo obiettivo ma non per importanza riguarda l organizzazione di convegni mostre e seminari aventi finalità di promozione della cultura e dell arte associati alla realizzazione di manifestazioni culturali aventi rilevante interesse per la comunità 6

[close]

p. 7

pontinia di roberto tartaglia mondore@le numero 85 4 marzo 2011 confusione pdl torelli affonda alcuni ispiratori del dissesto finanziario vanno in giro a rappresentare senza titolo il partito ancora confusione e lotte intestine nel centrodestra di pontinia ma paolo torelli non ci sta ed alza la voce di certo non fa bene il comportamento di chi si autoproclama e si spaccia per coordinatore comunale quando coordinatore non è il popolo della libertà di pontinia ad oggi ufficialmente non ha un coordinatore né un commissario comunale dice il giovane esponente del centrodestra e poi calca un po di più la mano di certo non fa bene pensare che alcuni ispiratori e registi della dichiarazione di dissesto finanziario ancora vadano in giro a rappresentare senza titolo la volontà e il nome del partito poi torelli nella sua nota ribadisce il concetto più volte espresso di una politica innovativa che esula dalla scontro e seppur ammetta il difficile momento che il pdl sta vivendo a pontinia soprattutto a livello organizzativo rassicura i sostenitori che nelle prossime elezioni comunali di maggio il partito non starà a guardare non ci sono molte opzioni abbiamo bisogno di una persona carismatica ed istituzionale oppure di una figura in grado di costituire un valore aggiunto per la coalizione una risorsa capace di alimentare e stimolare positivamente il confronto interno oltre che di attrarre nuovi preziosi consensi a pontinia ce ne sono di pontiniani nati e cresciuti qui che conoscono bene il vasto territorio e le esigenze della città che rispondono a queste caratteristiche poi il consigliere comunale di opposizione prova a lanciare anche un invito tra le righe a coloro che sembrano voler sostenere tombolillo le porte devono essere aperte a tutti in particolar modo a quelle componenti che già oggi sono coalizzate in consiglio con il pdl vedi l udc e la destra ma non solo perché ci potrebbero essere delusi da tombolillo e ci sono associazioni politico-culturali e movimenti civici in fermento che vorrebbero partecipare attivamente alla costruzione o forse ri-costruzione di pontinia ma ad oggi l udc sembra aver fatto la sua scelta e pare non abbia alcuna intenzione di abbandonare la propria scommessa su quello che ritiene il cavallo vincente il programma di assestamento finalizzato all individuazione del profilo del candidato sindaco che lui stesso definisce una figura capace di ricucire la frattura interna al pdl torelli forte degli appoggi a livello provinciale e regionale assicura che sarà realizzato nei prossimi giorni intanto una nota inviata dal ministero dell interno a firma del capodipartimento per gli affari territoriali getta una nuova luce sulla futura amministrazione comunale definendo la riduzione del 20 del numero dei consiglieri comunali e provinciali degli enti per i quali si provvede al rinnovo del rispettivo consiglio in osservanza della legge 26 marzo 2010 n 42 la legge dispone infatti la graduale riduzione del numero dei consiglieri e degli assessori comunali e provinciali questo vuol dire che anche a pontinia le liste elettorali vedranno scendere da 20 a 16 i candidati consiglieri comunali mentre il numero massimo degli assessori componenti la prossima giunta municipale scenderà a 5 la de barberi resta in carcere il tribunale del riesame ha respinto il ricorso presentato dal legale difensore della ragazza di roberto tartaglia brutte notizie per la giovane marzia de barberi che qualche settimana fa nella sua abitazione di via petrarca a pontinia aveva ridotto in fin di vita il suo fidanzato luca toppetta il tribunale del riesame infatti ha respinto il ricorso presentato dal legale difensore giorgio basei niente domiciliari dunque per la 23enne che resta a rebibbia con l accusa di tentato omicidio aggravato da futili motivi gelosia infatti il casus belli seppur non siano ancora ben chiari i particolari fatto sta che il suo ormai ex ragazzo ha rischiato di perdere la vita per una violenta coltellata in pieno petto che gli ha perforato polmone ed aorta non avevo intenzione di colpirlo stavamo litigando io avevo il coltello in mano e lui ci si è buttato sopra questa l inverosimile difesa di marzia davanti al gip difesa a cui nessuno ha creduto tanto da negarle i domiciliari sia per il pericolo di reiterazione del reato sia per la gravità del gesto a giorni il tribunale nominerà il perito preposto all esame delle ferite riportate da luca toppetta sia sul corpo che sul viso per una valutazione della dinamica dell aggressione come richiesto dal legale difensore del giovane inizia intanto una nuova fase di questa triste vicenda il ricorso in appello mentre luca è tornato a casa scampando alla morte e chi gestisce il profilo facebook di marzia ha deciso di rendere privata la bacheca sulla quale da qualche tempo si era scatenata una vera e propria guerra verbale 7

[close]

p. 8

norma di domiziana tosatti mondore@le numero 85 4 marzo 2011 osservatori volontari contro i crimini arriva il progetto intrapreso dall amministrazione per far fronte all ondata di criminalità registrata l ondata di furti ravvicinati che nelle ultime settimane sta colpendo il piccolo borgo lepino ed il clima esasperato di paura che sta travolgendo tutti hanno spinto la maggioranza guidata dal sindaco sergio mancini a cercare nel più breve tempo possibile una risposta istituzionale alle paure dei cittadini che a gran voce chiedono un potenziamento delle misure di sicurezza solidarietà e sicurezza questo il nome del progetto che l amministrazione e l assessore comunale luigi bisirri che se ne è occupato in prima persona hanno elaborato e proposta alla prefettura di latina per l approvazione la proposta prende piede dalle leggi che regolamentano la materia della sicurezza e che prevedono l istituzione di associazioni di osservatori volontari per la sicurezza attraverso un avviso pubblico i cittadini che vorranno potranno aderire all associazione che verrà poi regolarmente iscritta all albo prefettizio adeguatamente formati i volontari avranno il compito di vigilare sul territorio segnalando atti di furto accattonaggio prostituzione inquinamento ambientale l operato dell associazione che avrà anche l opportunità di organizzare e proporre iniziative che sensibilizzino alla tutela della sicurezza in tutte le sue sfaccettature sarà a sostegno alle forze dell ordine alle quali avranno il compito di segnalare situazioni anomale sappiamo bene che i fatti accaduti nelle ultime settimane sono del tutto fuori dalla norma per il nostro paese hanno dichiarato il sindaco macini e l assessore bisirri tuttavia invitiamo i nostri concittadini a non vivere nel terrore le forze dell ordine stanno ponendo tutto il proprio impegno e l amministrazione comunale collabora con il corpo dei vigili urbani che stanno svolgendo anche dei turni notturni l istituzione dell associazione degli osservatori volontari della sicurezza sarebbe una maggiore rassicurazione per il paese ma soprattutto lo renderebbe particolarmente sensibile alle questioni in materia di sicurezza che vanno perseguite non solo nei casi di emergenza qualora la prefettura approvasse il progetto presentato a norma di legge sarebbe il primo caso nel lazio in cui un comune si dota di una simile associazione il progetto è al vaglio delle istituzioni competenti e sarebbe finanziato con i fondi regionali e provinciali per la sicurezza festa delle donne al museo archeologico divinità della mitologia romana giunone era l antica dea del matrimonio e del parto assumendo poi una volta divenuta la moglie di giove il ruolo di protettrice dello stato a giunone nel sito archeologico dell antica norba è stato ritrovato nelle campagne di scavo un tempio dedicato proprio a lei sarà dedicata l iniziativa proposta dalla direzione scientifica del museo civico e archeologico comunale padre annibale gabriele saggi dal titolo giunone a norba la dea delle donne l appuntamento è per il prossimo mercoledì 9 marzo alle ore 17 presso lo stesso museo ci sarà una breve conferenza sugli aspetti storico-archeologici della religione romana e in particolare sulla dea giunone ed il suo rapporto con il mondo femminile all incontro interverranno la delegata alle pari opportunità della provincia di latina daniela picciolo il vicesindaco ed assessore alla cultura del comune di norma marcello guarnacci la consigliera comunale alle politiche sociali e pari opportunità nadia dell omo catia sampaolesi componente della consulta delle donne e l assistente sociale responsabile dello sportello comunale spazio donna gabriele carandente nell ambito della stessa iniziativa è previsto l ingresso gratuito al museo in cui sono conservati i reperti trovati negli scavi del sito archeologico per tutte le donne nell intera giornata di martedì 8 marzo d.t bassiano nasce il movimento amici dei monti lepini amici dei monti lepini è un movimento democraticamente aperto del quale si stanno in queste settimane gettando le basi e che si propone di superare i confini territoriali riunendo la comunità lepina in una scommessa certo non facile lo scopo ultimo è quello di informare e coinvolgere i cittadini in un progetto che arresti il degrado ambientale risani il paesaggio e crei opportunità di lavoro anche e soprattutto attraverso il turismo e la cultura risorse prioritarie per il comprensorio e da cui il comprensorio ha il dovere di ripartire saranno questi gli argomenti posti all ordine del giorno dell assemblea aperta che amici dei lepini sta organizzando a bassiano per il prossimo sabato 5 marzo alle ore 17 presso l auditorium comunale si discuterà con 8 tutti i partecipanti del paesaggio trasformato dell ambiente calpestato e di quale futuro economico ed ambientale si prospetta per il comprensorio lepino a coordinare l incontro pubblico saranno il sindaco di bassiano costantino cacciotti ed il consigliere comunale e provinciale domenico guidi sono invitati a prendere parte i cittadini gli amministratori ed i partiti politici in molti comuni della provincia di latina è possibile leggere nel manifesto lepino si è bevuto per anni acqua all arsenico in altri della provincia di frosinone vi è il problema dei veleni nei campi e nel fiume sacco dopo mucca pazza le mozzarelle blu le uova e la carne di maiale alla diossina ci sono volatili che cadono morti dal cielo solo uno su cinquemila dei comuni italiani ha adottato il piano di sicurezza idrogeologica che sempre meno personale e fondi vengono destinati al corpo forestale dello stato che i rifiuti crescono ogni anno e le discariche vanno in esaurimento migliaia di ettari di boscato uliveto e macchia mediterranea vanno in fumo la politica delle tutele naturali ha subito una brusca frenata e forti tagli finanziari sono stati fatti per quelli esistenti la condizione economica dell italia aggrava la situazione e non lascia ben sperare per il futuro se non ci sarà una partecipazione ed un controllo dei cittadini su amministratori e governanti a questo punto la parola deve necessariamente passare ai cittadini che devono essere consapevoli che la tutela dell ambiente e della salute non può più essere delegata

[close]

p. 9

sermoneta di domiziana tosatti mondore@le numero 85 4 marzo 2011 ipotesi per un nuovo cimitero comunale il progetto è nei piani dell amministrazione intanto sarà riattivato l impianto delle luci votive sarà riattivato a breve l impianto elettrico delle luci votive all interno del cimitero comunale che si è guastato in seguito alla caduta di un fulmine in seguito ad una prima ricognizione è emerso che il danno è stato rilevante soprattutto a causa delle tecnologie desuete con cui è stato negli anni costruito l impianto che alimenta le luci votive l amministrazione comunale e l ufficio tecnico sono al lavoro per risolvere questa problematica prima possibile i servizi cimiteriali ha spiegato l assessore al ramo fiore de santis sono stati sempre una priorità per questa amministrazione tant è che negli ultimi anni sono stati eseguiti interventi di sistemazione del parcheggio esterno lavori interni e la ristrutturazione e consolidamento dei loculi meno recenti salvaguardare un area di rispetto non soltanto dal punto di vista storico ed ambientale ma soprattutto perché è un luogo sacro rientra negli obiettivi di questa amministrazione comunale già impegnata nella programmazione per il futuro e nei progetti dell amministrazione a guida giovannoli nell ottica di un progressivo e costante aumento demografico la predisposizione di uno studio di fattibilità per la realizzazione di un eventuale nuovo cimitero comunale che possa essere rispondente alle esigenze del territorio nei prossimi anni la popolazione di sermoneta è in costante crescita e una struttura cimiteriale adeguata sarà indispensabile nei prossimi anni per questo è necessario iniziare a lavorare in questo senso un cimitero ha concluso de santis che sicuramente andrà ad inserirsi nel contesto paesistico ed ambientale di sermoneta emergenze varie sulle strade rurali scarsella lancia l allarme per via cona fosso gattone casal dei papi via di mezzo e delle vigne di domiziana tosatti la marginalità e l oscurità di alcune strade rurali espongono le famiglie che vi abitano al rischio già verificatosi di furti e comunque a disagi e precarietà e il caso delle strade rurali della borgata di doganella di ninfa quali via lunetto via vaccereccia e via dei butteri a tal proposito antonio scarsella capogruppo consiliare del gruppo misto ha destinato un interrogazione all amministrazione guidata dal sindaco giuseppina giovannoli alla quale ha chiesto così come previsto dal regolamento comunale vigente risposta in consiglio comunale via lunetto e via vaccareccia ha scritto nell interrogazione il consigliere sono strade abitate da numerose famiglie ed ospitano numerose aziende agricole la viabilità è interessata da numerose buche ci sono piccoli cumoli di immondizia lungo il tratto e la zona è completamente al buio questa condizione pone le famiglie in uno stato di precarietà e le espone a numerosi furti verificatisi ciclicamente approfittando delle condizioni di marginalità ed oscurità della zona anche via dei butteri ha proseguito scarsella è abitata da decine di famiglie ed i problemi fondamentali riguardano la manutenzione stradale e la mancanza di pubblica illuminazione anche questo nucleo è stato negli ultimi mesi oggetto di furti nell interrogazione scarsella ha chiesto quali interventi di manutenzione per la viabilità e per la realizzazione della pubblica illuminazione siano stati programmati e se non si ritenga necessario allocare nel bilancio 2011 una apposita posta proprio per questi interventi sulle vie indicate e sulle altre necessitanti dei medesimi interventi quali via cona via fosso gattone via casal dei papi via di mezzo e via delle vigne mondore@le magazine on line www.onirikaedizioni.it 9

[close]

p. 10

priverno di mario giorgi mondore@le numero 85 4 marzo 2011 crisi sanitaria siamo ai minimi termini continua il piano di ridimensionamento della regione con servizi all utente in calo costante se solo si volesse riportare tutte le cose che sono state dette scritte e promesse sulla sanità a priverno non basterebbe un intero numero di questo giornale nelle ultime tre consultazioni elettorali comunali 2008 provinciali 2009 e regionali 2010 sono corsi davvero fiumi d inchiostro ma solo un ingenuo un illuso o un disperato a causa di impellenti esigenze sanitarie avrebbe potuto credere a quanto detto da politici candidati responsabili di partito o semplici galoppini basterebbe una sola frase a sintetizzare il mare di promesse vi ridarò ciò che vi è stato tolto la pronunciò la signora renata polverini già segretaria nazionale ugl e candidata alla presidenza della regione lazio per il centrodestra sul palco del teatro comunale di via domenico marzi spinti dall enfasi dell oratore e dalla disperazione per aver visto smantellare pezzo dopo pezzo il vecchio glorioso ospedale generale di zona regina elena oltre che dalla concreta possibilità che usciva dalle parole del futuro governatore del lazio di poter avere quel pronto soccorso salvavita e quella decina di posti di osservazione breve che si credeva aver perduto in sala scoppiò un fragoroso applauso ma non basta perché esponenti della maggioranza e dell opposizione e rappresentanti dei vari partiti facevano a gara a stilare comunicati in cui si annunciavano magnifiche sorti e progressive per la sanità privernate e la nascita di una cittadella sanitaria a madonna delle grazie con tanto di tac e risonanza magnetica sono passati pochi mesi e al posto di esaltanti comunicati si può stilare solo un mesto bollettino i lavori a madonna delle grazie sono bloccati da tempo pare per un vecchio contenzioso tra azienda e regione qualche ufficio e l ambulatorio fisiatrico continuano ad operare con grande professionalità del poco personale in servizio circondati da un mare di desolazione e di abbandono le apparecchiature di tac e risonanza magnetica sarebbero già state acquistate ma non si sa dove installarle nella struttura del vecchio regina elena succede di tutto in questo caso la denuncia di sel è significativa spesso non c è il portiere e stanno pensando di eliminare il centralino diventerà un porto di mare giorno e notte il sabato non si fanno prelievi misteriosa decisione presa in azienda senza minimamente considerare le necessità di chi lavora e magari è libero il sabato ma tanto c è il privato dopo le 14 non c è il radiologo non c è il cardiologo durante le feste di natale il servizio è stato chiuso per ferie diversi medici stanno per andare in pensione e quasi certamente non verranno sostituiti con il serio rischio che saltino i servizi che oggi garantiscono il punto di primo intervento è continuamente soggetto alle necessità di altre strutture fondi soprattutto e rischia di diventare non più di una guardia medica brrr se a tutto questo si aggiunge che chi ha la sventura di ammalarsi non ha nemmeno più la certezza di essere ricoverato al fiorini di terracina soprattutto nel reparto di medicina che pare abbia quotidianamente un consistente numero di appoggiati in altri reparti ma corre il rischio quando gli va bene di finire a fondi o a formia il quadro è completo insomma a priverno ormai non solo non si nasce più ma nemmeno si muore più a meno che uno non abbia la fortuna di passare a miglior vita nel proprio letto non basta ancora perché c è un ultima ciliegina a completare la torta sanità a priverno le liste di attesa abbiamo già segnalate tante assurdità in passato ne vogliamo citare solo una l ultima di cui siamo venuti a conoscenza un ecocolordoppler ai vasi epiaortici prenotato attraverso il numero verde regionale l 11 febbraio 2011 sarà eseguito su un pensionato privernate il 12 marzo 2012 a frosinone e poi si lamentano quando si parla di mala sanità 10

[close]

p. 11

maenza di luca morazzano mondore@le numero 85 4 marzo 2011 cimitero servono nuovi interventi prosegue l installazione dei loculi ma anche la parte vecchia necessita di lavori di conservazione continuano i lavori per l installazione dei nuovi loculi che amplieranno la capacità del cimitero di maenza dopo mesi fermi sul piazzale antistante il camposanto infatti i lavori sono ripresi con la messa in posa dei materiali che costituiranno l ala nuova del cimitero maentino capace così di rispondere alle esigenze abitative dei cittadini trapassati ma quelli alla parte nuova non sono gli unici lavori di cui il complesso parrebbe abbisognare nella parte vecchia infatti i segni del tempo cominciano ad incidere in maniera pesante tanto da compromettere l integrità delle tombe stesse che rappresentano allo stesso tempo un patrimonio di memoria storica ma anche di architettura artistica i tempi di austerity non rendono facile la programmazione di tali interventi da parte dell amministrazione sollecitata però in tal senso dall ex sindaco alessandro pucci l ampliamento del cimitero prosegue e l interesse e la pubblicazione dei ritardi o intoppi ha contribuito alla risoluzione del problema nel nostro cimitero ora dobbiamo occuparci della parte vecchia o antica come dir si voglia e questo per una duplice ragione da una parte perché vi è proprio l esigenza di contrastare e arginare il tempo che passa e provoca pericoli di distruzione delle tombe dall altra parte vi è l obbligo di non disperdere un patrimonio della memoria ma sopratutto tome fatte con senso artistico e valide anche dal punto di vista architettonico diverse tombe con i loro ricordi costituiscono anche la nostra memoria storica i loro ricordi non solo per i familiari ma per tutta la nostra comunità ecco che allora lo abbiamo già fatto verbalmente necessita uno sforzo finanziario anche se i tempi non sono propizi per eseguire un intervento di consolidamento e restauro della parte antica del cimitero sicuramente tutte motivazioni veritiere e accorate considerata al conformazione stessa del cimitero maentino che nel suo cuore nasconde architetture particolari il cui mantenimento costituisce senza dubbio una priorità per tenere quanto più intatta la memoria storica non solo della comunità maentina ma di un modo di tumulare i cari estinti tipico dei decenni forse secoli scorsi priverno adozione a distanza alla don andrea santoro di mario giorgi la scuola è il primo circolo didattico don andrea santoro di priverno sempre presente peraltro nello sviluppo di attività culturali sociali e umanitarie la pregevole iniziativa intrapresa rientra nel progetto educazione alla pace ai diritti umani alla prosocialità e alla mondialità portato avanti dalla direzione didattica e dal collegio dei docenti di che si tratta dunque semplice la classe quinta del tempo pieno in continuità con una tradizione consolidata ormai da decenni ha aderito al progetto di adozione a distanza promosso dall onlus changamano parola della lingua swahili che può essere tradotta con cooperazione collaborazione solidarietà con le somme raccolte questo anno è stato possibile versare la quota per due borse di studio per un bambino o una bambina della tanzania non solo ma nei giorni scorsi l intera scuola ha iniziato a raccogliere materiale didattico da inviare alla associazione messicana oinach organizacion indigenas al fine di rendere possibile la prima scolarizzazione di circa 200 bambini e bambine il dirigente scolastico prof ernesto fiorini ringrazia alunni genitori ed insegnanti per la partecipazione e il concreto sostegno dimostrati nei progetti di solidarietà promossi nell ambito dell educazione alla pace ai diritti umani alla prosocialità e alla mondialità nella società contemporanea sottolinea il prof fiorini si va sempre più affermando una cultura individualistica caratterizzata dal primato dell individuo sulla comunità del piacere sul dovere della sicurezza propria su quella altrui dello star bene con sé sullo star bene insieme contro questa situazione è necessario e urgente riaffermare il senso di comunità l educazione alla pace e alla solidarietà nella nostra scuola non si limita all insegnamento dei valori e dei principi ma è orientata all azione congiunta coordinata continuativa di tanti soggetti diversi per collocazione finalità istituzionali e ruolo sociale 11

[close]

p. 12

carnevale di luisa belardinelli mondore@le numero 85 4 marzo 2011 latina looney tunes e unitÀ d italia coriandoli colori e musica È proprio con questa spensieratezza che si vuole celebrare la 30° edizione del carnevale di latina previsto il 6 e l 8 marzo dalle ore 15:30 l associazione del carnevale di latina con il suo presidente l architetto tino di marco proporrà una due giorni anche il 27 si è svolta la prima sfilata di carri di carri dedicati a personaggi di fantasia e agli eroi dei fumetti e cartoni animati obiettivo dell associazione costituitasi nel 1977 è creare aggregazione ossia riunire il centro storico con la periferia e i borghi peculiarità della nostra provincia è proprio la provenienza dei suoi abitanti da più parti d italia aventi culture differenti il carnevale di latina che ogni anno riunisce tutti i borghi nel centro storico del capoluogo è divenuto uno degli strumenti per la crescita della città per la creazione di un tessuto sociale il più omogeneo possibile nella sua storica eterogeneità ringrazio tutti dice tino di marco a partire dai numerosi volontari che da tempo hanno lavorato alacremente nei capannoni di via bassianese nonostante mille difficoltà per regalare uno splendido carnevale soprattutto ai più piccoli silvio seccafien si occuperà dei coriandoli come da tradizione mi auguro come sempre che la festa sia grande senza scherzi di cattivo gusto grazie ai bambini e ai loro genitori oggi il carnevale permette di vedere in piazza migliaia di persone provenienti anche dalla provincia di roma e di frosinone anche quest anno un gruppo di ragazzi romani disabili sarà in città durante la sfilata affrontando tutti i problemi legati al loro handicap questo fatto è certamente motivo di soddisfazione per gli organizzatori che pur mirando a coinvolgere nel nostro carnevale più persone possibili non dimenticano di certo l intento primordiale che è quello di far crescere una città abbattendo qualsiasi tipo di barriere e allora che la festa abbia inizio noi siamo pronti aspettiamo numeroso il popolo di latina e dintorni nei tre giorni di festa ci saranno come sempre il cigno e pontinello simboli del carnevale di latina che insieme alla torre civica in occasione del 150° dell unità d italia ospiteranno il gruppo blu notte che porterà in scena personaggi fondamentali di uno spaccato della nostra storia i garibaldini e poi faremo un bel viaggio nel mondo dei looney tunes gatto silvestro bugs bunny speedy gonzales taz willy il coyote e tante altre sorprese non mancheranno gruppi mascherati e carri dai numerosi borghi della città in piazza del popolo verrà allestito un palco dove insieme ai presentatori roberta colazingari e mauro bruno si potrà assistere ad esibizioni di danza e musica si ricorda inoltre che il carnevale di latina ha una sua lotteria al costo di 2 euro si potrà acquistare il biglietto e partecipare all estrazione prevista per il 13 marzo alle ore 12.00 di ben 13 premi info www.carnevaledilatina.com di paola bernasconi fables le maschere delle fiabe a cisterna della salsa domenica dalle ore 15,00 nuovo appuntamento con la sfilata in costumi sempre su corso della repubblica circondata da spettacoli di artisti di strada la serata sarà invece dedicata al gran ballo di carnevale con cico luis i maracaibo la aquarius band e tanta animazione nel centro polivalente del quartiere san valentino l appuntamento è alle ore 21,00 per divertirsi e per la degustazione gratuita dei dolci tipici del carnevale per il martedì grasso è prevista invece la grande sfilata finale lungo corso della repubblica con l esibizione dei rinomati sbandieratori di cori e la premiazione della maschera più bella dalle ore 15,00 gran finale alle ore 21,00 nel teatro tres tabernae con la serata musicale anni 60/70 con la band le forme iniziato giovedì 3 marzo si concluderà martedì 8 giorno di martedì grasso è fables il carnevale cisternese organizzato dal comune di cisterna con la world popular music un fantastico mondo delle fiabe che ha iniziato e continuerà ad animare la città con maschere animazioni spettacoli tanto altro niente carri allegorici allora per un carnevale tutto nuovo si è partiti giovedì grasso quando dalle ore 15,00 si è svolta la sfilata in costumi carnevaleschi ispirati al mondo della fiabe lungo tutta corso della repubblica a concludere la giornata ci hanno pensato le majorettes accompagnate dalla banda musicale città di cisterna per venerdì è invece previsto lo spettacolo pinocchio della scuola di ballo el danzon che si terrà presso il teatro tres tabernae a seguire si potrà ballare al ritmo 12

[close]

p. 13

carnevale di paola bernasconi mondore@le numero 85 4 marzo 2011 sezze nozze di peppalacchio e peppa al via la nuova edizione del carnevale setino 2011 un carnevale organizzato in totale sinergia con il mondo dell associazionismo locale una scelta quella del comune di sezze iniziata quasi un mese fa con l incontro del 15 febbraio aperto ad associazioni istituzioni scolastiche cittadini e comitati spontanei una riunione durante la quale sono stati invitati i partecipanti a proporre idee da utilizzare per il programma del carnevale promosso dagli assessorati alla cultura e allo sviluppo locale del comune di sezze a questo incontro ne è seguito un altro il 22 febbraio ed è da questo che è nato il calendario degli eventi che rallegreranno il paese durante la settimana dei festeggiamenti in maschera si è partiti il 3 marzo giorno di giovedì grasso affidato alla ludoteca comunale orso rosso e agli studenti delle scuole setine che hanno fatto sfilare le tradizionali maschere setine di peppalacchio e peppa a ciò si è alternato lo spettacolo sulla commedia dell arte arlecchino e pulcinella a cura dell associazione matutateatro arrivati in piazza san pietro i due sposini sono stati sposati dinanzi al prete e al sindaco per venerdì 4 marzo alle ore 17,00 e sabato 5 alle ore 15,30 sono invece previsti il laboratorio di maschere e la festa in maschera a cura della cooperativa poieo l appuntamento è presso il museo del giocattolo in via umberto i domenica 6 marzo sarà la volta della sfilata di carri allegorici a cura delle associazioni colli futura e avis comunale sezze e delle majorettes dell associazione butterfly il tutto sarà accompagnato dagli spettacoli di animazione della cooperativa città del divertimento appuntamento alle ore 15,30 in località colli alle ore 17,30 ci si potrà spostare presso l auditorium mario costa in località anfiteatro per assistere al festival della canzone organizzato dall associazione il grillo appuntamento finale per martedì 8 marzo con la sfilata dei carri allegorici che partirà alle ore 15,00 da via dei cappuccini per continuare lungo tutto il paese ad animare il corteo ci penseranno le associazioni colli futura avis comunale sezze butterfly setia leonis matutateatro e le cooperative poieo e città del divertimento i bambini potranno invece partecipare ad una festa in maschera tutta dedicata a loro presso l asilo nido i monelli ore 16.30 in via roccagorga e finalmente si arriverà al rogo finale di peppalacchio e peppa alle ore 17,00 in piazza iv novembre dove si potrà ascoltare un po di musica a cura dell associazione s.t.a.r.t.s a roccagorga festa delle api in maschera di paola bernasconi anche il carnevale di roccagorga propone festeggiamenti l appuntamento è per domenica 6 marzo in piazza vi gennaio con il concorso api allegoriche 2011 iniziativa proposta dall assessorato al turismo e alla partecipazione del comune la manifestazione avrà inizio alle ore 15,30 mentre la premiazione avverrà nel corso del pomeriggio presso la rifolta il concorso nasce e si ispira al tradizionale mezzo agricolo dell apa che in questo caso si fonde con i festeggiamenti carnevaleschi i partecipanti dovranno quindi allestire un carro allegorico addobbando un ape senza nessun vincolo di tema e nominare un proprio rappresentante che gestisca le comunicazioni con il comitato promotore il comune ha previsto due vincitori un premio quartiere di 250 con vincolo di spesa per il quartie re vincitore in un opera di pubblica utilità e un premio alle associazioni e attività socio culturali pari ad un contributo in denaro di 200 riservato alle associazioni alle attività socio culturali e ai singoli cittadini a giudicare i carri esposti sarà un gruppo formato da un rappresentante istituzionale un critico d arte due ospiti esterni scelti dall organizzazione e da un cittadino scelto tramite sorteggio i criteri a cui si dovrà fare riferimento saranno quelli dell originalità della coreografia dell allegoria dell allestimento tecnico e della musica chi riuscirà ad avere la somma di punteggio più elevata verrà dichiarato vincitore un concorso dedicato quindi ad una riscoperta delle tradizioni locali che permetterà ai partecipanti di dare libero sfogo alla propria creatività in un clima di satira e arte.

[close]

p. 14

cultura di luisa belardinelli mondore@le numero 85 4 marzo 2011 al d annunzio il giorno della civetta prosegue la stagione di prosa a latina con uno spettacolo dal capolavoro di leonardo sciascia prosegue la stagione di prosa al d annunzio di latina con un capolavoro del grande leonardo sciascia il giorno della civetta con sebastiano somma e con la partecipazione di orso maria guerrini regia fabrizio catalano una storia d inchiesta a partire da un omicidio avvenuto nell entroterra siciliano il giorno della civetta racconta la storia di un capitano dei carabinieri appena arrivato in sicilia dalla lontana parma all inizio degli anni 60 il capitano bellodi è un uomo onesto ed intelligente pronto ad affrontare qualunque difficoltà pur di far bene il proprio dovere non sarà facile in una terra così sfaccettata e dalle mille verità come la sicilia l azione si svolge principalmente in una piccola caserma dei carabinieri in una cittadina dell entroterra in un isola silenziosa dura che al capitano bellodi sembra incomprensibile a tratti ostile È la sicilia dei grandi spazi dove gli uomini e le menti si perdono nella rappresentazione teatrale de il giorno della civetta che intendiamo mettere in scena afferma il regista fabrizio catalano l azione si svolge in una sicilia trasfigurata territorio dell anima prima ancora che elemento geografico il più grande peccato della sicilia è stato ed è sempre quello di non credere nelle idee ora siccome questa sfiducia nelle idee anzi questa mancanza di idee si proietta su tutto il mondo la sicilia ne è diventata la metafora chi ha creduto nelle idee e si rifiuta di uniformarsi ai comportamenti illegali e violenti della mafia viene punito a volte con la morte come per salvatore colasberna unico impresario onesto della provincia che viene minacciato ricattato ed infine ucciso perché non ha voluto piegarsi ai voleri della mafia perché costruiva le case con il cemento piuttosto che con sabbia e sterco bellodi alla fine perderà la sua battaglia egli dopo essere arrivato ad arrestare tutti i veri colpevoli sarà premiato con una licenza ed una promozione e trasferito e così anche il maresciallo d origine siciliana che lo aveva seguito nell inchiesta i mafiosi invece verranno scagionati dalla testimonianza di persone insospettabili mentre la responsabilità morale del delitto cadrà su rosa moglie dell uomo che aveva riconosciuto l assassino e poi misteriosamente scomparso colpevole soltanto d essere bella ma ingiustamente accusata d avere una relazione con colasberna anche rosa andrà via come bellodi come il maresciallo chi sta dalla parte della giustizia deve ritirarsi ancora una volta ma non sarà sempre così al fellini parte la nuova stagione in cartellone eventi concertistici artistici e teatrali curati dal maestro ambrogio sparagna di luisa belardinelli musica arte e teatro a pontinia si respira aria nuova con il nuovo curatore artistico del teatro fellini il musicista ambrogio sparagna È iniziato tutto con la sensualissima allegria della compagnia algeciras che ha portato in scena lo scorso 25 febbraio lo spettacolo di flamenco dal titolo aquellas pequenas cosas proseguendo il 2 marzo con mozart e pulcinella una serenata che ha unito le armonie mozartiane e i brani tratti dalla classica commedia dell arte napoletana sabato 6 marzo alle 21:00 sarà invece la volta della bravissima elisabetta femiano con assolo regia danilo proia assolo è la storia di teresa che lasciata dal marito si ritrova sola in una casa che diventa l unica superstite di un sogno d amore infranto lo spettacolo inizia denunciando con forza la rottura di un rapporto d amore durato anni il 12 marzo alle 21:00 spazio alla musica napoletana e romana con il concerto dei dianara ensemble fisarmonica chitarra tammora e voci per celebrare i 150° dell unità d italia il 18 marzo sempre alle 21:00 si 14 terrà uno spettacolo dedicato ai nostri canti risorgimentali rivisitati da un maestro come ambrogio sparagna partire partirò sarà interpretato dall orchestra popolare italiana dell auditorium parco della musica di roma insieme al coro popolare diretto da annarita colaianni sempre seguendo l onda dell unità d italia il 20 marzo alle 18:00 sarà di scena la banda della scuola popolare di musica di testaccio diretta da silverio cortesi che proporrà 150 anni di storie cantate in una personale creazione in grado di ricreare il clima di una imponente manifestazione di massa o di profondo dramma collettivo la stagione prosegue poi il 1° aprile con il ponte sugli oceani amori spettacolo tratto dal libro di raffaello canteri il 14 aprile con noi ragazze degli anni 60 di grazia scuccimarra conclude la stagione il 6 maggio maramao social club una performance jazzistica nello stile dello swing italiano lanciato dal trio lescano e dall indimenticabile e insuperabile quartetto cetra.

[close]

p. 15

cultura di paola bernasconi mondore@le numero 85 4 marzo 2011 ottaviani presenta crachiche oggi il famoso autore setino svela la sua ultima fatica editoriale al museo archeologico un appuntamento in più un incontro che si va ad aggiungere alla seconda edizione dei venerdì letterari promossi dall assessorato alla cultura del comune di sezze peccato che la rassegna che contava sette presentazioni sia finita quasi tre mesi fa ma tant è e oggi 4 marzo alle ore 18,00 presso il museo archeologico alberto ottaviani proporrà il suo crachiche radici giornalista e poesta setino il cosiddetto professor poeta ha ricevuto nella sua lunga carriera numerosi riconoscimenti tra cui il premio simpatia consegnatogli in campidoglio a roma nel 1998 queste le dichiarazioni dell assessore alla cultura remo grenga a pochi giorni dall evento il titolo della nuova opera di alberto ottaviani richiama inevitabilmente il concetto di identità quella setina che trae origine dalla civiltà contadina le sue poesie esprimono forti emozioni evocando ricordi che forse al giorno d oggi possono apparire quasi surreali alle nuove generazioni un identità espressa con l uso del dialetto dai toni caldi e benevoli che a volte risultano troppo arroganti o diretti a chi non lo conosce ma che riempie d orgoglio coloro che lo utilizzano il dialetto fa parte del nostro bagaglio di vita e parlarlo ci fa sentire uniti e complici ma soprattutto appartenenti ad una stessa comunità attraverso di esso esprimiamo i nostri pensieri sentimenti e stati d animo non si dovrebbe mai dimenticare la propria lingua gergale anzi bisognerebbe parlarla ogni qual volta si presenta l occasione certamente nelle sedi giuste e magari nei momenti di spensieratezza e di convivialità non posso che ringraziare ottaviani per l importante lavoro di promozione e valorizzazione della cultura delle tradizioni e soprattutto del dialetto della nostra amata città un ragionamento prefettamente in linea con la nuova edizione del premio di poesia sezze in dialetto promosso dal comune per la sagra del carciofo una riscoperta di un mondo quello della propria lingua originale che assolutamente si deve evitare di perdere a presentare il libro ci saranno il presidente consorzio biblioteche e musei dei monti lepini luigi zaccheo ed il dirigente scolastico fausto orsini a coordinare gli interventi ci penserà invece il dott piero formicuccia alla fine della manifestazione sarà inoltre possibile degustare dolci tipici locali per informazioni potete contattare il museo archeologico al numero 0773/88179 o scrivere un e-mail all indirizzo museoarcheologico@comune.sezze.lt.it il convegno a confronto con don zerai sabato 5 marzo alle ore 18,00 presso la sede dell associazione in via garibaldi 9 questa la data e il luogo dove si svolgerà l incontro organizzato dall organizzazione no-profit araba fenice dal titolo a confronto con don zerai migliaia di profughi prigionieri nel sinai don zerai è un sacerdote eritreo membro dell accademia etiopica pontificia e direttore dell agenzia habeshia fondata per assistere i migranti africani in italia sarà lui a raccontare la tragedia che vede protagonisti centinaia di profughi abbandonati e presi in ostaggio da una banda di predoni beduini nel deserto del sinai ammassati in contanier uomini donne e bambini aspettano di essere liberati grazie anche al lavoro e alla dedizione di quest uomo che cerca di non far dimenticare ciò che è iniziato circa quattro mesi fa quando uno degli ostaggi è riuscito a telefonargli somali etiopi ed eritrei avevano deciso di lasciare i loro paesi con la speranza di un futuro migliore ma le persone a cui si sono affidati li hanno venduti a criminali che lucrano proprio sulla disperazione di questi popoli secondo un inchiesta di everyone organizzazione per i diritti umani i prigionieri sarebbero duemila ed è per loro e probabilmente per molti di più che occorre sensibilizzare la comunità internazionale affinché si trovino le soluzioni necessarie per far concludere questo moderno atroce mercato degli schiavi ecco il nostro incontro con don zerai dichiara gian carlo mancini presidente dell associazione vuole essere un piccolo contributo perché la gente non si giri dall altra parte p.b dialetto setino in concorso fino al 31 di paola bernasconi seconda edizione per il premio di poesia sezze in dialetto anche quest anno nell ambito della tradizionale sagra del carciofo il comune di sezze ha indetto questo concorso aperto a tutti coloro che hanno nel cassetto un testo inedito in dialetto setino c è tempo fino al 31 marzo 2011 per inviare la propria opera al seguente indirizzo premio di poesia sezze in dialetto anno 2011 ii edizione via a diaz 1 04018 sezze lt altrimenti gli autori possono scegliere di protocollare i propri testi presso il comune per partecipare si dovranno inviare cinque poesie in versi liberi o in metrica che non superino in totale i 120 versi seguendo le istruzioni che potete trovare sul bando due le sezioni in cui è stato diviso il con corso la junior è dedicata agli studenti delle scuole medie o superiori e comunque a tutti coloro che abbiano dai dodici ai diciotto anni la sezione senior è invece riservata a tutti coloro che abbiano più di diciotto anni per entrambe le sezioni sono previsti tre premi in denaro accompagnati dai relativi attestati di partecipazione al terzo andranno 50 al secondo 100 mentre al primo classificato 150 un concorso importante per salvaguardare e valorizzare il dialetto setino patrimonio altrimenti destinato a perdersi per avere altre informazioni potete inviare un e-mail al seguente indirizzo archeologico@comune.sezze.lt.it o contattare il museo archeologico al numero 0773/88179 15

[close]

Comments

no comments yet